Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Nome: Salani editore
Sito: https://www.salani.it/
Catalogo: https://www.salani.it/catalogo
Distribuzione: non specificata
Invio manoscritti: segreteria-letteraria@salani.it (nei contatti non è specificato: https://www.salani.it/contatti)

Facebook: https://www.facebook.com/AdrianoSalaniEditore/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Confermo la mail (segreteria-letteraria@salani.it). Mi hanno per l'appunto risposto oggi proprio da questo indirizzo: sono stati gli ultimi a cui ho inviato ed i primi - per la verità, gli unici - a rispondere (in circa un mesetto; ho inviato a fine agosto).

Niente conferma dell'avventa ricezione; solo mail di rifiuto diretta. 

Più o meno mi hanno inviato la mail standard che è stata inviata a tutti: con dispiacere, non siamo convinti (ma senza aggiungere dettagli su cosa non li convincesse), non riusciamo a dar corso alla pubblicazione, questione di promozione e pubblicità, ciao.  

 

Non posso non concordare con quello che avete già scritto in precedenza: da una parte, fa piacere sapere che le CE più grandi non sono poi così irraggiungibili e sembrano avere un po' di tempo da dedicare anche a noi poveri sconosciuti, ma dall'altra mi spiace non capire quali siano stati questi elementi che non li hanno conviti o le "questioni di promozione e pubblicità  e restare con il dubbio del "ma poi l'avranno letto per davvero?".

 

​Comunque, avanti con il prossimo ed in bocca al lupo a tutti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti, vi riporto la mia esperienza con questa CE. Ho spedito cinque giorni fa tramite e-mail il mio manoscritto e ieri ho ricevuto la risposta di rifiuto standard che hanno ricevuto anche gli altri. Che abbiano letto l'intero dattiloscritto è impossibile in così poco tempo e con tutte le opere che ricevono, piuttosto credo che leggendo la sinossi non siano interessati al genere, la mia è una storia d'avventura.

Chi non ha ancora ricevuto risposta, forse é perché lo stanno realmente valutando, quindi in bocca al lupo!!!!!  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ricevuta risposta, negativa, dopo un mese e mezzo. La risposta è simile a quella standard letta in queste pagine, ma è stata tolta la parte relativa a difetti di costruzione o debolezze varie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I miei contatti con la Salani sono un po' datati, in quanto risalgono a fine 2014.

Avevo inviato loro il manoscritto l'11 novembre e la risposta (negativa) mi è arrivata il 23 febbraio 2015.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gli avevo scritto chiedendogli a quale indirizzo poter inviare manoscritto.
Mi hanno risposto lo stesso giorno specificando che volevano anche sinossi e cv.
Questo 3 mesi fa, poi nulla di nulla.
Silenzio assoluto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate, un dubbio: mi risultava che Salani non accettasse manoscritti al di fuori del torneo IoScrittore organizzato da gruppo Gems. Mi sbagliavo?

E se mi sbaglio, avete inviato all'indirizzo "fisico" della c.e. o a un indirizzo e-mail (e quale)?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mirtillasmile

@Agave accettano pure al di fuori del concorso o per lo meno è quello che ci fanno credere. Cmq a me personalmente no ma  alcuni del forum hanno inviato ed hanno ricevuto email di avvenuta ricezione e successivamente lettera di rifiuto standard.

L'indirizzo e-mail dove inviare è questo: segreteria-letteraria@salani.it

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un paio di domande.

Visto il modo di fare di Salani, che differenza ci sarebbe se decidesse di chiudere l'accettazione dei manoscritti da quello che fanno adesso, ovvero non dare risposte che portano alla pubblicazione?

Con gli invii che sono stati fatti in tutti questi anni, Salani ha pubblicato un autore totalmente sconosciuto?

Le risposte da dare a tali quesiti dovrebbero far riflettere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'opinione che mi sembra che alcuni utenti abbiano - che una casa editrice non è seria perché rifiuta un testo con una lettera precompilata - mi sembra un'assurdità. Probabilmente c'è un tasto tipo "rifiuta" che invia in automatico questo testo in caso di rifiuto. Già l'attesa di due mesi mi sembra voler dire che, nel frattempo, c'erano altri testi da valutare. Il fatto che abbiano degnato ilguappo di una risposta mi sembra piuttosto un buon segno, perché, onestamente, se non avessero risposto, nessuno avrebbe potuto addebitarlo loro come una colpa, mentre si sono presi la briga di farlo. Insomma, io non vedo niente di così tremendo. D'accordo, sarebbe comodo che mandassero la mail di rifiuto a tutti i rifiutati, ma mi sembra che questo sia l'unico problema. O c'è qualcosa che non ho capito?

