Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Aurocastro

Meucci Agency

Post raccomandati

Ospite Dolcenera
7 ore fa, Antonio Sofia ha detto:

Spero di aver riempito i campi opportunamente, ho qualche dubbio sul target di età, forse avrei fatto meglio a inserire lo young-adult, ma  ho selezionato il 18+. Il romanzo parla di una ragazza al quinto anno di scuola, le tematiche sono tali che non so quanto possano essere adatte alle età più basse della fascia 12-17.

 

Non vorrei in alcun modo buttarti giù, ma io so che Silvia Meucci non ha grande interesse per gli Young Adult. Quindi, in ogni caso, meglio non averlo inserito in quella categoria da subito.

 

Per il resto, aspetto anch'io.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Dolcenera

Non proprio.

Ho vinto un concorso il cui premio era poter avere una sorta di speed date con alcuni agenti letterari, fra cui Silvia Meucci.

La signora Meucci, dopo averle raccontato a sommi capi tema e trama del manoscritto, mi ha bocciato la struttura generale perché poco commerciale, ma mi ha anche chiesto di inviarle le prime 10 pagine via e-mail per vederne lo stile.

Immagino che venga letto con quelli di chi ha passato l'ingresso sul sito stanotte quindi attendo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho inserito young-adult, sebbene sia un romanzo un po' per tutte le età. Sapevo già che la Meucci non prediligesse young-adult e via discorrendo, ma in preda al panico non ho ragionato molto. Dopo essere stata a fissare "+18" e "12-17 (young-adult)" ho optato per quest'ultimo. È stato tipo trovarsi a un bivio "vita" "morte" e optare per "morte". :testamuro2:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mirtillasmile

@Fleur tranquilla dai. Comunque lo legge e non credo che importi molto il target, voglio dire appena comincia a leggerlo se ne accorge che non è la categoria che hai messo tu. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mirtillasmile

@Fleur non sono un'esperta ma credo che questa settimana sia passata così. Avete inviato giovedì, venerdì è stata festa nazionale e non so se il sabato lavorano le agenzie. Credo che cominciano a leggere direttamente lunedì. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ok, esito ricevuto: respinto con mail standard... almeno cortesi, anche se alla fine penso che questo 'andirivieni' di estratti, primi capitoli e sinossi ed esiti negativi dopo 10 pagine alla cieca lasci il tempo che trova.

Mi sto facendo sempre più persuaso che gli unici canali efficaci restino quelli diretti. Qualcosa tipo: ti conosco, ci piacciamo (o troviamo un interesse economico, politico o altro in comune), io autore ti mando il libro, tu agente lo leggi (tutto), suggerisci cosa modificare e cosa togliere e cosa tenere e poi (tu agente) lo spingi presso i tuoi contatti, con i quali io autore, nel frattempo, spero di trovare una concordanza di interessi (economici e politici).

Insomma, tocca fare come dal mio macellaio, quello che ha "le fiorentine per tutti, quelle per gli altri e quelle per te". 

In bocca al lupo a tutti, comunque, e suerte!

Ad maiora

 

GC

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mirtillasmile

@Giorgio Caroli non contraddico quello che dici, perché ognuno ha la sua opinione ma io penso che non bisogna prima aderire entusiasti e poi di fronte ad un rifiuto angustiarsi (la famosa favole della volpe e l'una di Esopo).

fa parte del gioco: c'è chi si è visto rifiutato subito, chi ha spedito l'intero manoscritto, non so qualcuno è entrato a far parte della scuderia.

Posso capire, anzi capisco perché il mese prossimo sarò nella tua stessa situazione ma cosa possiamo fare?

Io spero che almeno uno del WD possa arrivare a traguardo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Dolcenera

Ma solo io sono ancora qui ad aspettare? Ormai riaggiorno la pagina della casella mail 200 volte al giorno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Mirtillasmile , perdonami, ma non è così. Io l'entusiamo ce lo metto sempre, fa parte del mio carattere, ma si accompagna al realismo. E realisticamente parlando, ho scoperto che un esordiente, percorrendo questi canali, non ha alcuna possibilità di avere successo, tutto qui. Non è che rosico, lo accetto: ne avevo il sospetto, ho voluto provare lo stesso. Ora ho una certezza. 

Ad maiora

GC

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Giorgio Caroli ha detto:

 Ora ho una certezza. 

 

In realtà no. Il fatto che il tuo manoscritto sia stato rifiutato non dimostra che tutte le agenzie, o nel caso specifico quella della Meucci, diano agli esordienti false speranze di essere selezionati per una rappresentanza.
E, per essere chiari, non dimostra nemmeno che il tuo manoscritto non sia valido.
L'unica cosa di cui hai la certezza è che il tuo lavoro non soddisfa i criteri di selezione dell'agenzia alla quale ti sei rivolto.
Stop.

