Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Idra

A chi rivolgersi per far tradurre il proprio libro

Post raccomandati

Ciao a tutti, volevo sapere se qualcuno si era interessato sulla traduzione in inglese di un libro, da chi mi posso rivolgere per tradurre il mio libro? Andrebbe bene anche un traduttore qualunque, tipo quelli che fanno i corsi di lingua inglese?

Vi ringrazio anticipatamente, di qualunque consiglio mi diate!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho trasformato il tuo post in una discussione apposita perché non ha tanto senso intervenire in un topic sul copyright chiedendo lumi sulle traduzioni. Nei forum va mantenuto un minimo di ordine, non è che si scrive nella prima discussione che capita a tiro.

Riguardo la tua domanda, dovresti rivolgerti a qualcuno che sa fare il mestiere di traduttore di testi di narrativa. Un insegnante di lingua non è detto che abbia fatto studi da traduttore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao, penso anche io sia meglio rivolgersi ad un traduttore letterario piuttosto che ad un insegnante puro, cioè che si dedica esclusivamente all'insegnamento e non ha studi/esperienza nel campo; nell'eventualità dovresti rivolgerti a chi tiene corsi di lingua inglese, chiedi informazioni in più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Czar, scusa la sbadataggine :sorry: , la prossima farò sicuramente più attenzione..

Sushigirl grazie, mi interesserebbe la tua proposta, come possiamo fare? Ti mando la mia mail?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Ice*

Anch'io sarei interessata a tradurre qualcosina di mio in altre lingue (si tratta di 60-80 di cartelle) per ora sto provando a tradurre per conto mio alcuni racconti in inglese, ma avrei molto bisogno di qualcuno che mi facesse da beta-reader perché sicuramente avrò fatto strafalcioni a non finire XD

Sono anche disposta a sborsare qualche euro se non è una cifra esorbitante che ahimé sono un po' morta di fame XD

Se qualcuno è disponibile mi mandi pure un MP

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una regola (non sempre rispettata) è che il traduttore legga dalla sua seconda lingua e traduca nella sua prima lingua: se sei italiano traduci in italiano, se sei inglese traduci in inglese a meno che la madrelingua non sia doppia e perfetta, ma il caso è piuttosto raro (tanto per dire, Nabokov è un narratore sia in inglese che in russo e padroneggiava le due lingue in maniera perfetta, preferendo comunque una riscrittura a una "semplice" traduzione). Un traduttore serio difficilmente accetterebbe di tradurre nella sua seconda lingua, a meno che non si tratti di cose davvero elementari: c'è sempre il rischio di farsi sfuggire qualche struttura sintattica tipica della propria madrelingua, cosa che renderebbe la traduzione estremamente innaturale

La traduzione letteraria inoltre prevede una certa conoscenza dei canoni del pubblico di riferimento, o - se la traduzione deve avvenire nel tuo caso in inglese - una scelta ben precisa dello standard linguistico da adottare (British English o American English, normalmente), tenendo conto del fatto che anche i testi letterari vengono spesso editati per essere adatti al pubblico di riferimento. Una commistione di American e British English è generalmente considerata un errore.

