Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Writer's Dream Staff

Lettere Animate Editore

Post raccomandati

Ah, io non ho accusato di niente. Io ho detto che è una pratica che, a me, non piace. E come ho scritto io stessa nel post, è perfettamente legale e non c'è niente da eccepire. Anche l'Editoria a Pagamento è legale ma ad alcuni non piace (non sto paragonando la storia dei classici con l'editoria a pagamento, è per far capire che una cosa legale non è automaticamente una cosa che deve andare bene a tutti).

Non c'è nessun polverone: io ho il mio pensiero, come avete visto (Tagliacarte, ad esempio) altri non lo condividono. Il problema dove sarebbe?

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 In ogni caso non si sta andando off topic. Qui si sta discutendo della strategia aziendale di Lettere Animate.
 Newton Compton cura i propri classici. Ci sono introduzioni, biografie, note a piè, eccetera.

 I classici di Lettere Animate sono solo scaricati e lievemente modificati. I Promessi Sposi sono questa versione qui. Versione a cui viene cambiata la copertina e a cui vengono aggiunti link ad altri testi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ah, io non ho accusato di niente. Io ho detto che è una pratica che, a me, non piace. E come ho scritto io stessa nel post, è perfettamente legale e non c'è niente da eccepire. Anche l'Editoria a Pagamento è legale ma ad alcuni non piace (non sto paragonando la storia dei classici con l'editoria a pagamento, è per far capire che una cosa legale non è automaticamente una cosa che deve andare bene a tutti).

Non c'è nessun polverone: io ho il mio pensiero, come avete visto (Tagliacarte, ad esempio) altri non lo condividono. Il problema dove sarebbe?

Nessun problema figurati.

Non capisco solo perché non sia stato detto nei topic di tutte le CE che applicano questo tipo di marketing e solo su Lettere Animate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 In ogni caso non si sta andando off topic. Qui si sta discutendo della strategia aziendale di Lettere Animate.

 Newton Compton cura i propri classici. Ci sono introduzioni, biografie, note a piè, eccetera.

 I classici di Lettere Animate sono solo scaricati e lievemente modificati. I Promessi Sposi sono questa versione qui. Versione a cui viene cambiata la copertina e a cui vengono aggiunti link ad altri testi.

 

Viene rifatto l'indice, vengono aggiunti link e come dici tu: lievemente modificati.

Non capisco dove sia il problema.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perché il discorso è emerso qui. Ma se fosse stato tirato fuori nel topic della Newton&Copton, avrei detto le stesse identiche parole.

Anzi, ringrazio perché appunto d'ora in poi starò molto attenta anche alle altre Case Editrici di questo fenomeno che non credevo affatto così diffuso, ma c'è sempre qualcosa da imparare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perché il discorso è emerso qui. Ma se fosse stato tirato fuori nel topic della Newton&Copton, avrei detto le stesse identiche parole.

Anzi, ringrazio perché appunto d'ora in poi starò molto attenta anche alle altre Case Editrici di questo fenomeno che non credevo affatto così diffuso, ma c'è sempre qualcosa da imparare.

 Newton Compton ti offre un servizio aggiuntivo. La loro versione è curata e commentata. C'è un'introduzione scritta da una persona competente. Non è la stessa cosa. Puoi comprare le versioni e fare i tuoi conti.

 La versione free è invece uguale a quella di Lettere Animate. L'unica differenza è che, cito Incagnoli: "Viene rifatto l'indice, vengono aggiunti link".

 Paghi 0.49€ per l'indice. Non male.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Perché il discorso è emerso qui. Ma se fosse stato tirato fuori nel topic della Newton&Copton, avrei detto le stesse identiche parole.

Anzi, ringrazio perché appunto d'ora in poi starò molto attenta anche alle altre Case Editrici di questo fenomeno che non credevo affatto così diffuso, ma c'è sempre qualcosa da imparare.

 Newton Compton ti offre un servizio aggiuntivo. La loro versione è curata e commentata. C'è un'introduzione scritta da una persona competente. Non è la stessa cosa. Puoi comprare le versioni e fare i tuoi conti.

 La versione free è invece uguale a quella di Lettere Animate. L'unica differenza è che, cito Incagnoli: "Viene rifatto l'indice, vengono aggiunti link".

 Paghi 0.49€ per l'indice. Non male.

 

E ti obblighiamo anche a comprarla.

