Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Legio

Riscrivimi

Post raccomandati

Ospite Lem Mac Lem

Sì, è vero. Per esempio, prendere in giro l'intelligenza dell'utenza e dello staff di questo forum è una ciambella che con il buco riesce raramente, per non dire mai.

Ma vi credete anche furbi, a postare con lo stesso, identico, preciso indirizzo IP?

Gli utenti solidad e picturesofyou vengono bannati in quanto fake. Per gli altri sono in corso tutti gli accertamenti del caso.

 

Invito l'utenza a rimanere IT e a evitare il flame. Grazie.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho aspettato qualche giorno prima d'inserirmi nella discussione, giusto perché anche a me pareva sospetta l'improvvisa attenzione nei riguardi di questa agenzia. 

Tempo fa spedii  loro un mio romanzo per ricevere una valutazione gratuita. Dopo qualche tempo ricevetti una corposa scheda dettagliata del testo che indicava cosa secondo loro andava e cosa no. Alla fine mi venne proposto un editing per 624 euro che ho accettato senza battere ciglio perché 1: sono fermamente convinto che il lavoro degli altri vada retribuito. Chi qui dentro si crede Faulkner o Tolstoj e storce il naso quando gli chiedono dei soldi per editare un testo, ma anche per tante altre cose ho notato, secondo me è fuori strada. 2: perché dopo due anni di riletture, riscritture e mal di testa, mi sono convinto di non poter più fare nulla per quel testo. L'editing del romanzo è durato circa un mese, durante il quale ho avuto diverse conversazioni telefoniche con tale Giuseppe Palladino, ci siamo scambiati email per prendere visione delle rispettive correzioni etc. L'editing credo sia stato fatto bene, sono alla primissima esperienza. Di sicuro non ha riguardato soltanto la formattazione del testo, virgole, punti e così via. Anzi, spesso non mi sono trovato d'accordo con l'editor perché (facendo il proprio mestiere) si puntava per tagliar via roba che secondo me non andava tagliata. Violentava con precisione chirurgica la mia creatura, insomma  :asd: . Alla fine (ammetto) di averci rimesso sopra le mani, perché il romanzo non suonava più "mio" non so se mi spiego. Certi termini io non li avrei mai usati, quindi li ho sostituiti, ma per quanto riguarda la scorrevolezza e la coerenza di trama  in effetti era tutta un'altra cosa. 

Io insomma, sono rimasto soddisfatto, c'è stato scambio di idee, puntualizzazioni, a un certo punto l'editor mi ha fatto notare un'incongruenza monumentale che io dopo tutte le volte che l'avevo letto e riletto non avevo assolutamente notato. 

Tutto qui, giusto per correttezza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Njagan

Ho riletto per l'ennesima volta queste quattro pagine di discussione e la maggior parte degli interventi offensivi che ho trovato appartengono agli autori che hanno deciso di affidarsi a questa agenzia.

Qui la questione è semplice, a mio parere e riassumibile in questa affermazione di Enrikus:

Alla fine mi venne proposto un editing per 624 euro che ho accettato senza battere ciglio

Magari per qualcun altro 624 euro è un affitto? A me fa piacere che tu, e chiunque altro qui sopra e qui fuori possa disporre/investire 600 e passa euro per il proprio sogno... ma il pensiero che molti altri non possano permettersi questo esborso non viene a nessuno? Oppure non si è liberi di ponderare un'agenzia che offre un pacchetto editoriale piuttosto che un altro?

perché 1: sono fermamente convinto che il lavoro degli altri vada retribuito.

Ne siamo fermamente convinti anche noi. Ogni lavoro che si rispetti va retribuito. Appunto sulla qualità del servizio qui gli utenti scambiano le proprie esperienze. Ho letto che per alcuni i servizi editoriali valgono i soldi spesi, per altri no. Quindi dopo che si è appurato il pagamento dell'editing ma nessuna pretesa sul contratto e dopo aver capito quali siano le CE interessate, si deve solo scegliere. E la scelta è libera.

Chi qui dentro si crede Faulkner o Tolstoj e storce il naso quando gli chiedono dei soldi per editare un testo, ma anche per tante altre cose ho notato, secondo me è fuori strada.

