Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Writer's Dream Staff

Lettere Animate Editore

Post raccomandati

Inviato il manoscritto a marzo, a oggi non ho ancora ricevuto risposta. In parte preoccupato (anche se mi avevano avvisato della ricezione del materiale) li ho contattai per avere gentili informazioni (essendo passati 8 mesi mi stavano sorgendo dei dubbi o.o).

In meno di ventiquattr'ore hanno risposto, dicendo che stanno modificando la struttura di pubblicazione e che prestò ricevero una risposta riguardo al manoscritto.

Sempre disponibili e cordiali direi :)

Vi aggiorno: mi hanno risposto dicendomi che non possono leggere il mio manoscritto nel breve termine, per correttezza verso coloro che hanno inviato i propri lavori antecedentemente a me... e ovviamente hanno ragione. Ritengo che anche questo dimostri la loro serietà e professionalità! Peccato per me...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buona sera a tutti

Vi aggiorno sulla mia situazione. Avendo avuto responso positivo attendevo di essere pubblicata. Passato settembre (mese in cui diceva avvenire un qualche contatto) mi hanno detto che avrebbero posticipato il tutto a novembre.

Da novembre siamo passati direttamente all anno prossimo.

Che dire, la mia scelta l ho già fatta, seguire l e, rifiutando un'altra c e, spero di aver fatto la scelta giusta

A presti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie jack

Nonostante io sia una persona ansiosa

Ho deciso che questa volta non mi sarei fatta prendere dall'agitazione...

Scusa invece per gli errori grammaticali del precedente messaggio ma mio figlio (di sei mesi) e' attratto dal cellulare e non appena lo utilizzo vuole sottrarmelo in pochi secondi :-p

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vi riporto anche la mia esperienza con Lettere Animate, per quanto essa sia stata molto limitata nel tempo: ho inviato il materiale il 25 Agosto e mi sono visto rispondere il 16 Novembre, quindi poco più di due mesi e mezzo dopo. Il responso è stato positivo ed alla mail di risposta era allegato un contratto di pubblicazione; in particolare, nel mio caso, mi è stato detto che avrebbero voluto intraprendere per il manoscritto la strada della pubblicazione esclusivamente digitale ( Anche se la stessa mail diceva che il solo digitale era per il momento, niente escludeva che in futuro ci sarebbe potuta essere una pubblicazione cartacea ).

Ora non so se è corretto dire le percentuali per il diritto d'autore, ma mi sono sembrate subito molto buone, con il valore della percentuale stessa a salire molto dopo tot copie vendute; il contratto mi è parso più che corretto, anzi, tutelava l'autore oltremodo specificando fin da subito la "quantità" di promozione che sarebbe spettata all'editore, quindi veramente molto bene. Altra cosa che mi è piaciuta è che sono stato invitato a riflettere con la massima calma sulla proposta.

Alla fine ho deciso di rifiutare, ma questo non toglie che l'editore mi abbia fatto veramente un'eccellente impressione.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Jack Shark

Alla fine ho deciso di rifiutare, ma questo non toglie che l'editore mi abbia fatto veramente un'eccellente impressione.

Posso chiederti il motivo? E' perché avevi altre proposte sul piatto oppure stai cercando un tipo di pubblicazione che preveda sia il digitale che il cartaceo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Posso chiederti il motivo? E' perché avevi altre proposte sul piatto oppure stai cercando un tipo di pubblicazione che preveda sia il digitale che il cartaceo?

No, non è stato per la questione del cartaceo: il mio manoscritto ( come quelli di molti esordienti assoluti, d'altronde ) è un po' una scommessa e sono convinto che per una piccola casa editrice produrlo innanzitutto in digitale, con prezzo di vendita ridotto al minimo e quindi anche maggior disponibilità di investimento sulla pubblicità fosse la scelta più giusta; da esordiente assoluto, d'altronde, non avendo un pubblico di base già è difficile farsi conoscere, figurarsi vendere un prodotto particolare a cifre impegnative. Una pubblicazione in digitale tutela anche da possibili invenduti, credo, non solo l'editore, soprattutto l'autore che rischia di bruciarsi completamente, in definitiva quindi mi è sembrata un'opzione anche migliore di quella di stampare qualche centinaio di copie. Per questo ho sottolineato l'ottima impressione che l'editore ha lasciato in me, ma d'altronde già dagli altri post si erano capiti l'impegno profuso e la bontà di questa piccola azienda.

