Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite

Cosa state leggendo?

Post raccomandati

Buon pomeriggio a tutti. Qual è l'ultimo libro che avete letto? O quale state leggendo attualmente?
Io mi ero preso una lunga pausa dalla lettura per poter vedere e finire in fretta una serie tv, quindi non sono sicuro di quale fosse l'ultimo libro letto.

Al momento però sto leggendo Dire Wolf di Raffaella Grandi e direi che mi sta prendendo.

Genere: Fantasy

Pagine: Non ricordo, ma sono assai mi pare :rotol: 

E voi?

 

(Se avete letto questo libro, che ne pensate?)

 

25793761._SX318_.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, @Dominik G. Cua, ma ti sembra che non ci sia una discussione sui libri che leggiamo? :D 

Ti sei perso 250 pagine di "che cosa state leggendo?" 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, mercy ha scritto:

Ciao, @Dominik G. Cua, ma ti sembra che non ci sia una discussione sui libri che leggiamo? :D 

Ti sei perso 250 pagine di "che cosa state leggendo?" 

 

 

 

 Ciao a te! Mannaggia la miseria me lo sentivo ahahah eppure non avevo trovato nulla con la ricerca. Allora direi che questo topic si può eliminare :rotol:  ci pensi tu per favore? @Miss Ribston

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sto leggendo Avventure della ragazza cattiva di Mario Vargas Llosa e mi sta piacendo moltissimo. È l’esempio di come la letteratura possa essere grande (lo scrittore è Premio Nobel) anche nella semplicità, senza fronzoli, né sfoggio di erudizione, e con la giusta dose di ironia, che io apprezzo molto nei romanzi. Mi rimprovero la disattenzione di non averlo scoperto prima. Leggerò sicuramente altre sue opere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Finito Dance Dance Dance di Haruki Murakami: bello, scorrevole.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dopo aver finito un troppo lungo "Perdido street station" (non lo consiglio), ho divorato "il deserto dei tartari" (magistrale), fatto un sol boccone di "bar sotto il mare" (divertente e interessante), ho iniziato qualche minuto fa "notre dame de paris" 

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I ragazzi della Nickel - Colson Whitehead 

Il secondo Premio Pulitzer per Whitehead che però sta volta mi convince meno. La prosa è sempre di livello, sebbene un po' troppo in stile Rothiano, ma in questo caso non mi ha convinto a pieno: i personaggi sono abbastanza stereotipati e, a parte il protagonista, non molto approfonditi. Uno spaccato di periferia nera degli anni '60 che si mescola immancabilmente con i moti dei diritti civili, le rivendicazioni, e la vita in un college "particolare". Il finale lascia un po' a desiderare. 

Ce ne sarebbero di cose da dire, ma più di tutte, personalmente, trovo il tema di questo romanzo stra-abusato e, sebbene sempre attuale e senza contare che non fa mai male ribadire certe cose, ci sono un'infinità di esempi migliori di questo sullo stesso tema.

Le origini del male - You-jeong Jeong

Il titolo italiano lascia molto a desiderare. Una sorta di "Mr. Ripley" che incontra "Il seme cattivo" (storico romanzo di William March). Non voglio dire molto, perché la trama in questo romanzo è praticamente inesistente e qualsiasi cosa io possa direi, rivelerei già troppo del fulcro narrativo.

Una prosa lirica, che sfiora la poesia. Anzi, più che sfiorarla, in tanti passaggi la abbraccia appieno. Jeong è ormai a suo agio con uno stile a metà tra l'onirico di Murakami e il thrilleresco King. Al suo quarto romanzo, l'autrice sudkoreana ci regala, "semplicemente", un escursus nella mente di uno psicopatico. Non aggiunto altro: molto godibile, anche se a tratti un po' ripetitivo: l'autrice non ama le scene d'azione e anche se parliamo di un thriller, c'è moltissimo Tell e poco Show (ma quello che c'è è con una maestria tale da farsi perdonare).

------

Riprendo la collezione di ebook di Manganelli :fuma: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Terminato Via col vento inizio La vita delle ragazze e delle donne, di Alice Munro. I racconti delle provincie mi piacciono molto quindi ho grandi aspettative :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Roberto Ballardini ha scritto:

"Lincoln nel Bardo" di George Saunders

 


Davvero un gran libro. Un po' ostico e frammentario in partenza ma con calma si sviluppa in larghezza e spessore, riunendo tutte le caratteristiche proprie di un classico americano sulla scia dei McCarthy, DeLillo e Roth.

