Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

crazysalsero

[Consigli] L'iter per la pubblicazione nel mio caso specifico

Post raccomandati

Salve ragazzi,

posto nella speranza di ricevere ragguagli importanti in materia, vista la vostra notevole esperienza.

Provo a procedere con ordine perchè le domande sono diverse, essendo un neofita in materia di editoria.

Partiamo dal principio, la tematica scelta.

Sono un giocatore di poker professionista; partendo dai freeroll ( tornei senza quota di iscrizione che mettono in palio un montepremi in denaro ) ho costruito un piccolo capitale circa 2 anni e mezzo fa e nel tempo, grazie alla gestione delle finanze e lo studio costante sono arrivato a scalare i livelli e poter arrivare a guadagnare cifre stabilmente alte col poker, al punto da viverci nell'attesa di completare i miei studi in Medicina.

A seguito della mi specializzazione nella modalità di gioco testa a testa, ho avviato un'attività di coaching gratuito per allievi dei microlimiti, preparando un percorso accademico con lezioni che potessero portare progressivamente a un buon livello di gioco.

Ho trascritto le mie idee e lezioni teorico-pratiche, mentre le proponevo e quindi mi trovo a buon punto per la strutturazione di un libro, riguardante questa specialità.

Pertanto, sto ultimando un libro della lunghezza di 150-250 pagine che tratta di una specialità di gioco, definita Heads up ( testa a testa o 1 vs 1 ).

I vantaggi della tematica trattata:

-La tematica ha una scarsa letteratura ( solo un libro in merito, di un autore inglese, peraltro con un feedback non troppo positivo da parte dei giocatori di poker di questa modalità ) e le richieste di un libro decente sono state diverse ad oggi.

-Possibilità di fare leva su un pubblico molto vasto, il gioco del poker in Italia è ai massimi storici.

-Sono discretamente conosciuto come giocatore attraverso i principali canali di gioco italiani e forums, dove curo un blog e svolgo attività di articolista.

-Ho una conoscenza elevata della specialità, circa 25.000 partite giocate in questa modalità in 2 anni e mezzo con risultati documentabili.

Veniamo al dunque:

Secondo il vostro parere autorevole di scrittori, lettori ed esperti in editoria, quale forma di propaganda del libro sarebbe più consona?

Anzitutto, quali sono le Case Editrici che nello specifico potrebbero essere interessate a questo genere? Ne ho trovate tantissime su writer's dream, ma non so quale preferire e perchè.

Cerco una pubblicazione a costo zero/contenuto.

Le modalità preferenziali sono l'ebook per vendere su larga scala e la pubblicazione cartacea da associare su specifiche richieste ( POD? ).

Nella fattispecie ho letto di lulu.com e ho mandato una traccia a BrunoEditore dopo aver letto dei feedback positivi online e vedendo che trattava di tematiche come la crescita finanziaria, personale, il coaching, il training, la psicologia del gioco, etc.

La mia domanda innanzitutto è:

Mi conviene affidarmi a vetrine come lulu.com o amazon, facendo leva sui miei canali ( forums che frequento, immagine personale, istituzione di un blog ) oppure demandare il tutto a una CE che faccia ebook, associando a vendita su carta on demand?

Ho letto che lulu.com offre il vantaggio di fornire per il proprio ebook un ritorno dell'80% su ebook, mentre da quando ho capito BrunoEditore o simili offrono il 15%.

Inoltre, ricevendo l'80% potrei proporre un costo contenuto dell'ebook e cercare di venderlo su larga scala ( visto che il target del giocatore spende facilmente 1-5€, ma fa fatica ad andare oltre o leggere su carta ); d'altro canto però attraverso una CE avrei pubblicità e canali preferenziali di marketing senza eccedere negli sforzi personali di pubblicizzazione.

A questo punto vi chiedo una seconda cosa:

L'80% che offre lulu.com è un contributo alto sui diritti d'autore, praticamente trattengono solo l'affitto dello spazio pubblicitario, ma a questo punto mi sorge spontanea una domanda fiscale.