Si discute del nulla.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho letto ora la discussione, mi sembra si stia solo discutendo, tutto qui. Alla fine se si deve prendere in considerazione una casa editrice si deve fare nel suo totale non solo per alcuni asapetti ed è giusto secondo me che se ne parli.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho letto ora la discussione, mi sembra si stia solo discutendo, tutto qui. Alla fine se si deve prendere in considerazione una casa editrice si deve fare nel suo totale non solo per alcuni asapetti ed è giusto secondo me che se ne parli.

Giustissimo!

Infatti non è un problema.

Anzi ho spiegato nei dettagli il perché di questo tipo di iniziative. Senza problemi ho anche detto che non Walter effettivamente abbiamo avuto delle mancanze di gestione che stiamo cercando di migliorare.

Ho solo detto che però la stessa teoria deve essere applicata a tutti quelli che fanno questo tipo di strategie (parlo dei classici).

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Signor Ford

Anche io. E condivido anche il fatto che su questo aspetto specifico si può fare come suggerito da Wonderland, aprire un topic apposito, concentrandoci qui sull'operato dell'editore e sulle proprie esperienze, da lettori come da autori. Il resto, in linee generali, mi sembra abbastanza fuori tema dalla funzione del topic a meno che non replichiamo lo stesso commento per tutti quelli che pubblicano classici.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate, intervengo perché avendo sentito parlare professori universitari di come funziona la pubblicazione di un classico penso che sia giusto chiarire: non si può accostare un'edizione con il testo nudo e crudo a un'edizione critica. Le edizioni che vengono messe in vendita dalle grandi case editrici, infatti, non sono prodotte a costo zero, ma al contrario c'è sempre uno studioso (di solito un professore) che inserisce le note al testo, scrive la prefazione o la postfazione, inserisce una biografia, ecc. Per non parlare di tutti i classici tradotti e con copertine commissionate a un illustratore professionista. Queste edizioni vanno pagate, perché è ovvio che queste persone non possono lavorare gratis. Al contrario, non capisco per quale motivo un lettore informato dovrebbe pagare per qualcosa che potrebbe avere gratuitamente, dove per di più si ritrova della pubblicità indesiderata. È una politica legale, d'accordo, ma non si può negare che sfrutti l'ignoranza. I promessi sposi a 49 cent con i link pubblicitari li compra chi non sa che si trovano gratis senza link pubblicitari. E questo, dal mio personalissimo punto di vista che uno è libero di non condividere, non lo trovo eticamente corretto.

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 Brava Feleset.
 Siamo tutti d'accordo che, se si può, meglio fare il soldo senza fatica.

 Però non credo che gli autori cerchino questo tipo di furbizia in una casa editrice. Perciò meglio avvertirli.

 Se il "così fan tutti" è una giustificazione - nonostante, ripeto, Newton Compton e le altre big offrano in realtà un servizio diverso nei loro classici (introduzione, commento, eccetera) - allora inviate manoscritti a Lettere Animate.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per carità, il mio punto di vista potete anche ignorarlo (ognuno fa come crede), la cosa importante da tenere presente è che un'edizione critica rispetto a un'edizione con solo il testo è una cosa oggettivamente diversa. A me sta bene che uno dica 'per me non è una cosa scorretta e la approvo', ma non diciamo che anche altri fanno 'la stessa cosa', perché non è così. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Signor Ford

Continuo a ribadirlo: posso essere d'accordo o meno con queste idee, ma vi invito a discuterne in un luogo più idoneo di questo, dove quello che conta sono le testimonianze, non le prese di posizione tanto per fare o per dire se siete d'accordo o meno. Quello che ci dovrebbe interessare è se da autori o lettori abbiamo avuto esperienze buone o cattive con Lettere Animate, il resto credo che ciascuno lo debba desumere senza per forza parlarne per pagine e pagine sul cosa sarebbe giusto o sbagliato, etico o non etico. Chi arriva qui merita di conoscere le esperienze, non l'idea o il disaccordo su qualcosa che non mi pare vi abbia direttamente coinvolto, a tale uso potete aprire un topic sui diritti e le pubblicazioni dei classici. Avete detto cosa fa coi classici? Ok, ora torniamo IT, grazie.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io la vedo esattament all'opposto di steam, soprattutto se fossi un autore. Sapere che il link relativo a un mio libro è finito all'interno di un classico mi offre una ulteriore opzione di visibilità.

