Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Franco Iannarelli

Avete scelto di essere vegetariani, vegani o onnivori?

Post raccomandati

sai qual è la cosa veramente strana? che, almeno per la mia esperienza, sono gli onnivori ad aver problemi con i vegetariani e non viceversa. Poi i santoni o quelli che non perdono occasione per fare gli snob ergendosi su piedistalli di moralità spicciola non piacciono neanche a me, in nessun campo! Però non è vero il discorso sulla frutta, perché la frutta coltivata in modo sano, o quella selvatica puoi mangiarla anche senza lavarla, basta giusto una strofinata per togliere la polvere... :asd:

  • Mi piace 1
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sai qual è la cosa veramente strana? che, almeno per la mia esperienza, sono gli onnivori ad aver problemi con i vegetariani e non viceversa. Poi i santoni o quelli che non perdono occasione per fare gli snob ergendosi su piedistalli di moralità spicciola non piacciono neanche a me, in nessun campo! Però non è vero il discorso sulla frutta, perché la frutta coltivata in modo sano, o quella selvatica puoi mangiarla anche senza lavarla, basta giusto una strofinata per togliere la polvere... :asd:

Tecnicamente anche la carne, se non è contaminata, potresti mangiarla cruda.. cioè, se parliamo dell'alimento di per se, non è necessario nessun accorgimento, che poi ci siano contaminanti sopra è una questione che esula dal discorso "mangiabile o no".

Va beh, i grand'uomini ci sono in ogni campo dall'alimentazione alla parità dei sessi passando per la politica. L'importante è evitarli. :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guarda, non perdo tempo nemmeno a leggerlo, il tuo intervento. Quotando Alessandro, non sono io ad avere problemi con gli onnivori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate, ma secondo me questo è il modo sbagliato di impostare la discussione. Faccia bene o faccia male la dieta vegetariana - o viceversa quella ricca di proteine animali - è comunque una questione personale su cui è del tutto inutile scannarsi; alla fin fine ciascuno decide secondo le sue preferenze e la sua coscienza e nessuno ha il diritto di cercare di imporre le proprie al prossimo.

Ed è vero che ci sono vegetariani che cercano di fare indesiderato proselitismo come carnofili che deridono o discriminano i vegetariani. I rompicoglioni - perdonate l'eufemismo - esistono in tutti i contesti, ma non si deve generalizzare.

Esistono tuttavia delle argomentazioni pro e contro il vegetarianesimo che sono molto più serie e degne di nota sulle quali varrebbe la pena di dibattere, se si riuscisse a farlo senza eccessivo coinvolgimento emotivo e nel rispetto delle tesi altrui. Sono quelle, in particolare, riguardanti l'impronta ecologica che può lasciare l'uomo se si generalizzasse un tipo di dieta piuttosto che un altra.

In sostanza è evidente che l'allevamento di animali può costituire uno spreco di risorse rispetto a una dieta vegetale. Gli erbivori trasformano la materia vegetale in proteine e grassi, è un processo termodinamico: una forma di energia viene trasformata in un'altra, così lo spreco è inevitabile. Si dice quindi che se ci nutrissimo di soli vegetali potremmo sfruttare meno il territorio, lasciando più spazio alla natura selvatica.

Per il momento non ho voglia di approfondire questa tesi, che presenta comunque degli aspetti secondo me controversi, mi limito a riportarla come esempio di tematica sulla quale vale la pena di discutere molto più che sull'effetto della dieta sulla salute personale di ciascuno.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In questo thread non ho ancora visto un onnivoro, né un carnivoro dire che i vegetariani stiano sbagliando ad essere vegetariani. Ma ci sono parecchi interventi di vegetariani che invece accusano più o meno velatamente i carnivori di mangiare in modo non naturale o di "mangiare cadaveri" o di fare scelte non etiche.

Quindi per la mia esperienza sono i vegetariani ad avere problemi con gli onnivori.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Kate Malone

Quindi ora la gara è a "chi uccide di meno"? La soluzione è mangiarsi le pietre, per la piega che sta prendendo la discussione.

