Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Giada Kappa

La violenza

Post raccomandati

Ecco il mio commento: http://www.writersdr...zo/#entry238956

La violenza

La violenza acceca,

racchiude l’uomo nel grembo

dei suoi bestiali istinti,

senza capire,

senza vedere.

Dolore è la violenza,

l’uomo ne è ingordo

come un bambino con un’innocua

scatola di caramelle.

E l’uomo ne è nauseato,

e nel contempo goloso.

Malattia è la violenza,

chi ne è affetto da solo non guarirà.

Solo puri e sinceri occhi,

scorgeranno le cicatrici

sui vessatori palmi.

Solo un viso, un nome, un dolore lacerante

vedrà il sangue che macchia,

e che mai smetterà di grondare.

E quando la Violenza abbandonerà

ogni sua fibra

acuta la sentirà…

nel rimorso.

E il rimorso diverrà lacrime.

E le lacrime righeranno

l’aguzzino viso.

Ma se neppure il rimorso

volesse la sua anima

la Malattia invaderà l’inutile corpo,

sino a permeare la mente,

La carpirà tra le sue bianche braccia

e stringendola al cuore

la soffocherà,

spegnendo i flebili suoi lamenti

sull’ansante petto.

E fumo incolore aleggerà nell’aria

portando con sé l’essenza delle emozioni

e il corpo trascinato nell’oblio.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una poesia con un forte impatto emotivo che mi ha davvero colpito e mi è piaciuto parecchio. Una delle parti che ho adorato di più sono

Solo puri e sinceri occhi,

scorgeranno le cicatrici

sui vessatori palmi.

Solo un viso, un nome, un dolore lacerante

vedrà il sangue che macchia,

e che mai smetterà di grondare.

 

E anche la parte finale anche se devo dire che tutta la poesia mi ha impressionato. Un ottimo lavoro!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa.

×