A parte che ho già letto in giro per il forum, da parte di qualcun altro, la stessa frecciatina e combinazione portando a esempio Faulkner e Tolstoj (è una cosa che appurerò senz'altro)... A parte questo, ripeto: ho letto per l'ennesima volta questa discussione e non ho trovato utenti dall'Ego smisurato ma solo persone semmai deluse dalla valutazione. Questo vuol dire sentirsi come Faulkner e Tolstoj? Se è così magari l'editing lo facciamo fare a loro (=battuta per sdrammatizzare).

Torno seria (dopo aver specificato anche la battuta che di questi tempi mi pare che la gentilezza e l'ironia vengano scambiate per altro) e avverto tutti gli utenti, nessuno escluso, a moderare i toni e i termini. Dopo vari interventi di moderazione da parte di diversi staffer il prossimo utente che posterà un commento fuori luogo riceverà un ban immediato.

Sperando che si possa ricondurre questa discussione a scambio costruttivo auguro a tutti un buon pomeriggio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

come a Enrikus, anche a me fu detto di tagliare il testo, ma il giudizio negativo che ho espresso si fonda anche sul modo in cui questi tagli sono avvenuti: l'editor di allora (S. Inagni) evidenziò dei capitoli a suo dire superflui e consigliò di tagliarli. tutto bene, se non fosse che nei capitoli che consigliava di tagliare venivano introdotti personaggi che restavano nei capitoli a suo dire irrinunciabili... non una parola dell'editor nel dire: tagliando di qua, questo personaggio va reintrodotto o ricollocato, altrimenti non si capisce chi sia. mi sono accorta da sola che le cose non tornavano, non c'era proprio consequenzialità nella narrazione. Insomma, è stato un lavoro di taglio un po' frettoloso e superficiale, e io mi sono ritrovata con un testo snellito e ben formattato, ma che non aveva un'organicità complessiva. Poi è vero che nessun editing va delegato in toto e che l'autore deve intervenire sulle correzioni, ma mi pare strano che l'editor non si sia nemmeno accorto o premurato di dire "qui le cose sono cambiate, riscrivi e aggiusta questo aspetto".

 

A seguire, lavorando sullo stesso testo con un altro professionista, ho capito che il manoscritto, foss'anche depurato dai capitoli superflui, andava riscritto perché fatto di troppi riassunti e poche messe in scene, e altre imperfezioni sostanziali di cui ho già parlato e su cui non mi ripeto. Nulla, comunque, che la scheda di valutazione (di Palladino) o l'editor (Inagni) abbiano menzionato.

 

I prezzi di allora erano la metà di quelli di cui parla Enrikus oggi, cosa non so se imputabile alla lunghezza del mio testo o a un cambio di listino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il mio file era di circa 300 pagine. Ho accettato "senza battere ciglio" non perché sono pieno di soldi  ma perché ero (e sono tuttora) convinto che il mio libro una volta editato e corretto non se lo sarebbe preso in carico nessuna casa editrice "free". Allora, siccome l'avevo inviato anche ad altre quattro agenzie (molto più note) e avevo ricevuto preventivi ben più esosi, mi sono fatto due conti  in tasca e ho deciso almeno di spenderci sopra il meno possibile visto che poi avrei dovuto autopubblicarmelo. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite VirginiaW

Ho inviato loro il mio romanzo all'inizio dell'anno, mi hanno scritto dopo venti giorni circa con una "valutazione" un po' generica ma pertinente. disposti alla rappresentanza dopo un eding da 500 euro circa(scriverebbero anche la sinossi e sarei impegnata per 6 mesi). espressamente non collaborano con EAP.