Modificato da Kate Malone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In questo thread non ho ancora visto un onnivoro, né un carnivoro dire che i vegetariani stiano sbagliando ad essere vegetariani. Ma ci sono parecchi interventi di vegetariani che invece accusano più o meno velatamente i carnivori di mangiare in modo non naturale o di "mangiare cadaveri" o di fare scelte non etiche.

Quindi per la mia esperienza sono i vegetariani ad avere problemi con gli onnivori.

In questa discussione potrà essere anche vero, ma di onnivori che deridono e discriminano i vegetariani credo proprio di averne incontrati.

E lo dico da onnivoro convinto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quindi ora la gara è a "chi uccide di meno"? La soluzione è mangiarsi le pietre, per la piega che sta prendendo la discussione.

Tipo così?

a-have%20a%20heart%20eat%20a%20rock.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In questo thread non ho ancora visto un onnivoro, né un carnivoro dire che i vegetariani stiano sbagliando ad essere vegetariani. Ma ci sono parecchi interventi di vegetariani che invece accusano più o meno velatamente i carnivori di mangiare in modo non naturale o di "mangiare cadaveri" o di fare scelte non etiche.

Quindi per la mia esperienza sono i vegetariani ad avere problemi con gli onnivori.

In questa discussione potrà essere anche vero, ma di onnivori che deridono e discriminano i vegetariani credo proprio di averne incontrati.

E lo dico da onnivoro convinto.

E io il contrario: il "problema" più grande che ho avuto per una persona vegetariana (ma nemmeno, mi ha passato di striscio perché ero più piccola) è stata la preparazione per un pranzo per una persona che non mangia carne, quindi anche lo stare attento a non cucinare le verdure con lardo o cose simili.

Ho visto un sacco di gente, invece, che ti dice che sei un assassino se mangi: quelli mi danno fastidio, ma secondo me ci sono anche tanti che si "fingono" vegetariani e dicono qualcosa pur di brontolare dietro a qualcuno.

Io rispetto voi, voi però rispettate me, senza farmi passare per assassina e criminale, che ce ne sono già tanti, purtroppo, a questo mondo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
In questa discussione potrà essere anche vero, ma di onnivori che deridono e discriminano i vegetariani credo proprio di averne incontrati.

E lo dico da onnivoro convinto.

Insomma, magari gli onnivori potranno deridere, ma sono i veg che di solito ti fanno le ramanzine se ti fai un panino. Detto questo penso che alla fine basta evitare certa gente, da ambo i lati, o farla scappare a gambe levate. :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'importante, secondo me, è non generalizzare. Ovverosia non far carico a tutti i vegetariani delle colpe di qualche loro rappresentante più o meno fanatico.

E viceversa.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'importante, secondo me, è non generalizzare. Ovverosia non far carico a tutti i vegetariani delle colpe di qualche loro rappresentante più o meno fanatico.

E viceversa.

Quello che intendevo; per me c'è anche chi "finge" di essere vegetariano...

Però secondo me tutti devono rispettare gli altri, qualsiasi cosa essi decidono...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Kate Malone

E bisognerebbe evitare anche l'inutile vittimismo... Perché non mi sembra che nessuno sia stato crocifisso per le sue scelte, qua.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La questione dell' "alimentazione secondo natura" la trovo un concetto un tantino poco definibile. Gli animali non sono creature statiche, si sono evoluti secondo l'adattamento, e gli esseri umani che io sappia sono sempre stati dei campioni in questo. Anzi teoricamente una creatura onnivora dovrebbe essere favorita rispetto a una che o si nutre solo di un determinato alimento (tipo i panda), a livello di sopravvivenza è molto utile essere in grado di digerire un po' di tutto. Poi soprattutto per l'uomo, ma anche per gli animali, non è detto che la scelta di cosa sgranocchiare sia sempre questione di "quel che passa il convento": io non posso lasciare yogurt e gelati incustoditi perché i miei gatti ne vanno matti (e io non li ho mai abituati col piattino di latte), e quando avevo il cane bisognava fare attenzione anche ai latticini (ma a qualsiasi cosa, era una fogna quel botolo :saltello: ). Che poi una delle gatte andava matta di cioccolato manco fosse eroina, un'altra, nonostante per natura sia un carnivoro stretto, adora il brodo vegetale :umhh: ...

