Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

swetty

Software di scrittura creativa

Post raccomandati

E' da poco che scrivo (mi son sempre dedicata solo alla lettura) ... Ho un netbook con Windows 7 ed ogni volta che "ottengo" Word dal web non so perché non me lo istalla, da qualsiasi sito ho 'sto problema. In realtà ho da pochi mesi scaricato OpenOffice, ma talmente era l'abitudine di Wordpad, che ancora scrivo lì (o a mano) e poi trasferisco in Open. Quando usavo solo quello pr la correzione stavo molto attenta e la ricerca dei sinonimi la facevo via web. Si, lo so, non mi dire niente ... :)

Ora, con questo topic, mi accorgo di come siate supertecnologicizzati e mi convertirò :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Stavo scrivendo "generazione di fenomeni", perchè anche io come Sphera faccio parte dell' homo quasi sapiens, ma poi ho letto il commento di In mezzo e ho pensato: nemmeno quasi, forse ... quasi quasi! :nein:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supertecnologizzato... chi? Io? :sss:

Io scrivo sul treno, con una banale penna automatica, su un quaderno di carta rigorosamente riciclata (non sono un fondambientalista, ma assorbe meglio l'inchiostro quindi non mi sporca, e mi piace di più sia come colore che come consistenza).

Il pc lo uso solo per copiare le ultime versioni, eliminare gli ultimi refusi e consultare i dizionari.

Modificato da Mid
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supertecnologizzato... chi? Io? :sss:

Io scrivo sul treno, con una banale penna automatica, su un quaderno di carta rigorosamente riciclata (non sono un fondambientalista, ma assorbe meglio l'inchiostro quindi non mi sporca, e mi piace di più sia come colore che come consistenza).

Il pc lo uso solo per copiare le ultime versioni, eliminare gli ultimi refusi e consultare i dizionari.

:ohh: Ti adoro Mid... uno "come noi" :asdf:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ehi, piano con le offese. Supertecnologizzato a chi?

No, davvero, non è il mio caso. Tutta la mia tecnologia si limita a Word, un backup quando mi ricordo (sempre troppo poco) e di recente un salvataggio su Dropbox, in modo da avere il mio materiale ovunque ci sia una connessione. Tutto qua.

Per il resto sono pieno di post-it, fogli volanti, elenchi su carta igienica, schemi su cartoni di pizza, mappe sui muri.

Tempo fa ho trovato diversi rotoli di carta da registratore di cassa (non chiedete): strappo dei pezzi lunghi da due dita a mezzo metro, ci scrivo sopra liste su liste (robe da fare, personaggi da approfondire, ricerche da fare, parole da inventare, idee che non c'entrano con quel che sto scrivendo...) e le attacco ovunque con il nastro da carrozzaio. Tutto pieno: la mensola davanti al PC, le cornici dei quadri, il telaio della finestra... quando si tratta di qualcosa davvero importante lo attacco alla lampada sulla scrivania, così mi penzola praticamente in faccia. Sembra di avere carta moschicida ovunque.

La mia compagna ogni tanto mi guarda con odio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oh :azzo:

Non so perché mi siano venuti tutti quei tag. Chiedo umilmente scusa. Provo a ripulire. Dicevo:

Ehi, piano con le offese. Supertecnologizzato a chi?

No, davvero, non è il mio caso. Tutta la mia tecnologia si limita a Word, un backup quando mi ricordo (sempre troppo poco) e di recente un salvataggio su Dropbox, in modo da avere il mio materiale ovunque ci sia una connessione. Tutto qua.

Per il resto sono pieno di post-it, fogli volanti, elenchi su carta igienica, schemi su cartoni di pizza, mappe sui muri.

Tempo fa ho trovato diversi rotoli di carta da registratore di cassa (non chiedete): strappo dei pezzi lunghi da due dita a mezzo metro, ci scrivo sopra liste su liste (robe da fare, personaggi da approfondire, ricerche da fare, parole da inventare, idee che non c'entrano con quel che sto scrivendo...) e le attacco ovunque con il nastro da carrozzaio. Tutto pieno: la mensola davanti al PC, le cornici dei quadri, il telaio della finestra... quando si tratta di qualcosa davvero importante lo attacco alla lampada sulla scrivania, così mi penzola praticamente in faccia. Sembra di avere carta moschicida ovunque.