 

D'altra parte, nel testo precompilato che cosa dovrebbero scrivere? "Gent. Scrittore, il suo testo è indegno di essere letto. La invitiamo a non farci perdere tempo". Due mesi dopo, una seconda lettera: "Gent. Scrittore, vorremmo ringraziarla per non averci inviato nulla negli ultimi due mesi. Speriamo che questo proficuo stato di cose possa perdurare il più a lungo possibile, per salvaguardare la nostra produttività e quel che rimane della sua dignità", in stile Snoopy.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salani mi ha risposto nell'arco di un mese  lo scorso dicembre, con la lettera standard.  E' stata forse l'unica a rispondermi insieme a Enaudi e a un'altra casa editrice. L'esperimento di chi ha inviato lo scherzetto mi fa pensare che nessuno abbia letto nemmeno il mio manoscritto. Se prima pensavo che un rifiuto fosse molto meglio di un silenzio, a questo punto penso che un falso rifiuto sia peggio. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rifiuto dopo un mese. Hanno notato anche in me un certo stile letterario... : WohoW :

 

Comunque io apprezzo i rifiuti, anche se standard. Sono comunque indice di considerazione.

Non si rimane nel dubbio dell'attesa.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao,

ho telefonato a maggio per avere informazioni su come poter presentare loro una proposta di pubblicazione. La persona che mi ha risposto, gentilissima, mi ha detto che potevo inviare via mail il testo completo con la sinossi e le mie note biografiche. Avrebbero risposto solo se interessati e avrei dovuto aspettare sei mesi per mettermi il cuore in pace. Ho spedito tutto alla fine del mese.

Mi è pervenuta in questi giorni una loro comunicazione. L'esito è stato negativo.

Come al solito l'amarezza è stata tanta, però nella lettera di rifiuto hanno voluto sottolineare di aver ravvisato nel mio racconto un particolare stile letterario e mi hanno esortato a continuare a scrivere per migliorarmi ulteriormente.

Oltre a questo voglio evidenziare due cose importanti.

1- è possibile inviare tutto via mail.

2- come ho espresso per altre case editrici, sono stati gentili a inviarmi una risposta e in questo caso c'è stata l'aggiunta di qualche complimento.

Alla prossima.

 

Edison 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vorrei confermare la positiva opinione circa la CE.

Io ho addirittura ricevuto un riscontro in tempi record, inimmaginabilmente brevi. Inviata l'opera il 9 luglio ho ricevuto..! stasera la risposta. Claro, negativa est, ma con delicatezza e rispetto dell'autore. la riporto:

 

 

Con dispiacere, dopo aver letto con molta attenzione il dattiloscritto che ci ha inviato, dobbiamo dirLe che non riusciamo purtroppo ad inserire il suo lavoro nel nostro catalogo perché abbiamo già in programmazione titoli dello stesso genere.

I meccanismi del mercato editoriale, soprattutto in questi ultimi anni, sono diventati estremamente selettivi e molto legati alla effettiva capacità di diffusione e di promozione dei libri. Inoltre in considerazione del mercato editoriale attuale ci è richiesta un'assoluta severità nelle nuove acquisizioni, ci spiace quindi non poter dar corso alla pubblicazione. 

 

Cordiali saluti e grazie di aver pensato a noi.

 

La Segreteria Letteraria

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arrivata anche a me oggi la risposta. Negativa. Però mi dicono di aver notato un certo stile letterario e mi esortano a continuare a scrivere per affinare la tecnica. Bene. Come dire. Non mi pubblicate. Ma almeno mi avete dato retta. E non sono poi da buttare :-)

Buona Giornata!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Alessandro Furlano

È arrivata anche a me oggi la mail di rifiuto, horror inviato a fine luglio. 

Mi dispiace deludere molti, ma anche a me hanno scritto tutto quello sproloquio sul mercato dell'editoria e sul fatto che hanno notato un certo stile nel mio scritto, esortandomi a continuare ecc... 

