Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

medusa

Accesso notturno a un negozio

Post raccomandati

Forse il titolo non è dei più azzeccati ma è l'unico che mi è venuto in mente.

Nel racconto che sto scrivendo un tizio per far colpo su una tizia con cui esce la porta dopo l'orario di chiusura in un sexy shop per permetterle di scegliere senza imbarazzo un vestito.

Considerato che il tizio è un povero squattrinato alla domanda della ragazza: Ma è tuo?

Lui risponde con un: No, ci faccio le pulizie oppure sono il custode. ( a seconda di qual è più plausibile)

Il mio dubbio è quindi questo: è plausibile che un custode notturno o un tipo che fa le pulizie in un negozio abbia le chiavi e quindi ci possa accedere di notte? All'inizio l'avevo dato per scontato ma poi il mio compagno mi ha detto che guardo troppi telefilm americani e che non è detto che nella realtà funzioni proprio così.

Qualcuno sa aiutarmi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando

I sexy shop nella mia zona sono aperti 24 ore su 24, quindi io parto dal concetto che non chiudono :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se devo essere sincero non credo che un sexy-shop abbia necessità di un sorvegliante notturno: non è una banca. I costi del dipendente sarebbero di sicuro superiori a quelli di un ipotetico furto.

Mi lascia perplesso un po' anche l'altra ipotesi, ma dipende molto dal tipo di sexy-shop: se vende soltanto gadget, lingerie & similia, è come un qualsiasi altro negozio: è difficile che abbia personale addetto alle pulizie appositamente dedito a quello. Il discorso cambia se il negozio ha anche video-cabine e simili: in quel caso forse la cosa è più motivata.

Modificato da Marcello

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nella mia zona ci sono i distributori automatici (non fatevi domande io ho smesso da tempo :D). Sono dei negozi che hanno un atrio prima dell'accesso vero e proprio e in quell'atrio, che non viene chiuso con le serrande, ci sono i distributori lungo le pareti. C'è di tutto ma non ho idea se ci siano anche i vestiti :D

Ps. il primo che mi chiede perché lo so lo fustigo in pubblico giuro :li:

Modificato da Manuela82

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E ripensandoci c'è anche un problema di orari: quelli che funzionano come negozi rispettano generalmente gli orari consueti dei negozi; gli altri, quelli ciò che hanno proiezioni di filmati hard, solitamente sono aperti fino a tarda notte e chiusi al mattino: in questo caso potrebbe essere quello che fa le pulizie al mattino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora è vero che vedo troppi telefilm americani :(

*pensa di ambientarlo in america*

*si fustiga per averlo pensato*

Giorno o notte non fa differenza, la cosa essenziale è che il negozio sia chiuso. La cosa dei distributori mi intriga ma non è funzionale perchè *coff coff* finiscono per farlo lì ( non chiedetevi perchè nè cosa sto scrivendo v//v)

Allargo la domanda: esistono negozi di questo tipo con le "cabine prova"? *pensa di farli "unire" lì*

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando

Tieni presente che ci sono le videocamere di sorveglianza, all'interno...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si a quelle avevo pensato ma poi mi sono detta che due che lo fanno in un negozio forse non si pongono il problema delle telecamere.

Dici che ci sono anche nelle cabine? Sempre ammesso che esistano per provare lingerie varia e vestiti particolari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In quelli che sono negozi a tutti gli effetti ci possono essere, se l'abbigliamento ha una parte importante nell'assortimento della merce; è ovvio che quelli che vendono tre paia di mutandine leopardate (scusa, ma l'argomento è quello...) non ne hanno necessità.

Negli altri le cabine esistono, ma non servono per la prova costume. Sappi che quelli più capienti possono anche avere un cinema all'interno, e spesso ce l'hanno, anche con più salette separate, per i gusti diversi del pubblico (ancora scusa...). Sono cinemini in tutto e per tutto simili ai cinema normali, quindi immagina poltroncine col sedile ribaltabile come in qualsiasi cinema; a volte divanetti a due posti... cose di questo tipo.

Dipende molto anche dov'è ambientata la storia: se in Italia o all'estero, in una grande città o in un paese...

Modificato da Marcello

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se fosse un commesso il problema non si porrebbe, basta che debba occuparsi dell'apertura e ha le chiavi. Per quanto riguarda le telecamere di sicurezza non vedo perché preoccuparsi, a meno che non succeda qualcosa nessuno guarderà mai i video che comunque dopo un certo lasso di tempo verrebbero cancellati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le chiavi dei negozi in genere, oltre al proprietario, le hanno solo eventuali Guardie Giurate che abbiano il negozio stesso nel loro "giro"...e non sempre comunque.

E' quindi abbastanza plausibile che si faccia passare per guardia giurata (la divisa si imita facilmente) stando però attenti che non arrivi quella vera a coglierli sul fatto :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se è un commesso potrebbe fare in modo da lasciare aperta la porta sul retro e disinserire eventuale allarme per poter rientrare durante la chiusura, oppure potrebbe riuscire a fregare le chiavi al titolare e farne una copia.

Comunque non mi sembra che il tuo sia poi un grosso problema, ok la verosimiglianza ma non penso che un lettore si soffermi più di tanto sulla plausibilità del fatto che abbia le chiavi una volta che lo giustifichi dicendo che fa le pulizie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se è un commesso potrebbe fare in modo da lasciare aperta la porta sul retro e disinserire eventuale allarme per poter rientrare durante la chiusura, oppure potrebbe riuscire a fregare le chiavi al titolare e farne una copia.