Ho rifiutato esclusivamente perché ho ricevuto alcune proposte da case editrici che godono di maggiore rilevanza e più ampia distribuzione, altrimenti a parità di blasone non avrei avuto dubbi ad accettare, perché credo che facciano un gran buon lavoro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io ho appena ricevuto una proposta per la pubblicazione in digitale (ed eventualmente poi in cartaceo). Confermo che hanno scritto sulla mail che posso decidere con estrema calma. Sono molto molto gentili.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come scritto altrove, ho appena pubblicato un ebook con loro.

E confermo la vostra buona impressione: cortesi, disponibili e veloci nelle risposte ad ogni mia richiesta. Anche il contratto mi sembra piuttosto chiaro, nonostante la mia inesperienza in materia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti!

Si hanno novità di questa casa? Ho invitato il mio manoscritto più di quattro mesi fa... Chiedo perché l'ultima volta mi hanno detto che avrei ricevuto entro fine mese ( cioè fine gennaio) una risposta. Magari qualcuno di voi entro fine mese ha ricevuto qualche notizia :ohh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho inviato a marzo 2012 e sto ancora aspettando una risposta :) Chi ha inviato a ottobre può mettersi il cuore in pace fino a quest'estate mi sa :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi inserisco nella discussione per rispondere alle perplessità sui tempi di lettura.

La realtà dei fatti è che dipende da un intasamento di manoscritti (abbiamo una media di 5/6 manoscritti al giorno) questo non giustifica il ritardo ma è giusto per farvi capire determinati ritardi.

I manoscritti non vengono letti tutti dalla stessa persona, sono divisi per generi e per suddivisione interna.

Per cui può essere che i tempi di lettura siano differenti.

Stiamo anche pensando di sospendere la ricezione momentaneamente.

Per il resto ci dispiace se ci siano ritardi eccessivi ma cerchiamo di fare del nostro meglio.

Un saluto a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti. Dai precedenti post ho letto un gran bene di questa CE. Mi piacerebbe inviare il mio manoscritto e vorrei ulteriori informazioni da chi ha pubblicato con loro. Mi piacerebbe sapere quante copie vengono stampate e se la distribuzione nelle librerie è funzionale (il libro può essee ordinato in qualsiasi libreria nazionale?) Grazie per l'attenzione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sul loro sito compare l'avviso che, dato l'alto numero di manoscritti inviati, la selezione dei manoscritti è temporaneamente sospesa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao ragazzi/e

eccomi di nuovo qui per raccontarvi la mia esperienza.

Chi ricorda, fui contattata nel 2012, con una mail dove in allegato vi era il contratto. Mi dissero che il mio romanzo rientrava nella loro linea editoriale.

Ragionando qualche giorno, alla fine accettai.

Non ho però mai firmato il contratto perchè la mia pubblicazione fu rinviata al 2013.

Solo di recente mi è stato detto che hanno sospeso le pubblicazioni di autori esordienti...

morale della favola, sono di nuovo punto e a cap

a ognuno le sue considerazioni...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondo in quanto mi arrivano le notifiche della discussione via mail.

E' stato detto a Valeria che le pubblicazioni degli esordienti (intendo quelle cartacee) sono momentaneamente sospese, perché stiamo pubblicando e preparando libri di non-esordienti che ci daranno sufficienti introiti per poter sostenere le pubblicazioni degli esordienti con maggior visibilità sia per loro che per noi. Essendo gli esordienti difficili da vendere.

Scrivo questo perché noi non siamo una casa editrice "mordi e fuggi" ma cerchiamo di essere un'azienda e come azienda dobbiamo ponderare scelte e investimenti.

Mi dispiace che questo possa generare giudizi del tipo "pessimo comportamento" o cose del genere.

Però forse è il caso che prima di giudicare si guardi il mondo editoriale e i lettori medi, perché probabilmente si capirebbero molte più cose.

Grazie a tutti.

