Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Mariodm

Come si organizza la presentazione di un libro?

Post raccomandati

Ciao ragazzi! Questa è forse la domanda più stupida del mondo, ma ve la rivolgo lo stesso.

Dunque, come si organizza la presentazione di un libro?

Ebbene, finora ho fatto qualche presentazione, ma sono state tutte organizzate dalla Casa Editrice (quindi l'Editore mi forniva luogo e orario e io andavo sul posto, semplicemente :D ). Quelle fatte "in proprio", invece, hanno coinvolto parenti e amici, per lo più in locali privati, quindi senza appoggiarmi a una libreria.

Dunque, se si volesse effettuare una presentazione in una libreria, alla Mondadori o alla Feltrinelli, come è meglio muoversi?

Andare prima alla libreria, domandare la disponibilità e poi contattare la Casa Editrice per l'invio delle copie, oppure fornire i recapiti alla Casa Editrice che, a sua volta, contatterà la libreria per organizzare il tutto?

E poi, le librerie chiedono soldi (che so, per l'affitto della sala, ad esempio) per effettuare una presentazione? E, se no, questo discorso vale per tutti o solo per i privati? Insomma, se volessi presentare un mio libro alla Feltrinelli, dovrei pagare qualcosa?

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bisogna pur vedere se Mondadori e Feltrinelli fanno presentazioni nelle loro librerie di autori editi non da loro, mi parrebbe un pò strano, a meno che non si tratti di qualche biggettone o autore di nicchia importante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bisogna pur vedere se Mondadori e Feltrinelli fanno presentazioni nelle loro librerie di autori editi non da loro, mi parrebbe un pò strano, a meno che non si tratti di qualche biggettone o autore di nicchia importante.

Sì, fanno anche presentazioni di autori non editi da loro. Conosco alcuni scrittori - emergenti - che hanno presentato i loro libri nelle librerie feltrinelli e mondadori (anzi, a volte mi è capitato di assistervi).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ovviamente devi prima di tutto andare a parlare con il direttore o il proprietario della libreria e chiedere se puoi farlo, come puoi farlo, quali sono i loro modi e tempi.

Trattandosi di imprese private, ognuna ha storia a sé

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi trovo nel momento che segue la pubblicazione del romanzo: farlo conoscere ai potenziali lettori. Sto sfruttando tutte le risorse disponibili in rete, ma dovrei anche cominciare ad agire anche nel "mondo reale". So che molti scrittori organizzano meeting al fine di presentare il proprio libro e riguardo questo argomento, desidererei ricevere alcune indicazioni utili.

Ho due domande:

1) Come si convincono le persone a partecipare a questo genere di incontri?

2) Esistono video in rete che mostrano questi eventi? Potrei trarne ulteriori spunti. Linkate se ne conoscete.

Parlatemi delle vostre esperienze, sia come spettatori, sia come protagonisti di questi incontri. Grazie icon_wink.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io non ho alcuna esperienza in merito, però teoricamente le librerie, le biblioteche e le associazioni culturali locali dovrebbero rendersi disponibili a farti fare una presentazione (poi dipende da tanti fattori).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Le presentazioni in genere sono un fenomeno a livello locale. Quindi ti devi appoggiare a qualche libreria o associazione culturale e sfruttare i loro canali promozionali abituali.

A quelli devi aggiungerci del tuo, mettendo la notizia sul web e contattando qualche tuo amico o conoscente in zona, invitandolo a diffondere la notizia o semplicemente a non venire da solo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mio padre è impiegato comunale in biblioteca, e dice che quando organizzano le presentazioni di libri ci vanno massimo 10 persone, e pretendono pure di avere il libro gratis per essere ripagati del favore. :facepalm:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Alla mia presentazione eravamo una quarantina...

Forse perché nel manifesto, il bibliotecario del comune aveva sottolineato la presenza di un ricco buffet icon_cheesygrin.gif

Comunque vendetti solo 3 copie...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo è proprio il mio timore. Io, per esempio, ho la possibilità di far intervenire una cantante piuttosto famosa (sono amico di sua sorella da molti anni), tanto per attrarre più persone, ma sarebbe tragico se poi mi trovassi la libreria piena di suoi fan che non hanno alcun interesse nel comprare il mio libro e che sono venuti lì solo per avere il suo autografo. Ho pensato di organizzare una sorta di happy hour nel pub di mio zio, a Milano, ma anche lì non vorrei che la gente venisse per scroccare un pasto e non comprasse il libro.

