Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Ciao a tutti,

non sono esperto di editoria, non ho nessuna idea sui contratti oppure sulla tempistica di pubblicazione.

Quindi il mio post risulterà inutile e di questo mi scuso.

Ho scritto un libro e l'ho inviato a tante case editrici (come tutti voi), in alcuni casi stampandolo su carta e spedendolo per posta (tra stampa, rilegatura e spese postali circa 13 €. a copia), in altri casi solo per mail.

Credo di aver contattato una ventina di CE e di queste 3 mi hanno risposto negativamente, una mi ha inviato una scheda valutativa suggerendomi di rivederlo in alcuni punti e da parte di tutte le altre il silenzio, un silenzio tombale, un silenzio che ti fa passare la voglia di scrivere e che ti spinge a darti del pirla!

Ed infatti l'ho buttato in un cassetto.

Poi mi sono detto che era totalmente inutile lasciarlo così.

La faccio breve, l'ho fatto correggere ed in accordo con Michele (coautore) l'abbiamo spedito alla Parallelo45.

Ci sono stati problemi con le mail, o meglio partiva ma perdeva l'allegato, oppure c'era il manoscritto ma non si apriva (credo che altre case editrici ci avrebbero messo nello spam al primo errore) ed in tutti questi casi la persona dall'altra parte della "tastiera" ci ha sempre risposto in tempi brevissimi ed in modo gentile.

Poi l'allegato è partito e questo signore (non dico il nome) ci ha risposto, dopo un minuto, che finalmente era arrivato tutto.

Sarà una stupidata ma devo ammettere che interfacciarsi con una persona educata e che mostra interesse per la nostra opera (visto che siamo due perfetti sconosciuti suppongo che si comporti civilmente anche con tutti gli altri autori) mi ha fatto piacere!

Lo pubblicheranno? Non ne ho idea, ma almeno c'è stato uno scambio reale (e non un copia-incolla) e non mi ha chiamato con il nome di un altro autore come successo con un'atra casa editrice.

Vi avevo anticipato che stavo per postare una roba inutile, ma è talmente difficile trovare persone che dimostrano interesse e rispetto che mi sembrava carino condividere questa esperienza con voi.

 

Un enorme in bocca al lupo a tutti quelli che scrivono, o almeno ci provano!

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grazie Luca per la testimonianza,

condivido quello che pensi. fa così piacere ricevere anche solo un rifiuto, ma motivato ed educato. a me è capitato con Instar.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Luca,

Ti racconto la mia esperienza, a tua differenza ho contattato quasi 200 case editrici, ho ricevuto 9 proposte, 4 a pagamento ( nonostante si trattasse ci CE apparentemente free) 4 free (con fregatura contrattuale) e 1 modesta, ma buona (ovvero mi hanno proposto di realizzare semplicemente un'ebook, ma con editing e tutto il resto free.)

Di queste 200 case, la Parallelo45 ha respinto il testo, ma in modo cordiale. Sono stati talmente gentili che gli ho chiesto di esaminare un altro dei miei romanzi e mi hanno risposto subito, accettando.

Come casa editrice, mi sembrano molto professionali.

Ti auguro un in bocca al lupo.

Ma ti suggerisco di inviarne ad altre. Perché 20 mi sembrano un po' poche. Cerca sopratutto quelle dove puoi evitare di spedire via posta.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io li ho contattati per il mio manoscritto, sono stati gentilissimi e celeri:

 

 

 

Grazie dell'invio, le chiediamo un po' di pazienza perché siamo sommersi di manoscritti da valutare, risponderemo comunque sia in caso positivo che negativo.
Cordiali saluti
Cristiano Repetti
Parallelo45 Edizioni
www.parallelo45edizioni.it

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti,

chiudo il mio intervento ringraziando le persone che mi hanno donato pareri giusti, sensati e garbati.

La C.E. mi ha risposto e l'esito non è stato favorevole, ma anche in questo caso la mail è arrivata educata ed in tempi brevi.