non voglio giudicare chi paga e i motivi per cui lo fa ma io mi sono ripromessa di non scucire un euro per pubblicare il mio romanzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La mia esperienza con questa agenzia è stata positiva. Avevo inviato il mio manoscritto ad altre agenzie (perché ancora non avevo scoperto "riscrivimi"), e quella che mi chiedeva meno soldi per la sola valutazione voleva 78 euro. "Riscrivimi" mi ha inviato una scheda di lettura ben dettagliata gratuitamente, proponendomi l'editing a pagamento. Anch'io sono dell'idea di non pagare per pubblicare, ma con questo romanzo a cui ci stavo lavorando da qualche anno non riuscivo veramente a venirne a capo dopo averlo corretto, ricorretto, cancellato, scritto e riscritto. Già nella scheda valutativa mi sono stati forniti consigli utili per migliorare il testo. Alla fin fine tutte le agenzie ti chiedono soldi per l'editing, e la cifra proposta da questo agente era solo di poco superiore a quanto avrei speso con Youcanprint, ma in più c'era la rappresentanza agli editori. Ho quindi deciso di dare fiducia a Giuseppe Palladino, e sono più che contento di averlo fatto: ha svolto un lavoro notevole sul testo rendendolo molto più scorrevole e facendo sparire tutte le contraddizioni di cui io non mi ero nemmeno accorto. Ha cancellato capitoli e ne ha perfino scritto uno lui, di suo pugno, naturalmente senza impormi nulla, ma proponendomi le varie modifiche sempre rispettando le mie decisioni.

Sì, c'è da pagare per l'editing, ma il prezzo se confrontato con altri agenti non è esorbitante, oltre al fatto che mi è stata data la possibilità di dilazionare il pagamento a rate. Per quanto riguarda la rappresentanza, ha inviato il manoscritto a diversi editori, dai più grandi ai più piccoli, e adesso in questi giorni ho firmato un contratto con un editore free, non grandissimo, ma neanche tra i più piccoli e comunque in crescita. Ok, non sarà Mondadori o Rizzoli, ma credo che le agenzie letterarie di questo calibro facciano ben fatica a raggiungere grossi editori, poi per carità, è una mia opinione, e potrei anche sbagliare. Quel che ne sarà in futuro del mio romanzo non lo so, ma per quanto riguarda l'agenzia "riscrivimi", non posso che essere soddisfatto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ottima agenzia, hanno letto il mio manoscritto gratis, hanno rispettato tutti gli accordi presi, mi hanno mandato in anticipo il manoscritto e l'editing è stato di ottima fattura, si è instaurato subito un ottimo rapporto basato su fiducia, rispetto  e estrema professionalità. Consigliatissimo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi hanno risposto oggi dopo poco tempo dall'invio (mi pare uno o due mesi). La scheda di presentazione era fatta benissimo, ha colto tutto quello che c'era da cogliere e, "stranamente", è stata una delle poche in cui non c'erano errori sui nomi (una volta ricevetti una scheda in cui il mio personaggio Federico diventava Ferdinando... mah). Riporto quello che mi è stato proposto, sono curioso di un vostro parere:

 

Cita

In definitiva, quello che noi le consigliamo, è di sottoporre il romanzo a un editing mirato che, lavorando sui punti succitati, lo conduca a una stesura ottimale.
L’editing non è un percorso unilaterale, nel senso che ogni intervento proposto dev’essere vagliato e approvato dall’autore, in un processo d’interscambio continuo che conduca a una forma finale soddisfacente per entrambe le parti in causa. Dopo l’editing, il lavoro dell’agenzia continuerebbe con l’elaborazione di una sinossi e la rappresentanza editoriale per mesi sei, al fine di trovare un approdo al testo.
L’agenzia può fare questo lavoro per la cifra di 624 euro Iva inclusa. Ci teniamo a precisare che, qualora si arrivasse a una pubblicazione trovata da Riscrivimi, l’agenzia non percepirebbe alcuna percentuale sulle future vendite, che andrebbero spartite fra autore ed editore come gli stessi stabiliranno in sede contrattuale.

 

Quello che non riesco a trovare è con quali case editrici abbiano contatti. Ho letto di tutto e di più, ma nessuna vera conferma.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Darvax2 dice:

L’agenzia può fare questo lavoro per la cifra di 624 euro Iva inclusa. Ci teniamo a precisare che, qualora si arrivasse a una pubblicazione trovata da Riscrivimi, l’agenzia non percepirebbe alcuna percentuale sulle future vendite, che andrebbero spartite fra autore ed editore come gli stessi stabiliranno in sede contrattuale.

Una curiosità.

Nel caso in cui si arrivasse a una pubblicazione trovata da Riscrivimi, è prevista una qualche altra forma di compenso per l'agenzia? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Intendevo una forma di compenso diversa dalla percentuale sulle vendite :).