La mia compagna ogni tanto mi guarda con odio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tempo fa ho trovato diversi rotoli di carta da registratore di cassa (non chiedete): strappo dei pezzi lunghi da due dita a mezzo metro, ci scrivo sopra liste su liste (robe da fare, personaggi da approfondire, ricerche da fare, parole da inventare, idee che non c'entrano con quel che sto scrivendo...) e le attacco ovunque con il nastro da carrozzaio. Tutto pieno: la mensola davanti al PC, le cornici dei quadri, il telaio della finestra... quando si tratta di qualcosa davvero importante lo attacco alla lampada sulla scrivania, così mi penzola praticamente in faccia. Sembra di avere carta moschicida ovunque.

La mia compagna ogni tanto mi guarda con odio.

Guardati e morì con un felafel in mano il protagonista è uno scrittore in perenne blocco che ad un certo punto decide di seguire le orme di Kerouac e scrivere su rotoli di carta da telex perchè il foglio blocca il suo flusso di coscienza...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tempo fa ho trovato diversi rotoli di carta da registratore di cassa (non chiedete): strappo dei pezzi lunghi da due dita a mezzo metro, ci scrivo sopra liste su liste (robe da fare, personaggi da approfondire, ricerche da fare, parole da inventare, idee che non c'entrano con quel che sto scrivendo...) e le attacco ovunque con il nastro da carrozzaio. Tutto pieno: la mensola davanti al PC, le cornici dei quadri, il telaio della finestra... quando si tratta di qualcosa davvero importante lo attacco alla lampada sulla scrivania, così mi penzola praticamente in faccia. Sembra di avere carta moschicida ovunque.

Che uomo! : Love 2 :

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tempo fa ho trovato diversi rotoli di carta da registratore di cassa (non chiedete): strappo dei pezzi lunghi da due dita a mezzo metro, ci scrivo sopra liste su liste (robe da fare, personaggi da approfondire, ricerche da fare, parole da inventare, idee che non c'entrano con quel che sto scrivendo...) e le attacco ovunque con il nastro da carrozzaio. Tutto pieno: la mensola davanti al PC, le cornici dei quadri, il telaio della finestra... quando si tratta di qualcosa davvero importante lo attacco alla lampada sulla scrivania, così mi penzola praticamente in faccia. Sembra di avere carta moschicida ovunque.

Mitico... :la: :la:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Yattaman: Mi manca, lo guarderò. Grazie della dritta.

Vale: Eh, sì, chiedi alla morosa.

Panzer: Idem dome sopra.

NB. La morosa è crucca. Ogni tanto mi guarda tra il disperato e l'incazzoso, tira un rosario di bestemmioni in crucco (presumo) e se ne va. Torna dopo un po', indica la parete: – Ma... anche alle cornici dei quadri di mia MADRE?

Ora: niente contro la suocera tedesca e pittrice, anzi, ma quando lo spazio è poco...

Ecco, un software che sostituisca tutto ciò mi pare impossibile.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nessuno di voi ha provato a usare Liquid Story Binder XE? E' considerato l'unico serio rivale di Scrivener (ambiente Windows), molto completo, con diecimila funzioni e una veste grafica interessante... ma... per me un poco (molto) ostico... Insomma ho lasciato perdere. Peccato perché si può anche evitare un'istallazione su computer e portarselo dietro su pennetta o HD esterno. Uso Scrivener, come ha detto qualcuno, ottimo anche per catalogare argomenti, files ecc... E, molto più giocoso, WriteItNow... Ma l'editor è veramente troppo scadente.

Ma ho avuto il coraggio anche di installare Litterary Machine 2007 un software veramente particolare... un ibrido tra un database evoluto e un Creative software, se ne dicono meraviglie anche se è più che anziano e la sua veste grafica è datata... Utile anche per creare associazioni e creare nuovi significati da nostre idee... Se solo si riuscisse a capire come si usa. :bestem:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'unico che ho usato per 5 minuti è stato Storybook.

