Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Elet88

Regni pre-unità d'Italia: come si si rivolgeva ai sovrani? E com'era la vita nei "Quattro regni"?

Post raccomandati

Dato che sto iniziando a scrivere un romanzo ambientato nell'Italia del Marzo 1860, vorrei capire quali erano le condizioni

di vita nei "Quattro regni" (Sardegna, Veneto, Stato Pontificio e Due Sicilie), quali i modi di dire e di parlare, e soprattutto come i sovrani si rivolgevano ai cittadini, alla gente di corte che gli stava intorno?

Spero che esistano dei documenti o dei tratti dellìepoca, tanto per avere un'idea.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tutto dipende da quanto tu già padroneggi la materia. Se ne sei ancora più o meno a digiuno, credo che un centinaio tra libri di saggistica e romanzi storici non sarebbero sufficienti. Giusto per avere un'idea, potresti iniziare da "Il Gattopardo" e "Il mulino del Po", utilissimi per avere un'idea del contesto storico. Poi, quando avrai letto così tanto da sentire quell'epoca pulsare dentro di te, potrai iniziare la stesura del romanzo. Sono certo che, rispettando questi presupposti, sarà un successo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem

Spero che esistano dei documenti o dei tratti dellìepoca, tanto per avere un'idea.

Beh, sono gli anni di tipo... Verga? L'unità d'Italia? Mi sa che qualche riga è stata scritta a riguardo :asdf:

Libri, saggi e documenti ne esistono a valanghe, basta andare su Amazon e mettere come ricerca "vita italiana nell'ottocento" o qualcosa di simile. Non si può ricostruire un'intera epoca - di regni diversissimi tra loro - in poche righe di forum, non sono bastate montagne di libri all'epoca e ai giorni nostri...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@ Swetty : sì ucronia :D Però deve essere un lavoro fatto coi fiocchi e curato nei minimi dettagli perché abbia la minima possibilità di vedere la luce.

Comq nel 1860 non c'erano altri regni nella penisola... o sto dicendo una cavolata io? o.O

@ chinotto: il mulino del po' mi attrae molto.

@ Lem Ramsay: :facepalm: hai ragione!!! Purtroppo mi sono diplomato già 5 anni fa, e Verga & Co. non mi andavano molto giù... E ora me ne sto pentendo amaramente :S

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Forse intendi che gli altri non erano denominati regni ma ducati e simili? Comunque non ricordo se ci fossero altri stati la cui denominazione era "Regno".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perché, il Veneto era un regno? E che differenza passa tra un regno sovrano e un ducato o granducato sovrani? Tecnicamente neppure lo stato pontificio era un regno, e quello delle due Sicilie erano appunto due regni, il che porta il conto a un totale di tre corone (e due soli re) in tutta la penisola, per, quanto? Il 40% del territorio?

Il Risorgimento è uno dei pilastri del programma scolastico di storia. Non so come sia ora con la riforma che ha sballato un po' tutto, per cui sono incerta tra suggerire un sussidiario di quinta elementare o un buon manuale di storia per la terza media. Se poi uno vuol fare un po' di fatica in più, anche Wikipedia spiega le cose abbastanza bene.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì Swetty ma dato che ai giovani va insegnato il meno possibile (a giudicare dia testi scolastici sembra così) non ho mai letto com'era la vita all'epoca o come ci si rivolgeva ai sovrani (le domande del topic ;)

PS: avevo messo Quattro regni per definire i territori presenti sulla penisola prima dell'unità, per comodità.

Comq domani rispolvero il libro di storia delle superiori, (su wikipedia l'ho ormai letto tutto il risorgimento, tanto per essere sicuro di assimilare il più possibile :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questi sono alcuni film sulla nobiltà di quel periodo:

Luchino Visconti, Senso

Luchino Visconti, Il Gattopardo (dal romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa)

Luigi Magni, 'O re

Luigi Magni, Nell'anno del signore

Luigi Magni, In nome del Papa Re

Ernst Marischka, Il destino di un'imperatrice

Roberto Faenza, I Viceré (dal romanzo di Federico de Roberto)

Mario Soldati, Piccolo mondo antico (dal romanzo di Antonio Fogazzaro)

Sulla contessa di Castiglione hanno girato diversi film e uno sceneggiato, e si intitolano tutti La contessa di Castiglione.

Su periodi precedenti:

Mario Monicelli, Il marchese del Grillo

Lina Wertmüller, Ferdinando e Carolina

Axel Corti, La puttana del re

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La trilogia di Magni mi ispira moooolto! Grazie Sweety! La guarderà di sicuro!! (ps: c'è anche In nome del Popolo sovrano ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Bradipi

Brutta gatta da pelare: ognuno parlava nel proprio dialetto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti consiglio i libri di storia delle scuole medie inferiori, per iniziare. E ti consiglio tutti e tre i volumi, che vanno dal Medioevo al Novecento. Giusto per rinfrescare le tue cognizioni storiche; in questo modo troveresti anche le cause-conseguenze della formazione dei regni e così via. Se mi invii un messaggio privato ti so consigliare le edizioni a mio parere migliori. Le trovi facilmente anche usate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Occhio perché il Risorgimento è al centro (ed era ora) di una grossa fase di revisionismo che cerca con fatica di spiegare cosa fu esattamente.

Non credo tu abbia scelto un periodo proprio facile se ne sai poco. Come ha detto qualcuno, con qualche centinaia di libri dovresti comunque cavartela.

Auguri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Occhio perché il Risorgimento è al centro (ed era ora) di una grossa fase di revisionismo che cerca con fatica di spiegare cosa fu esattamente.

Non credo tu abbia scelto un periodo proprio facile se ne sai poco. Come ha detto qualcuno, con qualche centinaia di libri dovresti comunque cavartela.

Auguri.

Hihi un niente insomma xD Comunque sì lo so, e appunto per questo il mio romanzo ucronico potrebbe avere più valore :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×