per questo e altri motivi non ritengo "atroce" lo scegliere di cibarsi di questo o quell'altro (anche il cannibalismo di per sé non lo trovo nulla di così terribile; per la cultura a cui appartengo lo comprenderei solo in condizioni estreme e che non prevedano l'omicidio, ma che altri popoli lo trovino normale non mi disturba, sempre cibo è), al limite posso trovare poco furbo chi fa diete sbilanciate che finiscono con l'essere dannose. E sì che la salute è tua, ma poi l'ospedale lo paghiamo tutti, quindi non è una questione esclusivamente personale quella della salute alimentare (se eviti di farti danni evitabili, magari quei soldi li usiamo per altro).

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In questo thread non ho ancora visto un onnivoro, né un carnivoro dire che i vegetariani stiano sbagliando ad essere vegetariani. Ma ci sono parecchi interventi di vegetariani che invece accusano più o meno velatamente i carnivori di mangiare in modo non naturale o di "mangiare cadaveri" o di fare scelte non etiche.

Quindi per la mia esperienza sono i vegetariani ad avere problemi con gli onnivori.

Sweety, se ti riferisci a me sull'accusa più o meno velata, guarda... io non è che 'accuso', perché non la vedo come una colpa o come un delitto. Però è un cadavere, non è che ci si possa stare troppo a ricamare sopra ò_ò Non lo dico come 'Ah, assassyny! Il suo sangue è sulle voxtre many!', è un semplice dato di fatto. Che poi mi pare di averlo scritto mentre spiegavo perché ho smesso di mangiare carne, che è stato il momento in cui mi sono resa conto del fatto che quello che stavo masticando era a tutti gli effetti un cadavere.

Se non ti riferivi a me, boh, sarò paranoica xD

Comunque... secondo me si sta risolvendo in una conta della percentuale di dementi cagapifferi (posso dire cagapifferi? ò_ò) da una o dall'altra fazione.

Tipo. Quando ero onnivora, non ricordo di un solo vegetariano che mi sia mai venuto a dire 'ba'. E ne conoscevo, eh.

Da quando sono diventata vegetariana, è stato un continuo, specie all'inizio. Da diverso tempo hanno smesso di scassarmi l'anima, anche perché ho detto chiaro e tondo che mi stavo sinceramente incacchiando con tutte le loro fisime. Non mi dimenticherò mai di una volta che eravamo in macchina, io e altri quattro amici. Uno tra loro era genuinamente incuriosito dalla mia scelta, anche perché quando ancora mangiavo carne, ne mangiavo pure tanta. Le altre tre... giuro, le avrei strangolate. Mentalmente aperte, lettrici e piene d'interessi e tutto, ma guai a me che avevo smesso di mangiare carne. Offensive, mi parlavano sopra senza alcun rispetto, come se avessi proclamato di essere diventata nazi o chissà che altro... poi, ripeto, col tempo hanno smesso, anche perché due su tre hanno carenza di ferro mentre il mio è normale.

Però veramente, non so statisticamente se ci siano più cagapifferi da una parte o dall'altra, ma c'è anche da contare che per un vegetariano ci sono milioni di onnivori e se tra questi, sparo a casissimo, un 10% sono cagapifferi, è comunque un'orda di decerebrati. Se invece facciamo che anche un 20% di vegetariani fosse cagapifferi, oh, che sarà mai, se ti va bene ne incontri uno all'anno. Non tutte le cacchio di volte che esci di casa.

Che poi. Io ho notato che molti 'onnivori', quando ci si trova a discutere di quest'argomento (che io, di mio, eviterei come la peste...) si mettono subito sulla difensiva e cominciano a risponderti piccati e offesi, come se li avessi appena accusati di chissà quale crimine. E' come se il mio aver fatto una scelta fosse un automatico giudizio su quelli che ne hanno fatta un'altra. Ed è pesantissimo discutere con gente che ti guarda male come gli avessi dato del nazipedopiromane -__-'

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

oddio, questa me l'ero persa

Pura curiosità la mia: tu preferisci la braciola o la salsiccia?

cioè come dire "tu preferisci la lasagna o la zucchina?".... :wah:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Leggivendola, sì, ce l'ho anche con te, ma anche con gli altri.

