Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Writer's Dream Staff

Arduino Sacco

Post raccomandati

Ospite Claudio Piras Moreno

Si è vero a cose fatte è inutile lamentarsi, però non so fino a che punto il numero di pagine giustifichi il prezzo. Ho pubblicato un altro libro con una piccola casa editrice ed era di 450 pagine e ne costa 20, questo è di 350, formato un pò più grande questo si, però ne costa 5 euro di più. Fosse stato lo stesso prezzo mi sarebbe andata bene. Comunque il libro non era facilmente divisibile, o forse si, ma non mi è stato nemmeno proposto. Comunque non fa niente, non ce l'ho per nulla con la Arduino Sacco, dico solo che visto il prezzo, la mia situazione attuale e il periodo di crisi, credo che non riuscirò a fare molto con quel libro. Dai, fa niente, in bocca al lupo a tutti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si è vero a cose fatte è inutile lamentarsi, però non so fino a che punto il numero di pagine giustifichi il prezzo. Ho pubblicato un altro libro con una piccola casa editrice ed era di 450 pagine e ne costa 20, questo è di 350, formato un pò più grande questo si, però ne costa 5 euro di più. Fosse stato lo stesso prezzo mi sarebbe andata bene. Comunque il libro non era facilmente divisibile, o forse si, ma non mi è stato nemmeno proposto. Comunque non fa niente, non ce l'ho per nulla con la Arduino Sacco, dico solo che visto il prezzo, la mia situazione attuale e il periodo di crisi, credo che non riuscirò a fare molto con quel libro. Dai, fa niente, in bocca al lupo a tutti!

Un libro della Asengard (piccola casa editrice) di 380 pagine costa 16 euro. Quindi no, il numero di pagine non giustifica affatto quel prezzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un libro della Asengard (piccola casa editrice) di 380 pagine costa 16 euro. Quindi no, il numero di pagine non giustifica affatto quel prezzo.

Ma questo dipende dall'editore, dalle sue disponibilità economiche, i mezzi che ha e dal fatto se punta o meno alla qualità del libro (inteso come supporto fisico, quindi carta, formato, ecc.). In genere, però i costi di stampa sono legati al numero di copie, perché si "diluiscono" sui singoli pezzi. E' aritmetico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ultimamente in più di una discussione si parla del prezzo di copertina dei libri di editori free... La domanda è: perché ci sono editori che pubblicano libri che poi non possono vendere a un prezzo adeguato? Se fossi un editore, non pubblicherei mai un libro di un autore esordiente (o comunque non affermato) a 25 euro... Se posso procedere con una buona tiratura (che so, 500 copie) che mi permettano di "diluire" - come dice giustamente Syllon - i costi di stampa bene, altrimenti meglio lasciar perdere no?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ultimamente in più di una discussione si parla del prezzo di copertina dei libri di editori free... La domanda è: perché ci sono editori che pubblicano libri che poi non possono vendere a un prezzo adeguato? Se fossi un editore, non pubblicherei mai un libro di un autore esordiente (o comunque non affermato) a 25 euro... Se posso procedere con una buona tiratura (che so, 500 copie) che mi permettano di "diluire" - come dice giustamente Syllon - i costi di stampa bene, altrimenti meglio lasciar perdere no?

Credo che il punto sia proprio la tiratura iniziale. Non so dell'editore in questione, però in generale mi pare ovvio che, una volta che le copie le hai effettivamente stampate, devi fare in modo di venderle, e sparare 25 euro non mi pare la soluzione migliore. Se spari 25 euro, l'unica cosa che mi viene da pensare è che non ci tieni poi tantissimo a venderle.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando

State uscendo off topic, per parlare in generale ci sono altri topic. Qui si parla di Arduino Sacco.