A proposito di Roth, ho letto La macchia umana, romanzo che per qualche motivo ingiustificabile mi era sfuggito. Piaciuto bene o male come tutti gli altri di Roth, è proprio il mio genere.

Ah, per il mio "filone bestseller" ho letto i libri degli Hunger Games... vabeh va.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, Ton ha scritto:

Ah, per il mio "filone bestseller" ho letto i libri degli Hunger Games... vabeh va.

Secondo me è un raro caso di bestseller meritato. Ho scoperto che è in arrivo il quarto libro, un prequel se non ho capito male.

 

Il 8/5/2020 alle 09:46, Ton ha scritto:

Le origini del male - You-jeong Jeong

Questo mi incuriosisce. Lo metto in lista, prima o poi lo leggerò.:D

 

In questi ultimi due mesi ho faticato un po' a leggere. Ora sono alle prese con Storia della tortura di George Riley Scott. Contrariamente alle aspettative si legge volentieri, perché riporta aneddoti curiosi e l'autore fa riflessioni psicologiche molto moderne (considerato che fu scritto nel 1940).

Ho iniziato anche  Bespryzornie: bambini randagi nella russia sovietica di Luciano Mecacci. L'argomento è interessante, anche perché poco trattato, ma è abbastanza faticoso da leggere e mi sono arenata.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, Silverwillow ha scritto:

Secondo me è un raro caso di bestseller meritato. Ho scoperto che è in arrivo il quarto libro, un prequel se non ho capito male.

Dovrebbe essere incentrato su Snow. Mi hanno consigliato di leggere Battle royale con cui ha moltissime, a parere di alcuni anche troppe, similitudini. 

 

10 minuti fa, Silverwillow ha scritto:

abbastanza faticoso da leggere e mi sono arenata.

Faticoso perché il libro é un mattone o faticoso perché torce le budella? O entrambe? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, Ton ha scritto:

Davvero un gran libro. Un po' ostico e frammentario in partenza ma con calma si sviluppa in larghezza e spessore

A colpo d'occhio, aprendolo, ho avuto anch'io la stessa impressione. In genere sono molto prevenuto nei confronti di scelte stilistiche molto stravaganti perché mi viene da pensare che l'autore tenga più a esibirsi che non a comunicare qualcosa che valga la pena, ma non è questo il caso, assolutamente. Nella scelta formale di Saunders ci sono entrato dopo le primissime pagine e di lì è stato un crescendo, fino alla fine. Perché qui si incrociano la Storia (che noi, da non americani, possiamo forse apprezzare in modo minore per un verso, ma dall'altro ci tocca ugualmente in quanto ci fa capire meglio la natura di una nazione che ha così tanto condizionato la nostra vita e il nostro modo di pensare, e lo fa tutt'ora) pubblica e quella privata, cioè le paure più sottili che caratterizzano la vita di ogni essere umano, credo. Qui non trovi risposte ma soltanto le domande che conosci già, organizzate ed espresse però in una forma altamente poetica che è una gioia per gli occhi e per la mente. E dal punto stilistico, trovo geniale far diventare narratori gli stessi personaggi, in un'alternanza continua che veramente ci dà il senso corale della realtà. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, Silverwillow ha scritto:

 Secondo me è un raro caso di bestseller meritato

 

I best-seller sono sempre meritati, per un motivo o per un altro. Se per "merito" però pensiamo al merito letterario, allora non sono d'accordo.

 

È una buona serie di YA Fantasy, zeppa dei tropes più classici del genere (a partire dalla protagonista Mary Sue), ma niente di più.

 

Per me invece è stato uno di quei rari casi in cui i film sono meglio del libro :asd:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, Ton ha scritto:

a partire dalla protagonista Mary Sue),

Forse non ho mai inteso bene l'uso del termine, ma katniss é simpatica come una scheggia sotto un'unghia. Le Mary sue non sono angioletti incarnati privi di difetti?

 

Sui film concordo, Jennifer Lawrence fu una scelta molto azzeccata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, AnnaL. ha scritto:

Forse non ho mai inteso bene l'uso del termine, ma katniss é simpatica come una scheggia sotto un'unghia. Le Mary sue non sono angioletti incarnati privi di difetti?

 

Sui film concordo, Jennifer Lawrence fu una scelta molto azzeccata.

 

Non è l'aspetto caratteriale che lo determina, ma il trope del personaggio.