Perché ancora non ho capito chi, qui, abbia accusato i vegetariani di alcunché. Se qualcuno fuori di qui ti offende, non capisco perché bisogna venire qui mettendo le mani avanti, dicendo "gli onnivori hanno un problema coi vegetariani". Siccome io sono onnivora, che facciamo? Smetto di cucinare vegetariano per mia cognata perché "oh, fanciulla, io sono onnivora e quindi per solidarietà di categoria devo discriminarti, e poi tanto non mi riconosceresti mai lo sforzo, visto che per tutti i vegetariani gli onnivori sono una manica di bigotti pronti solo a decantare le virtù della carne?"

Ecco, perché io è questo che comincio a pensare: che magari posso anche essere rispettosa, cercare ricette vegetariane (come ne cerco per diabetici o celiaci), cosa che non ho certo cominciato con questo post (ho un blog che lo dimostra), ma tanto ai vegetariani non gliene importa nulla, io rimarrò sempre una carnivora che oltre a mangiare cadaveri (è un cadavere anche quello dell'insalata), rovinare economie di interi paesi e favorire il buco dell'ozono, è pure sempre lì a insultare chi non mangia come lei.

Percezione selettiva, ecco un bel concetto con cui fare i conti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Leggivendola, sì, ce l'ho anche con te, ma anche con gli altri.

Perché ancora non ho capito chi, qui, abbia accusato i vegetariani di alcunché. Se qualcuno fuori di qui ti offende, non capisco perché bisogna venire qui mettendo le mani avanti, dicendo "gli onnivori hanno un problema coi vegetariani". Siccome io sono onnivora, che facciamo? Smetto di cucinare vegetariano per mia cognata perché "oh, fanciulla, io sono onnivora e quindi per solidarietà di categoria devo discriminarti, e poi tanto non mi riconosceresti mai lo sforzo, visto che per tutti i vegetariani gli onnivori sono una manica di bigotti pronti solo a decantare le virtù della carne?"

Ecco, perché io è questo che comincio a pensare: che magari posso anche essere rispettosa, cercare ricette vegetariane (come ne cerco per diabetici o celiaci), cosa che non ho certo cominciato con questo post (ho un blog che lo dimostra), ma tanto ai vegetariani non gliene importa nulla, io rimarrò sempre una carnivora che oltre a mangiare cadaveri (è un cadavere anche quello dell'insalata), rovinare economie di interi paesi e favorire il buco dell'ozono, è pure sempre lì a insultare chi non mangia come lei.

Percezione selettiva, ecco un bel concetto con cui fare i conti.

Ma veramente io è dall'inizio della discussione che continuo a ripetere che non ci vedo nulla di male nel mangiare carne xD

Io mi riferisco a gente incontrata nel giocondo mondo reale, anche se poi basta andare su un link dedicato all'argomento su fb e figuriamoci, già c'è l'apocalisse.

E' la parola 'cadavere' che ti offende? Non lo dico in senso spregiativo è che... beh, è un cadavere ò_ò

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem

Ebbasta!

Un vegetariano vi dice che state mangiando un cadavere torturato mentre voi addentate un panino al prosciutto? Basta rispondergli "ringrazia che non è tua nonna, solo perché era troppo dura e stoppacciosa".

Un onnivoro si mette a pontificare che siete dei maniaci ambientalisti? E ditegli "sì sono un'assassina spietata di insalata, proprio come tu che mangi carne. Solo che io sono pigra, e la verduta è più facile da acchiappare."

Essanta pazienza, se non volete discutere delle vostre scelte non fatelo! Se io non ho voglia di parlare della mia etica con gente che reputo imbecille, con due frasi nette faccio passare loro la voglia di aprire bocca. Ma non siete capaci di tagliare corto? Ma che vi frega se Tizio pensa che siete degli assassini e se Caio è convinto che cascherete a terra morti di anemia perniciosa dopo un mese? Vi cambia la vita? No, perché sono proprio curiosa di saperlo.