Quindi quella che sembrava una bella mail articolata e personalizzata, in realtà è una risposta automatica (ma pur sempre una risposta, quindi meglio di niente). 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Intervengo perchè a me hanno risposto. Mi hanno ringraziata di aver inviato a loro il mio lavoro (all'inizio prima che si creasse la rete intorno ad Amir, mi avevano consigliato di mandare la storia alle CE e avevo spedito a cinque o sei fra le più grandi CE), mi hanno detto di aver apprezzato gli spunti e l'originalità di alcuni passaggi e hanno concluso dicendo che il mercato editoriale per ragazzi è molto esigente e competitivo e che questo li costringeva a una selezione severa.

 

Giusto per sfatare il fatto che dite che non leggono... si lo so, io che parlo in favore di un potente !:facepalm:

 Però è giusto dare a Cesare quello che è di Cesare.

 

Il racconto naturalmente faceva parte dell'editoria per bambini/ragazzi.

 

Modifico per aggiungere che anche Mondadori mi ha risposto inviandomi ben due email, la prima per chiedermi di inviare il manoscritto cartaceo all'attenzione di una collaboratrice il cui nome mi sfugge, la seconda email aveva uno stile simile a quello di Salani.

Modificato da Ezbereth

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti. Oggi ho ricevuto risposta da Salani riguardo a un romanzo che ho inviato in valutazione a metà ottobre. Nonostante sia un rifiuto, il messaggio mi è sembrato incoraggiante. So che Salani invia spesso (sempre?) risposte preconfezionate, ma alcuni dettagli nel loro messaggio, come l'apprezzamento per lo stile letterario e l'invito a sottoporre eventuali opere future alla loro attenzione, mi hanno fatto pensare che potesse essere un messaggio personalizzato e che effettivamente potessero aver letto e apprezzato in parte il mio lavoro.

 

Ho scorso velocemente la discussione e ho visto che alcuni utenti hanno riportano messaggi di risposta con formule simili a quelle che ho ricevuto io, ma non identiche, però potrei essermi perso qualche post, per questo cito il messaggio che ho ricevuto qua sotto per sapere cosa ne pensate:

 

Cita

 

Abbiamo letto con interesse il romanzo che ci ha sottoposto e la ringraziamo di aver pensato alla nostra casa editrice. Pur avendone apprezzato alcuni spunti, però, non ne siamo rimasti convinti al punto da pensare a una pubblicazione: il mercato letterario è estremamente affollato e ci costringe a una severità estrema nella scelta delle nuove acquisizioni. Abbiamo però notato un valido stile letterario e restiamo disponibili a valutare eventuali suoi lavoro futuri.

Un saluto cordiale

 

La Segreteria Letteraria

 

 

Secondo voi si tratta di un mero copia-incolla di un messaggio preconfezionato? Oppure è un messaggio personalizzato per il mio romanzo, nonostante riutilizzino sempre alcune frasi di circostanza? Qualcuno di voi ha ricevuto questo identico messaggio?

 

Sarei curioso di saperlo perché se fosse un messaggio genuino vorrebbe dire che c'è stata una qualche forma di lettura e valutazione e, seppure l'esito non sia stato abbastanza positivo da portare a una pubblicazione, l'apprezzamento di alcune parti del romanzo mi incoraggerebbe sulle possibilità presso altre Case editrici. Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@faithfulviewer

Ciao

 

la lettera di rifiuto arrivatami a giugno dalla Salani è leggermente diversa nella forma, ma, tranne la disponibilità a valutare lavori futuri, i punti da te menzionati ci sono tutti.

Non vorrei peccare di presunzione, ma a occhio e croce definirei quello che hai ricevuto tu un messaggio preconfezionato. La Salani riceve parecchie proposte pertanto mi sembra difficile che trovino il tempo per scrivere risposte dedicate.

Ciò nonostante ti dico due cose per non prendertela:

1- la Salani ha risposto e in tempi brevi. Ci sono molte altre società che non lo fanno e sul loro sito si può leggere che "Se non ricevi risposta entro tot mesi, considera il tuo lavoro scartato pertanto non ci telefonare nemmeno"

2- il dispiacere è legittimo (io non mi sono ancora abituato ai rifiuti), ma, visto che te l'hanno detto, manda loro qualche altra tua opera e invia il tuo lavoro anche ad altri editori.

Spero di esserti stato utile.

 

Edison 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche a me hanno risposto in tempi brevissimi. Pochi giorni fa.

Una mail estremamente cortese. 

Il fatto che una "big" di questo calibro si sia scomodata a inviare un rifiuto (e per giunta apparentemente non prestampato) mi ha sorpreso non poco.