Visto che lulu.com non è un editore, quali sono i miei obblighi fiscali su un ebook che scelgo di vendere su lulu.com?

Quando invece scelgo una CE, non ho obblighi di alcun tipo se ho capito bene, perchè percepisco una percentuale sui diritti d'autore che non sono tassabili secondo legislazione italiana, giusto?

Dove e come dichiarare il tutto fiscalmente qualora si debba fare?

Per quanto riguarda, invece, l'ISBN, questo è univoco per ebook e opera cartacea? Se ad esempio io mi faccio assegnare un ISBN gratuito da lulu.com o da una CE, da quel punto cosa succede? Diviene il mio editore sia per ebook che libro cartaceo?

Rinuncio alla proprietà dei diritti d'autore?

Inoltre, se scelgo una CE che mi assegna un ISBN, posso poi ugualmente proporlo su lulu.com con un ISBN assegnato dalla CE? La CE me lo permette?

Che differenza c'è tra un ISBN americano assegnato da lulu.com e uno italiano assegnato da una CE italiana?Ci sono limiti territoriali di vendita sui mercati/librerie in seguito?

Vi ringrazio per le eventuali delucidazioni e grazie mille per l'attenzione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Jack Shark

Secondo me se devi scegliere una soluzione cartacea, dovresti prima di tutto provare con una CE Free. Mi sembra che il gruppo Giunti-Demetra è quello più distribuito e appetibile per ciò che riguarda la manualistica.

Ma se il tuo obiettivo è un buon guadagno e una grande diffusione, io mi orienterei su siti che offrono la distribuzione del formato e-book, e lo metterei in vendita a un prezzo intorno all'1,99 Un prezzo che garantirebbe un'ampia diffusione. E poi ovviamente una buona promozione sui social network e in rete.

Alla fine infatti se punti all'e-book (che lo vedo come soluzione migliore per i tuoi obiettivi) dell'ISBN non te ne frega nulla, ciò che conta è la diffusione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Concordo con Jack. Inoltre, se lo traduci in inglese e lo pubblichi su Amazon/B&N/marketplace-vari, potresti guadagnarci cifra parecchio interessanti: se vai a riempire un vuoto nel mercato, venderai.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Jack Shark

Ottima idea quella della traduzione. Ti si apre un mondo di possibilità :la:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

salve ragazzi, vi ringrazio per le pronte risposte.

Proverò a contattare il gruppo Giunti-Demetra come consigliato.

Per quanto riguarda l'ebook, sostanzialmente la mia idea è quella di permettere acquisti su larga scala, quindi vorrei proporre un prezzo molto competitivo, puntando agli acquisti anche dei semplici "curiosi", però non vorrei precludere agli appassionati del cartaceo di poter fare un acquisto di un libro con un sovrapprezzo.

E' possibile vendere senza assegnare un ISBN? Se io metto in vendita su lulu.com o amazon o altri non me lo assegnano loro quando ne sono sprovvisto?

Una cosa importante comunque per me è l'aspetto fiscale. Se vendo ebook o libri in questo modo a cosa devo prestare attenzione?

Non sto effettuando delle vendite da editore di me stesso? Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

salve ragazzi, vi ringrazio per le pronte risposte.

Proverò a contattare il gruppo Giunti-Demetra come consigliato.

Per quanto riguarda l'ebook, sostanzialmente la mia idea è quella di permettere acquisti su larga scala, quindi vorrei proporre un prezzo molto competitivo, puntando agli acquisti anche dei semplici "curiosi", però non vorrei precludere agli appassionati del cartaceo di poter fare un acquisto di un libro con un sovrapprezzo.

E' possibile vendere senza assegnare un ISBN? Se io metto in vendita su lulu.com o amazon o altri non me lo assegnano loro quando ne sono sprovvisto?

Una cosa importante comunque per me è l'aspetto fiscale. Se vendo ebook o libri in questo modo a cosa devo prestare attenzione?

