Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Black

Possibili malattie legate al cuore di un ragazzino.

Post raccomandati

In un'opera che vorrei realizzare vi è un personaggio, un ragazzino dodicenne, che si trova in ospedale a causa di una malattia legata al cuore. Una di quelle malattie per le quali sia possibile ma non certa una cura (ancor meglio se le possibilità di sopravvivenza siano molto basse).

Premetto che il ragazzino non ha mai avuto problemi in precedenza (al massimo potrei aggiungere che ha dovuto effettuare dei controlli in ospedale, ma nulla di più).

Nella storia, comunque, non nominerò mai il nome di tale malattia; mi servirebbe più che altro a scopo personale, per sviluppare la storia in maniera credibile, senza inventarmi una fantomatica malattia dagli effetti poco credibili.

Il problema è che non ho idea di quale possa essere tale malattia.

Consigli?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Bradipi

Non hai che l'imbarazzo della scelta: http://it.wikipedia.org/wiki/Displasia_ventricolare_destra_aritmogena , http://it.wikipedia.org/wiki/Sindrome_di_Brugada , http://it.wikipedia.org/wiki/Malattia_di_Pompe , e tutti i possibili vizi valvolari congeniti.

Ma perchè proprio una patologia cardiaca? Ve ne sono migliaia che coinvolgono ogni organo e apparato, una delle più frequenti è la fibrosi cistica: http://it.wikipedia.org/wiki/Fibrosi_cistica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io trovo affascinante una patologia al cuore, però mi pare strano che il ragazzino abbia dodici anni

e non ne abbia mai sofferto prima..allora perchè non gli è venuta da vecchio,

con il cuore debole, oppure fin da quando era neonato, come spesso accade?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non hai che l'imbarazzo della scelta: http://it.wikipedia....stra_aritmogena , http://it.wikipedia....rome_di_Brugada , http://it.wikipedia....lattia_di_Pompe , e tutti i possibili vizi valvolari congeniti.

Ma perchè proprio una patologia cardiaca? Ve ne sono migliaia che coinvolgono ogni organo e apparato, una delle più frequenti è la fibrosi cistica: http://it.wikipedia....ibrosi_cistica.

Perché la storia è raccontata dal punto di vista di un altro ragazzino suo coetaneo, al quale non viene detto il nome della malattia ma un semplice "problema al cuore"; e da lì il ragazzino fantasticherà su quella che potrebbe essere il tipo di malanno, in maniera piuttosto... fantasiosa e poco tecnica.

Per quanto riguarda la cirrosi cistica, mi pare eccessiva. Non vorrei qualcosa di così grave, la mia idea è che dopo esser stato male il ragazzino col problema al cuore venga ricoverato in ospedale, magari anche cadendo in coma per un paio di giorni o poco più, ma poi darà segni di ripresa, dato che sarà possibile comunicarci e interagire senza alcun problema. Certamente sarà sfiancato, ma in una possibile via di guarigione. Ancor meglio se non occorrano interventi diretti per risolvere il problema (ma così rischio di complicare enormemente la questione, quindi non è essenziale tale dettaglio).

Comunque, darò un'occhiata anche agli altri link :)

Io trovo affascinante una patologia al cuore, però mi pare strano che il ragazzino abbia dodici anni

e non ne abbia mai sofferto prima..allora perchè non gli è venuta da vecchio,

con il cuore debole, oppure fin da quando era neonato, come spesso accade?

Perché la mia idea è quella di sorprendere tutti, familiari e amici, compreso l'altro ragazzino. Qualcosa che nessuno si aspettava, ma una malattia piuttosto che un incidente o cose del genere.

Però è anche vero che bisognerebbe trovare un malanno che si manifesti improvvisamente, senza aver dato dei veri e propri segnali; al massimo, come ho detto prima, potrebbe già esser stato notato qualcosa che non andava per il verso giusto, ma considerato dai medici come qualcosa di "innocuo" o risolvibile da solo col tempo. Il che non è semplice, direi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Bradipi

Non capisco

Prima affermazione:

Una di quelle malattie per le quali sia possibile ma non certa una cura (ancor meglio se le possibilità di sopravvivenza siano molto basse).

Quindi una malattia a prognosi infausta, ma poi dici:

Non vorrei qualcosa di così grave,

cosa cerchi esattamente una malattia grave o una risolvibile ma dal brutto nome?

Se brutto nome la meningite.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non capisco

Prima affermazione:

Una di quelle malattie per le quali sia possibile ma non certa una cura (ancor meglio se le possibilità di sopravvivenza siano molto basse).

