Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Elanor

Un mondo senza sole

Post raccomandati

Qualche tempo fa mi è venuta in mente un'idea per una storia, un racconto per lo più, per ovvi motivi tecnici...

La storia si ambienta in un mondo dove, per un determinato motivo, non sorge più il sole. Tempo fa avevo visto un documentario che trattava di una possibilità simile, e anche se non sono più riuscita a trovarlo mi sono sforzata fino a quando non mi è tornato alla mente il procedimento che dopo accadeva...

Senza sole ovviamente la temperatura è più fredda e le condizioni di vita diventano subito più difficili; le piante senza il sole appassiscono, gli animali erbivori non hanno più cibo e di conseguenza anche quelli erbivori. E' una catena mortale, la vita nel mondo cesserebbe di esistere in breve tempo.

Il punto è: dopo quanto? L'inevitabile non si può, appunto, cambiare, e credo che la catena sia corretta, ma non so dare una tempistica, soprattutto per l'uomo... La cultura diciamo che è medievale, non ci sono determinate tecnologie, ma ci possono essere scorte di acqua, cibo, qualcosa per fare luce e tutto...

Non so bene come muovermi, non vorrei scrivere un'emerita cavolata (per non dire peggio): credo che gli esseri più deboli potrebbero morire in un breve arco di tempo, ma gli altri? Ci vorrebbero giorni, settimane?

Lo so che la questione non è delle più facili e nemmeno delle più allegre, ma se aveste qualche idea a proposito vi ringrazio di cuore... (:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se il sole non c'è più, prima di morire deve essere passato per determinate fasi.

Su wiki (non so se è quello che stavi cercando) ci sono delle possibili conseguenze di questi passaggi e anche i tempi con cui avvengono.

http://it.wikipedia....uro_della_Terra

aggiornamento: devi guardare la voce "Evoluzione Solare"

Modificato da Emanuele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La risposta a queste tue domande varia molto a seconda della causa scatenante, e cioé se lo spegnimento del sole avverrà per cause naturali o meno, e se il pianeta in questione è la Terra.

Nel caso la prima ipotesi sia esatta, ti lascio anch'io un link ->http://it.wikipedia.org/wiki/Sole alla voce Ciclo vitale sono spiegate anche le eventuali tempistiche dei vari collassi che si avrebbero da parte del sole e il nostro eventuale futuro.

Il tutto, comunque, avrebbe tempistiche molto lunghe e cioé dell'ordine dei milioni di anni.

Invece se la causa dovesse essere di altra natura, come nel caso dell'oscuramento portato dalla caduta della meteora secondo una delle teorie dell'estinzione dei dinosauri (quindi oscuramento del cielo da parte di nuvole e polveri), la storia è diversa: in questo caso, penso che si passerebbe lentamente a un irrigidimento progressivo del clima che porterebbe ad una nuova era glaciale e alla morte delle specie non in grado di adattarsi, cosa che accadrebbe, comunque, con tempiste estramamente lunghe, credo.

Spero di esserti stata utile in qualche modo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Senza sole ovviamente la temperatura è più fredda e le condizioni di vita diventano subito più difficili; le piante senza il sole appassiscono, gli animali erbivori non hanno più cibo e di conseguenza anche quelli erbivori. E' una catena mortale, la vita nel mondo cesserebbe di esistere in breve tempo.

Ipotizzando che il sole sparisca di colpo non si completerebbe il ciclo, morirebbero tutti assiderati molto prima. Sul pianeta non arriverebbe più energia e l'atmosfera non riuscirebbe a preservare il calore residuo molto a lungo. Morirebbero tutti in pochi giorni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie gente per le risposte, mi leggerò con calma ciò che mi avete linkato... (:

La questione in ogni caso è più simile a quella che ha detto Talete... Praticamente è come se il tempo si fosse fermato durante la notte, e quindi il sole non può più sorgere... Lo so che tecnicamente non sarebbe possibile (:facepalm:), ma la storia sarebbe quella... Provate a immaginare che a un certo punto il mondo si blocchi in modalità "notte", diciamo...

*si rende conto dell'assurdità della situazione e fugge dalla vergogna*

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

una "sparizione" immediata del sole porterebbe alla morte delle piante abbastanza velocemente (non so dirti quanto ma non certo millenni); contemporaneamente la temperatura su abbasserebbe anch'essa rapidamente, pensa all'escursione termica tra giorno e notte in condizioni normali.

Potresti trarre ispirazione dalla vecchia raccolta di racconti Catastrofi, Oscar Fantascienza Mondadori, in particolare dal racconto Un secchio d'Aria di Fritz Leiber che parla appunto di un mondo senza sole.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Bradipi

Se il sole si ferma durante la notte significa che il pianeta ha smesso di girare quindi in un emisfero è sempre notte mentre nell'altro è sempre giorno, modello sfruttato in "Abarat" di Clive Barker al quale ti rimando.

Anche nel mondo di "matrix" il cielo è oscurato.

Altro modello: un'astronave interstellare costruita per trasportare generazioni prima di giungere a destinazione subisce un guasto e la popolazione regredisce. Tale modelo è stato usato molte volte e fa ormai parte integrante della cultura popolare odierna, vedi ad esempio il film "Wally-E", ma

Altro modello: la nostra Terra è stata sconvolta da una guerra nucleare e la superficie è inabitabile, la vita si svolge solo nei rifugi anti-atomici sotterranei. Dopo poche generazioni gli abitanti si sono dimenticati tutta la tecnologia, vedi "Ember- la città della luce".