Se l'agenzia non avrà alcun guadagno nel "piazzare" il romanzo, direi che potrebbe venir meno l'interesse a promuoverlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ah no, nella mail non si parlava di altro, il che mi sembra molto strano in effetti. Perché dovrebbero impegnarsi? Forse per il possibile successo che ne verrebbe? Sinceramente non ne ho idea, quello che posso dire è che il prezzo di editing propostomi è tra i più bassi ricevuti, per cui vorrei sapere se sono bravi o meno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo non ti posso aiutare perché non li conosco; però potresti chiedere se ti editano un paio di cartelle di prova, così ti fai un'idea di come lavorano. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 30/8/2012 at 01:32, Nyamekye dice:

Ad una mia richiesta di informazioni, hanno risposto in questo modo:

" non c'è una lista, non abbiamo alcuna linea preferenziale, per precisa scelta ideologica. Noi lavoriamo al meglio sui testi e poili inviamo al numero maggiore possibile di editori, dai più grandi ai più piccoli "

Quindi deduco che loro valutino il testo e poi mandino indistintamente a tutti gli editori. Ciò che mi chiedo è: se non hanno canali preferenziali con nessun editore, a che mi serve l'agenzia? A inviare le mail siamo capaci pure da soli...

Ricordavo vagamente l'inizio della discussione (ti conviene leggerlo), ecco un messaggio.

Più o meno a quell'epoca feci valutare un romanzo: la scheda era esauriente, ma non commissionai l'editing.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho letto tutta la discussione, però avevo notato anche i nomi di diverse case editrici importanti messi qua e là, per questo mi chiedevo se avessero dei contatti buoni. Mandare un testo a tutti indifferentemente non ha senso, posso farlo benissimo da solo.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto riguarda la mia esperienza, posso dire che ho ricevuto risposte dopo meno di un mese da editori che in genere ti fanno attendere sei mesi e più. Forse non hanno una linea preferenziale nel senso che non sono legati in maniera fissa a nessun editore, ma posso tranquillamente testimoniare che i tempi di attesa si accorciano notevolmente rispetto al solito. Il fatto poi che qualcuno sia approdato a qualche medio-grosso editore, dimostra se non altro che i testi inviati da quest'agenzia vengono quanto meno letti e valutati.

Per quanto riguarda l'editing, io sono più che soddisfatto, non ho subito tutto passivamente ma sono stato parte attiva nel lavoro di editing e ho trovato in Palladino una sorta di "partner letterario", ma credo dipenda molto anche dal tipo di aspettative che ognuno di noi può avere. Io parlo solo della mia esperienza.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

questa discussione mi sembra la più pilotata della storia (e non mi riferisco ai gestori di questo forum naturalmente). Molti interventi sono così fasulli da risultare ridicoli. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Jensen dice:

questa discussione mi sembra la più pilotata della storia (e non mi riferisco ai gestori di questo forum naturalmente). Molti interventi sono così fasulli da risultare ridicoli. 

A quali commenti ti riferisci?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ok, ho capito. Solo i commenti che si esprimono negativamente sono autentici, mentre gli altri che postano semplicemente la propria esperienza positiva, sono tutti "fake". Quindi, dal momento che ogni cosa che dirò a favore di questo agente con cui ho avuto un'esperienza positiva sarà visto sotto questa luce, credo che ogni altro mio commento sia superfluo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

@lucfax ciao Lucfax, diciamo che lo scetticismo è alimentato dal fatto che in questa discussione, a inizio 2015, sono comparsi commenti entusiastici verso questa agenzia sicuramente fake, perchè postati da uno stesso indirizzo IP (stesso pc) ma con due username diversi (sono ancora on line, insieme al commento dell'admin che li ha sbugiardati). Il che implica che qualcuno, nell'agenzia o intorno a essa, aveva l'interesse di controbilanciare la mole di commenti negativi ricevuti. Questo inevitabilmente fa salire il livello di guardia, ma certo non implica che chi si è trovato bene sia necessariamente un millantatore. 