Non sto effettuando delle vendite da editore di me stesso? Grazie

su Lulu puoi richiedere l'apposizione dell'ISBN (è un segno di spunta), inoltre gli aspetti "fiscali" sono gestiti da Lulu stesso, e a te arriva il netto a tasse già pagate.

Per gli altri POD vale più o meno lo stesso discorso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao decimo, in realtà ieri nella mia ricerca avventuriera nel mondo del "fisco ed editoria", ho trovato questo ebook scritto da un avvocato:

http://www.youblisher.com/p/54148-Vademecum-sul-diritto-d-autore-il-caso-Lulu/

E' free e scaricabile.

Qualcuno può interpretarlo in termini spiccioli?

Da quanto scrive lui, gli aspetti "fiscali" sarebbero gestiti da Lulu in materia di POD, ma non avendo stipulato un contratto di cessione dei diritti, teoricamente si dovrebbe fare una dichiarazione dei redditi e pagare le tasse secondo quanto ho letto.

Perfetto, ma in che modo vengo inquadrato?

Lavoratore autonomo? Redditi diversi? Redditi d'impresa?

C'è scritto da qualche parte nello specifico ( ma non credo ) che l'autore di un'opera è esentasse?

A me sembra strano che non ci sia nulla da dichiarare, è vero che il POD è straniero, ma il residente beneficiario delle royalties è italiano..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Jack Shark

Allora, il reddito da opera letteraria va indicato in dichiarazione dei redditi, come "redditi diversi" e fa cumulo col tuo reddito attuale ed è soggetto a tassazione esattamente come qualsiasi altro reddito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

se non sbaglio, però, entro un certo limite (mi pare 5000€) vale come "prestazione occasionale" e non occorre dichiarare l'entrata

EDIT: O meglio, so che c'è questo limite e che si può applicare anche al caso delle entrate dalla vendita di libri, ma non conosco gli articoli di legge... non sono un avvocato

Modificato da Decimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Jack Shark

Il limite è 500 euro se è l'unico reddito percepito. La prestazione occasionale va documentata ed è esentasse solo se è stata già decurtata del 10%

Altrimenti va dichiarata.

Io i guadagni extra-negozio devo metterli in denuncia anche se sono di poche decine di euro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

c'è una grande confusione in materia, mi sono documentato.

Molti dicono che quando si firma un contratto editoriale, si viene inquadrati come "lavoratori autonomi" a prescindere dalla soglia di reddito raggiunta.

Ci sono poi delle differenze di tassazione in base all'età.

Sopra i 35 anni, v'è una deduzione del 25% sul reddito complessivo, quindi si applica una aliquota del 20% su una base imponibile del 75% del totale.

(es. / guadagno 1000€ , con la deduzione del 25%, la mia base imponibile è 750€ a cui si applica una tassa del 20%, ossia 150€ su 1000€ totali di incasso ).

Sotto i 35 anni, v'è una deduzione del 40% sul reddito complessivo, quindi un'aliquota del 20% su base imponibile del 60% del totale

( es./ guadagno 1000€, con la deduzione del 40%, la mia base imponibile è 600€ a cui si applica una tassa del 20%, ossia 120€ su 1000€ totali di incasso ).

Per quanto la tassazione italiana è così? Mi confermate?

Sotto i 2840€ poi so che se si è a carico della propria famiglia, il reddito è da dichiarare in quello dei propri genitori, oltre da soli.Giusto?

Poi per lulu.com ho scoperto che è totalmente diverso...

Lulu.com è uno stampatore straniero con editore italiano

Sono giunto alla conclusione che lulu offre un servizio di stampa in un paese straniero, mentre l'autore è quindi residente in Italia.

Lulu.com opera in USA e pertanto richiede un codice fiscale SSN/ITIN da inserire nel pannello con il quale ci identifichiamo come individuo o partita Iva per identificarci come organizzazione.

Questo al fine di beneficiare delle agevolazioni fiscali del 5% del trattato tra USA e Italia.

Viceversa la trattenuta fiscale degli USA è del 30% ,ma non ho capito se su acquisti effettuati da americani o su acquisti effettuati da tutto il mondo, perchè dice che se l'acquisto di materiale pubblicato da noi avviene verso paesi al di fuori degli Stati Uniti non si applica ritenuta fiscale.