Alexmai, ma quale prezzo esorbitante sopra le 200 pagine? Un libro di XII - che come oggetto libro è splendido - di 330 pagine con illustrazioni a colori all'interno costa 19,50€. Non è questione di costi tipografici, è questione di scelte editoriali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mi sono letto il contratto, e non ho mai riso tanto. in pratica sono un pod come lulu o il mio libro, la prima tiratura equivale alle due copie in omaggio all'autore, che certamente ne ordinerà altre.

la parte più assurda è che all'autore spetta anche l'onere di comprare le copie 'destinate alla distribuzione libraria' - oltre a lavorare gratis in quanto il compenso scatta solo dopo la seconda copia venduta.

da quando in qua un autore si porta da casa le copie per una presentazione in libreria?

boh, io spero si tratti di uno scherzo (intendiamoci, non sto attaccando a livello personale autori o editore, sono solo considerazioni in merito al contratto che si può leggere sul loro sito)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mi sono letto il contratto, e non ho mai riso tanto. in pratica sono un pod come lulu o il mio libro, la prima tiratura equivale alle due copie in omaggio all'autore, che certamente ne ordinerà altre.

la parte più assurda è che all'autore spetta anche l'onere di comprare le copie 'destinate alla distribuzione libraria' - oltre a lavorare gratis in quanto il compenso scatta solo dopo la seconda copia venduta.

da quando in qua un autore si porta da casa le copie per una presentazione in libreria?

boh, io spero si tratti di uno scherzo (intendiamoci, non sto attaccando a livello personale autori o editore, sono solo considerazioni in merito al contratto che si può leggere sul loro sito)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono una casa editrice a pagamento mascherata. Non ti chiedono soldi, eprò l'editing e la correzione è a tuo carico (cit.con editor di fiducia dell'autore), non ti pagano i diritti sulle prime duecento copie (rientro del rischio d'impresa. Ma non erano imprenditori)

La frase più bella mia sentita l'ho letta nel loro contratto:

"Il successo si ottiene con una spesa di migliaia e migliaia di euro da parte dell'autore"

E io che pensavo che servissero capacità, tecnica, perseveranza e il c..o di trovarsi al posto giusto nel momento giusto. Faccio un bonifico e divento famoso?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non ho esperienze dirette, ma proprio oggi sono stato alla loro libreria a Roma (che poi è la Rinascita di via Savoia, che se non ho capito male hanno preso in cogestione), e posso solo testimoniare che lì ci sono i loro libri, e che la persona con cui ho parlato mi ha detto che a Roma hanno una sorta di 'corner' in alcune librerie. Poi non so...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Claudio Piras Moreno

I miei amici non vedono l'ora di leggersi il mio libro, per questo mi hanno chiesto se prestavo le mie due copie omaggio; perchè quel prezzo, 25 euro, sembra loro esagerato. Uno mi ha detto che preferisce regalarmi i 25 euro e poi magari dopo si legge una delle mie copie! Io di sicuro non ne ho acquistato neanche una e infatti il mio libro non ne ha venduto, nemmeno una. Mi spiace, ma tra l'altro non sono nemmeno nella possibilità di fare acquisti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Claudio Piras Moreno

Ok ho prestato le mie due copie omaggio... davvero triste sapere che questo sarà l'unico modo per far leggere questo mio libro, perchè in altro modo non venderà mai neanche una copia. A 25 euro ripeto non lo comprano nemmeno i miei amici, peccato perché il libro, anche senza contare il contenuto (che non compete a me giudicare), è come oggetto in sè un bel libro. Bella copertina, grandi dimensioni, ci sono delle mappe disegnate da me ed elaborate al pc da miei amici... per me questo libro è morto per sempre, visto che i contratti di questo editore vincolano per 20 anni... a meno che non decida di abbassare sostanzialmente il prezzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

claudio, noto tanto pessimismo! la questione del prezzo alto è lampante ma fossi in te sarei più entusiasta! coraggio!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Claudio Piras Moreno

Guarda Villegas, sono pessimista perchè alcune di queste piccole case editrici ti pubblicano i libri gratis si, ma con l'unico proposito pare, di vendere le copie ai tuoi parenti e amici e il prezzo di copertina spesso lo dimostra ampiamente. Io ho pubblicato un altro romanzo con una piccola C. E., il prezzo è di 20 euro... dopo tre mesi io sono riuscito a vendere 170 copie e dovevo ancora fare 4 presentazioni nei paesi dove avevo un buon giro grazie al teatro (recito in una stupenda compagnia), senonchè ho scoperto entrando in decine di librerie che il mio libro non era stato messo nemmeno in distribuzione, chiamando il distributore ufficiale della mia CE mi diceva che non gli risutava nemmeno che fosse uscito il mio libro, alchè ho disdetto tutte le presentazioni che avevo in programma, anche se ci ho perso... comunque il libro ha tutt'oggi non ha venduto una copia di più rispetto a quelle che ho venduto io. Ora non voglio fare la stessa fine con quest'altro. Infatti a 4 mesi dall'uscita anche la Arduino Sacco non ha venduto nemmeno una copia, e non ne venderanno, stanne sicuro, a meno che qualche mio amico non impazzisca e lo ordini lo stesso nonostante il prezzo esagerato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

