Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite Lem Mac Lem

Premio Neri Pozza

Post raccomandati

Senza internet non riesco a scrivere, se mai riuscissi a terminare, parteciperei.

Ma senza internet sono persa ç_ç

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per la documentazione? Prova a scrivere appuntando tra parentesi (o come ti viene più comodo) quello che ad ogni passo devi andare a controllare appena puoi, io faccio così quando non ho internet :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io intanto ho provato a mandar loro una mail per capire se il mio romanzo può partecipare. Se dovesse arrivarmi una risposta positiva, non voglio pensare a come riuscirò a finirlo in due mesi. Vabbè mi attira davvero troppo!

Manuela82: anche secondo me devi partecipare. Dalla loro risposta non vedo strade precluse, perciò tanto vale sognare almeno di poter avere quella dicitura sul proprio libro!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondo ancora su questo topic perché dopo tanto tempo e tutto quello che c'è scritto, ancora non sono convinta di questo:

"Il conseguimento del Premio da parte dell’autore dell’opera vincitrice implica che l’autore ceda in esclusiva a NERI POZZA EDITORE tutti i diritti di sfruttamento dell’opera, intendendo con questi i diritti di riproduzione parziale e totale dell’opera in qualsiasi forma, tipografica, elettronica e digitale in Italia e nel mondo.

L’autore dell’opera vincitrice si obbliga a sottoscrivere un regolare contratto di edizione e qualsiasi documento utile alla corretta formalizzazione della cessione dei diritti di sfruttamento dell’opera."

Poiché parlano di sottoscrivere "un regolare contratto di edizione", io non capisco perché dite: ti danno 25.000 euro e poi con l'opera ci fanno quello che vogliono e non ti dovranno dare mai più un centesimo.

La cessione dei diritti di sfruttamento dell'opera non significa cessione totale di tutti i diritti patrimoniali... o no? Perché avete tutti questi dubbi? Sta scritto e non lo vedo io oppure è perché siete abituati ai raggiri? ^^'

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aspetta a cosa ti riferisci? Tutta la discussione che abbiamo intavolato era per le opere FINALISTE (che verranno in parte distribuite come pubblicità) non per il vincitore

Modificato da Manuela82

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi riferisco a questi:

è chiaro che cercano il colpaccio con un romanzo che venda parecchio più del valore di 25000 perché ricevuti quelli l'autore non avrà diritto a niente. :D Comunque vincere sarebbe una bella occasione per farsi un nome. Credo che invierò lì il romanzo per bambini che sto scrivendo. :D

Scusate se sono dura di comprendonio...ma quindi l'autore non prenderà nessuna percentuale sulle copie vendute?

Ma 25000 euro, Tigre. Venti-cinque-mila. E prenderesti i diritti da quelli che scriverai dopo. Io - e non solo io - firmerei subito. Diritti, diritti cinematografici, tutto quello che vogliono.

Io non sono d'accordo. Vincere vorrebbe dire andare a perdere perché penso che arriveranno più di mille romanzi. Firmare un corntratto normale significa guadagnare di più di 25000 euro perché neri pozza sicuramente fa vendere ai suoi autori di più di una 50000 copie secondo me.

Pagina 2 :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'è qualcuno che ha spedito o che sta facendo di tutto nei pochi tempi che rimangono per provarci? ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io penso di spedire. Mi do tempo fino a fine mese, se non avrò risposte da altre ce entro fine marzo, stampo e spedisco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io penso di spedire. Mi do tempo fino a fine mese, se non avrò risposte da altre ce entro fine marzo, stampo e spedisco.

Grande Vale :la: Ma l'horror, come leggevo un po' di "topic" fa? :)

@Liusca non sei l'unica, anzi, io sono al quarto :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, quello (che è anche l'unico che ho pronto).

Ho scritto alla Neri Pozza descrivendogli il manoscritto, che comunque è anomalo, più "letterario" che di genere, e loro hanno detto di mandarlo lo stesso.

Al limite (anzi, per me di sicuro :asd: ) ci eliminano subito, e via.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vale hai fatto bene e penso che loro sono stati molto carini dal non precludersi di accoglierlo e leggerlo. Sarà che sono di parte, e, a parte questo concorso, come casa editrice mi piace moltissimo, ho proprio un debole. Ha un catalogo non indifferente.

Noi in ogni modo ci proviamo, non raggiungeremo mai quegli "spiccioli" ma arrivare tra i 5 finalisti sarebbe già arrivare a un grandissimo traguardo ... :ohh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io spedirò ai primi di aprile, sto terminando alcune limature, dopo un corposo processo di editing.

