Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

arupananda

proposta da rivista Poesia

Post raccomandati

Ho inviato una mia poesia per un concorso indetto dalla rivista peti e poesia che fa riferimento alla casa editrice pagine (qualcuno la conosce?)

Prima della scadenza mi contattano dicendo che la mia poesia è stata selezionata insieme a altre 13 per far parte di un antologia sulla quale pubblicare 7 poesie per autore e di cui faranno anche un e-book su amazon dalla cui vendita sarà dato un euro ad ogni autore per ogni copia venduta. Per tutto ciò chiedono circa 150€. Avendo obiettato che sono contrario a qualsiasi forma di editoria a pagamento, loro si sono difesi affermando che il compenso è relativo alla "commercializzazione" dell'antologia, alla pubblicità (hanno uno spazio su un canale sky nel quale lasciano intendere che potrebbe esserci visibilità per l'autore ecc..) alla promozione ecc..

La mia impressione è che si tratti di una proposta di pubblicazione a pagamento mascherata, sarebbe per me molto utile sapere se qualcuno ha già avuto esperienze simili con la stessa casa o simili e può darmi qualche consiglio.

Vi ringrazio.

un caro saluto

Fabio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non ho esperienze di questo tipo, ma si capisce bene che è tutto un modo per mascherare, appunto, una pubblicazione a pagamento. Che poi ti dicono che hanno spazio su un canale sky e che ti fanno tutta la pubblicità possibile e immaginabile poco importa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche a me sembra una presa in giro... Ma poi come si potrebbe prendere sul serio una casa editrice che chiama la sua rivista "Peti e poesia"? :rotol:

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Immagino sia "Poeti e Poesie", ma la versione partorita dal subconscio geniale di arupananda mi piace di più :asd:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Io ragazzi gli ho detto di si, conscio di ciò a cui stavo andando incontro mi son detto "per una volta la faccio sta ca***a".

L'offerta loro prevede un mese in cui sul loro sito hai una pagina a tuo nome con tre poesie, puoi scegliere tra 5 volumi detti da loro e dicono che quando venderanno gli ebook, l'autore può prendere 50 cent per ogni copia venduta.

Ho trovato anche io certe assonanze con Albatros, comunque vi racconterò com'è. Non mi aspetto niente se non la pubblicazione sull'antologia, se poi dovessi restar piacevolmente sorpreso ve lo farò presente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ragazzi gli ho detto di si, conscio di ciò a cui stavo andando incontro mi son detto "per una volta la faccio sta ca***a".

L'offerta loro prevede un mese in cui sul loro sito hai una pagina a tuo nome con tre poesie, puoi scegliere tra 5 volumi detti da loro e dicono che quando venderanno gli ebook, l'autore può prendere 50 cent per ogni copia venduta.

Ho trovato anche io certe assonanze con Albatros, comunque vi racconterò com'è. Non mi aspetto niente se non la pubblicazione sull'antologia, se poi dovessi restar piacevolmente sorpreso ve lo farò presente.

mah, mi lasci perplesso! hai trovato analogie con albatros eppure continui su quella strada. Guarda che esistono le case editrici che pubblicano gratuitamente opere di poesia. Bisogna mettersi un po' in gioco, non è semplice farsi pubblicare una silloge, in quanto un romanzo è certamente più spendibile, ma almeno provaci.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

mah, mi lasci perplesso! hai trovato analogie con albatros eppure continui su quella strada. Guarda che esistono le case editrici che pubblicano gratuitamente opere di poesia. Bisogna mettersi un po' in gioco, non è semplice farsi pubblicare una silloge, in quanto un romanzo è certamente più spendibile, ma almeno provaci.

Lo so è stata una mossa frettolosa per un'immediata possibilità di avere uno spazio mio.

In giro ho cercato esperienze di persone che hanno pubblicato con questa casa ma non ne ho trovate. A seconda di come sarà la mia scriverò nel dettaglio.

Comunque 7 pagine in un libro di 13 autori non mi sembrano malaccio ( e non sono i 1300 euro chiesti da Albatros per pubblicare un libro di 70, nel senso: in proporzione sono di più, ma effetivamente 150 euro sono una cifra più arrivabile )

Sono curioso di vedere come si sviluppa quella cosa dei 50 cent per ogni copia venduta ( a seconda di questo si vede anche la risonanza della casa perchè ci han detto che avremo una pagina su cui seguire lo stato delle vendite ).

In ogni caso, a meno di piacevoli sorprese, non penso che mi dedicherò più all'editoria a pagamento per una questione di principio. Ho visto come sia difficile pubblicare un romanzo ( nel mio caso minibook ), quindi per la poesia non ho proprio guardato cosa offriva il panorama editoriale.

Questo giro mi sono tolto un vizio da giovane pischello.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Ice

Secondo me, detto in tutta sincerità, sono soldi buttati.

E la poesia esordiente in Italia non vende praticamente nulla.