niente da eccepire, hai avuto una brutta esperienza. Anch'io ho pubblicato da poco con una big e il problema promozione, quando una free è piccola è un nodo cruciale. So che diverse persone l'hanno acquistato dal web, molti sconosciuti mi hanno chiesto contattandomi sul mio blog info su dove trovarlo e acquistarlo. Comunque, la gavetta in un certo senso è necessaria, ma se ti mancano i presupposti di fiducia è meglio chiudere i rapporti da subito col tuo editore

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anch'io ho pubblicato da poco con una big

Quando, Gianni? Ho perso un colpo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

scusa... lapsus assolutamente freudiano :asd: no, veramente.. perdono, intendevo scrivere con una free.

Nomen omen! Il tuo lapsus è un presagio, è solo questione di tempo :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lo hanno fatto solo per 5 mesi del 2011, come detto nelle pagine precedenti. Nel 2012 hanno pubblicato finora solo due romanzi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh, per fortuna. Ho visto le pubblicazioni, specie nel settore poesia, e c'è veramente roba di pessima qualità. Un peccato. E poi vedere una silloge di 36 pagine al costo di 10 euro mi pare veramente pazzesco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"ARDUINO SACCO EDITORE Ass. Cult.

Per una vera e propria editoria libera,

ogni autore non si dovrà più sottoporre alla farsa delle commissioni di lettura o, pseudo tali, le cui scelte più delle volte sono dettate da interessi personali e editoriali che altro, ma riteniamo che debbano essere giudicati solo ed esclusivamente dai lettori e dal mercato.

Per questo motivo si è deciso che tutte le opere che ci invierete potranno essere da noi pubblicate, senza alcun contributo da parte dell’autore, rispettando un ordine cronologico.

Per ottenere questo sarà sufficiente scaricare il contratto in duplice copia e inviarlo a

ARDUINO SACCO EDITORE – VIA L. BARZINI, 24 – 00157 ROMA oppure, inviare email a: arduinosacco@virgilio.it con la seguente dicitura: accetto condizioni contrattuale del contratto pubblicato sul sito, comunicare anche il numero telefonico e successivamente chiamare allo 064510237 per fissare l’appuntamento per l’impaginazione del libro e la realizzazione della copertina.

Il giorno stesso come specificato nel contratto andrete via con le due copie in omaggio e la programmazione dell’uscita e del lancio del libro."

Questo è ciò che c'è scritto sul loro sito. Incredibile

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"ARDUINO SACCO EDITORE Ass. Cult.

Per una vera e propria editoria libera,

ogni autore non si dovrà più sottoporre alla farsa delle commissioni di lettura o, pseudo tali, le cui scelte più delle volte sono dettate da interessi personali e editoriali che altro, ma riteniamo che debbano essere giudicati solo ed esclusivamente dai lettori e dal mercato.

Per questo motivo si è deciso che tutte le opere che ci invierete potranno essere da noi pubblicate, senza alcun contributo da parte dell’autore, rispettando un ordine cronologico.

Per ottenere questo sarà sufficiente scaricare il contratto in duplice copia e inviarlo a

ARDUINO SACCO EDITORE – VIA L. BARZINI, 24 – 00157 ROMA oppure, inviare email a: arduinosacco@virgilio.it con la seguente dicitura: accetto condizioni contrattuale del contratto pubblicato sul sito, comunicare anche il numero telefonico e successivamente chiamare allo 064510237 per fissare l’appuntamento per l’impaginazione del libro e la realizzazione della copertina.

Il giorno stesso come specificato nel contratto andrete via con le due copie in omaggio e la programmazione dell’uscita e del lancio del libro."

Questo è ciò che c'è scritto sul loro sito. Incredibile

da una parte il pubblicare di tutto non è il massimo per l'editore, però penso che, a prescindere da questo, per noi esordienti possa essere una buona oppurtunità, almeno per iniziare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si ma sussiste il problema dell'obbligo di presenziare nella loro sede, a Roma, per l'impaginazione e altro. Per uno che è fuori zona, oltre ad essere scomodo, è anche dispendioso. A sto punto conviene l'autopubblicazione dato che non fanno selezione e tanto meno editing.

