Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite

Cosa state leggendo?

Post raccomandati

5 ore fa, davidep ha scritto:

Sto leggengo "La Chimera" di Sebastiano Vassalli.

 

Un narratore forse troppo dimenticato dalle nostre parti.

Lo ricordo come un libro bellissimo, letto ormai più di vent'anni fa, forse è ora di rileggerlo! Ti soddisfa?

Io ho ricominciato e a dire la verità quasi finito, la saga di Petrademone, solo i primi due libri, il terzo me lo regalano per Natale e volevo rinfrescarmi la storia. Emozionanti come la prima volta che li ho letti, ma questa volta trovo refusi, ripetizioni ravvicinate e inutili e incongruenze che non mi aspetto in un prodotto Mondadori.

  • Mi piace 1
  • Triste 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho terminato di leggere "Mr. Mercedes" di Stephen King. Un thriller coi fiocchi, consigliatissimo.

Ora inizio con "La pietra per gli occhi" di Roberto Tiraboschi, un noir storico che mi incuriosisce :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
23 ore fa, Kikki ha scritto:

Lo ricordo come un libro bellissimo, letto ormai più di vent'anni fa, forse è ora di rileggerlo! Ti soddisfa?

 

Si tantissimo! È la prima volta che leggo Vassalli e ho già messo nella lista della spesa altri suoi lavori :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho appena finito "La vita bugiarda degli adulti" di Elena Ferrante. Non mi è piaciuto per niente. Mi dispiace quasi di non aver resistito a comprarlo. Visto che sono passati un bel po' di anni da quando è uscito l'ultimo della quadrilogia e dato che credo che nella vita non faccia altro che scrivere (o quanto meno non deve lavorare per guadagnarsi il pane), poteva fare di meglio. Sono troppo cattiva? Qualcun altro l'ha letto?

Invece ho letto "La lettrice di Cechov" di Giulia Corsalini, un esordio, e mi è piaciuto molto. Inizio un po' lento, ma appena si entra nell'atmosfera rarefatta e delicata del testo si apprezza una voce autoriale un po' diversa dal solito. 

Adesso ho iniziato "Il pianto dell'alba" di Maurizio de Giovanni, ma non mi ha preso. Ho conosciuto l'autore, che è simpaticissimo e ha detto cose molto interessanti alla presentazione del libro, e l'ho comprato. Forse il suo ultimo della serie del commissario Ricciardi non è il migliore?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi sono letto "Maneggiare con cura", raccolta di vecchi racconti del maestro Lansdale e sono riuscito a finire "La ragazza della porta accanto" di Jack Ketchum, un bel romanzo da rileggere, solo che con gli ebook ho un problema di adattamento e mi ci vuole tanto a finirli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho finito 'Morire a Italbar' di Roger Zelazny e l'ho trovato affascinante, molto inventivo e sperimentale. Ora ho iniziato 'Il Libro Rosso', un testo di occultismo di Eliphas Levi. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho finito 'Bianco' di Bret Easton Ellis e l'ho trovato davvero coraggioso. Un saggio lucido che si scaglia contro l'ipocrisia del politicamente corretto e la sottocultura del vittimismo che ormai ammorba la nostra società. Un libro che nessun intellettuale da quattro soldi nostrano avrebbe mai il coraggio di scrivere. Adesso ho iniziato 'Dall'Intelletto all'Intuizione', un saggio sulla meditazione di Alice Bailey. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"Controcorrente" di Joris-Karl Huysmans, splendidamente ipnotico nel suo susseguirsi di immagini, luci e colori. E non ricordo di aver mai incontrato un personaggio al tempo stesso seducente e ripugnante come das Esseintes.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 3/11/2019 alle 11:58, Andrea28 ha scritto:

Aspetta Primavera, Bandini.

Buon libro, a mio avviso inferiore a Chiedi alla Polvere e Sogni di Bunker Hill, sempre per restare nella saga Bandini (aspetto di leggere La Strada per Los Angeles per chiudere il cerchio). Prima volta che leggo un Fante in terza persona, sicuramente piacevole e ottimamente caratterizzati i 3 protagonisti (figlio, madre e padre). Il tema del rapporto padre-figlio nelle opere di Fante (vedi anche lo splendido La confraternità dell'Uva) è sempre trattato con classe e maestria. 