 

Una ragazza con sorprendenti e inaspettate abilità per la sua età che diventa l'unica prescelta per sconfiggere l'impero del male a colpi di arco e frecce mentre nel frattempo si dibatte tra due strafigoni che la amano entrambi.

 

Uno dei tratti principali di una Mary Sue è come gli altri personaggi reagiscono nei suoi confronti. Mary Sue è sempre amata dai "buoni" e odiata dai "cattivi", spesso senza nessun motivo vero e proprio. Basta guardare la relazione con Peeta per averne l'esempio maggiore.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Appena iniziato “Qualunque sia il tuo nome’ di Laura Baldo alias @Silverwillow, che avrà presto le mie notizie con le prime impressioni in diretta. :asd:

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
21 ore fa, Ton ha scritto:

per il mio "filone bestseller" ho letto i libri degli Hunger Games... vabeh va

L'autrice nega ma prende molto da Battle Royale da Koushun Takami. Ricordando che s'ispira anche al mito del Minotauro.

 

Sto leggendo Balla coi lupi di Michael Blake.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Ton ha scritto:

best-seller sono sempre meritati, per un motivo o per un altro. Se per "merito" però pensiamo al merito letterario, allora non sono d'accordo.

Sono sempre meritati nel senso che sono riusciti a sfondare, ma non necessariamente vale la pena di leggerli. Specie parlando di YA, che hanno avuto un boom in quegli anni e di cui appunto salverei Hunger Games e pochi altri.

Sul concetto di Mary Sue, la penso come @AnnaL., non è tanto il ruolo a determinarlo ma il carattere di molte protagoniste, che sono quasi inevitabilmente carine, buone e amate da tutti. Infatti mi è piaciuta Katniss perché non l'ho trovata stereotipata: non è particolarmente carina, né buona né simpatica.

Poi chiaramente non è grande letteratura, ma nel suo genere per me funziona, o quantomeno è uno dei pochi che non ho abbandonato dopo il primo capitolo:asd:

 

3 ore fa, Emy ha scritto:

Appena iniziato “Qualunque sia il tuo nome’ di Laura Baldo alias @Silverwillow, che avrà presto le mie notizie con le prime impressioni in diretta. 

Grazie! <3Mi farà molto piacere sapere cosa ne pensi!

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa notte ho finito di leggere Il giardino dei Finzi-Contini che, dopo un inizio difficoltoso, per via delle frasi troppo lunghe e zeppe di flashback, mi è poi piaciuto tantissimo. Elemento predominante le descrizioni delle varie atmosfere, durante le partite a tennis, i dialoghi con Micol, con il padre... ho percepito ogni stato d'animo, bello, bello, bello.  Sempre stanotte ho cominciato Prove certe di Enzo Casamento, un giallo intrigante (sebbene qualche perplessità durante la lettura mi sia già venuta, ma sono solo ad un terzo). Non conoscevo questo autore, non ho ancora capito se è un buon giallo ma di certo mi ha tenuta sveglia tutta la notte. E ora vado a continuare. 

  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sto ripassando dopo anni Uccelli da preda (Birds of Prey) di Wilbur Smith. Il tomo ha una patina di antico e qualche macchia di muffa, ma la borsa conta poco o nulla: quello che importa è il contenuto. Il buon Wilbur è un vero maestro, la trama ti prende, ti avvince e non vorresti mai interrompere la lettura. Leggo tanto, e me lo sono quasi dimenticato...

Un solo difetto: ci vorrebbe un ultimo giro da parte di un bravo correttore di bozze.

Modificato da Fraudolente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Appena finiti

Respiro di Ted Chiang
Serie di racconti fantascientifici che ruotano attorno al concetto di tempo, di conoscenza, di umanità. Alcune davvero ben riuscite, qualcun'altra un po' meno (troppo lunga e meno interessante delle altre, quando ci arriverete lo capirete). Le mie storie preferite della raccolta: "Il mercante e il portale dell'alchimista" e "Respiro", appunto.

Acquadolce di Akwaeke Emezi

Un grandissimo romanzo d'esordio. Onirico, poetico e crudo. Intrecciato di mitologia, un escursus sul mito e sulla psicologia umana. È impossibile anticipare qualcosa senza svelare il senso del romanzo, è tuttto tessuto a maglie finissime e fatto di strati che si sovrappongono in continuazione. A volte combaciano, a volte no. Un po' come le nostre menti.

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×