Quindi una malattia a prognosi infausta, ma poi dici:

Non vorrei qualcosa di così grave,

cosa cerchi esattamente una malattia grave o una risolvibile ma dal brutto nome?

Se brutto nome la meningite.

Ehm... mi son spiegato male.

No, il nome non c'entra nulla dato che non verrà mai nominata nella storia.

Con non così grave, intendevo dire come effetti: Ho letto un po' su wiki e mi paiono un po' troppo... devastanti. Parlavo di una malattia che sì, porta spesso alla morte, ma che si limiti a intaccare il cuore, causando appunto problemi, ma nulla di "evidente", di esteso o all'apparenza terribile. All'altro ragazzino dovrà sembrare come se il malato in ospedale sia... soltanto debole, ma nulla di più.

Spero di esser stato più chiaro, altrimenti proverò a spiegarmi meglio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Forse ti andrebbe bene una febbre reumatica, un'infezione apparentemente poco significativa ma che può causare danni al cuoe di varia natura.

Puoi calibrarne gli effetti in modo da ricavare i danni che ti servono per la tua storia.

Vedi, per esempio, qui. Ma sul web c'è un'amplissima letteratura sull'argomento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Forse ti andrebbe bene una febbre reumatica, un'infezione apparentemente poco significativa ma che può causare danni al cuoe di varia natura.

Puoi calibrarne gli effetti in modo da ricavare i danni che ti servono per la tua storia.

Vedi, per esempio, qui. Ma sul web c'è un'amplissima letteratura sull'argomento.

Sembrerebbe ottima :)

L'unico dubbio riguarda la possibilità che ci si possa ammalare. La storia è ambientata in Italia, che rientra fra i paesi sviluppati (teoricamente).

Dovrei trovare una buona scusa per far sì che i sintomi iniziali non vengano tenuti sott'occhio.

Grazie comunque però, m'informo meglio sul web :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma scusa, a questo punto, dato che abbiamo accertato che è piuttosto improbabile che

una malattia al cuore venga manifestata in un bambino che non c'è nato e che

comunque non è stato messo in osservazione, inventati tu una patologia ,

di' che colpisce pochissime persone al mondo e cerca su Internet sintomi compatibili.

Almeno non rischi di sembrare poco credibile parlando di una malattia esistente che nel soggetto interessato

realisticamente non potrebbe sussistere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Bradipi

abbiamo accertato che è piuttosto improbabile che una malattia al cuore venga manifestata in un bambino che non c'è nato

Questa affermazione non corrisponde al vero: pensa a tutti calciatori in apparente ottima salute morti sul campo di gioco, diversi per displasia ventricolare destra aritmogena.

Nanni sono decenni che non si vede più la febbre reumatica con interessamento cardiaco.

Una miocardite virale? Moltissimi casi non così lievi da essere inapparenti, alcuni richiedono l'ospedalizzazione e pochisimi muoiono.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa affermazione non corrisponde al vero: pensa a tutti calciatori in apparente ottima salute morti sul campo di gioco, diversi per displasia ventricolare destra aritmogena.

..Mi riesce alquanto difficile immaginare un bambino che si sottopone allo stesso allenamento e agli

stessi energizzanti e alle vitamine in quantità che prendono i calciatori, sai ! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Veramente si riportano diversi casi di ragazzini sui 10-14 anni morti sul campo da calcio per patologie "improvvise", credo del tipo di quella che cita Bradipo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Veramente si riportano diversi casi di ragazzini sui 10-14 anni morti sul campo da calcio per patologie "improvvise", credo del tipo di quella che cita Bradipo.

..ma il bambino non deve morire sul campo da calcio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Veramente si riportano diversi casi di ragazzini sui 10-14 anni morti sul campo da calcio per patologie "improvvise", credo del tipo di quella che cita Bradipo.

..ma il bambino non deve morire sul campo da calcio.

Esatto.

Comunque prendo in considerazione l'idea di Duchess sul creare una nuova patologia; sebbene nella storia non verrà mai nominata né descriverò i sintomi o le cause (i primi si vedranno, ma nessuno parlerà di che malattia si tratti).

Anche la pericardite è interessante, m'informo meglio.

Grazie mille :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Esatto.

Comunque prendo in considerazione l'idea di Duchess sul creare una nuova patologia; sebbene nella storia non verrà mai nominata né descriverò i sintomi o le cause (i primi si vedranno, ma nessuno parlerà di che malattia si tratti).

Anche la pericardite è interessante, m'informo meglio.

Grazie mille :)

Poi facci sapere! :asd:

Felice di esserti stata utile.

