Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Gongola

Trauma cranico

Post raccomandati

Mettiamo il caso che un personaggio di un libro si svegli in ospedale dopo un incidente con la macchina... la cosa più rilevante è un trauma cranico... come dovrebbero trattare in ospedale la cosa? Per i sintomi cercando su internet qualcosa si trova (stato confusionale, dolore etc) e anche per le cure successive, ma a me interessa descrivere come si sveglia il tizio in ospedale :la:

Ho trovato questa risposta su yahoo answer, qualcuno può confermare?

"dipende dalla gravità. in ospedale eseguono subito una tac cerebrale per controllare eventuali ematomi o emorragie. se non ci sono danni, tengono solo alcune ore la persona in osservazione e poi piò tornare alle normali attivita. se invece si presentano ematomi con emorragia, la persona viene trasferita in rianimazione e monitorata costantemente e a distanza di alcune ore viene rifatta la tac. se l'emorragia non si ferma, operano con un drenaggio per assorbire il sangue che premendo sul cervello è molto pericoloso e cercano di bloccare la fuoriuscita di sangue. il tempo da passare in rianimazione dipende dalla gravita e dalle condizioni cliniche della persona. le prime 72 ore sono quelle piu critiche, ma se la persona le supera dovrebbe migliorare. la persona deve stare immobile a letto e non alzarsi per un periodo di tempo variabile. quando l'ematoma comincia a assorbirsi, la persona potra cominciare a alzarsi e a breve sarà dimessa dall ospedale, ma solitamente per 6 mesi non potra svolgere attivita fisiche o sforzi intensi."

Modificato da Aewil

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si la risposta è abbastanza corretta anche se io sapevo che veniva portato in sala intensiva e non in quella di rianimazione poi può darsi che erro io anche se queste cose le ho studiacchiate. A te però interessa il risveglio e posso dirti che sia per traumi piccoli che grandi al risveglio c'è sempre un senso di smarrimento e naturalmente di fiacchezza fisica poi secondo la gravità si possono avere problemi come: perdita d'equilibrio, problemi nell'uso delle articolazioni, problemi sensoriali, problemi con la memoria a termine breve (ricordi recenti o dimenticare cosa si stesse facendo) in caso meno grave e problemi della memoria periferica e dei ricordi di lunga data in casi più gravi (dimenticare ricordi d'infanzia e addirittura dimenticarsi la propria vita e non ricordare nemmeno il proprio nome).

Spero di esserti stata utile. Se ti serve qualcosa di più specifico chiedi pure.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Bradipi

Non ho nessuna esperienza di traumi, ma secondo buon senso, stiamo parlando di un soggetto in coma dopo un trauma della strada (se ho capito bene). Tac e consulenza neurochirurgica sono ovvie, ma se è un incidente stradale devi considerarlo un politrauma difficilmente avrà sbattuto solo la testa, come chi riceva una manganellata.

Io un emogas con quantificazione dell'ossido di carbonio lo farei e cercheri altri traumi, aperti o chiusi (vedi cosa è il tamponamento cardiaco).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bradipi che mi risponderesti se ti dicessi che non ho capito una cippa lippa? :perchè: io tragedia perdonami, mi sento come il vigile che subisce la supercazzola

Modificato da Aewil

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In poche parole sta dicendo che in teoria dovrebbe avere altri danni come rottura di ossa, tagli e cose così. Magari anche traumi muscolari come il famoso colpo di frusta dipende naturalmente dalla gravità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh oddio a me l'espediente dell'incindente d'auto serve solo per far assistere la protagonista ad una discussione tra due familiari xD e mi sembrava che desse più pepe alla storia...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ah quindi non devi descrivere le condizioni fisiche ma solo l'evento, giusto? Se è così puoi anche non scendere troppo nei particolari.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Devo parlare del risveglio... per questo mi serviva sapere in che condizioni si sarebbe trovata la tipa una volta sveglia in ospedale... che ne so, potrebbe avere macchinari attaccati? Potrebbe esserci qualcuno che la controlla costantemente? Da quanto ho capito forse è meglio se le faccio ingessare una gamba, giusto? Non so se mi spiego ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora di sicuro ci saranno macchine collegate che comunque le misurano i battiti cardiaci e la pressione, la flebo con qualche antidolorifico o qualche medicinale, sarà parzialmente immobilizzata altrimenti al risveglio potrebbe fare qualsiasi guaio e in teoria chi ha subito un trauma non può alzarsi di botto o cose così, poi potresti farle delle ferite come tagli dovuti ai vetri rotti, qualche livido e anche qualche costola rotta e poi il senso di smarrimento e l'annebbiamento mentale dovuto al trauma cranico. Che ne dici? Fa al caso tuo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Prego, che poi sono abbastanza afferrata perché una cosa simile la devo scrivere anche io ma non c'entra un incidente stradale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Bradipi

Mi dispiace di non essere stato chiaro (speravo di sì), ma se deve solo assistere ad una discussione cambierei tipo di incidente: sai che al risveglio ci può essere uno stato confusionale e poi in terapia intensiva i familiari non ci possono stare.