Buona Giornata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora,

mi metto nei panni della CE e lo trovo un buon punto di vista quello da cui è partita per bloccare le pubblicazioni di esordienti... poi però mi metto nei panni "miei" e dico "ma porca miseria se le cose stanno così non potevate comunicarlo all'interessato? Quella persona non ha inviato il suo manoscritto ad altre CE perché da parte vostra è stata illusa, addirittura le è arrivato un contratto! se non è un pessimo comportamento questo..."

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma non ho capito, Valeria, se alla fine non ti pubblicano "momentaneamente" o non ti pubblicano definitivamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Riporto anche la mia esperienza:

ricevo una proposta di pubblicazione digitale con allegato contratto, ne sono felice perchè LA è una c.e. che mi ispira, rispondo che mi piace, sono interessata, anzi firmerei subito se (circostanze mie personali che ora non posso raccontare)... Comunque mi dicono che per loro non c'è problema ad aspettare fino a marzo-aprile per concludere. Ci risentiamo dopo qualche tempo, io chiedo di confermare il loro interesse per la pubblicazione del mio testo, e loro confermano (senza se e senza ma). Arriva fine marzo, come concordato mi faccio viva per dire che sarei pronta a firmare il famoso contratto. Non rispondono. Mi costringono a rincorrerli con varie mail prima di fornirmi questa risposta (cito a memoria): sono occupati, in questo periodo, e non possono perdere tempo a rispondere alle mail e non possono prendere impegni per pubblicazioni. E questo è quanto, senza spiegazioni (che leggo adesso su questo forum). Non faccio commenti, riporto i fatti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' incredibile come si travisino le cose. A volte è frustrante leggere certe cose.

E' vero è un periodo in cui stiamo allargando i nostri progetti e (per fortuna) ci sono capitate occasioni che non possiamo farci sfuggire. Ma stop però.

Da quando abbiamo aperto abbiamo sempre e dico sempre risposto a tutti in maniera educata e cordiale è possibile però che ora come ora le risposte avvengano con qualche giorno di ritardo perché riceviamo tantissime email. E mi scuso se qualcuno ha aspettato per una risposta.

Però Tinucci che credo di aver capito chi sia non puoi "andare a memoria" e dire cose false o parzialmente vere. La verità è che possono passare anche diversi giorni per rispondere alle mail perché riceviamo oltre 200 mail al giorno.

Ti è stata inviata questa mail il 6/4 in risposta alla tua proposta di pubblicazione e alla tua lamentela che non rispondevamo :

Ciao Tina,

attualmente siamo abbastanza pieni per cui ci risulta difficile sia rispondere alle mail in tempo reale, che prendere impegni imminenti di pubblicazione.

Siccome tu ti sei lamentata che non avevamo ancora risposto ti ho scritto che non riuscivamo a rispondere in tempo reale.

Tu vieni su questo forum e scrivi : sono occupati, in questo periodo, e non possono perdere tempo a rispondere alle mail.

mi sembrano due modi di dire differenti.

Non si deve ogni volta attaccare, attaccare e attaccare si può anche essere capaci di capire. Non tutta l'editoria è una pattumiera.

Con tutto che noi facciamo i nostri errori e ci scusiamo in anticipo se stiamo facendo attendere qualcuno. Detto questo i nostri contratti di edizioni sono annullabili in qualsiasi momento. Senza penale. Anche da chi è stato pubblicato. Per cui chiunque fosse scontento è libero anzi deve annullare il contratto perché noi come tutte le persone sbagliamo. Ma non diciamo cose per altre.

Un saluto a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Signor Ford

Ok. Io proporrei di non trascendere. Capisco tutte le posizioni, ma ritengo anche che si possa parlare senza aggredirsi a vicenda. Capisco il punto di vista degli aspiranti autori che prima vedono un'opportunità e poi la vedono sfumare, per quanto mi pare di capire che alcune siano state ritardate per problematiche anche degli stessi autori e che forse non è stato rescisso nulla. Mi pare di capire anche che l'editore attualmente ha chiuso la ricezione dei manoscritti proprio perché non riesce a soddisfare in maniera efficiente e in tempi congrui le richieste di pubblicazione, e averlo qui a rispondere, devo dire che è comunque un'opportunità. Per cui, non sprechiamola, perché non capita tutti i giorni. Io poi, sono di parte.