 

Poi mi sono letto Blu Quasi Trasparente , romanzo scandalo di Ryu Murakami (solo omonimo del più celebre Haruki). E' un romanzo sicuramente destabilizzante con scene di degrado, sesso, droga veramente molto spinte e a tratti disturbanti. E' stata, a suo modo, un'esperienza anche se non credo lo consiglierei. 

 

Adesso sono su Follia di McGrath. Inizio promettente e coinvolgente, vediamo :) . 

 

 

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, Andrea28 ha scritto:

Blu Quasi Trasparente , romanzo scandalo di Ryu Murakami (solo omonimo del più celebre Haruki). E' un romanzo sicuramente destabilizzante con scene di degrado, sesso, droga veramente molto spinte e a tratti disturbanti.

Non ho letto quello, ma di suo ho letto Tokyo soup, che è un buon romanzo con tematiche simili.

6 minuti fa, Andrea28 ha scritto:

Adesso sono su Follia di McGrath. Inizio promettente e coinvolgente, vediamo

che fu una grande delusione per me...  

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 30/12/2019 alle 13:06, Danny Rochester ha scritto:

splendidamente ipnotico nel suo susseguirsi di immagini, luci e colori.

Abbacinante la tartaruga.

Il 30/12/2019 alle 13:06, Danny Rochester ha scritto:

seducente e ripugnante come das Esseintes.

Cito di nuovo, a tal proposito, la tartaruga...

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho finito L'amante giapponese di Isabelle Allende e ho cominciato Le favole di Esopo.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, Kikki ha scritto:

Ho finito L'amante giapponese di Isabelle Allende

Come è stato @Kikki@Kikki? 

 

Adoro la prima Allende, ma da un po' non la seguo più. Dimmi dimmi che magari la riprendo da dopo la trilogia, quella proprio non mi piaceva. O forse non ero nella giusta disposizione per apprezzarla a quel tempo.

 

Talia 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Erling Kagge - Camminare - Un gesto sovversivo (non è un romanzo ma nemmeno un semplice saggio);

8 minuti fa, Talia ha scritto:

Adoro la prima Allende, ma da un po' non la seguo più. Dimmi dimmi che magari la riprendo da dopo la trilogia, quella proprio non mi piaceva. O forse non ero nella giusta disposizione per apprezzarla a quel tempo. 

Stavo per chiedere a @Kikki la stessa identica cosa e per lo stesso motivo! :D

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Talia ha scritto:
2 ore fa, Kikki ha scritto:

Ho finito L'amante giapponese di Isabelle Allende

Come è stato @Kikki@Kikki

A me non è piaciuto granché.

 

Ho appena finito di leggere La Ciociara di Moravia. Molto bello ( ho compreso in pieno perché la Cesira non poteva essere interpretata meglio dalla Loren). Il romanzo è un intenso spaccato sull'animo umano che, per colpa della paura, della fame o spinto dall'istinto di sopravvivenza, sperimenta ogni sentimento, dal più  turpe all' eroico. Vi ho trovato ogni sfumatura della miseria umana  fisica e morale. Da leggere. 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Talia e @(Irene) anche io avevo smesso l'Allende, non so bene a che libro, ma la trilogia a me era piaciuta devo ammettere. L'amante giapponese l'ho trovato usato a 2 euro e per questo l'ho preso; l'inizio non mi è parso lento e noioso, per niente promettente e già mi dicevo che avevo sbagliato a cominciarlo, ma poi mi sono lasciata coinvolgere dalla storia ed è finita che all'ultima pagina ne avrei volute molte altre. @Adelaide J. Pellitteri direi che è stato un libro piacevole, niente di potente e niente di più. Non c'è paragone, io trovo, con la prima Allende, ma anche io avevo un'altra età :P

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 1/1/2020 alle 18:14, Marcello ha scritto:

 

Il 1/1/2020 alle 18:06, Andrea28 ha scritto:

Adesso sono su Follia di McGrath. Inizio promettente e coinvolgente, vediamo

che fu una grande delusione per me...  

