Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

I Figli di Baal

Book trailer

Post raccomandati

Ciao a tutti,

sono nuova e già questo forum mi piace moltissimo! ;-)

Sto per pubblicare un libro fantasy a ottobre (non so se posso scrivere titolo e casa editrice... boh!).

Sto pensando di auto-finanziarmi un book trailer. Mi potete aiutare?

- Qualcuno di voi se ne occupa, potete farmi avere un preventivo anche sulla base della qualità del vs. lavoro e sui dati in vostro possesso in merito a quanto "gira" online o in tv?

- Chi l'ha già fatto, cos'ha ottenuto? Conviene farlo e come?

Ciaooooo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao.

Tu col nome, io con l'avatar. I francesi de "i compagni di Baal" dovrebbero pagarci. ;-) Senti, l'idea del booktrailer è buona. Conviene farlo, ma c'è sempre la questione che riguarda la promozione. Voglio dire, puoi farne uno carino, bella musica, immaggini brillanti e azzeccate, ma poi devi comunque farlo girare tu sul web. Comunque è un ottimo aiuto per promuovere il tuo lavoro letterario. Se studiato bene può incuriosire e attirar molto più che qualche frase a effetto o la quarta di copertina.

Consiglio: non spendere soldi per farlo! A meno che non ti affidi a un'agenzia di promozione e ufficio stampa. Basta il Windows MovieMaker e un po' di fantasia per farne uno decente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Wow, grazie a tutti! L'editore non ha mai fatto book trailer, quindi non credo che lo farà per me.

Quindi voi dite che basta MovieMaker oppure un amico smanettone? In effetti...

Io sarei stata disposta a pagare solo se la società di pubblicità offriva anche la distribuzione, altrimenti il prodotto lo confeziono da me!

;-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite *Lili*

Se vuoi fare qualcosa di casereccio ti basta usare appunto Movie maker: è un programma facile da usare, ma poi come dicevano sopra, devi essere tu a metterlo in giro per il web (magari sul tuo sito/blog) per farlo vedere.

Questo se l'editore non fa book trailer. Hai provato a chiedere alla casa com'è la loro politica in merito?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io credo si possa realizzare un ottimo lavoro anche a livello amatoriale; molti dei programmi più utilizzati sono ormai facilmente reperibili e sicuramente funzionali. Devo comunque ammettere che, fatta eccezione per l'ultimo periodo, sono sempre arrivato al booktrailer di turno dopo aver scoperto una nuova uscita (e non prima come invece dovrebbe essere). Comunque molti ragazzi si dilettano gratuitamente nel montaggio di clip a tema, qualche tentativo, nel caso tu sia davvero interessato, anche solo per farti un'idea riguardo il lavoro finale, lo farei fossi in te. :)

Per quanto concerne i programmi più "semplici" (rispetto ai concorrenti) ma di sicuro effetto ricordo: Sony Vegas e Corel Video Studio Pro (una qualsiasi delle versioni "light").

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Snow Whole, il famoso "amico smanettone" l'avrei anche trovato.

Magari faccio una prova e lo posto qui, così potete giudicare.

Ma sapete, più che il prodotto in sé, a me interessava anche un circuito di distribuzione che possono avere solo le aziende pubblicitarie: e queste si pagano bei soldoni!

sigh...

Mi sa che come sempre dovrò fare tutto da sola! ;-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si, non credo convenga (non a questi livelli perlomeno) investire un quantitativo di soldi non indifferente per la promozione pubblicitaria autonoma. Ti basti pensare che (a titolo di esempio), per apparire su due riviste di settore, con un trafiletto che racconti brevemente la trama del libro, la spesa media è di mille euro. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per riviste di settore intendi Leggere Tutti, ad esempio?

Lì per una pagina intera mi hanno chiesto 800 euro, il che non è male se solo la rivista fosse letta!

Dichiarano una tiratura di 180mila copie ed è freepress, ma il mio ilbro è un fantasy e forse sarebbe meglio un giornale diretto ai ragazzi.

Quali altre riviste conosci tu?

Ciao!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, mi riferivo a riviste che promuovono spesso (negli spazi pubblicitari, in rubriche a tema e quant'altro) testi di vario genere, ma non sono specificatamente appartenenti a quell'ambito. Una pagina intera avrà un prezzo differente a seconda della sua collocazione.