 

Io mi sono servita di questa agenzia, e non sono stata contenta. Ma il mio grado di consapevolezza non è stato immediato. Quando mi rivolsi loro, credevo che il mio manoscritto avesse del potenziale (come penso creda chiunque all'inizio, o non si proporrebbe per una valutazione). Palladino me lo confermò proponendomi l'editing. Mi ritrovai dopo qualche mese con un testo snellito (tagli sostanziosi) e ben formattato, che sulle prime credevo avessero incrementato il suo potenziale. L'unica cosa che notai subito è che i tagli non erano strutturati, ovvero mi si cancellarono interi capitoli senza però dirmi che i personaggi ivi presentati andavano reintrodotti. Togliendo i capitoli in cui scrivevo di loro per la prima volta, essi comparivano poi dal nulla senza soluzione di continuità. Ma a parte questo ero soddisfatta, tanto che feci leggere il testo a un mio amico scrittore professionista. Me lo distrusse: nucleo drammatico troppo esile, nessuna tensione narrativa che spingesse il lettore a voltare pagina (equilibrio-rottura dell'equilibrio-ricostruzione dell'equilibrio), assenza di dinamica semina-raccogli (indizi apparentemente superflui che poi, con l'andare della storia, assumono significato), troppi riassunti e poca messa in scena, assenza di una sottotrama. Il romanzo, insomma, andava davvero riscritto, non aggiustato. Mi ha aiutato a farlo, a pagamento, e solo allora capii quanto l'editing di Riscrivimi fosse stato ingenuo rispetto al suo, poiché si limitava a tagliare o limare, ma non a ristrutturare o riscrivere. Soprattutto, fin dalla scheda di valutazione gratuita, mancava la messa a fuoco dei veri problemi del testo. 

 

Adesso la rappresentanza, da qualche mese, la sta curando un'agenzia che guadagna solo sui diritti, non offrendo servizi di editing a pagamento (al massimo schede di valutazione). Se lo può permettere perché è una delle più grandi di Italia, ed è già zeppa di autori noti tra cui Camilleri, ma al di là del risultato finale (su cui non metto la mano sul fuoco, e già ne ho parlato in Consigli sulle agenzie), sono però tranquilla sulla tutela che mi offrono: se non piazzano bene il mio romanzo, non guadagnano nulla neanche loro. Un'altra agenzia, magari più piccola, che chiede 600 e passa euro per l'editing, sarà per forza di cose meno motivata a piazzare bene il mio romanzo, perchè che il testo esca con una piccola CE, oppure resti nel cassetto, sarà comunque riusciti a fare cassa.

 

Questo vale per tutte le agenzie. Mi stupisce, di Riscrivimi, che a distanza di qualche anno dalla sua comparsa ancora non si trovi sul loro sito alcuna lista di autori rappresentati, per cui sia impossibile capire dove si possa sperare di giungere grazie a loro. E' una politica molto diffusa nelle piccole agenzie (e chissà come mai!), quindi non stigmatizzo proprio questa, però è lecito che prima di spendere per un editing ci si voglia accertare del tipo di investimento cui ci si sta imbarcando. Dal loro sito le info in merito alla rappresentanza non ci sono, qui i pochi che dicono di aver trovato una CE con loro non ne dichiarano il nome (e ciò non vuol dire che sono fake)... no stupiamoci che qualche scetticismo possa nascere. Ma nè più nè meno di quello che trovi su questo forum per qualunque agenzia che non pubblichi la lista di autori rappresentati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Carissima Sirene, l'esperienza che ho vissuto io è stata totalmente diversa, mi dispiace che la tua sia stata negativa, anche se da quanto capisco sei approdata a una realtà in cui ti senti più realizzata e che risponde alle tue aspettative.

Avevo deciso di rivolgermi a Riscrivimi per l'editing perché avevo intenzione di ricorrere al self publishing, e il prezzo che mi è stato proposto, era comunque inferiore rispetto a quello di altre agenzie, (qualcuna mi ha proposto più del doppio) oltre ad aver avuto una scheda di prima valutazione gratuita. Per l'editing mi sono trovato benissimo, al punto che ho deciso poi di affidarmi a loro anche per la rappresentanza. Per quanto riguarda gli editori che sono in contatto con Riscrivimi, li puoi trovare sul loro profilo FB, nella sezione Foto, ci sono le pubblicità dei libri pubblicati con la dicitura "I nostri autori". In genere sono piccoli editori. Io ho ricevuto risposte positive da 0111, Bonfirraro, Il ciliegio, Nulla Die, Ciesse, e altre due di cui non ricordo il nome (tra una cosa e l'altra è passato un anno ormai), mentre altri due mi hanno contattato per comunicarmi un rifiuto. Io mi limito a parlare della mia esperienza, ma non me la sento né di consigliare né di sconsigliare questo agente, perché credo che molto dipenda dalle aspettative personali. E' chiaro: se uno vuole raggiungere la Mondadori o comunque un big, è bene che si rivolga ad agenti ben più grandi, ma se uno cerca qualcuno che sottoponga il proprio testo a un buon editing, e che lo aiuti a raggiungere editori medio piccoli, non a pagamento, e accorciando notevolmente i tempi di attesa, francamente trovo che Riscrivimi possa rispondere a questo tipo di esigenza, almeno per quanto riguarda la mia esperienza. 