L'idea di base sarebbe quella di offrire un cocktail gratis a chi compra il libro. Darei i soldi guadagnati a mio zio per ripagarlo anche se sono quasi certo che offrirebbe tutto lui o che accetterebbe una cifra puramente simbolica. Andrei a perderci, però, senza sapere quanto valore avrebbe quel mio investimento, così come successe a Jack.

Non ho amici artisti (con l'eccezione della cantante) che potrebbero collaborare al fine di attrarre più persone, né conosco giornalisti o vip che potrebbero dare risalto all'evento. A Milano, abito in un quartieraccio dove la cultura letteraria è a malapena considerata, oscurata da quella criminale - ammesso che ne esista una, quindi non servirebbe molto rivolgersi all'amministrazione.

Non so dove sbattere la testa. blink1.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io mi sa che in un futuro lontano punterò sulle scuole. Mi immagino già la scena:

Io: "Chi di voi guarda anime in tv o legge manga?"

*si alzano le mani*

Io: "Bene, a voi il libro piacerà" XD

Se vado in un liceo artistico faccio un boom di vendite. icon_lol.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Può essere un'idea :-D. Magari riesco a rintracciare le mie professoresse di letteratura e le convinco a farmi tenere un'ora di lezione di scrittura creativa ai fini dell'auto-promozione XD.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Andrei a perderci, però, senza sapere quanto valore avrebbe quel mio investimento, così come successe a Jack.

Ah, ma nel mio caso era tutto offerto dal comune, io non ci ho messo un centesimo icon_cheesygrin.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Può essere un'idea :-D. Magari riesco a rintracciare le mie professoresse di letteratura e le convinco a farmi tenere un'ora di lezione di scrittura creativa ai fini dell'auto-promozione XD.

Ti consiglio di provare, secondo me potrebbe funzionare. Conta che per esempio una prof di mio fratello fa acquistare ai suoi alunni libri di filosofia scritti da suoi amici che hanno pubblicato con piccole case editrici. In pratica così facendo una ventina di alunni sono obbligati a comprare quel libro per fini didattici. Se pensi per esempio a una scuola media, dove la finalità maggiore degli insegnanti di italiano è convincere i ragazzini a leggere, il tuo fantasy potrebbe essere una buona scelta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Può essere un'idea :-D. Magari riesco a rintracciare le mie professoresse di letteratura e le convinco a farmi tenere un'ora di lezione di scrittura creativa ai fini dell'auto-promozione XD.

questo sarebbe una figata. tanto più che gli studenti adorano perdere ore di lezione canonica (i professori un po' meno, però...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Può essere un'idea :-D. Magari riesco a rintracciare le mie professoresse di letteratura e le convinco a farmi tenere un'ora di lezione di scrittura creativa ai fini dell'auto-promozione XD.

questo sarebbe una figata. tanto più che gli studenti adorano perdere ore di lezione canonica (i professori un po' meno, però...)

Sì, anche se poi c'è il rischio che non ascoltino (e lo so perché l'ho visto). Bisogna essere bravi a cercare gli argomenti che potrebbero interessare.

Mi viene in mente una scena di "Una pallottola spuntata e mezzo" (o qualcosa del genere), dove per svegliare le persone che dormivano si mettono a leggere un libro erotico. XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Può essere un'idea :-D. Magari riesco a rintracciare le mie professoresse di letteratura e le convinco a farmi tenere un'ora di lezione di scrittura creativa ai fini dell'auto-promozione XD.

questo sarebbe una figata. tanto più che gli studenti adorano perdere ore di lezione canonica (i professori un po' meno, però...)

Sì, anche se poi c'è il rischio che non ascoltino (e lo so perché l'ho visto). Bisogna essere bravi a cercare gli argomenti che potrebbero interessare.