Comunque è particolare il loro contratto, specialmente le ultime 3 pagine

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

da una parte il pubblicare di tutto non è il massimo per l'editore, però penso che, a prescindere da questo, per noi esordienti possa essere una buona oppurtunità, almeno per iniziare.

Io non la vedo così.

Io ho pubblicato con l'Arduino Sacco la mia prima raccolta nel 2009, quando non avevano ancora adottato questa politica e mi dispiace vedere che non facciano più selezione. :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Opportunità per esordienti?

Quale opportunità fare soldi o avere fama? L'unico scopo che dovrebbe prefiggersi un esordiente dovrebbe essere quello di pubblicare un bel libro.

Un libro che alla fine (e se possibile anche all'inizio) ti lascia un sorriso stampato sulla faccia e la voglia di leggere altro...ci sono già tanti libri che servono per spiaccicare le mosche sul muro non serve aggiungerne altri!

Spero di non risultare duro a nessuno dico solo quello che penso. Io personalmente sono felice che ad oggi non mi abbiano ancora pubblicato. Vuol dire che devo ancora migliorare e visto che è solo da qualche anno che scrivo mi va più che bene. Bisogna accettare la realtà e cercare di migliorarsi.

Pubblicare chiunque non serve nè a loro(che perdono credibilità) nè per l'autore che non migliora e si abitua ad un cammino per la pubblicazione troppo facile.

Un cammino che lo porterà a credere che basta lavorare poco per ottenere tanto!

Quoto Massimo dispiace anche a me che abbiano adottato questa politica!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Volevo segnalarvi questa iniziativa della Arduino Sacco Editore. Mi piacerebbe che scaricaste il contratto in duplice copia e leggeste i motivi che loro indicano quali elementi per non firmare il contratto. Cosa ne pensate? A dire il vero non mi sembrano asserzioni prive di un fondamento... c'è da riflettere.

http://www.arduinosacco.it/cms.php?id_cms=12

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo che ci sia già stato un dibattito su un altro editore (non riesco a ricordare il nome) che pubblicava senza alcuna selezione preliminare. Provo a cercarlo. La disquisizione sul perché firmare oppure no mi sembra una sequela di sciocchezze, abbastanza banali da contenere qualche asserzione condivisibile (in quanto ovvia).

L'unica spiegazione logica sul voler pubblicare qualunque cosa è che si tratta di una produzione su richiesta. Ovvero: vengono stampate al momento le due copie per l'autore e le eventuali altre quando egli le richiederà per parenti, amici e qualche presentazione. In questo caso, a quanto ho letto, di ogni libro si vendono in media circa cento copie. Ciò assicura allo stampatore (chi adotta questa politica non è più un editore!) un piccolo guadagno che, moltiplicato per un numero elevato di autori, fa comunque una cifra rispettabile. :asd: :asd:

Modificato da sefora

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Njagan

Avevo già letto di questa iniziativa. Personalmente, credo che sia una "metafora" alquanto sottile e ben nascosta (ma non tanto) che vuole scoraggiare l'invio di manoscritti. La vera intenzione della Casa Editrice si legge in fondo alla pagina, all'appendice al contratto.

Dico... Avete letto con attenzione le prime sei clausole? Basta questo, a mio avviso, per farne una iniziativa ironica e priva di fondamento.

E se rimanesse qualche dubbio, meglio leggere la fine: "Dopo aver preso atto di quanto sopra riportato, sottoscrivo il presente contratto e qualsiasi mia pre- tesa di qualsiasi genere non ha ragione di esistere.

Nel ringraziare l’editore per farmi stampare l’opera senza spendere un soldo e né ad obbligarmi ad acquistare un minimo di copie, sono altrettanto consapevole che eventuali libri che dovessero servirmi dovrò pagarli sperando in un migliore sconto possibile.

Sono altrettanto consapevole che l’editore può recedere dal presente contratto in qualsiasi momento con una semplice comunicazione e senza preavviso.

Sono consapevole che è piena facoltà dell’editore decidere quale libro debba andare in distribuzio- ne su scala nazionale."

Poi, posso anche sbagliare ;)

Modificato da Anja

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×