Se poi da questo fatto vuoi passare direttamente a "è inutile per un esordiente rivolgersi a un'agenzia letteraria", libero di farlo. Ma non è una certezza, è una tua idea.

Poi, oh, magari hai ragione tu e sono io a essere troppo ottimista. Dico solo che non possiamo saperlo, né io né tu. Possiamo solo inviare le nostre fatiche letterarie a chi si dice disposto a prenderle in considerazione, e poi incrociare le dita sperando che lo faccia davvero e con la dovuta attenzione.

In bocca al lupo per il tuo romanzo!   

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Forse non riesco a farmi capire. Non ce l'ho con l'agenzia, ci mancherebbe. Li ringrazio per l'opportunità. Dico che un esordiente, per esordire, non può rivolgersi a questi canali. Perchè per un agente non è profittevole, sul lungo periodo, investire troppo tempo su un esordiente. Meglio spenderlo per trovare qualcosa che sicuramente venderà. E un esordiente non è detto che lo faccia. Quindi, non è l'agenzia a sbagliare, ma l'esordiente, in questo caso io. E' come giocarsi la wild card in Motogp senza aver nemmeno mai fatto un giro in Moto 3. Tutto qui. Ma è solo la mia opinione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, Giorgio Caroli ha detto:

@Mirtillasmile , perdonami, ma non è così. Io l'entusiamo ce lo metto sempre, fa parte del mio carattere, ma si accompagna al realismo. E realisticamente parlando, ho scoperto che un esordiente, percorrendo questi canali, non ha alcuna possibilità di avere successo, tutto qui. Non è che rosico, lo accetto: ne avevo il sospetto, ho voluto provare lo stesso. Ora ho una certezza. 

Ad maiora

GC

 

 

Hai torto :) Cerca "Vic  Echegoyen" tra le autori de la Meucci Agency: sono io, esordiente totale, como tanti altri autori rappresentati dalla Meucci (sia italiani sia in lingua spagnola), e ho pubblicato grazie a loro in Spagna/America Latina, e prossimamente in Italia (da Sonzogno). In questo thread ho già spiegato tutto il mio processo.

 

(Scusate gli errori. Sono spagnola e capisco l'italiano, ma non lo scrivo bene.)

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Giorgio Caroli scusa ma seguendo il tuo discorso a questo punto si disegna un panorama desolante: le case editrici non investono negli esordienti perché preferiscono pubblicare scrittori (spesso stranieri) che hanno venduto e quindi sono un investimento sicuro; le agenzie lo stesso. Ma permettimi di evidenziare un controsenso in termini nel tuo discorso: se l'editore ci mette dei soldi (ovviamente non parlo di EAP) ha un investimento ancora maggiore di un'agenzia che di fatto ci mette solo la faccia. Credo invece che l'agenzia faccia valutazioni di altro tipo, conoscendo i suoi "polli" - le case editrici importanti - sa cosa possono o non possono piazzare sulle scrivanie di quei direttori editoriali. Non rischiano sulle storie più che sugli autori. Se la storia è anche ben scritta, come sicuramente sarà la tua, ma secondo le loro esperienze non saprebbero a chi proporla, allora rinunciano. Se invece, magari non è neppure un capolavoro ma sanno di poterla piazzare allora la propongono. Quindi non si tratta di "quante copie venderà" (che è il discorso del piccolo editore che deve recuperare almeno le spese di stampa) ma a chi posso piazzare questa storia. Le agenzie sono l'unica strada per arrivare alle case editrici medie e grandi, e qualche volta ci arrivano anche gli esordienti. Ammetto che siano casi rari, ma succede. Forse, nel caso dell'agenzia, è più facile per loro piazzare un secondo o terzo romanzo di un autore più o meno affermato perché sanno di poterlo piazzare con maggiore facilità, rispetto all'esordiente per il quale devono sbattersi parecchio prima di trovargli una casa. In questo senso il rapporto costi-ricavi di un'agenzia è valutabile sullo sbattimento che devono fare per sistemare il libro, e non sulla qualità del romanzo (che magari è ben inferiore a quello dell'esordiente che però non conosce nessuno). Il libro, in fin dei conti, è un oggetto, un prodotto. Noi vediamo il "manoscritto"; quello che ci è costato tempo e sudore, e che diventa un po' nostro figlio. Loro vedono solo un oggetto che può essere venduto o meno. Poi che l'oggetto sia "oggettivamente" (chiedo scusa per il gioco di parole) bello, importa poco. Credo, personalmente, che un agente che riesca a scovare un talento esordiente, e lo riesca a piazzare con una grande casa editrice, di fatto abbia intimamente molta più soddisfazione rispetto al telefonare al direttore editoriale della tal CE dicendogli: "Ho qui il terzo romanzo di pinco pallo, di cui hai già pubblicato i primi due". Un giro di telefonate, la firma e tutto finito. Soldi facili ma soddisfazione zero. E se uno decide di fare l'agente e non l'editore, in fin dei conti credo (e mi illudo) che sia proprio perché vorrebbe scoprire qualcosa di nuovo e stimolante, per poter dire un giorno "quello scrittore l'ho scoperto io!". Ok, sarà difficile, forse anche impossibile, ma siamo scrittori e come tali sognatori. Se tu ragioni in quel modo hai già smesso di sognare. (In bocca al lupo per il tuo manoscritto comunque!)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Antonio Sofia Non ho ancora detto nulla perché ho spedito il manoscritto e la Meucci si è presa 4-12 settimane di tempo per darmi una risposta definitiva. Appena ci saranno sviluppi (non voglio pensare come @Giorgio Caroli ma sono ottimista come lui... :D) ovviamente li riferirò. Passare la prima "selezione" ed essere poi cassati alla seconda sarebbe persino peggio che ricevere un rifiuto dopo 10-15 giorni, considerando che nelle successive settimane (magari pure mesi) io mi sto già immaginando nelle classifiche di vendita, al Maurizio Costanzo Show e magari a firmare autografi mentre vado dal verduriere... senza contare che ho già scelto la protagonista femminile del film che inevitabilmente sarà prodotto sul mio romanzo, e di cui ovviamente farò la sceneggiatura, e che sbancherà i botteghini di Hollywood! 
Ehm... meglio che mi prenda una camomilla e torni a dormire. Questo sogno mi piace troppo...:D:D