Mi viene in mente una scena di "Una pallottola spuntata e mezzo" (o qualcosa del genere), dove per svegliare le persone che dormivano si mettono a leggere un libro erotico. XD

senza dubbio non è facile catturare l'attenzione degli studenti. e si tratta di un pubblico diverso rispetto a quelli che vanno a vedere una presentazione: questi ultimi lo fanno più o meno di loro spontanea volontà [ surprice.gif ], gli studenti ci sono costretti. ci vuole estro per catturare l'attenzione degli studenti, bisogna coinvolgerli, non essere mai noiosi - e la fortuna è che, non essendo una lezione su mazoni, ci si può anche riuscire

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io sono bravo nell'accendere l'attenzione dei ragazzini. Organizzai per l'oratorio della mia zona un corso di windows 98, ai tempi. Era stato uno dei corsi più seguiti. :-) Sono anni che incanto serpenti per vivere! :-D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Io sono bravo nell'accendere l'attenzione dei ragazzini. Organizzai per l'oratorio della mia zona un corso di windows 98, ai tempi. Era stato uno dei corsi più seguiti. :-) Sono anni che incanto serpenti per vivere! :-D

Allora invadi le scuole medie e sei a posto. XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pensavo anche che, essendo il mio romanzo di genere gothic, potrei coinvolgere bimbiminkia emo e diventare il loro idolo :-D. Certo non dovrei parlare così male dei miei futuri fan... XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Pensavo anche che, essendo il mio romanzo di genere gothic, potrei coinvolgere bimbiminkia emo e diventare il loro idolo :-D. Certo non dovrei parlare così male dei miei futuri fan... XD

Iscriviti in un loro forum e sei a posto. XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ne ho fatte parecchie, ti racconto un po' di esperienze, poi vedi come possonoa dattarsi a quel che cerchi.

Scusa la fretta ma sono al lavoro, se poi possoa iutarti con dettagli maggiori chiedi pure

Sul numero di presenze, ci possono essere 30 persone in un posto dove nessuno ti conosce, come 10 persone nella libreria della tua città. Dipende da tanti fattori. In linea di massima, vendi una copia ogni due persone (a me di solito accade così, ed è facilmente spiegabile: ci vengono tante coppie).

Puoi organizzarla in circoli arci, librerie, pub, locali, associazioni culturali... ci sono un sacco di opportunità.

-Di solito falre in provincia rende di più, perchè è più facile interessare la stampa locale, e se ci sono webradio o webtv (queste ultime sono sempre interessate a confezionare servizi di solito)

Un buffet aiuta sempre.

-Presentare in libreria ha il vantaggio che le copie le compra il libraio, ma spesso, sempre per esperienza, ci viene molta meno gente. In un locale cìè più giro, anche magari di persone interecettate casualmente, ma le copie devi portarle tu (di solito tuti gli editori fanno conto vendita per gli autori con sconto copsicuo, e quelle che non vendi gliele rendi, quindi è comunque investimento a richio zero. In libreria e nel locale, se non vendi, non ci smeni denaro in ogni caso)

Come gestire la presentazione?

Intanto,puoi prendere ispirazione da quelle cui hai assistito tu.

In linea di massima, non farla durare più di un'ora. Trova un bravo relatore. Individua un paio di momenti di lettura per intervallare la conferenza e dare spunti, da 2 o 3 pagine l'uno al massimo, se no la soglia di attenzione cala.

Se hai una mico attore, o cantante, o musicista, è perfetto.

Il buffet è immancabile. Certo, molti verranno per il buffet e non per il libro. ma vengono.

Idealmente, porta qualche amico, fa pubblico, fa numero, espezzeranno il ghiaccio inziando a fare domande.

Se vuoi vedere un video, sul topic relativo al mio ultimo libro c'è un link con un servizio tv sulla presentazione fatta a ravenna in ottobre.

A disposizione per consigli e dritte su possibilità di eventi a milano, se vuoi.

In bocca al lupo!