Sinceramente la questione "25000 euro e poi più niente" mi pare del tutto capziosa (soprattutto in un forum composto in prevalenza da aspiranti scrittori o da scrittori che si muovono in dimensione non commerciale o da piccola/media editoria, in cui la questione commerciale è ancillare...giustissima la tutela dei propri diritti, a patto che non tracimi nel paradosso o nella farsa), a meno che uno non sia matematicamente certo di aver scritto un libro la cui trasposizione cinematografica diventerà caso commerciale del secolo...perchè con le copie vendute, anche migliaia, quella cifra messa in palio non la si raggiunge.

Conosco autori da 15.000 copie vendute (per il mondo editoriale italiano, al netto di best seller di plastica ed eccezioni da contarsi sulle dita di una mano, si tratta di cifra da successo assoluto), pubblicati da big, che non hanno incassato nemmeno 16.000 euro...l'opzione dei diritti cinematografici poi, a meno che non si inneschi una asta, ha un valore commerciale piuttosto basso, generalmente le case di produzione acquistano i diritti di un libro prima che esso inizi a vendere e a palesare un qualche successo, sia pure di nicchia

Quindi, vero che aspirante scrittore non deve significare "sono disposto anche ad essere calpestato pur di vedermi pubblicato" ma davanti a quella cifra e per quella che è la sostanza del mercato editoriale italiano, ci vorrebbe un pochino più di umiltà e di contegno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Kept, grazie per aver risposto alla mia domanda e ai miei dubbi.

Sono perfettamente consapevole di quello che dici, tant'è che manderò molto probabilmente il mio romanzo che al momento sta nella fase di limatura, rilettura, aggiustatura, ecc. al concorso, ma sinceramente credo che se rientrasse entro i primi 50 sarebbe già un miracolo -_- Conosco i miei limiti ma non voglio lasciare nessuna strada intentata, dopo che per anni e anni non ne ho provata nessuna proprio perché mi auto-umilio e auto-denigro troppo i miei lavori ^^' E se ho deciso di iniziare a provarci è grazie a questo forum.

La mia è una curiosità che nasce proprio dal fatto che sono nuova in questo mondo e voglio capire: molti fin qui vedono in questo atteggiamento della casa editrice qualcosa di "losco" nonostante il grande nome. A me sembra sia tutto trasparente, e mi sembra che persino l'opzione dei 25000 euro non sia come viene descritta nei post che ho riportato. Cioè, non riesco a interpretare il regolamento in questa chiave di "ti do tutti i diritti in cambio delle 25000 e poi fanne ciò che vuoi guadagnandoci anche milioni" dal momento che si parla di regolare contratto di edizione. Poiché questo è un esempio di cessione dei diritti che mi potrei ritrovare davanti in molti molti altri casi, volevo soltanto capire qual è il punto da cui si evince che loro avranno TUTTI i diritti e io non ne avrò più alcuno.

È la frase "ceda in esclusiva a NERI POZZA EDITORE tutti i diritti di sfruttamento dell’opera"? Perché normalmente se ne cedono solo "alcuni"? E allora in quel caso che cosa avrebbero scritto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da quel che avevo capito io, si vedeva qualcosa di "losco" (se così si può dire) in questa frase del bando di concorso:

La presentazione di un’opera al concorso implica necessariamente l’accettazione totale delle seguenti condizioni da parte dei partecipanti:

1. L’assenso del partecipante alla divulgazione dell’opera presentata, qualora essa risulti vincitrice o finalista del Premio.

Siccome il vincitore è uno (e si becca le 25mila cucuzze) e i finalisti 5 (che non si beccano nulla in denaro), il dubbio stava nel fatto che un finalista dovesse per forza consentire alla "divulgazione" della propria opera, anche senza guadagnarci nulla.

Insomma, pareva quasi che Neri Pozza volesse "pubblicare" 5 libri pagandone uno solo e lucrando sugli altri.

In realtà, dalle notizie che sono state poi postate, pare che per "divulgazione" si intenda solo la possibilità di citare passaggi di testo per promuovere i finalisti (a mezzo stampa, per esempio), o di consentire la pubblica lettura di qualche pagina. Insomma, "divulgazione" è diverso da "pubblicazione". Neri Pozza pubblicherebbe solo il vincitore, che intascherebbe il relativo premio in denaro (e come dice Kept, in questo ambito si tratta di una vagonata di soldi). Gli altri finalisti riceverebbero solo una menzione.