Spero poi che il testo sia breve, con i prezzi che conosco c'è poco da stare allegri se si vuole un buon lavoro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come precisato da Albieg prima di me, solitamente le traduzioni vengono affidate a uno o più madrelingua con una buona conoscenza dell'idioma trattato. Fino al 2006 (ma credo sia una pratica attiva ancora oggi) molte fra le case editrici straniere più piccole, per quanto concerne gli Stati Uniti, sfruttavano degli stagisti con specializzazione nella lingua interessata. Se non ricordo male, credo fosse la Columbia ad aver stipulato, rispetto ad altre prestigiose realtà universitarie, un programma appropriato per supportare quest'iniziativa. Aggiungo un'ultima doverosa precisazione a titolo di esempio: quello che noi chiamiamo "americano" prevede delle forme lessicali estremamente variabili (slang), che possono cambiare da traduttore a traduttore, senza che questa peculiarità pregiudichi in modo significativo il senso dell’opera, ma rendendo per contro molto difficile una trasposizione anglofona che debba rispettare determinate costruzioni per chiunque non sia un madrelingua. Naturalmente testi specifici, saggi, finanche narrativa per ragazzi che fruisca un approccio formale nei confronti dei propri lettori, difficilmente necessiteranno di questo ulteriore adattamento. Se vuoi risparmiare sperando nella buona sorte, ti consiglio - benché non sia assolutamente facile - di contattare le sedi di Perugia e Bologna nel tentativo di sfruttare la collaborazione, sia pure non professionale, degli studenti in Erasmus (per le traduzioni europee) o comunque in viaggio studio, presso le facoltà pertinenti. Solitamente questi progetti hanno una durata (minima) semestrale, perciò, con un po’ di fortuna, dovresti riuscire nel tuo intento. Spero di esserti stato utile. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una regola (non sempre rispettata) è che il traduttore legga dalla sua seconda lingua e traduca nella sua prima lingua: se sei italiano traduci in italiano, se sei inglese traduci in inglese a meno che la madrelingua non sia doppia e perfetta, ma il caso è piuttosto raro (tanto per dire, Nabokov è un narratore sia in inglese che in russo e padroneggiava le due lingue in maniera perfetta, preferendo comunque una riscrittura a una "semplice" traduzione). Un traduttore serio difficilmente accetterebbe di tradurre nella sua seconda lingua, a meno che non si tratti di cose davvero elementari: c'è sempre il rischio di farsi sfuggire qualche struttura sintattica tipica della propria madrelingua, cosa che renderebbe la traduzione estremamente innaturale

La traduzione letteraria inoltre prevede una certa conoscenza dei canoni del pubblico di riferimento, o - se la traduzione deve avvenire nel tuo caso in inglese - una scelta ben precisa dello standard linguistico da adottare (British English o American English, normalmente), tenendo conto del fatto che anche i testi letterari vengono spesso editati per essere adatti al pubblico di riferimento. Una commistione di American e British English è generalmente considerata un errore.

Spero poi che il testo sia breve, con i prezzi che conosco c'è poco da stare allegri se si vuole un buon lavoro.

Ecco appunto, i prezzi...

La questione mi interessa (sai mica te, domani divento famoso, che faccio, mi privo del mercato anglofono?)

Sapresti indicare, ovviamente a grandi linee, il costo di traduzione di un romanzo?

Tipo trecento pagine?

Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao John, purtroppo le varianti sono molte. Puoi escludere a priori il forfettario, generalmente la decisione viene presa in base al conteggio dei caratteri (metodo meno frequente), oppure alle cartelle (metodo più utilizzato). Il prezziario può subire anche grandi variazioni a seconda del tipo di testo (narrativa o saggistica ad esempio), delle tempistiche utili per la traduzione e diverse altre dinamiche. Come consigliavo precedentemente, all'atto pratico, per risparmiare di più potresti contattare uno studente inglese presso una delle sedi universitarie a te più vicina. In questo caso il risparmio è assicurato (per quanto la qualità del lavoro non sia sempre eccelsa).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per quel che so un prezzo veramente stracciato è circa sui 10 Euro a cartella di milletrecentoefischia caratteri, ma è davvero tirato nella schiena. proz.com riporta (se non ricordo male) un prezzo di circa 17 Euro a cartella ma per quel che riguarda la traduzione dall'inglese all'italiano c'è un solo campione scrutinato.