Con una gamba rotta ascolta da dietro un paravento?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In terapia intensiva ti tengono solo per 48 ore poi se vedono miglioramenti ti portano in una camera.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Praticamente il fratello non è lo stereotipo della persona che si sta calma e tranquilla e pensavo di farlo litigare con la moglie per i corridoi dell'ospedale... dalle urla pensavo di far ascoltare la discussione alla tipa in camera tutto qui :li: ma non so...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tecnicamente in uno soggetto con trauma cranico di solito si nota ciò che viene chiamato Danno assonale diffuso.

Nel trauma cranico oltre al trauma dovuto alla botta che si riceve nella parte interessata, (il lobo frontale di solito è quello più colpito) si ha un danno da stiramento, cioè gli assoni, parte che manda il messaggio elettrico dal soma (nucleo del neurone) ai dendriti (luogo in cui il neurone successivo riceve il messaggio in ingresso) subiscono uno stiramento eccessivo, con relativo disturbo di comunicazione tra i neuroni appunto.

Questa naturalmente non è visibile tramite normale tac che mostra solo danni focali a livello cerebrale, ma vi sono altri metodi per visulizzarla.

Comunque, i primi test che vengono effettuati, in base a ciò che è avvenuto precedentemente (coma, stato vegetativo, stato di coscienza minimo), vengono effettuaati sulla capacità del paziente di orientamento, spaziale e temporale, eventuale amensia presente (anterograda, retrograda, momentanea, permanete)

Successivamente deve essere fatta una diagnosi neuropsicologica per poter valutare le capacità cognitive del paziente, per valutare la presenza di afasia, agnosia, aprassia, disturbi nella percezione dello spazio, sindrome disesecutiva (disorganizzazione del paziente nelle attività di ogni giorno)

Scusa i termini u pò tecnici, ma studio neuroscienze e neuropsicologica, perciò se dovesse servirti una mano a livello più specifico o dei chiarimenti, lieto di aiutarti :D

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Claudio :)

ma è possibile che la tipa si svegli nella camera d'ospedale, attaccata ai vari macchinari, senza ricordare niente? Cioè è normale che sia rimasta svenuta durante tutte le visite e i controlli medici?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Praticamente il fratello non è lo stereotipo della persona che si sta calma e tranquilla e pensavo di farlo litigare con la moglie per i corridoi dell'ospedale... dalle urla pensavo di far ascoltare la discussione alla tipa in camera tutto qui :li: ma non so...

se sta in un reparto di rianimazione la vedo un po' difficile, sono posti abbastanza "blindati". Innanzitutto solo a un parente al giorno è permesso entrare nella stanza del malato, completamente bardato di camice, mascherina, cuffia etc, e solo per poco tempo. Poi il reparto è circumnavigato da un corridoio con finestroni per ogni stanza e un citofono collegato a un auricolare che nel caso viene dato al paziente.

Al reparto vero e proprio si accede tramite un'anticamera dove cambiarsi, munita di porte chiuse in ingresso e in uscita.

Insomma, è un po' strano che due possano mettersi a litigare e far baccano senza essere cacciati all'istante, e soprattutto che una persona stordita riesca a sentirli da dentro il reparto e riconoscerli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Claudio :)

ma è possibile che la tipa si svegli nella camera d'ospedale, attaccata ai vari macchinari, senza ricordare niente? Cioè è normale che sia rimasta svenuta durante tutte le visite e i controlli medici?

Certo certo, se il trauma è abbastanza forte o è rimasta in coma per un po' ti tempo, oppure ha una amnesia anterograda che non gli permette di assimiliare i nuovi ricordi dal momento dell'incidente, anche se durante i controlli possa sembrare perfettamente cosciente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si ma da come ho capito il personaggio non ha subito chissà quale trauma e quindi non credo che la tengano più di 48 ore in sala intensiva o almeno ad una mia parente dopo 48 ore hanno visto che stava bene e l'hanno riportata in reparto e lei s'è risvegliata tranquillamente in reparto un po' stordita e con flebo. Poi è normale nei casi gravi ti tengono di più e i parenti non possono farti visita se non uno alla volta per 5/10 minuti. Poi non saprei può darsi pure che sto dicendo sciocchezze ma io sapevo così e anche in molti film succede così.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh oddio a questo punto se la faccio cascare in coma per un pò non credo che possa risvegliarsi in camera sua, dovrebbe a rigor di logica stare in sala rianimazione come dicono loro, Lykos. L'intento era quello di farla svegliare nella sua camera per permettere "il teatrino" però se non è così devo inventare qualcosa.