Poi, per quanto riguarda l'e.book del classico è assolutamente vero che si trovano edizioni in lingua originale a pagamento e, spesso, anche a prezzi relativamente alti (5 euro e via). Se escludo feedbooks e pochissimi altri, inoltre, la qualità degli ebook gratuiti di grandi classici è alquanto scarsa per cui se lettere animate prepara degli e.book validi ben venga (minimum fax, ad esempio, non la fa, almeno per quella che è stata la mia esperienza)

Anche il discorso di affacciarsi  sul mercato estero per far conoscere il nome dell'editore attraverso la messa a disposizione dei classici mi pare una cosa più che apprezzabile in termini marketing e senza nessuna ignominia dal punto di vista morale.

Non è che comprando l'edizione cartacea di un classico da mondadori o da Netwon sia diverso, anzi lì c'è proprio lo sfruttamento comerciale dei diritti scaduti, lì l'autore lo fanno pagare e non si limitano di certo di rientrare solo dei costi. Con Newton poi è anche peggio visto che si limitano a pubblicare i classici esteri in italiano con le traduzioni coi diritti scaduti, per cui pure antiquati come linguaggio e tecnica di trafuzione.

 

No, decisamente mi sembra corretto come approccio in vista di investimenti cospicui per sbarcare sul mercato internazionale qualsiasi modo per creare "awarness" deve essere perseguito e anche il prezzo, che è risibile, ci sta: a qualsiasi cosa si da valore solo se ha un prezzo, se viene regalato non lo si apprezza dovutamente.

Perfettamente d'accordo con te, Tagliacarte. Ho faticato anche a capire quali obiezioni fossero mosse alla casa editrice per una pratica promozionale - una delle tante, è stato detto - del tutto lecita e "morale", se il termine è lecito, e agli autori che decidessero di pubblicare con loro. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate, non ho letto tutti gli interventi e credo di aver proseguito con l'off topic. Allora rientro un attimo per dire che mi è capitato di leggere un ebook di Lettere Animate e l'ho trovato ben fatto, sia graficamente che come cura del testo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho pubblicato un ebook con Lettere Animate lo scorso aprile e finora devo dire che è un'esperienza diversa da come me l'immaginavo, ma globalmente molto positiva. Essere parte di un "marchio" molto presente in rete aiuta senz'altro a far arrivare la tua opera (nel mio caso, non un'opera facilissima) a molta più gente.   

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me di questa casa editrice piace molto la grafica (sito, copertine dei libri, video youtube). Mi fa davvero una bella impressione e spero mi arrivi una loro proposta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti! Intanto complimenti alla CE: dalle esperienze di cui ho potuto leggere in questa discussione, state facendo davvero un bel lavoro, non capita spesso che tanti autori si dicano così soddisfatti dello stesso editore! Inoltre, personalmente parlando, devo dire che le vostre copertine sono bellissime; se, all'interno, i libri sono altrettanto curati, allora davvero complimentissimi!

 

Non mi dispiacerebbe proporvi il mio primo manoscritto, però, pur avendo cercato in lungo e in largo, non riesco a trovare le indicazioni per l'invio dei manoscritti; ho anche cliccato sul link proposto da Ayame in questa stessa discussione, ma niente, mi manda alla prima pagina del sito. Sono io che sono incapace (il che non è da escludere...), oppure per ora il servizio di ricezione manoscritti è sospeso? Avrei anche un'altra domanda: almeno in linea generale, è possibile conoscere gli attuali tempi di attesa per una risposta positiva (se dovesse esserci, ovvio :asd:)?

 

Grazie dell'attenzione! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusami Clarabella, se vuoi rispondermi, come sono stati questi primi mesi di promozione virtuale? Sei riuscita a convincere amici e non a comparare l'e-book?Ad oggi come sono soddisfacenti le vendite?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo sia troppo presto per conoscere i dati assoluti di vendita. I numeretti della classifica di Amazon (che controllo compulsivamente ogni volta che accendo il computer e un giorno o l'altro me li sognerò la notte...) mi hanno portato fino alla posizione 231, ora sono abbastanza stabili nella parte medio-bassa della classifica. Sto faticando un po' a convincere gli amici tetragoni alla tecnologia, ma in compenso persone che non conoscevo lo hanno comprato subito appena ne hanno saputo l'esistenza. Ma gli amici ce li hai sempre sotto mano, e non è più difficile che convincerli a ordinare un libro cartaceo che altrimenti non si trova, anzi...

Per il resto, habent sua fata libelli, dicevano i latini: i libri hanno il loro destino. Nell'attesa della famosa botta di c**o, mi accontento della stima dei lettori che mi hanno dato un feedback. Probabilmente resterò un autore di nicchia :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×