Con un catalogo così ristretto non mi stupisco che il mio libro non sia entrato nelle loro pubblicazioni, suppongo serva qualcosa di ben più costruito e con "attributi" maggiori rispetto al mio manoscritto (che è un capolavoro ma che forse lo è un pochetto meno di altri).

Ancora una volta grazie a tutti.

Luca L.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho inviato la mia proposta a giugno, mi hanno avvisato di tempi lunghi, spero di ricevere comunque una risposta a settembre

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho inviato il mio manoscritto il 27 Maggio, spero di ricevere una risposta al più presto ^-^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

temo ti ci vorrà più tempo.... Io ho mandato il manoscritto a gennaio e mi è arrivata la risposta (favorevole alla pubblicazione) solo un mese fa. Però nel frattempo me ne erano arrivate altre e a inizio maggio ero in libreria. Gentilissimi e cortesi, ma i loro tempi non sono strettissimi...

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In ogni caso io l'ho catalogata tra quelle (poche) a cui vale la pena di inviare. E comunque concordo con Xariro: 20 CE sono pochine. Senza arrivare alle sue 200(!), ritengo che almeno a 50 CE il manoscritto si dovrebbe mandare, evitando di prendere in considerazione quelle a pagamento (sono sempre le prime a rispondervi!!!) e anche quelle che chiedono la copia in cartaceo (vi caricate di spese assolutamente inutili). Da autrice non più esordiente... (ora sto scrivendo il sequel e per un altro editore una serie di racconti) il consiglio che vi do è quello di sottoporre a uno o più gruppi di lettura in facebook la vostra opera prima di mandarla alle CE. Non basta il parere di amici o la convinzione di aver scritto un capolavoro... solo perfetti sconosciuti potranno darvi un'opinione disinteressata-

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao PaulSacz,

 

No puoi inviarlo (a scela)

 

per posta:

 

Cristiano Repetti Villaggio Trebbia 7, Lentià di Travo 29020 (PC)

Fabrizio Filios Via Papa Giovanni XXIII 14 29027 Podenzano (PC)

 

Oppure per mail

info@parallelo45edizioni.it

 

Info prese dal sito nella sezione contatti

 

Ciao e buona fortuna!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per l'info e per aver condiviso la tua esperienza.

E' comodo avere delle opinioni da parte di è riuscito a pubblicare.

Chiaramente l'appunto di aver scritto un capolavoro era ironico se fosse stato tale sarebbe già stato pubblicato e quindi non vi stresserei per avere pareri o semplicemente per sfogarmi.

E se fossi realmente convinto di aver scritto un libro pazzesco (visto che, come ho già detto, nessuno lo pubblica) mi sarei già cosparso di semini e fatto sbranare dai criceti.

Scherzi a parte trovo giustissima l'idea di farlo leggere a persone sconosciute, l'ho fatto e qualche "ideuzza" comincio a farmela.

Grazie e tutti (come sempre) ed in bocca al lupo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caro Luca, mai dire mai... Su facebook è facile trovare webamici sconosciuti cui chiedere un parere. E qualche altro consiglio che se mi permetti (senza peccare di presunzione) posso darti, avendo parlato personalmente con i 4 editori che volevano pubblicarmi... e che credo Cristiano Repetti ti confermerà è:

1) Agli editori (o a chi per loro) bastano pochissime pagine per decidere se continuare o cestinare. narrazione, stile, incipt ortografia sono fondamentali per avere almeno qualche chance che ti leggano.

2) Fai in modo che chi lo legga non abbia la tentazione di saltare le pagine, soprattutto all'inizio. Incuriosiscili e incatenali al racconto, in modo che si aspettino sempre qualcosa di importante... e se ci riesci, fai in modo di sorprenderli! 

In bocca al lupo a te

e complimenti alla Parallelo45 per la serietà.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buon giorno ricevuta  lo scorso 26 novembre come promesso una cortese risposta, anche se  negativa. Tempi da'attesa: 4 mesi

"..Buongiorno,

spiacente di dare brutte notizie ma dobbiamo respingere il suo testo, non l'abbiamo ritenuto abbastanza intessante, per noi, al fine di procedere all'avventura di una pubblicazione.
Le auguro buona fortuna e cordiali saluti.
 