La mia esperienza con loro è stata ed è ancora oggi molto positiva, con tutte le difficoltà che insieme a Roberto affrontiamo nel rapporto tra autore ed editore, per cui non voglio nemmeno difendere a spada tratta il suo operato in situazioni diversa dalla mia, magari perché non sono oggettivo. Dico solo che le cose si potrebbero risolvere, anche non in questa sede se preferite. Intendo tra gli autori reclutati e l'editore. Basterebbe iniziare con l'ascoltarsi di più e il recriminarsi di meno. Pensiero mio, nel tentativo di essere il più possibile oggettivo :) Per cui ci sono autori reclutati delusi da una probabile offerta poi non soddisfatta: chiariamo le posizioni e rimediamo il rimediabile, ascoltiamole. C'è un editore che dice: attenti, sto cercando di portare avanti una politica a vantaggio anche dei futuri esordi: ascoltiamolo ugualmente. E giungete poi a una sintesi condivisa su quanto accaduto.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io sto aspettando una risposta dalla Lettere Animate da più di un anno, quando ancora dicevano che i tempi per la valutazione erano al massimo di 9 mesi. Questo per farvi capire quanto sono veramente impegnati :)

Non so ancora se il manoscritto che ho inviato potrà interessarli, ma io aspetterei volentieri più tempo per una pubblicazione in cartaceo. Se prima devono solidificare le basi della Casa con introiti da autori già confermati, ben venga. Credo anzi che l'esordiente avrà così una pubblicazione più sicura e forte :)

Ricordate che la pazienza è la virtù dei forti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi spiace di travisare, traviso del tutto in buona fede.

Se mi autorizzate e davvero volete posso pubblicare tutte le mail che ci siamo scambiati, non ho problemi a farlo.

Riassumo per ora le nostre interazioni:

1) ho mandato un manoscritto secondo le modalità da voi richieste;

2) mi avete risposto proponendomi un contratto;

3) vi ho detto: "Sì, accetto, ma preferirei (per motivi che vi ho spiegato) firmare a marzo. Se però a marzo non vi va, firmiamo oggi";

4) risposta vostra: "Ti facciamo sapere" (e poi siete scomparsi per qualche tempo);

5) vi ricontatto io: "Per quanto riguarda EDIT SU RICHIESTA, la vostra proposta è ancora valida? Qualcosa in contrario a concretizzarla solo verso marzo-aprile?"

6) risposta vostra: "Sì c'è ancora interesse, va bene per marzo-aprile."

7) mail mia: allora restiamo intesi che mi rifaccio viva a marzo-aprile, ma se nel frattempo aveste novità o comunicazioni in proposito, fatemi sapere.

8) silenzio vostro.

9) il 23 marzo vi scrivo dicendo che sarei pronta a procedere.

10) risposta vostra: dovremmo risentirci ad aprile, ora siamo impegnati.

11) chiedo almeno una conferma del vostro interesse (sai com'è, con queste risposte lapidarie i dubbi ti vengono :-) ), perchè ho altre proposte che sto rifiutando, dato che mi considero in parola con voi.

12) nessuna risposta

13) il 5 aprile mi sento autorizzata a rifarmi viva, con questa mail:

"Buongiorno,

non avendo ricevuto risposta alla mail precedente vi ricontatto, anche se aprile è appena iniziato.

Vi prego di chiarirmi brevemente questi punti:

- mi riconfermate definitivamente il vostro interesse alla pubblicazione digitale di EDIT SU RICHIESTA (anche se non potete iniziare subito i lavori sul testo) e la proposta di contratto che ho ricevuto da voi qualche mese fa?

- se sì, quando approssimativamente pensate di programmare la lavorazione e la pubblicazione? Vi rifarete vivi voi o devo ricontattarvi io nel periodo che mi indicherete? Nel frattempo devo inviarvi il contratto firmato?"

14) mi aspetterei una (seppur breve e lapidaria) risposta subito, ma mi arriva solo la ricevuta di lettura. Sarà una risposta automatica, penso. Siccome ho bisogno di sapere vi riscrivo questo:

"Mi scuso per l'insistenza, ma ho bisogno di questi chiarimenti al più presto possibile, in modo da poter prendere una decisione sensata riguardo ad altre proposte di pubblicazione che mi sono nel frattempo arrivate."

