Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

haze

Palahniuk, Chuck

Post raccomandati

oppure vado a cercarmi quei vecchi siti tipo rotten.com". surprice.gif

Quel sito ha turbato la mia adolescenza sui banchi del liceo ._.

Già, era il tipico sito che si andava a guardare con amici e compagni di classe in cerca di emozioni forti. Poi il mondo è andato avanti, e abbiamo scoperto che internet può essere usata anche per navigazioni normali icon_cheesygrin.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho abbandonato Cavie a pagina 260 circa.

E' il primo libro nella mia vita che abbandono quindi un perchè c'è,i fatti sono troppo grotteschi ed effettivamente dopo un pò stufano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Anch'io sto leggendo Cavie, e comincio già a stufarmi (prima di pagina cento). Come sempre lo trovo molto bravo, ha degli spunti che ritengo geniali, poi la noia prende il sopravvento.

Procede sempre per accumulo di fatti grotteschi, leggende metroplitane, casi da manuale di psicopatologia, che alla fine mi sfianca e mi appesantisce.

inizio con "ah ah", "ma pensa" e finisco con "che palle! Tra un po' ci saranno i coprofagi e gli amanti delle protesi ortopediche. Se voglio leggere quaranta casi di questo tipo mi prendo un manuale di psichiatria, oppure vado a cercarmi quei vecchi siti tipo rotten.com". surprice.gif

ho dato un'occhiata sommaria a tutti i racconti, e si somigliano un po' tutti, con gli stessi poveri disgraziati come protagonisti. sembrano le puntate di mr Bean, perchè anche i racconti di cavie vanno avanti a episodi, a scene, non c'è una narrazione, c'è sono un tizio con un problema.

ma un libro come cavie andrebbe letto un po' per volta, tipo due racconti alla settimana, così te li gusti, invece se lo leggi come se fosse un romanzo dopo un po' fai prima ad andare su rotten.com a vedere gente maciullata o cose inverosimili.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Premesso che, ovviamente, i gusti son gusti: lamentarsi del fatto che Palahniuk è grottesco è un po' come lamentarsi perchè King fa paura...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In assoluto il mio autore preferito, purtroppo ho poco tempo per argomentare ma so che è difficile da comprendere per alcuni. Io non smetto mai di comprare suoi libri. Nulla è come si crede. Un genio nel vero senso del significato. I contenuti sono sempre importanti e la sua scrittura davvero inimitabile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho iniziato la lettura di Cavie e sto avendo qualche difficoltà. Nonostante questo, credo che Palahniuk sia un autore particolare e con veri lampi di genio, quindi, anche se dovessi abbandonare la lettura di questo romanzo, non rinuncerò a leggere qualcos'altro di suo. Ho apprezzato moltissimo Invisible monsters.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Survivor e Soffocare su tutti. Fight club mi farebbe strano leggerlo dopo aver amato così tanto il film.

Attenzione all'' edizione, ne presi una di Survivor allucinante (confondeva il baseball con il basket o viceversa e tante altre cose)

 

Unica critica quella citata un po' da alcuni: alla lunga potrebbe risultare ripetitivo. E' vero che cambiano le ambientazione etc ma si ha come la sensazione che il protagonista sia sempre quello e la storia sempre quella, detto in maniera molto grezza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Soffocare, a mio modo di vedere, è l'unico vero capolavoro.

Survivor, Invisible Moster, Ninna Nanna, Rabbia libri scritti bene, godibili e interessanti nella trama e nello sviluppo della storia. 

Dannazione, Gang Bang e Cavie molto, ma molto, deludenti.

Quelli che non ho citato è perchè non li ho letti. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 2/17/2010 at 19:15, Misery ha detto:

Oddio prima o poi un suo libro lo voglio leggereXD

Il migliore secondo voi qual'è? :D

Credo che Soffocare sia uno dei suoi libri migliori, poi ci metterei Fight Club.

 

Con gli ultimi romanzi, onestamente, mi sembra in calo. È come se fosse rimasta l’estetica di Palahniuk, con qualche trovata geniale spruzzata di tanto in tanto, ma manchi la sostanza che avevano i suoi primi libri. Almeno questa è la mia impressione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 14/7/2017 at 08:38, Ludwig von Drake ha detto:

Con gli ultimi romanzi, onestamente, mi sembra in calo. È come se fosse rimasta l’estetica di Palahniuk, con qualche trovata geniale spruzzata di tanto in tanto, ma manchi la sostanza che avevano i suoi primi libri. Almeno questa è la mia impressione.

 

 

Sono d'accordo con te, purtroppo i nuovi non riesco a leggerli tutto preso come lo ero invece dai primi. Consiglio anche la lettura di Invisible monsternel quale consolida la sua tecinca: nascondere un piccolissimo dettaglio all'inizio del libro che poi nel finale sarà la miccia dalla quale esploderà quella sensazione da 'non ci credo', tipico della sua scrittura.

Per i temi trattati consiglio anche gli 'scrittori cannibali' italiani, filone dal quale escono anche bei racconti/romanzi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Segnalo Rabbia, che pur essendo ben lontano dall essere un capolavoro, è interessantissimo per lo stile di narrazione adottato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×