Capisco l'esigenza di "togliersi lo sfizio" ma è proprio questa mentalità che fa prosperare gli editori a pagamento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma una sana autopubblicazione no?

Se proprio vuoi spendere soldi paghi un grafico e un piccolo lavoro di correzione bozze.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Straquoto.

Senza voler demonizzare nessuno, con l'autopubblicazione almeno avresti evitato di finanziare un giro di EAP che a quanto hai detto è anche contro i tuoi princìpi.

Se io sono contrario a una cosa non gli regalo i miei soldi. :sss:

Che poi quello che tu hai chiamato "togliersi uno sfizio" ha un nome specifico: vanity press.

Ripeto, questo senza voler demonizzare nessuno. :)

Qui siamo tutti liberi di scegliere ciò che preferiamo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Che poi quello che tu hai chiamato "togliersi uno sfizio" ha un nome specifico: vanity press.

Probabilmente si, ma non cerco gloria, non dico "fatelo" o che è bene.

Ho scritto per dire che darò un parere su questa proposta, e nel caso si rivelasse farlocca sarà scritto nero su bianco, così come il contrario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Luna

Ma si è già rivelata farlocca. Scritto nero su bianco. Credo che tu sia già consapevole di andare incontro a una truffa, ma hai deciso di farlo lo stesso per tua vanità personale. Liberissimo di farlo. Ma resta comunque una 'sola'. Passami il termine...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ok,ci ho messo un pò ma eccomi quì,stavo proprio cercando questo :li: !io ci sono cascata come un'allocca :buhu: ! Fossi approdata prima in questo forum e su questo sito avrei ancora i miei bei "150 euro "in tasca.ti consiglio di non fare lo stesso ed optare per un "autopubblicazione",poi dipende da te cosa vuoi,La mia accettazione alla proposta è stata dettata da un conto veloce: :pedosguardo: (sei copie con il mio nome annoverato tra i "poeti contemporanei" =sei regali di Natale a sei persone che hanno sempre riso del fatto che io scrivessi poesie ferendomi a morte= una soddisfazione personale che al momento non aveva prezzo :tze: !Al momento poco mi è interessato che non era vero solo io e altri e tredici eravamo i selezionati,ma tutti coloro che avrebbero aderito all'offerta (facendo l'ennesima figura dell'ingenua :icon_mad: )!Non ho mai scritto per pubblicare,ma con l'autopubblicazione sono almeno sicura sui "diritti d'autore" ,visto che le mie poesie girano a scuola o tra amici e parenti.Se un domani dovessi decidere di avere un vero editore non pubblicherei certo a pagamento :) .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hai ragione,sono stata lunga.In poche parole dipende da te,pubblichi pagando 150 euro per sostenere le spese varie , ti danno 6 copie gratis. Autopubblicando paghi 30 euro solo per il codice ISBN, dipende da te cosa vuoi?Se volevi solo sapere se pubblicano sul serio la risposta è sì e sono anche gentilissimi.Spero di essere stata più chiara :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la casa editrice che pubblica il tutto è "Pagine".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho inviato una mia poesia per un concorso indetto dalla rivista peti e poesia

Chi la dirige, Alvaro Vitali?

(sorry could not resist)

Comunque no, è pieno di riviste che pubblicano poesia gratuitamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho partecipato anche io ad uno dei concorsi indetti dalla casa editrice "Pagine". 

Qualche giorno dopo mi hanno contattata per rivolgermi la stessa offerta fatta a qualcuno qui sopra, con la variante che mi si proponeva di pubblicare un mio racconto su di un'antologia, per la modica cifra di 185€

 

Essendo completamente all'oscuro delle dinamiche che animano il panorama editoriale, se decidessi di aderire all'iniziativa andrei a ledere solo la morale editoriale o rischio sul serio di finire intortata come una polla, pagando senza vedere pubblicato nulla?

 

 

Illuminatemi please!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Può darsi che la pubblicazione tu la veda.

Ma vale la pena?

Io credo di no.

 

Prova a pensare: nell'ultimo anno quante "antologie di poeti esordienti" hai acquistato, tu?

Io, che pure leggo volentieri poesia... zero. :sss:

E come me molti altri. Il mercato della poesia è molto risicato già per i grandi nomi, figuriamoci per gli esordienti.

Allora come fa l'editore a rientrare delle spese e guadagnarci qualcosa?

Semplice, si fa pagare dall'autore stesso.

 

Se proprio vuoi vedere i tuoi lavori pubblicati, come detto già detto in qualche post precedente, pensa all'autopubblicazione o ai POD.

O a qualche CE free specializzata in poesia (ce ne sono).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non scrivo poesie, solo racconti, ma penso che non faccia alcuna differenza. 

Per le antologie è vero, mai letta una, ma attribuisco la mancanza alla mia semplice disinformazione. 

 

Valuterò che fare, sono combattuta T_T

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×