Non ci sono finestre in rianimazione vero? Non ha senso che li senta litigare dal parcheggio? (so pazzi scatenati non sono personcine normali questi :D e l'ospedale è di paese quindi non ha millemiglia piani)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si ma da come ho capito il personaggio non ha subito chissà quale trauma e quindi non credo che la tengano più di 48 ore in sala intensiva o almeno ad una mia parente dopo 48 ore hanno visto che stava bene e l'hanno riportata in reparto e lei s'è risvegliata tranquillamente in reparto un po' stordita e con flebo. Poi è normale nei casi gravi ti tengono di più e i parenti non possono farti visita se non uno alla volta per 5/10 minuti. Poi non saprei può darsi pure che sto dicendo sciocchezze ma io sapevo così e anche in molti film succede così.

No no, hai perfettamente ragione, se il trauma non è tale da causare un coma non ti tengono sotto osservazione per 48 ore, dopo i test di routine se non presenti nessun particolare problema ti mandano a casa, al massimo, come ho detto, se è un ospedale più organizzato, dopo la tac, se si ritiene necessaria, ti fanno una visita neuropsicologica.

Ma se dall'iniziale colloquio clinico non si mostrano gravi problemi in meno di 24 ore sei a casa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma quando uno è in coma ed è stabile si può fare visita. E comunque io mi riferivo a un trauma cranico lieve e non al coma : Chessygrin :

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ah grazie Claudio, pensavo di essere impazzita e che tutto il mio sapere medico fosse andato al vento. Claudio visto che sei più informato di me e visto che ho mille dubbi medici, ma se uno è in coma in condizione stabile mica sta in sala intensiva? Io sapevo che quando uno sta in coma ha bisogno di persone che le facciano visita perché suoni o voci familiari potrebbero farlo svegliare o sbaglio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ah grazie Claudio, pensavo di essere impazzita e che tutto il mio sapere medico fosse andato al vento. Claudio visto che sei più informato di me e visto che ho mille dubbi medici, ma se uno è in coma in condizione stabile mica sta in sala intensiva? Io sapevo che quando uno sta in coma ha bisogno di persone che le facciano visita perché suoni o voci familiari potrebbero farlo svegliare o sbaglio?

Diciamo che queste sono più credenza che altro, per definizione il coma è uno stato di assenza di coscienza TOTALE, e solitamente essendo colpito il tronco cerebrale, sede di tutte le attività autonome (respirazione, ritmo circadiano, regolazione nervosa dei battiato del cuore e polmoni) bisogna tenere il paziente in terapia intensiva e sotto utilizzo di macchine.

Il discorso delle voci familiari, come ho detto, è più una credenza che un dato di fatto, ma aiuta molto a livello psicologico i parenti o gli amici del paziente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non ci sono finestre in rianimazione vero? Non ha senso che li senta litigare dal parcheggio? (so pazzi scatenati non sono personcine normali questi :D e l'ospedale è di paese quindi non ha millemiglia piani)

le rianimazioni solitamente, come ho scritto prima, sono reparti con camere doppio, triple o con anche più letti (in cui uomini, donne e bambini possono anche star mischiati) che si affacciano tutte sul corridoio del reparto, dove c'è anche uno stanzotto per il personale. Il reparto poi è circondato da un corridoio con finestroni e citofono per far parlare i parenti con le persone (sia che siano sveglie, in coma, o un stato vegetativo), oppure semplicemente osservarli.

A un parente è permesso nell'orario di visita (che non è molto) entrare direttamente nella stanza del paziente. Se si tratta di bambini o di qualcuno che sta spirando spesso permettono a più parenti nella stessa giornata di entrare.

Edit: questioni voci: una persona in quello stato più la stimoli meglio è. Non se ne sa molto, ma non fa male dare continui imput sperando che qualcosa si metta in riparazione per trasmetterli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mmm capì però a me interessa solo se si può fare visita al paziente o meno. Cioè la situazione che devo descrivere io è un po' particolare perché il personaggio è in coma ma non per incidenti o malattie (è un fantasy quindi succede un casino e questa va in coma) e quindi lei mentre è in coma è come se vivesse una vita parallela e volevo fare poi il parallelo con chi l'andava a trovare. Scusa Aewil se sto sfruttando il tuo post per informazioni utili anche a me ma eravamo in tema e poi vedo che sono molto più informati loro che io.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lo stato di coma propriamente detto dura un paio di settimane/un mese al massimo e richiede come minimo una terapia intensiva. Anche lì le visite sono molto ristrette, non è organizzato molto diversamente da una rianimazione, c'è solo meno "attenzione" alle misure igieniche (i visitatori non girano troppo bardati) e i pazienti stanno un pochino meglio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×