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Pensavo anche che, essendo il mio romanzo di genere gothic, potrei coinvolgere bimbiminkia emo e diventare il loro idolo :-D. Certo non dovrei parlare così male dei miei futuri fan... XD

icon_lol.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'idea pare buona. Quei ragazzotti spendono centinaia di euro per i vestiti. Se riesco a far passare il mio libro come "cultura emo" diventerò miliardario! :-D

Bukowsky, ti ringrazio per il tuo intervento :-). Guarderò il video e poi ti bombarderò di MP per chiederti altre ditte. :-P Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'idea della presentazione al pub e di offrire il drink a chi compra il libro è buona. Il modo migliore per attrarre persone è offrire da bere e da mangiare gratis. E' vero poi la gente viene solo per bere gratis, ma, come ti ha detto già qualcuno, viene ed tu ti fai conoscere. Magari non comprano subito il libro, però potrebbero comprarlo in futuro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi sto interrogando, in vista di una presentazione presso una libreria, se per un esordiente è così importante fare una presentazione al proprio libro.

A parte le persone che ci sono più vicine, secondo voi per "gli altri" è così interessante sapere i vostri scrittori di riferimento o chi ha fatto scaturire l'idea per il vostro romanzo e altre discussioni più o meno accattivanti?

Capisco l'esigenza di farsi pubblicità, farsi vedere, parlare alla gente, ma sto rivalutando la questione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le presentazioni sono fondamentali, specie per un esordiente. Non è farsi pubblicità, o meglio non solo, è farsi conoscere. Io ho pubblicato a inizio marzo e ho fatto due presentazioni. Ovviamente invitando amici, ma poi sono arrivate anche persone che non conoscevo. Amici di amici, che hanno comprato il mio libro, gli è piaciuto e l'hanno consigliato ad altri amici. Alla Feltrinelli di Padova il mio libro è stato in vetrina e adesso è fra le novità, proprio all'ingresso. La mia casa editrice è piccola, e se non avessi fatto la presentazione (e se non fosse andata bene, con una media venduto tripla rispetto allo standard della libreria, che è di 7-8 copie) probabilmente adesso il mio libro non ci sarebbe. Poi noi nella presentazione siamo andati a braccio, parlando di quello che ci andava, non solo dei modelli letterari. Abbiamo parlato anche di editoria a pagamento, di come un manoscritto diventa un libro, del ruolo dell'editor. Il pubblico sembrava interessato e anche divertito, a giudicare dalle foto. Ecco, nella mia esperienza posso dire che il dietro le quinte è interessante per chi va a vedere una presentazione. Poi col tempo impari a capire dalle facce delle persone se le stai annoiando o se sono interessati.

Poi se vuoi un consiglio: quando hai la presentazione fai contattare dalla casa editrice i quotidiani locali, che ne parlino, di solito un trafiletto lo mettono, e i siti di informazione della città, che mettano in evidenza l'evento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite *Lili*

Come dice gazza, la presentazione di un libro è una cosa importante: è un po' il biglietto da visita dell'esordiente, se così vogliamo chiamarlo, e permette di farsi conoscere dalle persone, uscendo quindi dalla cerchia ristretta di amici e parenti.

Anche se la presentazione è organizzata da una piccola casa editrice, anche se verrà seguita da poche persone... stai pur certo che quelle persone ne parleranno a chi conoscono e così via di tam tam.

E' tutto un circolo e credo sia abbastanza normale che sia così.

Per esempio: conosco una persona che ha pubblicato un libro e non ha fatto presentazioni. Non avendone avuto l'opportunità, l'unico modo che ha per far conoscere il libro è far "girare la voce" e così è, tanto che adesso il suo libro viene comprato anche da persone fuori città.

Insomma, la presentazione serve. Sempre. E' un modo di farsi pubblicità, di farsi conoscere dalle persone.

Quindi si: è importante.

Anche perché in genere a me sapere che c'è un autore che fa una presentazione, anche se non so chi è perché esordiente... non lo so, mi incuriosisce, quindi se ne ho la possibilità vado a curiosare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Jack Shark

Io penso che le presentazioni siano la cosa più stimolante e soddisfacente per uno scrittore.

E se hai pubblicato con un piccolo editore e devi far conoscere l'editore, te stesso e il tuo libro, non c'è sistema migliore.

Avessi il tempo e la possibilità, ne farei una a settimana...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×