Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Aurocastro

Meucci Agency

Post raccomandati

12 minuti fa, heightbox dice:

Se volesse leggere il mio lo stamperei rilegato con copertina rigida e lo porterei anche personalmente se volesse...;(

Permettimi di non concordare. Ma perché? I rapporti devono nascere paritari. Capisco che il desiderio è grande, ma diventa pericoloso giocare al ribasso. Se c'è interesse, bene, altrimenti è utile per tutti e due non intraprendere alcuna strada assieme.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Lemmy Caution dice:

Permettimi di non concordare. Ma perché? I rapporti devono nascere paritari. Capisco che il desiderio è grande, ma diventa pericoloso giocare al ribasso. Se c'è interesse, bene, altrimenti è utile per tutti e due non intraprendere alcuna strada assieme.

 

... e aggiungo. Seguendo la logica che il tempo è denaro, quello di un autore è un lavoro, anche se non ancora retribuito (lo diventerà quando e se l'autore diventerà uno scrittore). Un lavoro presuppone una professionalità. La professionalità può essere acerba, magari, ma non per questo dev'essere sminuita. Men che meno dall'autore stesso. 
La mia opera può non piacere. Può essere acerba oppure "non ancora adatta alla pubblicazione". Ma è pur sempre un'opera, e un'opera è frutto di un lungo periodo (tempo) di studio, scrittura, lettura, revisione, rilettura, revisione (e via ripetendo "rilettura" e "revisione" a piacimento). 

Con queste premesse sottoscrivo cento volte ciò che dice @Lemmy Caution . Un rapporto di lavoro è paritario. Io offro la mia professionalità e un altro beneficia dei miei servizi, pagandomi (o rappresentandomi - leggasi guadagnando sul mio eventuale successo - in questo caso). Chi fa l'autore deve credere non solo nella sua capacità di produzione, ma soprattutto - e questo permettetemi di dire che a volte è anche più difficile - nella sua professionalità. Nel suo lavoro, appunto. Rispettandolo e rispettandosi. 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sarà ma io dopo aver letto gli incipit di alcuni romanzi comincio a pensare che in giro ci siano parecchi aspiranti scrittori che di professionale, studiato, revisionato e pubblicabile non hanno un granchè. Il guaio è che si credono "scrittori"! Ovviamente non riferito a nessuno in particolare, non fraintendetemi (non conosco nessuno di voi). Ma se uno dei più blasonati agenti introdotti nelle maggiori CE avanza alcune pretese nei confronti di un signor aspirante (per quanto bravo) trovo sia più che legittimo assecondarlo. Se non erro si parlava di inviare una copia cartacea (costo 20 euro, rilegata, con copertina, e tutto ciò che serve ad un libro serio) e non la trovo una richiesta così assurda. La posizione che occupa nel campo dell'editoria la signora Meucci gerarchicamente parlando non credo sia paragonabile a quella di un esordiente sconosciuto. In fondo mi risulta che in tutti i settori lavorativi sia così perciò solo dopo che avrò venduto 10 milioni di copie la signora dovrà alzare il suo posteriore dalla sedia e venire a trattare nel posto in cui sarò lieto di riceverla. Fino ad allora: "...desidera?"

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pongo una domanda a chi ha avuto modo di superare la prima fase.

Avete provato a chiedere se fosse proprio impossibile inviarlo in formato elettronico?

Non voglio dare giudizi né insegnare agli altri il proprio mestiere, esprimo solo un parere personale:

Sarebbe più semplice inviarlo in formato elettronico leggibile su dispositivo ebook reader e solo successivamente inviare il cartaceo una volta che le probabilità di concludere siano molto alte.

 

Ciao a tutti

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
28 minuti fa, pippokaiba dice:

Avete provato a chiedere se fosse proprio impossibile inviarlo in formato elettronico?

Se un'agenzia letteraria del calibro della Meucci ti chiede il cartaceo mi sembrerebbe inopportuno mettersi a negoziare.

Evidentemente il loro modus operandi è questo, poi è ovvio che chi deve inviare preferirebbe farlo con una mail.

 

@Lemmy Caution Secondo me non può esserci rapporto paritario tra un'agenzia di questo tipo e uno scrittore esordiente. Rapporto paritario ci può essere tra uno scrittore già affermato che può permettersi di scegliersi l'agente. In ogni caso non mi sentirei sminuito per il fatto di dover inviare il cartaceo.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quoto Lapidus. Leggere su cartaceo è senz'altro più gradito e meno faticante per gli occhi; il manoscritto verrà letto da persone che stanno molte ore davanti al pc. Io, per esempio, usando già il pc per scrivere e lavorare, leggo solo libri cartacei. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, Ginevra 81 dice:

@Gianfry Wow!!

 

E' un po' presto per dire "Wow!", ma grazie :)

 

8 ore fa, Niko dice:

A quale dettaglio ti riferisci?