15) risposta vostra (quella che avrei frainteso e che avete riportato voi stessi di sopra): "Ciao Tina,

attualmente siamo abbastanza pieni per cui ci risulta difficile sia rispondere alle mail in tempo reale, che prendere impegni imminenti di pubblicazione.

E questo è quanto. Avrò frainteso, o avrete frainteso voi. Però vi prego di non farmi passare per una pazza visionaria, perchè proprio non è il mio stile. Non vi ho intasato la casella postale di mail a casaccio, non vi ho coperto di insulti, non ho fatto stalking, non mi sono inventata niente: quindi per cortesia trattatemi con rispetto e cercate di capire di cosa si sta parlando qui. Il problema qui non è il contratto in sè, che non era ancora stato firmato; sono le modalità di comunicazione con le persone.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pubblicare esordienti non deve essere facile per un editore.

Si ha un punto interrogativo non sapendo se il testo venderà o no.

Quindi da un lato capisco la loro scelta. Magari non sono andate molto bene le vendite e preferiscono cambiare la loro strategia commerciale.

L'unica cosa che mi scoccia e' l'aver aspettato senza poi concludere... Mah che dire, pazienza

Ognuno fa quello che vuole. Anche questa e' esperienza.

Credo che in questo caso valga il detto: non dire gatto se non ce l'hai nel sacco -.-

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Io sto aspettando una risposta dalla Lettere Animate da più di un anno, quando ancora dicevano che i tempi per la valutazione erano al massimo di 9 mesi. Questo per farvi capire quanto sono veramente impegnati :)

Non so ancora se il manoscritto che ho inviato potrà interessarli, ma io aspetterei volentieri più tempo per una pubblicazione in cartaceo. Se prima devono solidificare le basi della Casa con introiti da autori già confermati, ben venga. Credo anzi che l'esordiente avrà così una pubblicazione più sicura e forte :)

Ricordate che la pazienza è la virtù dei forti.

Una mia curiosità ma non ti è venuto il dubbio che non ti vogliano pubblicare? Molte case editrici stimano un tempo plausibile per dare una determinata risposta, superato questo, qualcuna non perde nemmeno tempo a dare un riscontro negativo. Più di 1 anno, mi sembra tanto che non ci sia interesse, almeno che nel caso specifico abbiano richiesto un tempo maggiore. Non facciamo passare il concetto di aspetta e spera ma quello di darci da fare altrimenti eh eh. Riguardo l'altra discussione, dispiace che Tinucci non sia stata disponibile, per motivi privati, subito a una pubblicazione, perché poi il tempo davvero passa e quello che è oggi non è domani. Più di una domanda di fondo però mi sovviene, se tutte queste piccole CE stanno puntando sul digitale, perché il cartaceo costa troppo e ecc, non è questa una scelta che può prendere già in proprio un autore senza rivolgersi a loro? In definitiva quali sono i "rischi" diversi rispetto a quelli di un autore che punta unicamente su se stesso? Penso che l'ebook gode già di una certa diffusione senza le CE e adesso loro come possono convicerci del contrario? Io sarei pronto ad ascoltare questa differenza con molto interesse. Credo poco in pubblicazione solo in ebook e loro che la propongono vorrei sapere quali sono i vantaggi per l'autore, tanto quelli delle CE li abbiamo capiti :-).

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondo molto velocemente a Nuwanda, ho già risposto a questo dubbio in qualche altro post su questo forum ma rispolvero i concetti molto volentieri ;-). Non credo sia troppo ot in quanto rispondo dalla parte nostra come CE.

Il nostro ragionamento è molto semplice quando andiamo a proporre una pubblicazione cartacea o digitale. : questo libro in cartaceo funzionerebbe?

Non tutti i libri a nostro avviso sono sostenibili in cartaceo con discreti risultati. Alcuni dei libri che abbiamo pubblicato noi in cartaceo e ebook hanno avuto risultati differenti. Alcuni hanno venduto molti ebook e pochi cartacei, altri molti cartacei e pochi ebook. Per cui crediamo che a seconda del libro e del target e, perché no, dell'autore il nostro investimento debba cambiare.

Quando tu dici l'ebook non comporta investimento tralasci alcuni punti fondamentali (tralasciati anche da altri utenti in altre risposte).