Scherzi, vero? Quale matto lascia aperta la porta sul retro di notte e l'allarme disinserito di un negozio che non è il suo?

Nella galleria dove lavoro anche i dipendenti hanno le chiavi e il codice dell'allarme. La vigilanza si occupa di monitorare le attività strane: se l'allarme suona, se l'allarme non risulta inserito di note.

Una domenica mattina mi sono svegliata e ho trovato un messaggio del mio capo:

"hai inserito l'allarme ieri sera?"

Io sono andata in panico. Ero certa di averlo inserito, ma son di quelle cose che fai in automatico, quindi... poteva anche non essere così. Comunque ho risposto di sì e alla fine il mio capo mi ha spiegato che a mezzanotte l'aveva chiamato la vigilanza perché l'allarme non risultava inserito. Lui l'ha poi inserito dall'i-phone.

Io ti propongo una soluzione: il titolare del negozio è un amico dello squattrinato, per cui gli dà le chiavi, il codice di allarme e gli permette di entrare nel negozio di notte per fargli un favore. O magari il titolare gli deve un favore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi siete impagabili... mi avete fatto venire un sacco di idee e eliminato la maggior parte dei dubbi.

@Marcello la storia è ambientata a Roma quindi credo che un negozio grande come quello che dici tu ci potrebbe anche stare *_*

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono d'accordo con Marcello: un custode non è plausibile. L'addetto alle pulizie, invece, già quadra meglio. Le pulizia si fanno sempre in orario di chiusura, per non intralciare le normali attività. Una ditta di pulizie avrà il suo giro, in alcuni esercizi andrà prima e in altri dopo, fino a poco prima dell'apertura. Un dipendente potrebbe avere le chiavi di una serie di posti, tra uffici e negozi. Se è la sua sera di riposo potrebbe combinare il tutto.

[Ho preso certi spaventi quando mi capitava di fare la nottata per finire robe urgenti...]

Però occhio che se scegli questa soluzione devi tenerne conto anche dopo, ovvero il tipo lavorerà spesso di notte.

E se conoscesse il gestore? Si fa dare le chiavi apposta per quest'occasione, promettendo che non farà guai e che ricambierà il favore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se è un commesso potrebbe fare in modo da lasciare aperta la porta sul retro e disinserire eventuale allarme per poter rientrare durante la chiusura, oppure potrebbe riuscire a fregare le chiavi al titolare e farne una copia.

Scherzi, vero? Quale matto lascia aperta la porta sul retro di notte e l'allarme disinserito di un negozio che non è il suo?

Nella galleria dove lavoro anche i dipendenti hanno le chiavi e il codice dell'allarme. La vigilanza si occupa di monitorare le attività strane: se l'allarme suona, se l'allarme non risulta inserito di note.

Una domenica mattina mi sono svegliata e ho trovato un messaggio del mio capo:

"hai inserito l'allarme ieri sera?"

Io sono andata in panico. Ero certa di averlo inserito, ma son di quelle cose che fai in automatico, quindi... poteva anche non essere così. Comunque ho risposto di sì e alla fine il mio capo mi ha spiegato che a mezzanotte l'aveva chiamato la vigilanza perché l'allarme non risultava inserito. Lui l'ha poi inserito dall'i-phone.

Io ti propongo una soluzione: il titolare del negozio è un amico dello squattrinato, per cui gli dà le chiavi, il codice di allarme e gli permette di entrare nel negozio di notte per fargli un favore. O magari il titolare gli deve un favore.

no, non scherzo. Se so che voglio farmi una nel negozio dove lavoro lascio l'allarme disinserito e ritorno poi con lei più tardi, se il capo mi chiama gli rispondo che sto appunto andando in negozio a controllare così faccio anche bella figura.

Non mi pare sia una cosa così trascendentale, tanto più che non penso il romanzo sia incentrato sui sistemi di sicurezza dei sexy shop, quindi scrivere che il commesso ha volutamente "dimenticato" l'allarme disinserito e con questa scusa si porta la tipa in negozio e lì approfitta per fare del sesso bizzarro è abbastanza plausibile. Sono d'accordo sul fatto che l'autore deve porre gran cura a rigore e verosimiglianza ma non penso nessun lettore si scandalizzi per un espediente come quello che ho suggerito e smetta di leggere il romanzo perché nella realtà il capo o la vigilanza avrebbero subito telefonato e mandato qualcuno a controllare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Direi di essere d'accordo con Yattaman, vi ricordo che se la gente fosse attenta (e soprattutto a conoscenza) di ogni particolare e per qualche errore lasciasse perdere i libri...beh...uno a caso, il commissario Montalbano, non avrebbe avuto manco un lettore.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti posso dare la mia esperienza di commessa (non ti un sexy shop) ma io lavoro per una compagnia molto importante in Inghilterra. Il nostro è un centro commerciale e ogni impiegato, dallo store manager fino agli addetti alle pulizie, hanno una card chiamata girodoven, che praticamente viene letta di un apparecchio posizionato a ogni ingresso interno o esterno. In più, per l'entrata del personale, ogni impiegato ha il proprio codice che deve digitare su un tastierino per poi appoggiare la carta al lettore. Non c'è altro modo per noi di entrare nello store e ogni nostro spostamento è monitorato. Inoltre in genere nei negozi ci sono le cctv che registrano tutto! Rubare non è un'opzione ma, ci capita delle volte di lavorare per tutta la notte all'interno del negozio per degli spostamenti interni. Qui in Inghilterra hanno la fissa di rinnovare ogni tot di mesi!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×