 

Quello che immaginava @matrai, ovvero che se si supera la prima fase viene richiesto l'invio per posta ordinaria dell'intero romanzo. In più, forse bisognerebbe verificare se il numero di testi presi in considerazione ogni mese siano 10 o 15. Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, Gianfry dice:

Quello che immaginava @matrai, ovvero che se si supera la prima fase viene richiesto l'invio per posta ordinaria dell'intero romanzo. In più, forse bisognerebbe verificare se il numero di testi presi in considerazione ogni mese siano 10 o 15. Grazie.

Se non ci sono fonti ufficiali sul sito della Meucci, non possiamo inserirli per sentito dire. Non dubito sia vero, bada bene, ma capisci che ho bisogno di una fonte ufficiale.

In mancanza, proverò a contattare SIlvia Meucci o chi per lei.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tempo fa le inviai una mail con una domanda e mi rispose.

Non capisco perchè ad ogni inizio mese ci si arrovelli nella speranza di un sì e poi ci si sofferma a disquisire su cartaceo si cartaceo no,  avrá i suoi motivi per preferire questa modalitá.

 

Io stimo la Meucci perchè non illude e non chiede soldi. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ringrazio  @lapidus  e gli altri che hanno risposto.

Non avevo ben considerato il punto di vista dalla parte dell'agente letterario. Considero chiusa la questione invio elettronico o cartaceo.

Rimango in attesa delle news @Gianfry  e mi unisco ai vari "in bocca al lupo".

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sulla questione invio elettronico/cartaceo: credo che l'importante sia essere chiari. Nel caso specifico, credevo fosse pacifico che fosse necessario inviare il cartaceo, solo che poi arriva konradin  a sparigliare le carte. @konradin, non puoi cavartela così, ora vogliamo qualche dettaglio in più :)

Grazie anche a @pippokaiba per gli auguri, molto graditi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Gianfry Per essere precisi, dopo aver rifiutato il mio primo testo mi ha dato la disponibilità a leggerne un altro inviandolo via e-mail, non è detto che non ne legga l'inizio e poi magari mi chieda lo stesso il cartaceo in seguito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@konradin, grazie per la risposta. Quindi le hai inviato tutto, se ho capito bene, non solo le prime 10 pagine. Giusto? Stessa cosa anche per @Draka?

In ogni caso, parliamo di accordi presi dopo che già si era creato un contatto diretto. Diciamo quindi che, di norma, partendo dal form, per la seconda fase viene richiesto il cartaceo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Gianfry soltanto le prime pagine. Ma c'era già un contatto diretto per lavori precedenti.

Nella seconda fase richiede sempre il cartaceo, ma non c'è bisogno di rilegarlo, io l'ho sempre spedito senza.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti! Vecchissima utente (be', adesso non esageriamo!) interessata a questa discussione visto che pure il mio manoscritto è in viaggio per Milano. E, quindi, pure io sono in fremente attesa, anche se aver ricevuto dei complimenti dalla signora in persona mi fa gioire. Se poi questo romanzo non passerà... deciderò in futuro. Intanto, in groppa al lupo! ☺

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
59 minuti fa, Marlene dice:

Buongiorno a tutti! Vecchissima utente (be', adesso non esageriamo!) interessata a questa discussione visto che pure il mio manoscritto è in viaggio per Milano. E, quindi, pure io sono in fremente attesa, anche se aver ricevuto dei complimenti dalla signora in persona mi fa gioire. Se poi questo romanzo non passerà... deciderò in futuro. Intanto, in groppa al lupo! ☺

 

Complimenti anche a te Marlene. Di cosa tratta il tuo romanzo? Quant'è lungo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi è stato comunicato che il manoscritto è arrivato a destinazione, ora mi tocca aspettare 4-12 settimane per una risposta definitiva :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@skullred Ciao Skullred, il romanzo che le ho inviato è un erotico autonclusivo, scritto a POV alternati fra i due protagonisti, ed è composto da 299 cartelle.

Grazie :-)

 

@Gianfry Il mio è ancora in viaggio, invece...

 Quattro/dodici settimane te l'ha specificato lei? Per ora a me ha solo detto che le erano piaciute le prime dieci pagine che le avevo mandato per mail...

Buona attesa e in groppa al lupo!

:-) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche la mia aquila è atterrata a Milano... tempistica che mi è stata dichiarata, quattro settimane... 

Ansia!!! ^_^ 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Risposta arrivata, purtroppo negativa, con motivazioni asciutte ma pertinenti, e tono molto cortese (non mi addentro in dettagli per ovvi motivi di privacy). La signora Meucci mI ha anche chiesto di inviarle altro, la qual cosa mi ha fatto molto piacere. Nel complesso confermo il mio giudizio molto positivo. Ora resta in ballo solo Marlene, le faccio i miei auguri :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Prima ti chiedono da 4 a 12 settimane (il che significa minimo un mese massimo 3, tanto per essere ridondanti), poi ti rispondono - negativamente, come ogni altra esperienza documentata in questo forum - dopo soli 10 giorni. 


Le mie perplessità riguardo quest'agenzia aumentano esperienza dopo esperienza.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×