In definitiva, le royalties che percepisco da lulu, ammesso che non mi sia possibile fornire un ITIN per pratiche burocratiche infinite, sono con una detrazione del 30%?

Se sì, finito questo passaggio, cos'altro ho da dichiarare al Fisco Italiano?

p.s.: resta qualcosa all'autore in tutto ciò o alla fine dobbiamo pure fare noi un bonifico a Monti?yes2.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

infine ho parlato con youcanprint.it perchè mi sono avvilito leggendo lulu.com e mi hanno detto poco fa che loro curano il versamento di tutti le imposte sui diritti d'autore.

COnfermate?

Quindi, se pubblico ebook o POD con loro e vendo, praticamente il mio ricavo del 50% su ebook e 20% su cartaceo è esentasse perchè già tassato alla fonte sul distributore youcanprint?

Il rendiconto che dà youcanprint è ugualmente da utilizzare per dichiarare i redditi o non si deve fare? Se sì, sono esentasse?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho trovato questo documento chiarificatore pubblicato dall'Agenzia delle entrate della Toscada in merito alla dichiarazione dei proventi derivanti da diritti d'autore:

http://www.traduttoristrade.it/sites/default/files/diritto%20autore%20web.pdf

Essendo il documento datato, va ricordato anche che :

Una nuova disposizione della Finanziaria 2007 (comma 318 dell'unico articolo della legge 27 dicembre 2006, n. 296) prevede per gli autori di età inferiore ai 35 anni una deduzione forfetaria nella misura del 40 per cento del compenso percepito, in luogo della deduzione standard nella misura del 25 per cento. Dunque, uno scrittore di età inferiore ai 35 anni si vedrà tassato solo il 60% del proprio compenso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Jack Shark

infine ho parlato con youcanprint.it perchè mi sono avvilito leggendo lulu.com e mi hanno detto poco fa che loro curano il versamento di tutti le imposte sui diritti d'autore.

COnfermate?

Quindi, se pubblico ebook o POD con loro e vendo, praticamente il mio ricavo del 50% su ebook e 20% su cartaceo è esentasse perchè già tassato alla fonte sul distributore youcanprint?

Il rendiconto che dà youcanprint è ugualmente da utilizzare per dichiarare i redditi o non si deve fare? Se sì, sono esentasse?

Una cosa importante: per i redditi tassati alla fonte (e cioè con ritenuta d'acconto) devono rilasciarti l'apposito documento fiscale. Documento da conservare in caso di controllo, o da allegare in dichiarazione dei redditi nel caso tu possegga altri redditi.

Per il resto, presi con le molle i dati che hai trovato, devi considerare che in ogni caso, devi rivolgerti a un commercialista, che si spera sia aggiornato con ogni nuova disposizione di legge (che è diversa da regione a regione) e saprà dirti esattamente cosa fare e quanto verrai a pagare alla fine.

Detto fra noi, il guadagno in Italia coi libri (a meno che uno non abbia la fortuna di diventare un fenomeno editoriale) è talmente risibile che io non mi metterei lì a impazzirmi coi conti.

Io porto sempre tutti i documenti al commercialista, poi ci pensa lui.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

si jack, naturalmente farei fare tutto ad un commercialista, ma reputo che sia assolutamente indispensabile informarsi prima sia per guidare il tuo commercialista su eventuali aspetti che potrebbero essergli sfuggiti, sia perchè ,proprio per il fatto che il guadagno è risibile, vorrei massimizzare il netto delle entrate senza rientrare in tassazioni che non appartengono al mio caso.

E' una questione di valorizzare il proprio tempo e provare a massimizzare il guadagno derivante dalla propria passione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ragazzi, vi chiedo un'informazione.

Mentre scrivevo sul forum di lulu.com per chiedere delucidazioni in merito, mi ha risposto un ragazzo cordialmente.

Mi ha fornito tutte le indicazioni e tra le altre cose, mi ha consigliato anche in alternativa a youcanprint, cerebroeditore.com .