Detto questo, ti auguro tanta, tanta fortuna per la tua carriera letteraria.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

@lucfax grazie per le tue specifiche, finalmente un elenco di CE che credo possa essere utile a molti utenti per capire cosa aspettarsi da questa agenzia. vorrei approfittare della tua esperienza per chiedere una cosa che si sente domandare in quasi tutte le discussioni che vertono su piccole agenzie. Vale la pena spendere 600 euro di editing per arrivare a editori piccoli? Consapevoli, come dici giustamente tu, che c'è chi per l'editing chiede molto di più. Ovviamente se tu questi soldi li hai spesi avrai fatto le tue valutazioni, ma per intenderci: in tutta onestà, senza l'editing, pensi che il tuo testo non sarebbe mai stato preso in considerazione da quelle CE? Da quanto ho capito, non avevi spedito il tuo manoscritto a CE perchè sei partito con l'idea del self publishing. Ho capito bene?

Lo chiedo perchè, nell'agenzia che mi rappresenta (e che però interagisce per lo più con CE di prima fascia), il discorso che mi fu fatto viaggia all'opposto: a una CE interessa che l'idea alla base della storia sia forte e buona (in genere lo è se è riassumibile in poche righe, quindi con un nucleo drammatico forte e definito). Se è scritta male, ma l'idea di fondo regge, è tutto interesse della CE fartela riscrivere bene secondo i suoi standard (e due CE diverse possono indirizzare il manoscritto verso editing del tutto differenti), mentre se l'idea non c'è o è blanda, il testo può essere scritto da dio ma non c'è verso che lo accettino. per questo la mia agenzia non svolge editing, perchè la Rizzoli con in mano il mio testo potrebbe lavorare in modo del tutto differente rispetto alla Mondadori, quindi ciò che si vende ora è l'idea di fondo, non il testo bello e confezionato. Certo, Rizzoli e Mondadori hanno uno staff di professionisti a disposizione deputati solo all'editing, mentre in una realtà più piccola chi si occupa di editing cura magari anche le linee editoriali, la promozione o persino la contabilità, ergo più il testo è pronto meglio è.

Queste sono riflessioni generali che valgono per tutte le agenzie. Tornando a Riscrivimi: puoi parlarci del tipo di editing che ha subito il tuo testo? Sul rigo (aggiustare frase per frase) o narrativo (togli questo personaggio, amplia questa scena, sposta questo evento, ecc...)?

E' difficile dare un giudizio quando non si hanno termini di paragone, io per prima consideravo il loro editing ben fatto finché non ho incontrato qualcuno che ci ha lavorato molto meglio e più in profondità. Se non avessi avuto questa seconda esperienza, magari ora la penserei ancora come all'inizio, ovvero in modo non molto dissimile dal tuo. Appunto per questo, posto che tutto è soggettivo, ti chiedo che tipo di interventi hanno fatto sul tuo testo, affinché chi ci legga sappia non solo fin dove può arrivare in termini di CE, ma anche fino a che punto rivoluzionare (in senso buono) il proprio testo per la cifra richiesta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La mia prima intenzione era di autopubblicarmi, quindi la decisione di sottoporre il testo a editing è nata più che altro da questo, la decisione di sottoporlo poi al giudizio degli editori è nata dopo, l'ho fatto in libertà, sapendo che se non fosse stato accettato sarei tornato all'idea originale dell'autopubblicazione. L'esperienza di editing che ho avuto con un editore free con cui ho pubblicato una raccolta di racconti è stata un po' povera, nel senso che in quel caso l'editore si era impegnato a cambiare qualche parola, aggiustare la punteggiatura, quindi partiamo dal presupposto che non ho mai avuto le idee chiare su cosa si intenda per editing. 

