Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Aurocastro

Silvia Meucci

Post raccomandati

Ospite

@Jensen Lorenzo Marone si associò a Silvia Meucci presentandole La tentazione di essere felici, poi pubblicato con Longanesi. Prima aveva pubblicato solo un romanzo con La Gru, piccola casa editrice, senza agente. Certo, esordiente allo stato puro non era, ma non parliamo di un autore che avesse all'attivo chissà quali successi e che invece, anche grazie alla Meucci, ha sfornato un best seller che sta per diventare un film. Per sapere se la Meucci accetta esordienti non basta leggere l'elenco degli autori rappresentati, ma capire, autore per autore, chi ha pubblicato il suo primo romanzo grazie a lei e chi no... non è detto che se vediamo i loro nomi sul sito oggi, siano stati presi nella sua scuderia in tempi recenti. magari lavorano con lei fin dall'inizio, cosa per noi non sempre facile da valutare

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
52 minuti fa, sirene dice:

@Jensen Lorenzo Marone si associò a Silvia Meucci presentandole La tentazione di essere felici, poi pubblicato con Longanesi. Prima aveva pubblicato solo un romanzo con La Gru, piccola casa editrice, senza agente. Certo, esordiente allo stato puro non era, ma non parliamo di un autore che avesse all'attivo chissà quali successi e che invece, anche grazie alla Meucci, ha sfornato un best seller che sta per diventare un film. Per sapere se la Meucci accetta esordienti non basta leggere l'elenco degli autori rappresentati, ma capire, autore per autore, chi ha pubblicato il suo primo romanzo grazie a lei e chi no... non è detto che se vediamo i loro nomi sul sito oggi, siano stati presi nella sua scuderia in tempi recenti. magari lavorano con lei fin dall'inizio, cosa per noi non sempre facile da valutare

 

@sirene Non è così. Morone aveva giù pubblicato ben DUE romanzi. E so da fonti sicure che lui non ha certo partecipato al format per gli esordienti. Quindi non diciamo assurdità. Non c'entra assolutamente nulla con il discorso di cui sopra. Ovviamente lui ha ricevuto una ben diversa attenzione rispetto a quelli che inviano per la prima volta. Poi che il suo libro era bello questo non cambia minimamente quello che sto dicendo.

E per capire se accetta esordienti CERTO che bisogna leggere l'elenco e la vita dei suoi autori rappresentati. Perché da lì si vede chi lei prende in considerazione e, quardacaso, TUTTI quelli esordienti sono autori già più o meno noti (chi lavora in tv etc.). E dirò di più: lei mette nell'elenco dei suoi autori non solo quelli a cui è già riuscita a trovare una casa editrice, ma anche gli altri (mette una trama dei loro libri così che se una casa editrice è interessata la può contattare). Quindi nel suo elenco c'è OGNI autore che lei considera. 

Se uno va sul sito della Ceccacci, invece, nota che lì ci sono autori esordienti del tutto sconosciuti.

 

Ora io ripeto questo non è un attacco personale, non mi interessa criticare la Meucci o chiccessia. E' solo che dato che stavo cercando di capire se valeva la pena per me combattere con la sua diabolica procedura, ho fatto un'indagine incrociata di tutti i suoi autori e delle testimonianze finora raccolte. E questo è quello che ne è venuto fuori. Ed è un'analisi OGGETTIVA, basata su dati reali. Quindi qualsiasi altra considerazione trova il tempo che trova.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho avuto modo di parlarci qualche settimana fa, dopo averle spedito il mio romanzo. Si tratta di uno storico ambientato  al sud, una di quelle storie che Giulio Mozzi giudica "narrativa di retroguardia". Dopo avermi contattato per mail, la Meucci mi ha chiesto se ci potevamo sentire per telefono. Ha elogiato la mia scrittura, spiegandomi però che secondo lei il genere del mio romanzo non è adatto per una pubblicazione con un grande editore "oggi, in questo momento". Sostiene che ci sia bisogno di contemporaneità, anche se nel suo campo si prendono spesso cantonate. Per il mio lavoro mi ha consigliato un buon editore regionale che potrebbe essere interessato alla pubblicazione. E lei con i piccoli non lavora, in quanto non le sembra giusto per una questione di guadagni.