Da quanto pare il ragazzo stesso è editore della stessa, ho letto un pò in giro e anche sul portale.

A quanto pare è un POD che non ha nemmeno le spese di spedizione e sarebbe molto utile per la mia finalità.

Ho provato a cercare feedback su questo sito, ma non è annoverata tra le case editrici free; è perchè è nuova o perchè non ha un feedback positivo?

Mi sapreste dare informazioni?

Il sito è ovviamente molto più amatoriale, però è ordinato, l'unica cosa è che non sono riuscito a conoscere alcuna informazione relativamente alla percentuale che viene data sulle vendite e ad altre informazioni.

Da un certo punto di vista, sembrerebbe comodo perchè basta inviare un file .doc per tutto, ma vorrei ricevere feedback a riguardo prima di decidere tra le varie scelte.

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Ice*

Oddio il sito mi sembra molto molto amatoriale °_°

Ma scusa la domanda, prima di buttarti alla cieca su un POD perché non provi a contattare qualche editore free?

Il tuo testo è particolare potrebbe anche suscitare interesse, e magari avresti un editing e una distribuzione decenti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao ice, editori free che trattano di manualistica e saggistica ci sono, ma non so realmente quanti potrebbero essere interessati all'argomento.

Ad esempio, ho chiesto informazioni (senza mandare nulla inutilmente) a BrunoEditore e non sono interessati all'argomento.

Ho contattato una casa che si occupa del settore gaming ( BogalooPublishing ) e mi hanno detto di essere interessati, ma che leggeranno il materiale inviato tra 1 mese, perchè hanno da tradurre testi dall'inglese.

Tuttavia, ho delle perplessità inerenti ai costi dei libri, che partono da 15€ e arrivano a 35€, e non conosco le condizioni contrattuali ancora sulla vendita.

Inoltre, non fa ebook.

Il mio intento sarebbe quello di trovare un buon prezzo di vendita, ma anche quello di prendere una % discreta su tali vendite; so che il settore è particolareggiato, il mio lavoro potrebbe interessare potenzialmente a molti giocatori di poker, ma di fatto quante persone che lavorano presso una casa editrice possono essere esperti del settore al punto da giudicare realmente buona una opera "pokeristica"?

Dubito che abbiano tanto personale esperto in materia, quindi mi aspetto tanti "Non ci interessa l'argomento" come risposta standard, perchè mancano tanti requisiti. Molte case potrebbero prendere per un "azzardo" pubblicare un opera su un argomento che non hanno precedentemente trattato e relativo a un mondo di cui non hanno informazioni.

Io ho la volontà specifica di scrivere un libro che vorrei portare su cartaceo principalmente, che tratta della mia esperienza pokeristica, da giocatore a blogger ad articolista a frequentatore assiduo di forum competenti per offrire un prodotto assolutamente mio e poi affiancare nel tempo una serie di produzioni che siano guide, manuali a software di supporto, che vanno sempre a riempire un settore inesplorato.

Ovviamente, quindi penso che la miglior propaganda la possa fare stesso io su questi canali, quindi mi servirebbe un editore per risolvere la parte burocratica e fiscale con semplicità e poi dedicarmi a massimizzare i profitti.

Ho sempre ritenuto che il tempo corrisponda a denaro, inviare ovunque un lavoro che al 90% delle case non interesserebbe per carenza di specializzazione in merito, sarebbe tempo che potrei sfruttare in attività più proficue. Tutto deriva da questa considerazione semplice.

Se avete consigli in merito a case che potrebbero trattare di ciò, ditemi pure, la casa Giunti-Demetra io non l'ho trovata, nemmeno qui sul forum.

Spesso Giunti pubblica o da solo o con delle case, lo stesso dicasi per Demetra ( che poi è albastros no? ), quindi dubito fortemente sia una casa free...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Ice*

lo stesso dicasi per Demetra ( che poi è albastros no? ), quindi dubito fortemente sia una casa free...

scusa ma questa dove l'hai sentita? °_°

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×