Mi è un po' difficile adesso come adesso sapere se senza editing il testo sarebbe comunque stato accettato oppure no, per me il mio testo era splendido, ma sai com'è, è molto difficile essere obiettivi nel proprio lavoro. Diciamo che l'editing non ha toccato l'idea di fondo del testo, ma ha stravolto la forma. Mi spiego: sono stati fatti parecchi tagli in alcuni punti del testo, altri capitoli sono stati invertiti, sono state eliminate alcune frasi e ne sono state aggiunte altre al fine di rendere la lettura del testo più scorrevole. Confesso anche che, nella mia storia c'era un capitolo importante, ma che tendeva a portare un po' fuori il lettore dal "succo" del romanzo, quindi l'ho riscritto seguendo i consigli di Palladino, un capitolo brevissimo poi è stato scritto di suo pugno e mi è stato proposto, e posso garantirti che ancora oggi, gli amici a cui l'ho confidato, non riescono a identificarlo perché sembra scritto da me. Ti dirò, non è facile per me rispondere in maniera esauriente perché il lavoro è durato un mesetto buono, in cui ci siamo scambiati mail e qualche telefonata, ma devo dire che abbiamo lavorato insieme, in sinergia e tutto è maturato in maniera spontanea, e faccio un po' di difficoltà a determinare con precisione fino a che punto siano arrivati i suoi interventi e da dove siano partiti i miei. 

L'editore ha sottoposto il testo a un editing ulteriore, ma si è trattato di poca cosa, sostituire qualche parola, correggere qualche refuso, aggiungere o togliere qualche virgola, ma niente di più.

Spero di aver risposto alla tua domanda.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ciao @lucfax

Secondo me, questa non è un'agenzia letteraria, però tu scrivi che offrono un servizio di "rappresentanza" presso gli editori.

 

Cita

Per quanto riguarda la rappresentanza, ha inviato il manoscritto a diversi editori, dai più grandi ai più piccoli,

 

Ti chiedo: hai firmato un contratto di rappresentanza? Qual è il nome dell'editore che ha deciso di prubblicarti grazie a "Riscrivimi"? Se sei da loro rappresentato, come mai non compare un elenco degli autori sul loro sito? Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, Nuwanda dice:

Ciao @lucfax

Secondo me, questa non è un'agenzia letteraria, però tu scrivi che offrono un servizio di "rappresentanza" presso gli editori.

 

 

Ti chiedo: hai firmato un contratto di rappresentanza? Qual è il nome dell'editore che ha deciso di prubblicarti grazie a "Riscrivimi"? Se sei da loro rappresentato, come mai non compare un elenco degli autori sul loro sito? Grazie.

Ciao.

Sì, ho firmato anche un contratto di rappresentanza. Come ho già specificato precedentemente, se vai sul profilo Fb dell'agenzia e vai sulla sezione foto, con la dicitura "I nostri autori" trovi gli autori rappresentati coi loro libri pubblicati dai relativi editori, tra i quali c'è anche il mio.

Per quanto riguarda il motivo per cui non compare un elenco degli autori o quant'altro sul sito, dal momento che io non sono il titolare dell'agenzia ti consiglierei di chiederlo direttamente a lui. Ciao, buona giornata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 27/4/2016 at 13:41, Jensen dice:

questa discussione mi sembra la più pilotata della storia (e non mi riferisco ai gestori di questo forum naturalmente). Molti interventi sono così fasulli da risultare ridicoli. 

avevo la stessa impressione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti! Riporto la mia esperienza. Mi sono rivolta a questa agenzia per avere una scheda di lettura (gratuita) di un mio romanzo. La risposta è stata tempestiva (meno di due mesi) e professionale. Non si sono limitati ad una sorta di riassunto-recensione con generiche indicazioni di aspetti positivi e negativi, ma hanno messo a fuoco gli elementi su cui ci sarebbe da intervenire, chiarendo come è perchè. Rispetto ad un'altra scheda di un'altra agenzia, per la quale ho pagato (non molto ma ho pagato), questa mi è parsa più onesta e professionale. Il mio giudizio è positivo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×