 Il mio parere è provare comunque a "giocare" al form. Se si riesce a passare, bene o male si ha un parere professionale che può aiutare per andare avanti. Sono d'accordo anche con @Jensen per la questione degli esordienti. Sicuramente la Ceccacci opera in maniera diversa ed è lampante che abbia tantissimi esordienti tra i suoi scrittori, cosa che non si evince dal sito della Meucci. Però io preferisco il sistema della Meucci, perché nel giro di un mese si ha un riscontro, anche se è quasi sempre un no.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

 

@Draka Si Draka, su quello sono d'accordo, basta che uno non arrivi a strapparsi i capelli visto che non prende mai nessuno poi. Ma se vogliamo credere a un miracolo perché no. La Ceccacci, invece, come dici tu anche a me pare la migliore per gli esordienti, quella che gli americani chiamano un agente letterario "completo" che accetta sfide e non lavora per il semplice guadagno. Purtroppo bisogna aspettare mesi per riceve un suo parere, ma almeno è oggettivo e non filtrato da altri elementi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io con la Meucci ho passato due volte su due la prima lettura. Questo mi ha fatto capire che qualcosa di buono nella mia scrittura c'è. Inoltre ho ricevuto pareri positivi anche da altri addetti ai lavori, cosa che per un aspirante significa parecchio. Avere a che fare con questi agenti ti fa capire anche come funziona il mercato, cosa può essere commerciale, a che livello puoi essere pubblicato. Il problema resta "entrare nelle loro corde" e non perdere la testa per i tempi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

@Jensen su Morone io ho letto questa intervista... evidentemente, se aveva già due libri all'attivo, uno se l'è scordato pure lui

 

https://conilibriinparadiso.wordpress.com/2015/08/07/intervista-la-tentazione-di-essere-lorenzo-marone/

 

sempre partendo dal presupposto che di romanzi parlo, non racconti.

 

Barbara Milani è stata presa ad aprile e non ha pubblicato nulla. nel curriculum c'è scritto che ha lavorato su rai sport, ma da qui a dire che è conosciuta ce ne corre... su google non te ne accorgi. Michele Tranquilli ancor meno noto, fare esperienze di volontariato non ti rende famoso, poi ben venga che abbia fatto una web series e sia stato consigliere comunale... ma se la buttiamo su questo piano, chiunque di noi ha all'attivo qualche esperienza alle spalle. su ibs non compare nulla di suo, e sul sito della Meucci nulla si dice sulle sue pubblicazioni passate... a me sembra un esordiente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
3 minuti fa, sirene dice:

 

@sirene invece i due esempi che hai citato testimoniamo esattamente quello che ho detto prima. Io non ho detto conosciute: ho detto personaggi già piu o meno noti (e che quindi hanno già agganci: la prima lavora in tv, il secondo ha addirittura girato un film)

Riguardo a Moroni lui ha pubblicato il suo secondo libro con Tullio Pironti editore (Daria, Edizioni La Gru, 2012; Novanta, Tullio Pironti editore, 2013), che non è esattamente l'ultimo editore arrivato. E comunque, ripeto, è arrivato a lei attraverso altre vie, non con il format esordienti, quindi non c'entra in ogni caso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

@Jensen non ha girato un film, ma una web Series. Tutto è relativo, a me non sembra noto per nulla. Comunque nessuno ti obbliga a rivolgerti a lei, io lo feci e mi chiese il testo intero, poi non le piacque ma adesso lo stesso testo è con la Ali. Non mi ha chiesto nulla della mia vita, se avesse voluto solo persone note non avrebbe neanche perso tempo a chiedermi tutto il romanzo.scusa a sto giro scrivo dal Cell, ma trovi la mia esperienza in consigli sulle agenzie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

@sirene oddio non c'è bisogno di essere così aggressivi, ho riportato semplicemente una mia considerazione che molti altri hanno condiviso anche per msg privati. Se tu la pensi diversamente amen, ora mi sono stancato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate

sono veramente poco esperta

non ho ben capito se si ottiene sempre la risposta automatica riuscendo a inviare in tempo utile

grazie per l'attenzione

io sto provando da dicembre 2015 e il primo maggio mi è sembrato di aver fatto tutto per bene

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@roxa64

Deve arrivarti mail standard con risposta automatica, in cui ti avvisano che hanno ricevuto tutto e ti contatteranno nel giro di 7 giorni per darti una risposta, qualunque essa sia. 