1) per noi leggere i manoscritti è un lavoro. E' capitato molte volte che abbiamo letto in 2/3 mesi molti manoscritti e il 50% di questi una volta che siamo andati a proporgli la pubblicazione avevano già preso accordi con altre CE (Questo per rispondere anche a Manu. Sì! Capita anche a noi. Ma quando capita, ringraziamo e auguriamo in bocca al lupo.)

2) la valutazione del manoscritto per noi è un lavoro, per l'autore che si auto-produce, no. Perché qualsiasi cosa scriva, la pubblica.

3) Editing, Promozione, Creazione Copertina ( e non copertine semplici ) sono tutti costi e investimenti.

La vendita degli ebook non è che comporta milioni di introiti, togli iva (21%) togli distribuzione (30%) rimane poco. Semplicemente noi con gli ebook possiamo rischiare di pubblicare libri "particolari"- "non commerciali" - "estremi" possiamo rischiare di non vendere, mentre con il cartaceo...no!

Perché comprare ebook della nostra ce e non di autori autoprodotti? Non c'è una risposta. Ed è anche inutile continuare a cercarla.

Ognuno fa quello che vuole, ognuno può o non può intasare il mercato con prodotti approssimativi o ottimi.

Noi semplicemente cerchiamo di fare le cose al meglio. Come si fanno.

un saluto

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una mia curiosità ma non ti è venuto il dubbio che non ti vogliano pubblicare?

Mah Nuwanda, se non sono interessati non credo che abbiano problemi a dirlo a me così come fanno con tutti gli altri :) Se hanno detto che danno una risposta a tutti, e tutti confermano, vuol dire che è così.

Per il resto sottoscrivo ciò che ha detto maximod: editing, promozione, ecc...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate se intervengo di nuovo con qualche precisazione. Mi pareva di aver già detto tutto quel che c'era da dire, ma vedo dalle risposte che arrivano che forse non sono riuscita a farmi capire bene:

dispiace che Tinucci non sia stata disponibile, per motivi privati, subito a una pubblicazione, perché poi il tempo davvero passa e quello che è oggi non è domani

Infatti non è proprio questo il punto. Se io avessi semplicemente rifiutato il contratto, o avessi detto: "Non so, adesso no, ma ti faccio magari sapere" e poi mi fossi rifatta viva dopo mesi pretendendo di firmare il contratto, gli editori avrebbero tutte le ragioni del mondo. Ma nel mio caso c'erano stati accordi piuttosto precisi, anche sulla dilazione della firma, che sono stati poi ignorati dalla c.e. senza neppure la cortesia di mettermi al corrente di cosa stava succedendo e del perchè avevano cambiato idea; e se facevo io domande, non arrivava nessuna risposta (perlomeno nessuna risposta chiara).

per noi leggere i manoscritti è un lavoro. E' capitato molte volte che abbiamo letto in 2/3 mesi molti manoscritti e il 50% di questi una volta che siamo andati a proporgli la pubblicazione avevano già preso accordi con altre CE (Questo per rispondere anche a Manu. Sì! Capita anche a noi. Ma quando capita, ringraziamo e auguriamo in bocca al lupo.)

Questa situazione NON E' minimamente equivalente a quello che è successo a me. Avere un rifiuto (da parte dell'autore o dell'editore) è assolutamente normale. Non è normale invece proporre un contratto, accettare una dilazione per la firma, riconfermare dietro richiesta dell'autore la propria proposta e poi, al dunque, negarsi e non rispondere neppure a domande molto chiare e precise dell'altra parte perchè nel frattempo si è cambiata strategia e non si ha voglia?/coraggio? di dirlo chiaramente. La situazione davvero equivalente sarebbe quella di un autore che vi accetta il contratto, vi fa preparare la copertina e fare l'editing e poi, al momento di mandarvi il testo per la pubblicazione, non si fa più trovare o vi dà risposte da diva del muto; dubito che l'avreste ringraziato con un sorriso e che gli avreste francescanamente augurato buona fortuna. Più probabile che l'avreste mandato a@@@@@@lo.

E con questo spero di essere stata più chiara. Non interverrò più, per la gioia di grandi e piccini, su questo argomento. Se qualcuno ritenesse di dovermi delle scuse, perchè quando si ha molto lavoro capita pure di fare delle cazzate, le accetterei e amici come prima.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×