Al di là dell'impossibilità di dar seguito alla pubblicazione ci hanno tenuto a far presente quanto gli attuali meccanismi del mercato editoriale siano "diventati estremamente selettivi e molto legati alla effettiva capacità di diffusione e di promozione dei libri". (opinione difficilmente controvertibile), e infine "Abbiamo notato comunque un certo stile letterario e la esortiamo quindi a continuare a scrivere per affinare ancora la costruzione narrativa".

Che dire... carini!

Nella stessa giornata ho ricevuto due proposte di pubblicazione (evento scaturito da una congiunzione astrale che di sicuro non si ripeterà se non tra qualche decennio), ma il loro rifiuto è stato più... "confortante".

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me hanno risposto oggi all'invio del 14 novembre:

"abbiamo letto con interesse questa favola sull'amicizia, di cui abbiamo apprezzato diversi spunti, ma purtroppo dobbiamo comunicarle che la nostra risposta finale è negativa. L'affollamento del mercato editoriale ci costringe a una severità estrema nella scelta delle nuove acquisizioni e quindi, con dispiacere, non possiamo dare corso alla pubblicazione.

La ringraziamo comunque di aver pensato alla nostra casa editrice e la salutiamo cordialmente

La Segreteria Letteraria"

 

Ci ho provato, comunque credo che leggano (o almeno guardino) i testi inviati.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao,

 

ho inviato il mio manoscritto il 29 maggio, mi hanno risposto poc'anzi, con esito purtroppo negativo. La risposta sa un po' di preconfezionato, ma preconfezionato bene, a suo modo ha una certa empatia. Peccato :( se non altro sono stati velocissimi, non me lo aspettavo da una casa editrice così grossa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

anch'io ho appena ricevuto la risposta da Salani, per un manoscritto inviato esattamente una settimana fa. Mi era successo lo stesso nel 2015. Le due risposte contengono parti preconfezionate (inevitabile, sono una delle poche big che risponde) ma non sono uguali e quest'ultima se non altro ha un piglio più incoraggiante.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La Salani Editore fa parte del Gruppo Mauri Spagnol. Secondo me, come tutte le altre case editrici di GeMS, non prende in considerazione esordienti che inviano spontaneamente proposte editoriali (alcune di loro, come Guanda e Corbaccio, non hanno neanche la sezione-informazioni per inoltrare manoscritti alla segreteria).

Nella mail della Salani, inoltre, è affermano che il mercato editoriale è in forte crisi, quindi non possono permettersi di investire su esordienti, anche se il testo è stato apprezzato. Risposta standard? Sicuramente! Però un fondo di verità c'è: la grande editoria è chiusa. Qual è stato l'ultimo esordio della Salani? 

Ormai il metodo di scouting del Gruppo GeMS è il concorso IoScrittore. In alternativa, l'agente letterario. Non credo in una loro risposta positiva a un esordiente, almeno che non si è scritto davvero, ripeto e sottolineo davvero, un capolavoro. In bocca al lupo a tutti! :D 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti, premetto che non ho mai mandato niente di mio a Salani, solo proposte di traduzione. Però, l'anno scorso, ho partecipato a 3 seminari con Mariagrazia Mazzitelli, direttore editoriale Salani che ha dichiarato che i casi in cui accettano esordienti, o proposte di traduzione si contano sulle dita di una mano. Ha detto che ovviamente non hanno il budget per leggere tutto e che, per questa ragione, si basano quasi esclusivamente sugli agenti. Dopo aver parlato con lei per ben 3 volte nel giro di 6 mesi, mi sono sentita in diritto di mandarle una mail con una mia proposta di traduzione, pensando che avrei avuto più possibilità... evviva l'ingenuità :asd:. Ho ricevuto la stessa risposta che ricevo da anni come emerita sconosciuta!:)

Insomma, volevo riportarvi anche la mia esperienza, anche se non è prettamente inerente al discorso esordienti, ma sempre si tratta di pubblicazione.

  • Mi piace 8

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho ricevuto in tempi relativamente brevi, cioè poco più di un mese, il loro rifiuto. Estremamente delicati, hanno reso la pillola meno amara. Non brillano per originalità, visto che mi hanno parlato del mercato editoriale assai selettivo e del conseguente giudizio soggettivo che non va inteso come assoluto (sembra che gli editori si siano messi d'accordo sulla risposta standard da fornire), però il garbo va sempre apprezzato.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×