Insomma non hai che l'imbarazzo della scelta, anche se secondo me l'astronave perduta è il modello più duttile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quindi non si tratta di un'effettiva sparizione di una stella, ma bisogna solo evitare che sorga. Forse giocando con le orbite e l'inclinazione dell'asse dei due o più corpi (satelliti o eventuali sistemi binari) si ci può riuscire. Considerando che arriva comunque energia sul pianeta ci vorra più tempo per congelare tutto, in compenso dall'altra parte li cuoci.

Sorgono però dei problemi in più, a seconda della latitudine e della longitudine avrai situazione diverse. Due mesi di notte all'equatore sono molto diversi da due mesi di notte ai poli.

Sorge spontanea una domanda, in che zona è ambientata la tua storia?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie gente per le risposte, mi leggerò con calma ciò che mi avete linkato... (:

La questione in ogni caso è più simile a quella che ha detto Talete... Praticamente è come se il tempo si fosse fermato durante la notte, e quindi il sole non può più sorgere... Lo so che tecnicamente non sarebbe possibile ( :facepalm:), ma la storia sarebbe quella... Provate a immaginare che a un certo punto il mondo si blocchi in modalità "notte", diciamo...

*si rende conto dell'assurdità della situazione e fugge dalla vergogna*

Quindi non si tratta di un'effettiva sparizione di una stella, ma bisogna solo evitare che sorga. Forse giocando con le orbite e l'inclinazione dell'asse dei due o più corpi (satelliti o eventuali sistemi binari) si ci può riuscire. Considerando che arriva comunque energia sul pianeta ci vorra più tempo per congelare tutto, in compenso dall'altra parte li cuoci.

Sorgono però dei problemi in più, a seconda della latitudine e della longitudine avrai situazione diverse. Due mesi di notte all'equatore sono molto diversi da due mesi di notte ai poli.

Sorge spontanea una domanda, in che zona è ambientata la tua storia?

Potresti leggere Notturno di Asimov e Silverberg, parla di un mondo il cui sole è un sistema ternario in cui non è mai notte perché almeno una stella è sempre sopra l'orizzonte, tranne che in particolari e rarissime congiunzioni astrali.

La trama non c'entra molto con quello che vuoi fare tu, ma potresti trarne spunto per descrivere la situazione dei corpi celesti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quante belle risposte... :ohh: E quanto bel materiale, purtroppo ora ho i libri dell'uni da studiare, ma così ho tempo per cercarli e leggermeli poi con calma... :ohh:

Sinceramente non ho so ancora per bene se fare un'effettiva scomparsa o un'interruzione del sole... Diciamo che per il racconto che voglio il sole è come una metafora...

La faccio breve raccontando la trama a grandi linee, almeno quelle di partenza: c'è questo mondo "magico", un mondo che è stato creato da una scrittrice; il punto è che questa muore, e quindi non avendo più un'anima il tempo si blocca e c'è questa eterna notte, è un mondo destinato a morire, partendo appunto dal fatto che il sole non sorgerà più...

Grazie a tutti delle risposte, credo che ora cercherò di leggere tutto quello che mi avete linkato (il film Vale l'ho già visto... (: )... :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fa' in modo che il sole smetta di ruotare attorno alla terra, di botto. Così in un emisferò sarà sempre giorno e dall'altro sempre notte. Ovviamente tutti emigreranno nella parte soleggiata, che ben presto non potrà contenere tante persone. Inizia una guerra tra i solari e i notturni. Potrebbe uscirne un bel racconto demenziale... :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lo so che la questione non è delle più facili e nemmeno delle più allegre, ma se aveste qualche idea a proposito vi ringrazio di cuore... (:

Ma se il sole non sorge più e l'ambientazione è "medievale" allora ci sarà un buio pazzesco. Penso che i primi a estinguersi sarebbero gli uomini a forza di capocciate contro alberi e muri.

Buon lavoro! :fuma:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fa' in modo che il sole smetta di ruotare attorno alla terra, di botto.

Ovviamente non è il sole che gira intorno alla terra ma il contrario. Se il problema è questo avremo una faccia del pianeta molto calda e una molto fredda. Però c'è un fenomeno che mi pare si chiami librazione per cui il pianeta non starebbe completamente fermo (rispetto al sole) ma continuerbbe a oscillare leggermente. Così ci sarebbero dei territori più o meno vasti dove si alternerebbero comunque notte e giorno. Sarebbero quei territori a essere i più contesi perché resterebbero abitabili.

Per il resto la zona buia sarebbe molto fredda e, presumibilmente, coperta di ghiaccio, mentre quella illuminata sarebbe caldissima. In qualche modo ci dovrebbe essere uno scambio di calore tra le due parti, forse con venti estremamente violenti. Ma su questo tipo di fenomeni non so dirti granché, solo fare ipotesi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

visto ch il pianeta ha un'atmosfera la differenza di temperatura tra faccia illuminata e faccia oscura verrebbe in parte mitigata da fenomeni di scambio termico, penso a moti convettivi dovuti all'aria nella faccia illuminata che si riscalda e tende a salire, causando venti proveniente da quella oscura. Non so come l'assenza di rotazione possa influire su questo: no ci sarebbe più la forza di Coriolis che genera venti costanti in alta quota...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×