E se a cena avete un vegano che non mangia niente che non abbia avuto le radici, basta dirgli "senti, non ho proprio idea di cosa cucinarti. Mi dai qualche ricetta?"

Oppure saltare in padella due spinaci con aglio e olio, mescolarli alla pasta e saluti.

Ma io non so, vedo da una parte e dall'altra solo tanta voglia di prevalere e di convincere l'auditorio che IO sono più colto, più intelligente e che solo in virtù di questo ti concedo di portare avanti le tue scelte.

Ma anche no, eh?

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io nel marzo del 2010, mi pare, iniziai ad eliminare carne e pesce dalla mia dieta completamente. Solo che a dicembre mi sentii un po' deboluccia, feci le analisi del sangue e scoprii di avere i valori del ferro al minimo sindacale (ricordo sopratutto che la ferritina, che doveva stare a 11 minimo, era a 2). Ho fatto una cura di ferro per 2 mesi prendendo pillole. Il fatto era che avevo seguito un'alimentazione sbagliata perchè non avevo consultato un medico prima di diventare vegetariana. Adesso sono tornata a mangiare carne come prima, cioè in modo indiscriminato, e la cosa mi dispiace parecchio ma non riesco a seguire una dieta. Tornando a mangiare carne sono ingrassata, comunque. Credo che sia meglio mangiare senza fare estremismi: carne o pesce al massimo 2-3 volte alla settimana va benissimo, integrando con verdura, frutta, cereali, ecc..

Comunque nel mio "periodo vegetariano" ho mangiato in modo molto più vario rispetto ad adesso che sono onnivora. Scusate le ripetizioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sarebbe preferibile mangiare animali vivi?

Non ho detto questo O_o

Scusa, come lo chiami un corpo morto? Avessi detto 'carogna' magari lì ci sarebbe stato l'intento di offendere, ma 'cadavere' per me è un termine piuttosto neutro...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem

I cadaveri sono quelli di esseri umani, per gli animali si utilizza il termine 'carcasse'.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Kate Malone

Meno male che hai iniziato a rimangiarla, Zenzero. Anche io avevo (e ho tutt'ora) i valori del ferro bassi bassi. Anche perché sostituire la carne con delle pillole è davvero poco sano (lo dice una che piantava i chiodi nelle mele :facepalm: molto più facile mangiare la carne e non se ne parla più).

Modificato da Kate Malone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I cadaveri sono quelli di esseri umani, per gli animali si utilizza il termine 'carcasse'.

°O°

... ci son rimasta così di sasso che son dovuta andare sul dizionario online xD

Chiedo venia, errore assolutamente mio ù_ù/

... però 'carcassa' è pure peggio di 'carogna' °__°

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il tema mi interessa. Ho recentemente visto, andando a Certaldo, in autostrada, un camion con dei polli pietosamente uno sopra l'altro. Bè, dire che avrei volentieri fermato il furgone e liberato i polli, è dire poco. Poi, qualche giorno fa, su Facebook ho visto una mucca acchiappata da pinze meccaniche, sospesa in aria, con il latte che per la pressione zampillava fuori dal suo corpo: era diretta al macero. Mi era già successo di vedere cose del genere, ed ho scritto anche una poesia che non è stata assolutamente capita, dove paragonavo i campi di concentramento tanto sofferti da tanta gente ai mattatoi di oggi. Nessuno commentò quella poesia in questo senso. Ma l'egoismo ha portato i miei "colleghi" a vedere solamente il massacro dell'uomo. Bè, per un motivo o per un altro sono ancora carnivoro. Ma ad esempio, non faccio mettere più la carne sulla pizza, e mangio comunque meno carne. Sarà dura, ma ecco il mio messaggio: diffondiamo ogni tipo di informazione riguardo allo sfruttamento di un "uomo animalesco" nei confronti degli "animali umani": funziona!.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io sono onnivora, però per motivi di gusti molta carne non la mangio e pesce ancora meno.

Mi piacerebbe provare a seguire per un periodo una dieta vegetariana, soprattutto perché i pochi tipi di legumi che conosco mi piacciono tutti molto e mi piacerebbe scoprirne di nuovi.