Onestamente alla fine credo poco all'utilità di certi software, a meno che non si debba lavorare su sceneggiature e storyboard. In quel caso software come Celtx possono anche essere di aiuto.... forse. :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sceneggiature e storyboard certo, ma anche per la documentazione... è molto comodo avere appunti, foto, cartine, video, link, organizzati in cartelle in uno stesso software e poterli consultare rapidamente. Certo, nulla di insostituibile, però potrebbe aiutare. Poi se vale la pena impiegare tempo nella visione di tutorial o nella lettura di manuali in inglese, questo è un altro conto, ma io sono feticista :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da poco uso Scrivener per Windows (a proposito, dopo un bel po' di fatica sono riuscito a fargli digerire un correttore degli errori decente)

 

Mi intrometto nel discorso, anche se è un po' datato...

 

Ho letto in un tuo altro post (da cui infatti proviene la citazione) quanto riporto qua sopra, cioè che sei riuscito a ficcarci un correttore decente (suppongo non quello basico)...

 

Come hai fatto? Sono mesi che si provo!

Per ora sto scrivendo prima su word e incollando poi in scrivener, ma è piuttosto irritante a dire il vero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi accodo al Gatto per la richiesta a Sh@de!

Anch'io lo uso da poco, ma mi sto trovando molto bene... l'unica pecca è appunto l'editor, se ce ne fosse uno italiano sarebbe perfetto!

Anche perché io ho word in inglese, quindi comunque me ne servirebbe uno :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Facile che abbia istruito il correttore, ma è cosa terribilmente irritante.

Io provai a mandare una mail a chi avrebbe dovuto distribuire la versione italiana, chiedendo info sul correttore, ma mai avuto risposte. Credo che non vi sia proprio nessuno a ricevere tale mail.

E' un peccato perché Scrivener sembra proprio ottimale per gestire un progetto di scrittura, com tanto di gestione della documentazione.

Non vale la pena, però, trasferire un progetto già in fase avanzata in Scrivener.

Leggendo il forum di Scrivener, inoltre, si capisce che non si può fare affidamento su di esso per la versione finale di stampa e conviene aspettare fino all'ultima revisione prima di trasferirlo su Word (o altrove) per l'impaginazione e compattamento finale.

Al momento, per quel che mi riguarda, la mancanza di un thesaurus, di un dizionario sinonimi e contrari e (per ultimo) correttore ortografico sono elementi bloccanti per il suoi utilizzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alla fine di "La lunga oscura pausa caffè dell'anima" Douglas Adams elenca gli strumenti che ha usato per scrivere il suo libro. Tra questi c'è il programma di scrittura (almeno penso che sia un programma di scrittura) chiamato "FullWrite Professional", creato da Ashton Tate.

 

Per pura curiosità, qualcuno di voi sa dicosa si tratti?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alla fine di "La lunga oscura pausa caffè dell'anima" Douglas Adams elenca gli strumenti che ha usato per scrivere il suo libro. Tra questi c'è il programma di scrittura (almeno penso che sia un programma di scrittura) chiamato "FullWrite Professional", creato da Ashton Tate.

 

Per pura curiosità, qualcuno di voi sa dicosa si tratti?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alla fine di "La lunga oscura pausa caffè dell'anima" Douglas Adams elenca gli strumenti che ha usato per scrivere il suo libro. Tra questi c'è il programma di scrittura (almeno penso che sia un programma di scrittura) chiamato "FullWrite Professional", creato da Ashton Tate.

 

Per pura curiosità, qualcuno di voi sa dicosa si tratti?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la pagina inglese di wikipedia spiega tutto. :)

comunque non viene più sviluppato dal 1998, quando hanno reso freeware la versione 2.0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente ho acquistato Scrivener e lo trovo validissimo.

Invece di venti file in una cartella (idee, documentazione, appunti, foto, stesura, etc.) mi ritrovo tutto in un unico file, facile da gestire, consultare e utilizzare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Invece di venti file in una cartella (idee, documentazione, appunti, foto, stesura, etc.) mi ritrovo tutto in un unico file, facile da gestire, consultare e utilizzare.