Almeno, questo è quanto ho capito io. :sss:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Stanotte ho fatto un sogno. Non avevo vinto il Neri Pozza, ma ero arrivato terzo. Nel sogno mi dicevano tutti che era stato meglio così, e così è andata. Il vincitore ha "perso" la sua opera intascando 25000 euro, io ho conservato la mia opera ricevendo proposte editoriali da tanti editori.

In effetti, se ci pensate, sapere di essere selezionato su 500, 700, 1000 manoscritti, da editori non sareste incuriositi a pubblicare le quattro opere rimaste al palo?

Io si, ma purtroppo sono uno scrittore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vi segnalo che il Premio sarà presentato anche a Roma martedi 19, nell'ambito di un convegno dal significativo titolo "Che cosa è la Letteratura?", convegno che vedrà la partecipazione di molti critici letterari quotati tipo Cortellessa e Pedullà.

E' evidente che stanno cercando un testo "classico", la mia unica perplessità è che ogni volta che sento fare esempi o citare influenze si rimane fermi a grandi autori di 50 anni fa...come se un classico non potesse essere moderno, contemporaneo, quasi che avessero un pudore istituzionale e scolastico nell'affrontare il concetto stesso di classico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Signor Ford

Il dado è quasi tratto, e io sono in ritardo nella tabella di marcia :fuma:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mettici anche una quarantina di pagine in bianco e invita i giurati a inserire da sé quello che ritengono sarà l'evolversi della storia. Spaccia il tutto per un nuovo tipo di letteratura interattiva e diventa ricca sulle spalle degli altri. :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho "già" scritto 9 pagine di A4... e se inviassi un coso di 20 pagine? :emh:

Non dirlo a me, ho cominciato a scrivere solo ieri anche se l'idea mi frulla in testa da un po' :(

Se scrivessimo un minimo di 10.000 battute al giorno comunque dovremmo farcela...

A proposito ragazzi, sul regolamento dicono di allegare:

iii) Dichiarazione del carattere originale dell’opera che si presenta.

iv) Dichiarazione della piena titolarità dei diritti dell’opera da parte dell’autore.

v) Dichiarazione di accettazione da parte dell’autore di tutte le condizioni stabilite dal Premio Nazionale di Letteratura Neri Pozza.

E' la prima volta che partecipo ad un concorso, come vanno presentate queste dichiarazioni? Devo scrivere su fogli separati qualcosa del tipo "il sottoscritto xxx xxx dichiara che l'opera xxx presentata al concorso è originale. Firma e data" o devo forse inserire le tre dichiarazioni in un unico foglio?

Il pensiero di venir esclusa per qualche cavillo burocratico mi ha sempre terrorizzata...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Foglio bianco in cui scrivi "IL SOTTOSCRITTO etc..... dichiara di essere titolare dell'opera (NOME OPERA) e che questa è inedita e originale. Dichiara inoltre di accettare etc etc etc"

firma

Qualcosa del genere :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Foglio bianco in cui scrivi "IL SOTTOSCRITTO etc..... dichiara di essere titolare dell'opera (NOME OPERA) e che questa è inedita e originale. Dichiara inoltre di accettare etc etc etc"

firma

Qualcosa del genere :)

Grazie mille! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ho "già" scritto 9 pagine di A4... e se inviassi un coso di 20 pagine? :emh:

Data la lunghezza dei romanzi Neri Pozza, dubito ... :asd:

Mancano venti giorni, se hai bene in mente il tutto ce la puoi anche fare a completarlo (dovrei dirlo anche a me stessa), ma fare tutto all'ultimo e di fretta ... Non so ... Io passo e mi prendo tutto il mio tempo.

Ci proveremo al prossimo centenario, con i capelli bianchi e bastone :la:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ho "già" scritto 9 pagine di A4... e se inviassi un coso di 20 pagine? :emh:

Data la lunghezza dei romanzi Neri Pozza, dubito ... :asd:

Mancano venti giorni, se hai bene in mente il tutto ce la puoi anche fare a completarlo (dovrei dirlo anche a me stessa), ma fare tutto all'ultimo e di fretta ... Non so ... Io passo e mi prendo tutto il mio tempo.

Ci proveremo al prossimo centenario, con i capelli bianchi e bastone :la:

Io invece ti consiglio di provare. Avere la certezza di venir letta da una casa editrice del calibro di Neri Pozza non capita tutti i giorni... dai, il difficile sta nel ricreare mentalmente ogni capitolo, a scriverlo poi non ci vuole nulla :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×