Detto ciò, non sono molto informata su tutte le questioni ecologiche e sul trattamento degli animali, ma un servizio che ho visto una volta in tv su un allevamento intensivo di polli mi ha fatto capire che la situazione sui diritti degli animali è grave. Praticamente vivevano tutti appiccicati in uno spazio ristretto, alcuni morivano schiacciati, altri non riuscivano più a camminare perché avevano mangiato del cibo che faceva loro crescere il petto in modo sproporzionato... ecco, vedendo certe cose ho davvero iniziato a pensare a come può l'uomo volerle. Però d'altra parte in campagna ho visto molto pollame allevato a terra, e non vedo cosa ci sia di male nel far vivere le galline in un grande prato con o senza recinto. D'altronde sono animali che in libertà morirebbero, o comunque vivrebbero male. Ok, allevarle per il cibo non è come allevarle come animali domestici, però credo che si potrebbero trovare dei compromessi.

In ogni caso, mi sembra che nessuno abbia ancora discusso del modo in cui si uccidono gli animali, che secondo me invece è un punto fondamentale. Mio nonno mi ha detto che una volta, per esempio, i maiali si uccidevano con una pugnalata al cuore, metodo sicuramente molto doloroso, anche perché non sempre si beccava il punto giusto al primo tentativo. Ora si uccidono con una speciale pistola che viene puntata sulla testa e causa morte istantanea. Quindi ecco, si è parlato di animali che soffrono, ma nessuno ha detto che un animale al giorno d'oggi può morire anche senza accorgersene, quindi senza provare alcun tipo di dolore. Non è forse una buona cosa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mangio poca carne ogni tanto, non sono vegetariano assoluto, mangio carne, non molta ma ne mangio.

Devo però specificare che la carne che mangio non ha niente a che fare con le macellerie o i supermercati: sono animali allevati allo stato brado: pecore, agnelli, maiali e manzi allevati come duemila anni fa, liberi, che non sanno cosa sia il mangime o le batterie.

Addiritura dalle mie parti si alleva sulle montagne una capra che per tutta la vita girovaga libera il luoghi aridi, senza bere mai acqua se non quella della rugiada. La carne è ricercata dagli specialisti per la sua unicità.

Idem per pollame, uova e conigli. Ho questa fortuna, anche se non ne usufruisco certo giornalmente, conoscendo pastori e allevaotri privati che disdegnano cooperative e globalizzazioni "animali".

Ovviamente ho rispetto assoluto per i vegetariani. Anche se, c'è da dirlo, la natura ci ha dotato dei molari proprio per masticare la carne, ma va bene anche per l'insalata.

Una volta ci si faceva meno problemi.

Non è che oggi, solo perchè abbiamo internet possiamo considerarci più evoluti di cento anni fa.

Il cervello umano non è in grado di assimilare troppe nozioni, alla fine le rigetta e torna alle origini.

Sarete certo entrati in un centro commerciale (io solo una volta in vita mia e me ne vanto) per scegliere un paio di pantaloni o una maglietta.

Davanti alla miriade di possibilità di scelta, non vi siete sentiti un attimino fagocitati?

Non avete avuto seri attimi di dubbi e incertezze su cosa prendere, talmente ampia era la scelta?

Io invece vado nel negozio di zio Luigino, un arzillo vecchietto di settantacinque anni che conosco da bambino e che veniva a vendere abiti in campagna con un camioncino, mentre ora ha un negozio, ma impostato all'antica.

Ha poche robe, ma buone, anzi ottime. Non ho problemi a scegliere. Se avessi migliaia di possibilità di scelte e di conoscenze di tutte le marche e le mode mi verrebbe da rimettere per l'indecisione. E mi vestirei di pelli d'agnello.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nella mia dieta frutta, verdura e dolci rientrano insieme come il 5%, massimo 10%, della mia dieta.

Carne, Carne, Carne, Uova, Carne, Pasta, Uova, Pasta, Pasta, Pane, Riso, Carne, Carne, Pasta, Pane, Carne, Uova... XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×