Ecco, questo é il motivo per cui anch'io lo trovo ottimo. Per un romanzo avevo un file word di 150 pagine solo di documentazione... che iniziava a essere un "pochino" difficile da consultare. xD

Tu come hai fatto per l'editor, Fabio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

 

Tu come hai fatto per l'editor, Fabio?

 

 

In che senso?

 

Nel senso: si parlava più sopra di mettere in Scrivener un correttore di bozze italiano, tipo quello di Word, e che qualcuno fosse riuscito a farlo. Quindi mi chiedevo se tu fossi riuscito e come, visto che io non ho la più pallida idea di come si faccia, e cerco suggerimenti! :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Mi intrometto nel discorso, anche se è un po' datato...

 

Ho letto in un tuo altro post (da cui infatti proviene la citazione) quanto riporto qua sopra, cioè che sei riuscito a ficcarci un correttore decente (suppongo non quello basico)...

 

Come hai fatto? Sono mesi che si provo!

Per ora sto scrivendo prima su word e incollando poi in scrivener, ma è piuttosto irritante a dire il vero.

E' stata dura. Quello che hai scaricato è quasi inutilizzabile, come ti sei accorto. Questo perchè il programma che usa scrivener (programma di derivzazione linux, si chiama Ispell se non sbaglio) è concepito principalmente per la lingua anglosassone) Inoltre il dizionario italiano è carente e non è stato mai aggiornato da anni. La procedura è quella di trasformare un dizionario Aspel in formato che possa essere letto da Ispel e in particolare i file CWL in RWS, tutto ciò con comandi stringa linux; c'è chi ha postato la procedura in inglese, solo che conteneva un piccolo errore; a forza di aggiungere trattini e togliere spazi sono riuscito a trovare l'errore, pur essendo del tutto digiuno di linux... Se vuoi ti do la procedura, ma forse è più semplice che ti dia il dizionario già "trasformato"... Ha un problema ancora con gli accenti, ma credo sia ineliminabile; per il resto, pur non raggiungendo l'efficacia di quello di Office, fa bene il suo lavoro...

Modificato da Sh@de

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

 

Mi intrometto nel discorso, anche se è un po' datato...

 

Ho letto in un tuo altro post (da cui infatti proviene la citazione) quanto riporto qua sopra, cioè che sei riuscito a ficcarci un correttore decente (suppongo non quello basico)...

 

Come hai fatto? Sono mesi che si provo!

Per ora sto scrivendo prima su word e incollando poi in scrivener, ma è piuttosto irritante a dire il vero.

E' stata dura. Quello che hai scaricato è quasi inutilizzabile, come ti sei accorto. Questo perchè il programma che usa scrivener (programma di derivzazione linux, si chiama Ispell se non sbaglio) è concepito principalmente per la lingua anglosassone) Inoltre il dizionario italiano è carente e non è stato mai aggiornato da anni. La procedura è quella di trasformare un dizionario Aspel in formato che possa essere letto da Ispel e in particolare i file CWL in RWS, tutto ciò con comandi stringa linux; c'è chi ha postato la procedura in inglese, solo che conteneva un piccolo errore; a forza di aggiungere trattini e togliere spazi sono riuscito a trovare l'errore, pur essendo del tutto digiuno di linux... Se vuoi ti do la procedura, ma forse è più semplice che ti dia il dizionario già "trasformato"... Ha un problema ancora con gli accenti, ma credo sia ineliminabile; per il resto, pur non raggiungendo l'efficacia di quello di Office, fa bene il suo lavoro...

 

 

Se per te non è un problema te ne sarei molto grato!

Gli accenti prima o poi li imparerà tutti no? XD A forza di aggiungere parole...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, domani se ce la faccio carico i files su un sito per lo sharing e vi mando il link con le istruzioni, sono più di 37 mb...

 

 

Gli accenti prima o poi li imparerà tutti no? XD A forza di aggiungere parole..

Scusa, volevo dire le elisioni, gli apostrofi. Per esempio non riconosce come errore "un'amico"

Modificato da Sh@de

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×