Se non ti è arrivata nessuna mail prima di tutto controlla tra gli Spam, talvolta succede che il PC non la identifichi nella maniera giusta e la cestini.

Se non nemmeno lì..., riprova il prossimo mese!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Comunque, navigando nella sezione apposita (cioè concorsi letterari) ho visto un festival che si terrà il 18-19 giugno dalle parti di Macerata, in cui ogni iscritto avrà la possibilità di proporre il proprio manoscritto a importanti editor e agenti, tra cui, guarda un po' la Meucci.

Se non fossi tra quelli che ha già cassato, lascerei perdere l'invio alla mezzanotte e mi precipiterei a quel festival. Di sicuro, faccia a faccia, avrei più possibilità di essere valutato per davvero e passerei avanti a tutti gli sfortunati della mezzanotte, di cui ho fatto parte, per fortuna, una sola volta.

Sinceramente, nonostante la bocciatura, sono tentato di provare, non si sa mai. Magari davanti a un aperitivo (y)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Beppecoraggio potresti linkarci il concorso? Non riesco a trovarlo

 

Questa notte ho provato anche io. Alle 00.01 era già tutto chiuso ma io sono riuscita a inviare. Altri?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@RDP Guarda, si chiama Scrivere Festival Tolentino e lo trovi se vai nella sezione "Eventi" e selezioni la data del 18 giugno ma lo trovi bene anche su Internet

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho appena letto su Facebook un interessante post della Meucci. Lo riporto dalla pagina ufficiale, qui di seguito:

Cita

Buon giorno, rendo pubblica una mia risposta di oggi a un Signore che mi ha scritto insultandomi e direi addirittura offendendomi. L'Italia è piena zeppa di Agenti letterari, colleghi amici e che stimo molto. Non siete tenuti a contattare me, e tanto meno, se dovete farlo per insultare. Grazie!

"Gentilissimo signore che si firma in modi diversi quindi non so come chiamarla.

Vede, caro signore, se le persone prima di insultare, chiedessero, cortesemente, forse il mondo sarebbe davvero diverso. Ma si sa, è più facile sparare a zero, piuttosto che avere l’eleganza di porgere una domanda. E allora le spiego io, in modo elegante e corretto, cosa succede.

Succede che noi siamo una microscopica realtà, succede che non possiamo ricevere valanghe di manoscritti, perché non risponderemmo a nessuno, se non facendo attendere tempi biblici. Cosa che non voglio. E allora, abbiamo un programma che si chiude dopo aver registrato le prime 15 proposte. E in una settimana, al massimo, a quelle 15 proposte rispondo. Quando abbiamo aperto il format, pensavamo che sarebbe rimasto aperto per settimane. Non è colpa nostra se ogni primo del mese abbiamo più di 300 tentativi e il format si chiude dopo pochi minuti (di solito 2). Non volevamo che si trasformasse in una corsa contro il tempo, ma purtroppo succede. E allora?

Allora chi ci prova una o due volte e non riesce, di solito mi manda una mail e vediamo se posso accettare la proposta in modo diretto. A volte succede che delle 15 proposte non ne è passata neanche una e quindi ho modo di poter accoglierne un paio in più. Oppure ne ho troppe, e allora si trova insieme un’altra data possibile di invio diretto. Nel rispetto di chi non ha voglia di mandare un’opera e di attendere sei mesi o più per avere una risposta. Succede anche che non facciamo pagare un centesimo, né per la lettura né per l’editing, succede che investo il mio tempo fino a quando - e se - si trova un editore. E questo per me è il modo più pulito, più democratico e più corretto di lavorare. Non faccio favoritismi di sorta, non guardo al pregresso, non rappresento amici di amici. E’ tutto meritocratico. Proprio al contrario di quanto lei mi dice. Ho solo dovuto mettere un semaforo. Questione di tempo. Ma ce la si fa.

E ora veniamo al dunque. Questo metodo mi sta insegnando molto. Perché si capisce subito la "natura" di cui è composto uno scrittore. Cortese? Gentile? Oppure arrogante e presuntuoso? Da queste reazioni, capisco anche se la persona, prima ancora che lo scrittore, sarebbe un compagno ideale per un editore.

Lei ha tratto le sue conclusioni, e io traggo le mie. Con persone come Lei, avessero pure scritto <b>Cent’anni di solitudine</b>, non vorrei mai avere a che fare, né tanto meno presentarle a un editore.

Un cordialissimo saluto."