Cristiano Repetti
Parallelo45 Edizioni"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pregevole che rispondano (anche se con mail fotocopia), però per rispetto nei confronti degli autori sarebbe opportuno si organizzassero diversamente con la valutazione dei manoscritti. Prima di mandarlo in lettura, gli danno una "sbirciata" e se non sono convinti lo respingono. Allora perchè non farsi mandare un file (l'incipit, un estratto, intero) anzichè richiedere la versione cartacea che non costa pochi spiccioli?

Intanto io mi adeguo: d'ora in poi invierò solo a CE che richiedono la versione elettronica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@bioseum: Ho controllato, hai ragione, accettano soltanto cartaceo. Il primo post andrebbe aggiornato.

 

Riguardo alla questione dell'invio, per quanto sia d'accordo con te col fatto che costi, mi chiedo quali siano i vantaggi da parte della CE preferendo ricevere manoscritti cartacei piuttosto che digitali. Suppongo abbiano delle motivazioni (più o meno) valide. Ci sarebbero tante cose da dire, ma credo che andremmo OT.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi spiace per te Melvin... Per quanto riguarda le altre risposte, quando io ho mandato il mio romanzo a una quarantina di CE (prese da qui), ho scartato a priori sia quelle che volevano il cartaceo, sia quelle che ritenevo essere non completamente free. Ciononostante, mi sono arrivate in frettissima bozze di contratto con richiesta di contributo e con diritti pagati solo dopo la vendita di tot copie. Tutte comunque chiedono sinossi (dettagliata: un riassunto dalla prima all'ultima pagina), biografia, e il romanzo completo o un certo numero delle pagine iniziali. 

Risposte: a me quelle interessanti (4 o 5) sono arrivate dopo tre mesi. Nessuna CE medio-grande comunque, perché i loro tempi sono biblici e difficilmente prendono in considerazione esordienti. Dopo aver avuto le risposte positive, ho avuto occasione di parlare con alcuni editori e ho capito i meccanismi con cui decidono chi pubblicare o meno. Se a qualcuno interessa, sarò ben felice di parlarne in un prossimo post.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dopo aver avuto le risposte positive, ho avuto occasione di parlare con alcuni editori e ho capito i meccanismi con cui decidono chi pubblicare o meno. Se a qualcuno interessa, sarò ben felice di parlarne in un prossimo post.

credo che sarebbe un post di interesse totale  :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem

In Questioni Scrittevoli ci sono diversi post dove raccontare le proprie esperienze di pubblicazione.

Ricordo sempre che lo spam non è ammesso in nessuna forma.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

OK. Lasciamo da parte il mio romanzo, pubblicato il 4 maggio, giusto in tempo per poter esordire al Salone di Torino. Sia perché scrivo da una vita (anche sceneggiature) sia perché la storia, vagamente autobiografica, si prestava particolarmente. Una piccola e giovane casa editrice, che comunque mi ha assistita al meglio in questa "avventura" ha deciso di puntare su di me. Evito tutti i riferimenti che diano adito a malintesi o accuse dagli admin, e vengo al dunque.

Ogni editore free, anche il più piccolo, riceve un'infinità di manoscritti e i criteri di scelta sono solitamente (in ordine di importanza) questi:

Premessa: su 100 manoscritti arrivati,massimo una ventina vengono presi in considerazione, affidati a collaboratori che scartano in ordine:

1) ORRORI (ed errori) ortografici. 

2) PLOT (trama) che solitamente valutano dalla sinossi che manderete allegata. Se la storia è banale, senza mordente, prevedibile, non viene presa in considerazione.

3) STILE. Se usate una pagina per descrivere il colore della tappezzeria, e una sola riga per descrivere l'aspetto e la psicologia del protagonista... cestino!

4) INCIPIT. Si tende a sottovalutarlo troppo spesso, proprio perché non riflettiamo sul fatto che mentre noi conosciamo tutto del nostro romanzo, chi lo leggerà per giudicarlo dovrà sin dalle prime pagine (da 5 a 20) essere invogliato a proseguirlo. 