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
33 minuti fa, Steve666 ha detto:

@Antonio Sofia Non ho ancora detto nulla perché ho spedito il manoscritto e la Meucci si è presa 4-12 settimane di tempo per darmi una risposta definitiva. Appena ci saranno sviluppi (non voglio pensare come @Giorgio Caroli ma sono ottimista come lui... :D) ovviamente li riferirò. Passare la prima "selezione" ed essere poi cassati alla seconda sarebbe persino peggio che ricevere un rifiuto dopo 10-15 giorni, considerando che nelle successive settimane (magari pure mesi) io mi sto già immaginando nelle classifiche di vendita, al Maurizio Costanzo Show e magari a firmare autografi mentre vado dal verduriere... senza contare che ho già scelto la protagonista femminile del film che inevitabilmente sarà prodotto sul mio romanzo, e di cui ovviamente farò la sceneggiatura, e che sbancherà i botteghini di Hollywood! 
Ehm... meglio che mi prenda una camomilla e torni a dormire. Questo sogno mi piace troppo...:D:D


Ok @Steve666 , intanto a sto punto la curiosità per il tuo romanzo è altissima! Aspetto di poterlo leggere. E, se non è troppo OT  - ok, lo è :perchè: - dicci chi è l'attrice, via.
 

A.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buondì,

sono nuovo su questo forum, e ho letto con interesse tutte le 39 pagine di questa discussione, scoprendo con mia sorpresa che è ancora attiva ed aggiornata. Allora, se avrò qualcosa da dire, cercherò di partecipare nel miglior modo possibile. Comincio col dire che, il primo giugno, sono riuscito anche io a inviare la mia proposta flash (alle 00:01), e che ho ricevuto la mail di conferma. Non so se il mio thriller sia già finito nelle mani (spero indulgenti) della Meucci, sa di fatto che per ora non ho ricevuto risposta. Vi terrò aggiornati.

 

Vale.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mirtillasmile

@Antonio Sofia tranquillo, in effetti è passata solo una settimana dall'invio e secondo me tre giorni lavorativa causa festa nazionale. O ancora lo legge o lo spero sta valutando di chiederti l'intero manoscritto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Antonio Sofia Ovviamente la mia era una battuta. Però quando avevo scritto la prima stesura (nel lontano 1987) era Eva Grimaldi. Oggi come oggi non saprei proprio, e l'idea originale mi sembra un po' passatella (anche se non si butta mai via nulla!). Diciamo che dovrebbe essere corvina, capelli lunghi e lisci, occhi verde smeraldo leggermente a mandorla, 24-25 anni, seno dalla quarta in su, però longilinea e con i capelli che formano una punta in mezzo alla fronte. Se ti viene in mente qualcuna fammelo sapere che la scritturo preventivamente... e soprattutto se qualche giovane WD rispondesse alla descrizione, che mi contatti in privato: non so se farà mai l'attrice (dato che il romanzo di fatto non è ancora stato pubblicato da nessuno)  ma di sicuro a me farebbe moooolto piacere conoscerla... :D

P.S. - chiedo scusa allo Staff per il piccolo O.T.... perdono! (ma ogni tanto una risata bisogna pur farsela, no?)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×