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
3 minuti fa, Draka dice:

Ho appena letto su Facebook un interessante post della Meucci. Lo riporto dalla pagina ufficiale, qui di seguito:

 

 

mal gliene incorrerà alla signora Meucci: la sua posta ora traboccherà di testi che non hanno superato gli Hunger Games della Letteratura (non è mia, l'ho letta qui sul Forum, non ricordo l'ideatore della splendida formula)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La Meucci con me è stata molto cortese e premurosa (mi ha chiesto scusa per aver risposto in ritardo a una mia email) e si è anche preoccupata di informarmi quando ha ricevuto il manoscritto. Al momento sono in valutazione e l'impressione avuta attraverso il solo scambio di email è positiva.

Facciamocene una ragione: riuscire a entrare nelle grazie di un buon agente, o con un buon editore, è una vera impresa. La realtà è questa, lo dicono i numeri, su centinaia e centinaia di proposte, quelle che riescono a far breccia si contano su una mano. La sproporzione tra offerta e "posti disponibili" è immane, e nell'eventualità non dovessi essere accettato dalla sua agenzia, la prenderò con serenità (lo credo più che altro :)).

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@bioseum Fai bene a prenderla così perché le possibilità di essere accolti da gente di questo calibro sono davvero limitate. Però, dai, se intanto ha voluto il manoscritto per intero è già un buon passo avanti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho vinto uno dei contest che organizza con in palio i libri dei suoi autori. Mi ha contattato su twitter ed è stata molto gentile e cortese

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Alessandro66 visto che sei stato a Tolentino, puoi togliermi una curiosità? Quando incontri gli agenti, in quella specie di "speed date" che descrivono nel programma, puoi lasciare il tuo manoscritto sempre e a tutti? Oppure possono anche dirti di no, dopo che gli hai presentato il tuo testo, senza neppure leggere il manoscritto vero e proprio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Faccio parte di quei pochi che sono riusciti a inviare il manoscritto la notte del 1° giugno.

 

Era una scommessa sul primo tentativo in assoluto. Una finestra su Word e l'altra su Open Office con testi già selezionati pronti ad essere copiati e incollati. Infatti ce l'ho fatta in circa 45 secondi. Peccato aver dimenticato di copiare la lettera iniziale dell'e-mail. Questo mi ha dato modo di scoprire che il loro database non permette l'invio degli stessi titoli e nominativi (nome/cognome oppure mail, questo non lo so dire).

 

Questo errore mi ha fatto scoprire la gentilezza e l'infinita disponibilità di Silvia e del webmaster Alberto che in piena notte e al mattino hanno dialogato con me risolvendo il problema e assicurandosi che avrei ricevuto successiva risposta all'indirizzo corretto.

 

Purtroppo mi sono beccato il classico no dopo quattro giorni di valutazione. Forse mi aspettavo una risposta leggermente personalizzata visti gli scambi precedenti e invece era la solita precompilata. Un po' mi è dispiaciuto ma si va avanti. 

 

Il genere distopico / fantapolitico probabilmente non è nella sua linea editoriale. Dico probabilmente perché magari il rifiuto è legato nello specifico al mio testo... questo non posso saperlo. Insomma chi vuol tentare non si scoraggi dopo aver letto quanto ho scritto. La cosa certa sono i rapidi tempi di risposta: non guasterebbero maggiori motivazioni nel rifiuto visto la sfida che propone per farsi leggere e i pochi manoscritti che passano il test di velocità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, Tinucci dice:

@Alessandro66 visto che sei stato a Tolentino, puoi togliermi una curiosità? Quando incontri gli agenti, in quella specie di "speed date" che descrivono nel programma, puoi lasciare il tuo manoscritto sempre e a tutti? Oppure possono anche dirti di no, dopo che gli hai presentato il tuo testo, senza neppure leggere il manoscritto vero e proprio?

 

Certo che possono dire di no. La trovo una mossa sincera da parte loro. Comunque danno anche consigli, spesso molto preziosi. Magari ti dicono che non trattano un certo genere, o che non hanno collegamenti con editori che fanno quel genere... io li apprezzo per questo, mica li critico. No?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vedo che alcuni di voi hanno già fatto leggere a più agenzie le proprie opere . Io speravo di trovare un agente però anche trovarlo non significa nulla.  Questa agenzia promette risultati e serietà.  Sarà una di quelle che contatterò. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×