5) Se abbiamo superato questi primi ostacoli, siamo a buon punto: ovvero nei 20 che verranno letti. Ma di questi solo uno o due verranno scelti per la pubblicazione. Avete scritto bene un bell'inizio di libro. A questo punto (secondo la dimensione della CE) è possibile che sia anche l'editore stesso a leggervi, mentre il o i suoi collaboratori proseguiranno nella valutazione dell'intero manoscritto. Ma qui viene il difficile...  non deve essere né troppo lungo né troppo corto, né troppo prevedibile né troppo sconclusionato; deve avere ritmo (aldilà del genere letterario) e alternare situazioni differenti nelle giuste proporzioni. Porto ad esempio una definizione arrivatami da un critico letterario:

"Un ruscello che diventa torrente, dove cascate impetuose si alternano a placide e limpide anse e pozze di acqua cristallina, che cresce sino ad essere un fiume che attraversa campagne, boschi e città, sino a sfociare in un mare:" Che il mare sia calmo o in tempesta dipenderà dal vostro soggetto.

Ultima cosa, ma fondamentale: non contate eccessivamente sull'editing. Se chi legge tenderà a saltare troppe pagine ritenute superflue o inutili è probabile che veniate eliminati in dirittura d'arrivo. Questo è quanto è emerso dalle discussioni con chi mi aveva proposto la pubblicazione. Spero vi possa essere utile.

"

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem

OK. Lasciamo da parte il mio romanzo, pubblicato il 4 maggio, giusto in tempo per poter esordire al Salone di Torino. Sia perché scrivo da una vita (anche sceneggiature) sia perché la storia, vagamente autobiografica, si prestava particolarmente. Una piccola e giovane casa editrice, che comunque mi ha assistita al meglio in questa "avventura" ha deciso di puntare su di me. Evito tutti i riferimenti che diano adito a malintesi o accuse dagli admin, e vengo al dunque.

 

Il dunque, in questo post, è parlare dell'editore Parallelo 45. Non di te. Come ho già detto, esistono numerosi post nei quali parlare della propria esperienza di pubblicazione.

Richiamata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@ Beatrice:

perchè, come consiglia Lem, non apri un nuovo post in Questioni scrittevoli? si potrebbe approfondire la discussione in un topic appropriato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@ Beatrice:

perchè, come consiglia Lem, non apri un nuovo post in Questioni scrittevoli? si potrebbe approfondire la discussione in un topic appropriato.

 

Scusate se aggiungo OT all'OT, ma non occorre aprire un nuovo topic in Questioni Scrittevoli se ne esistono altri del genere.

Come ha detto Lem, ci sono già dei topic a riguardo, l'esperienza può essere aggiunta a quelli. :)

Modificato da Black

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Njagan

Comunicazione di servizio: dopo aver ricevuto due sospensioni consecutive (per un totale di sei richiami e tutti per spam) l'utente Betarice Baj si è guadagnata il diritto al ban contestando il regolamento del forum sulla pagina Facebook del WD (da cui è stata ugualmente bannata).

Si ricorda a tutti gli utenti che si accetta il nostro regolamento all'atto della propria iscrizione. E per chi non lo sapesse esiste anche la possibilità di denunciare alla polizia postale gli utenti che si iscrivono per la seconda volta per contestare e/o recare disturbo e/o impedire un sereno svolgimento delle nostre attività.

Grazie per l'attenzione :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Signor Ford

Qualcuno mi spiega in cosa consiste lo SPAM qui? Prima di essere sospeso mi piacerebbe sapere quale tipo di regola si viola.

A parte che la domanda non è pertinente posta in questo topic, ti rispondo comunque lo spam è qualsiasi forma di pubblicità (compresi link a siti, blog personali, propri libri) non autorizzata o fuori contesto. 

 

Vi invito a tornare tutti quanti In Topic, qui si parla di Parallelo 45 e delle nostre esperienze di pubblicazione o di lettura con l'editore in questione. Niente altro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×