Un prezzo tirato nella schiena te lo fa un traduttore non professionista, magari con altri titoli e pure bravo, ma la cui professione principale (o la specializzazione) generalmente è un'altra e che deve arrabattarsi. Studenti o laureati senza lavoro fisso - o che devono in qualche modo arrotondare - fanno prezzi più ragionevoli (dal punto di vista di chi deve comperare), come dice Snow Whole. Un professionista non è disposto generalmente a svalutare il proprio lavoro per una serie di motivi generalmente validi, non ultimo l'enorme quantitativo di tempo che può essere investito nella totale comprensione e traduzione di una sola cartella: ne sa qualcosa un mio amico per il quale la traduzione dal ceco della prima pagina di un libro gli è costata, in totale, più di un mese di revisioni. Il resto è stato più veloce. Per lui ne è valsa la pena, ma non certo dal punto di vista economico (pure se il corrispettivo era superiore a quelli che ho citato qui dentro).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Immagino. Solitamente il traduttore serio traduce da una lingua X verso la propria. Potrei dirti, traduco io e faccio revisionare a un madrelingua Inglese però la cosa diventerebbe piuttosto dispendiosa. Te lo dico sinceramente. Dipende dalla tua disponibilità economica. :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Immagino. Solitamente il traduttore serio traduce da una lingua X verso la propria. Potrei dirti, traduco io e faccio revisionare a un madrelingua Inglese però la cosa diventerebbe piuttosto dispendiosa. Te lo dico sinceramente. Dipende dalla tua disponibilità economica. :-)

per ora è un'idea che mi frulla in testa, il mio libro deve uscire in italiano, ma vorrei intanto iniziare ad informarmi. in rete ho visto agenzie che fanno prezzi astronomici,proibitivi, vedremo un po'...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eh i prezzi sono quelli. Un privato forse riesce a farti di meno perché non subappalta a nessuno, cosa che l'agenzia fa, si avvale spesso di traduttori esterni autonomi. Anche nel mio caso dovrei far revisionare e pagare il revisore. Ti conviene trovare un madrelingua ma non affidarti al primo che capita, se posso consigliarti. Non basta conoscere una lingua per saper tradurre. Se il traduttore non sa rendere il significato di quello che vuoi dire tu, difficilmente riuscirai a piazzarlo sul mercato. ;-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

È proprio ciò che mi ha detto mia sorella che è laureata in lingue e lavorava in una casa editrice, ha fatto traduzioni di libri ma solo da spagnolo ad italiano e mi ha detto le stesse cose .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

se vuoi contattami, sono traduttore (inglese e spagnolo), a essere sinceri mi manca un esame, ma insomma ci sono quasi :D

Ciao Samuele,dovrei tradurre 5 ebook (la saga afterlife di Stephanie Hudson) dall'inglese all'italiano,Puoi aiutarmi?Quanto potrebbe costare?Tempi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Sono il migliore

Ciao, dovrei comprare dei libri in lingua inglese ma prima di farlo ho bisogno di qualcuno che mi potesse tradurre i testi: sono dei libri di Pilates con delle figure degli esercizi. Io sono di Carignano della provincia di Torino chi fosse interessato può contattarmi a : aronefrancesco@alice.it grazie per l'attenzione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Risollevo la discussione, un pò datata, e proprio per questo magari ci sono informazioni nuove. Ovvero: software di traduzione affidabili, pur a pagamento, ci sono? O agenzie che fanno un ibrido, ovvero usano prima il software e poi integrano con lavoro "umano", al fine di contenere i costi?

Lo chiedo perchè il costo medio di una traduzione dall'italiano all'inglese si aggira sui 10€ a cartella: senza voler sminuire il lavoro altrui, francamente mi vengono fuori cifre impegnative a lavoro completo.
 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Vainamoinen Se vuoi tradurre un romanzo affidarsi a un software è la cosa più sbagliata che tu possa desiderare. Un romanzo non va soltanto tradotto, va anche adattato alla lingua di arrivo e localizzato, processo che (con le tecnologie attuali) un computer non può fare. Gli unici software usati dai traduttori professionisti sono i CAT Tools, che però hanno il semplice scopo di velocizzare la traduzione (e non di farla al nostro posto) e in ogni caso sono assolutamente inadatti per i testi creativi.

È vero, le traduzioni sono costose, ma dietro c'è un grande lavoro. Sono convinto che un giorno le macchine saranno in grado di occuparsene al posto nostro; fino ad allora, però, meglio spendere di più e ottenere una traduzione di qualità piuttosto che risparmiare per poi ricevere un testo inservibile. :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×