Secondo me creare una nuova malattia, anche se non la nomini mai, prendendo spunto

dai sintomi di patologie cardiologiche esistenti, ma quelle che più ti colpiscono, è davvero tanto interessante.

Non si dev'essere per forza così fiscalmente legati al realismo: tanto, di patologie nuove e poco diffuse, ne vengono scoperte

due al giorno..!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Veramente si riportano diversi casi di ragazzini sui 10-14 anni morti sul campo da calcio per patologie "improvvise", credo del tipo di quella che cita Bradipo.

..ma il bambino non deve morire sul campo da calcio.

Esatto.

Comunque prendo in considerazione l'idea di Duchess sul creare una nuova patologia; sebbene nella storia non verrà mai nominata né descriverò i sintomi o le cause (i primi si vedranno, ma nessuno parlerà di che malattia si tratti).

Mi intrometto da 'persona versata nel campo' solo per consigliarti di tener conto di un paio di cose, che potrebbero tornarti utili anche se tu volessi inventarti la malattia:

- le insufficenze valvolari, soprattutto quando arrivano al punto di dare problemi, si notano anche all'auscultazione e il pediatra che non ausculta è un idiota, quindi è difficile che in un bambino con questo problema nessuna abbia mai sentito il 'soffio' col fonendoscopio.

- le migliori per apparire in modo improvviso sono le animalie 'elettriche' (aritmie, fibrillazioni etc.) del cuore, anche perchè possono non essere costanti (e quindi visibili all'ECG) e quindi non dare sintomi progressivi, mentre quelle funzionali sono più difficili da far passare inosservate, anche se questo sono visibili spesso con esami più specialistici (ecocardio, ecodoppler etc.) che non vengono utilizzati di routine a differenza dell'ECG.

:)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi intrometto da 'persona versata nel campo' solo per consigliarti di tener conto di un paio di cose, che potrebbero tornarti utili anche se tu volessi inventarti la malattia:

- le insufficenze valvolari, soprattutto quando arrivano al punto di dare problemi, si notano anche all'auscultazione e il pediatra che non ausculta è un idiota, quindi è difficile che in un bambino con questo problema nessuna abbia mai sentito il 'soffio' col fonendoscopio.

- le migliori per apparire in modo improvviso sono le animalie 'elettriche' (aritmie, fibrillazioni etc.) del cuore, anche perchè possono non essere costanti (e quindi visibili all'ECG) e quindi non dare sintomi progressivi, mentre quelle funzionali sono più difficili da far passare inosservate, anche se questo sono visibili spesso con esami più specialistici (ecocardio, ecodoppler etc.) che non vengono utilizzati di routine a differenza dell'ECG.

:)

Grazie mille :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Perché non un rabdomioma?

È il piú frequente tumore cardiaco dell'età pediatrica, si associa ad improvvise aritmie e ostruzioni meccaniche (il che spiegherebbe l'improvviso ricovero senza indizi precedenti)... Piú "brutto nome" sociale di "tumore al cuore" non saprei cosa pensare... L'unico "difetto" è che regredisce spontaneamente nella maggior parte dei casi, ma l'aritmia indotta potrebbe essere grave...

Il bambino in questione non avrebbe sintomi fino ai 12 anni, il pediatra non se ne accorgerebbe perché asintomatico (non da soffi ne sintomi sistemici), improvvisamete gli causa un'aritmia (magari una tachiartmia ventricolare che portano spesso alla morte) e viene ricoverato... Magari i primi giorni potrebbe essere stato ricoverato in Unità intensiva cardiologica per poi essere spostato in pediatria dove conosce il tuo protagonista...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Dimenticavo: è importante sapere in che periodo è ambientato il tuo scritto.. Se è ai giorni nostri vanno bene tutti i consigli che hai ricevuto (esclusa la febbre reumatica), altrimenti andrebbero rivisti alcuni particolari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dimenticavo: è importante sapere in che periodo è ambientato il tuo scritto.. Se è ai giorni nostri vanno bene tutti i consigli che hai ricevuto (esclusa la febbre reumatica), altrimenti andrebbero rivisti alcuni particolari

Si, è ambientato nel presente :)

Comunque non l'ho ancora cominciato, quindi ogn consiglio è sempre bene accetto. Grazie :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se pensi ad una malattia di nuova insorgenza, che non necessariamente dia sintomi all'inizio, e che dia debolezza, una miocardiopatia dilatativa può fare al caso tuo. Vi sono forme che compaiono in bambini precedentemente sani, verosimilmente su base virale. E' una condizione grave, per cui è giustificato il ricovero ospedaliero, ma può rispondere bene alla terapia, per cui la prgnosi infausta non è obbligatoria.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×