Ti faccio un esempio concreto (inerente solo a metà, ma è per fare in modo che l'idea sia comprensibile): su Metal Meniac o Metal Hammer, una pagina intera, per pubblicizzare l'evento musicale che decidi di promuovere, finisce per costarti intorno ai cinquecento euro. Se vuoi che quella pubblicità debba apparire sul retro di copertina invece, puoi tranquillamente alzare il prezzo di altri trecento euro, oppure raddoppiare il costo iniziale (a seconda dell'iniziativa trattata). Tornando a bomba: i giornali ai quali mi riferivo inizialmente sono molteplici (a titolo d'esempio potrei citare L'Espresso), ma i prezzi sono similari. Se comunque non sei appoggiata da una grande casa editrice, o magari si tratta di soddisfare un capriccio puramente personale (nell'ottica dell'editore), puoi tranquillamente triplicare (circa) il prezziario ipotetico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Consiglio: non spendere soldi per farlo! A meno che non ti affidi a un'agenzia di promozione e ufficio stampa. Basta il Windows MovieMaker e un po' di fantasia per farne uno decente.

Come disprezzare il lavoro di un creativo: lo stai facendo bene. Il booktrailer ha l' importanza della copertina di un libro. Non spendi nulla? non ne ricavi nulla. Invece se ci si tiene al proprio romanzo, se ci si crede e si crede di aver fatto un buon lavoro, allora dovrebbe anche essere il caso di fargli meritare un booktrailer ( o una cover) all' altezza. Spendendo anche qualche soldo da dare al creativo che lavorerà con quello su cui si è specializzato ed è appassionato (illustrazione e/o video-editing) e che metterà a servizio dello scrittore

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Franco,

La redazione della Curcio dove pubblico ha dei grafici molto bravi, anche in grado di realizzare un video di buon livello tecnico.

Quello che pagherei - dipende sempre dalle cifre - è un network dove inserirlo per diffonderlo! Il lavoro si paga, certo, ma oggi come oggi valgono soprattutto i contatti!

Ciao!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ah, beh, questo è un altro discorso, Figli di Baal, e con cui sono d' accordo. Se quello che ti interessa è la diffusione del booktrailer più che la sua qualità, è giusto che saresti disposta a pagare quella e non il video.

Io avrei un' idea riguardo il cercare di ottenere molte visualizzazioni al booktrailer, ma non sono ancora riuscito a metterla in pratica. Si tratta di sfruttare il parco di fan che hanno le band famose o poco famose ma con un certo rispettabile numero di fan. Le opzioni sarebbero:

1) Riuscire a contattare la band (parlo di una band non molto famosa) e chiedergli di poter inserire un loro brano come colonna sonora del booktrailer (che in questo caso sarà più videoclip che booktrailer) dimodoché i fan della band tenderanno a vedere il video in cui c'è la colonna sonora della loro band preferita. In cambio si offrirebbe alla band un certo aumento di visibilità grazie al video booktrailer

2) sistema più spregiudicato: si sceglie una band molto famosa, un loro brano adatto, e ci si fa il video booktrailer (solo nel caso si possa utilizzare quel brano, altrimenti Youtube lo banna). In questo caso non si può platealmente pubblicizzare il libro, ma subdolamente ci si inserisce qualcosa che rimanda al romanzo. I numerosi fan che vanno in giro su Youtube cercando i brani della famosa band, potrebbero incappare nel booktrailer (bisogna anche inserire le parole chiave adatte)

3) Fare le cose in maniera corretta (ma questo io non l' ho mai sperimentato, non so come si fa): scegliere la band famosa, il brano, e contattare la SIAE per fare le cose in regola (e per informarsi se è possibile farlo)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A Franco: non stavo disprezzando il lavoro di nessuno. Ho solo dato un consiglio a chi, si presume, non abbia mezzi eccessivi per promuovere il proprio lavoro letterario, come la maggior parte degli esordienti, spesso lasciati a se stessi da sedicenti editori che non fanno granché in campo promozionale. Il creativo professionista o semi-tale, dovrebbe ingaggiarlo la casa editrice e pagarlo, esattamente come per il grafico che realizza la copertina, l'ipaginatore, il tipografo, eccetera.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nessun problema, Syllon, ma a essere precisi la "I Figli Di Baal" chiedeva espressamente un preventivo. Cioè è come se per esempio io chiedessi un preventivo per farmi scrivere un bell' editoriale di apertura sul mio libro, e mi si rispondesse qualcosa come "scrivitelo te, tanto basta un software di correzione per avere un editoriale soddisfacente" ;)

Sul discorso delle usuali magagne e lacune dell' editoria, mi trovi del tutto d' accordo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E io non sono d'accordo che un giovane esordiente, con un editore alle spalle che intasca circa il 98% dei diritti, debba chiedere preventivi. E' la mia opinione, tutto qua. Poi ognuno fa quello che ritiene più giusto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Certamente, Syllon! Come ho scritto prima sono d' accordissimo con te sui doveri che dovrebbe avere una casa editrice! Ma poi bisogna fare i patti con la realtà, e se un autore desidera avere il suo bravo booktrailer anche pagando, credo sia mortificante rinunciarci perché la casa editrice non lo fa a sue spese. Se invece quell' autore non ha intenzione di spendere soldi, non è certo obbligato a farlo di tasca sua. Dici infatti bene: "ognuno fa quello che ritiene giusto". E' che in questo caso, come ripeto, l' autrice qui aveva espressamente richiesto dei preventivi...

ma non facciamone un film! :) se sei d' accordo finiamola qui, tanto non è poi una gran cosa di importante questa su cui stiamo discutendo, no?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Già, Syllon... a meno che non si vede l'editore come un mezzo, cosa che ho fatto io.

Insomma, da sola il mio libro non sarebbe mai uscito, invece le spese di stampa se le paga Curcio.

Non ha senso fare battaglie contro i mulini a vento, se l'azienda non fa promozione o la fa in ritardo e in modo blando, non posso certo cambiare le cose da sola, a meno che non dimostro che con qualche accorgimento si può promuovere efficacemente un libro.

Io mi farò il c__o, d'altronde è mio interesse che il libro venga letto.

In attesa che le cose cambino e io diriga una mia casa editrice, faccio esperienza e mi faccio conoscere, anche attraverso quello che scrivo.

Franco, l'idea di rivolgersi alle band non è male... ricordo che un mio amico era il webmaster dei Litfiba, chissà che non abbia ancora i contatti. Poi qualche amico che suona ce l'ho... magari nell'ambiente si conoscono.

Credo che intanto farò una lista di persone di cui ho i contatti, anche su Facebook o sui forum e comincerò a chiedere, sapendo che prima o poi qualche soldino in cambio dovrò darlo. Ma, preventivi alla mano, nessuno mi vieta di andare dall'editore e chiedergli un contributo! ;-)

E poi, sì, ho chiesto preventivi, ma anche esperienze: se qualcuno ha già fatto un book trailer, mi piacerebbe sapere com'è andata!

ciaoooo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perdonami la domanda indiscreta: ma Curcio chi? Armando Curcio editore? Spero non sia lui (in effetti esiste un altro Curcio), perché questo non è un "piccolo" editore indipendente di periferia...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, io ho fatto qualche booktrailer: non proprio dei capolavori, ma qualcuno ha funzionato. Ecco perché mi ero permesso di darti qualche consiglio. Tutto dipende dal risultato che si vuole ottenere e dai mezzi che si hanno, questo è sottinteso. Non so se posso postarli qui, non credo. Ma se mi contatti su FB (sono Alfonso F. Dama) ti do i link così puoi farti un'idea su un prodotto "artigianale" fatto da chi non è proprio un professionista (per usare un eufemismo). :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, Armando Curcio Editore. è un editore nazionale (distribuzione PDE) che esiste da anni come Grandi opere (enciclopedie), ma in libreria è ancora medio-piccolo: hanno aperto il settore libri nel 2006 e oggi si scontrano con una distribuzione carente, purtroppo.

Inoltre sembra che gli investimenti pubblicitari (campagne pubblicità su riviste o social network) al momento non ci siano, quindi io mi sto dando da fare per muovermi per conto mio e, quando avrò le idee più chiare, proporre iniziative all'editore.

Intanto, per cominciare l'idea del book trailer mi sembra interessante. ;-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, Armando Curcio Editore. è un editore nazionale (distribuzione PDE) che esiste da anni come Grandi opere (enciclopedie), ma in libreria è ancora medio-piccolo: hanno aperto il settore libri nel 2006 e oggi si scontrano con una distribuzione carente, purtroppo.

Inoltre sembra che gli investimenti pubblicitari (campagne pubblicità su riviste o social network) al momento non ci siano, quindi io mi sto dando da fare per muovermi per conto mio e, quando avrò le idee più chiare, proporre iniziative all'editore.

Intanto, per cominciare l'idea del book trailer mi sembra interessante. ;-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io non credo molto nell'utilità dei booktrailer. Magari sono un caso isolato, ma non mi affido praticamente mai a un booktrailer quando sono indeciso se acquistare un libro o no. Dal punto di vista meramente commerciale, la copertina è importante (anche l'occhio vuole la sua parte) e se spettasse a me scegliere, investirei su quella piuttosto che su un booktrailer. In linea di massima, i BT sono efficaci soltanto nei rarissimi casi in cui un editore (o l'autore) è disposto a spendere un po' di soldi per girare un video che ritragga eventi che effettivamente si trovano nel libro (i BT fatti con un'accozzaglia di foto e video che non c'entrano nulla presi qua e là da internet il 95% delle volte sono davvero squallidi).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non è certamente il booktrailer che fa vendere il libro, però aiuta, e se fatto bene e diffuso ancora meglio, aiuta molto. E' lo stesso concetto dello spot pubblicitario, perché in fondo è uno spot pubblicitario. Grossolanamente il meccanismo è: mi imbatto nel BT, lo vedo, mi dico "bah" e passo a vedere un altro video. Dopo qualche giorno capito in libreria, tra i libri che sto osservando vedo il libro di cui ho visto il BT, mi dico " anvedi! questo lo conosco! ci ho visto il video, ci ho!" scatta la sensazione di "familiarità" tanto ricercata dai pubblicitari, e ci si sente invogliati ad acquistarlo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

però io tra i miei amici lettori non so di nessuno che vada a guardare booktrailer, o che si ferma a guardarli nel caso ci si imbattesse per caso. A me poi viene proprio difficile concepire il concetto di booktrailer...

Se lo si considera un trailer boh, un romanzo usa un linguaggio diverso da film e fumetti, quindi vedere immagini e frasi a effetto abbinate (peggio se la realizzazione è casereccia) al titolo di un libro non è che mi metta curiosità.

Se invece lo si considera una spot pubblicitario vero e proprio, nemmeno quelli li capisco granché... di norma i pochi spot in tv che si vedono inquadrano autore e copertina recitando qualche passo o frasi da "fascette", e in effetti mi sembrerebbero ridicolo se passassero immagini prese da film a caso. Ma in generale gli spot in tv non mi sono mai parsi roba da libri, mi fanno molto più presa i riquadri pubblicitari su giornali, riviste e siti web.

Tutto il papiello per dire che secondo me non ha tanto senso investire soldi su soldi per la diffusione di un booktrailer, mi sembra più efficace pagare per diffondere una banale immagine pubblicitaria (che in più evita un qualsiasi "atto di volontà" da parte di chi la guarda, basta un secondo di attenzione). Tra l'altro è molto più semplice e a buon mercato trovare qualcuno bravo con photoshop.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Uhm, però l'immagine di una copertina, a parte la maggiore diffusione visiva, non dice nulla su quello che è l'argomento del libro, né tantomeno su come il libro è scritto. E questo potrebbe fare la differenza tra chi compra per la copertina e chi cerca la storia.

Io ci sto pensando da qualche tempo a realizzare uno, o più, booktrailer per i miei lavori, per fare capire meglio di cosa parlano. Ne ho parlato con un mio amico che si occupa di pubblicità e anche lui, che pure è del settore, è cascato dalle nuvole, confessando di non averne mai visto uno...

Se riesco a mettere insieme qualcosa, lo posto qui :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per me è facile, l'immagine di cover la fa la Curcio e sono piuttosto bravi.

PEr quanto riguarda i book trailer, concordo con Franco, è uno strumento in più e, girando nel web sui canali giusti, crea quel senso di familiarità che può aiutare.

D'altronde, ragazzi, la verità è che sono al mio primo libro, quindi ancora nessuno mi conosce. Più carne al fuoco metto e meglio è.

Certo, Czar, anche un video casareccio e di infimo livello più che fidelizzare, è praticamente inutile. Vi ricordate ad esempio il video con la Arcuri e Ruby di Alfonso Luigi Marra? Mi sa che il libro se l'è letto solo la madre, mentre lui ha fatto una figura pessima e io ancora rido!

Per rinfrescarvi la memoria, ecco un link del "mitico" video:

Oppure, la Littizzetto:

http://www.youtube.com/watch?v=TqkCzQZDIT4&feature=related

LOL! :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vorrei chiarire due punti che sono il mio pensiero, ma che sono convinto corrispondano alla realtà:

1) Il booktrailer non è l' uovo di colombo, è solo uno dei vari e svariati mezzi a disposizione per promuovere e rendere appetibile il proprio libro

2) L' usanza di accompagnare al libro un booktrailer è abbastanza recente, soprattutto qui in Italia che spesso siamo "...miiii, ma perché siamo sempre gli ultimi a sapere le cose?!" :) Ecco perché è facile capiti che qualcuno non sappia neanche cosa sia un booktrailer.

Qualche decina di anni fa, lo stesso accadeva con i videoclip. Sembravano superflui, un ghiribizzo di cantanti o band famosi che se lo potevano permettere. Ma ad oggi se una band non accompagna i suoi brani con dei videoclip, è tagliata fuori

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×