L'ho trovato migliorabile, ma a me non è dispiaciuto per nulla. @Marcello, posso chiederti perché addirittura "grande delusione"? @Andrea28, sono curiosa di sapere se deluderà anche te...

 

Comunque, tra un racconto e l'altro del contest, sto leggendo La fine di tutte le cose (China Miéville). Per una volta ho ricevuto in regalo un libro che mi sta piacendo, di solito leggere i libri che mi regalano risulta uno strazio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, mercy ha scritto:

. @Marcello, posso chiederti perché addirittura "grande delusione"?

perché all'epoca ne vendemmo delle tonnellate in libreria; io ero piuttosto scettico, ma i clienti tornavano a dirmi "è meraviglioso, lo legga, lo legga, un thriller eccezionale"... E così lo lessi: prima di metà avevo già intuito lo svolgimento della trama e la scrittura non mi parve nulla di che.  Quando arrivai alla fine mi chiesi "tutto qui?" e pensai che avrei fatto meglio a dar retta al mio istinto.

Devo dire, non so se sia una giustificazione o un'aggravante, che non è stato l'unico caso di bestseller stravenduto e strarecensito che mi ha deluso profondamente (e non li ho letti con atteggiamento snobistico, giuro); ultimo in ordine di lettura "La verità sul caso Harry Quebert", un romanzo mediocre, a mio modestissimo parere.

  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Marcello, grazie della risposta. Io scopro ora che Follia è considerato un thriller. L'ho letto senza aspettative e (pur non trovando la scrittura eccezionale) ho apprezzato ambientazione, personaggi e l'uso del narratore inaffidabile.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Follia mi è stato consigliato di recente dal mio ex amore... l'ha trovato un capolavoro, ma appunto, lei è folle. Comunque me lo sono... procacciato :D

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho appena finito un libro molto bello che vi consiglio: La volontà del male di Dan Chaon. È un thriller che ti inchioda al testo, l'ho divorato in pochi giorni nonostante sia bello corposo. Tratta un tema che mi interessa molto, la natura del ricordo, della memoria, come questa si possa deformare e manipolare. Propone anche una riflessione sul ruolo del male nel guidare gli eventi. Secondo me potrebbe essere una lettura che piacerebbe a @simone volponi

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, ivalibri ha scritto:

La volontà del male di Dan Chaon

 

Eh, in effetti in giro (nei gruppi di autori e lettori facebook e su instagram) vedo che molti lo leggono e ne parlano strabene...Il tema è interessante, parlando da vittima dei ricordi. Lo metto nella wishlist :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho finito La Grande Truffa di John Grisham e ho iniziato Word Painting di Rebecca McClanahn.
Il primo divertente da leggere, il secondo... illuminante. Ormai ho imparato tutto quello che c'era da imparare sull'arco del personaggio, quindi mi ero un po' staccata dal mio vizietto di leggere i manuali di scrittura. Poi ho trovato Word Painting che parla di descrizioni e mi sono fiondata a leggerlo. È fatto molto bene (per ora), e mi ha fatto ricordare che devo riprendere in mano uno dei libri secondo me più utili che abbia mai letto, la Retorica di Aristotele.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La ragazza di Roma Nord di Moccia perché voglio trovare il mio pezzettino all'interno! Poi leggeró l'uomo di Calcutta di mukherjee

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho appena finito Tre piani, di Eshkol Nevo. Ho una passione viscerale per gli autori ebraici e questo libro, con le storie di tre vicini, che si sfiorano appena, mi ha toccata. L'ultima, in particolare, riporta tutto a casa e lascia quella sorta di nostalgia e accettazione tipica, per me, della letteratura ebraica. Insieme ai profumi di Israele, a una certa linearità - le case, le strade, il deserto - mista alle storie famigliari, piene di parola, rapporti, razionalità e sesso, insieme. Bellissimo. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pensavo, visto che c'è l'anniversario della Woolf a fine gennaio forse dovrei rileggermi Gita al faro o Mrs Dalloway, ma non ricordo più quale mi era piaciuto di più, forse il secondo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 3/1/2020 alle 23:14, Purrpendicular ha scritto:

ho iniziato Word Painting di Rebecca McClanahn.
Il primo divertente da leggere, il secondo... illuminante

Mi hai incuriosito e sono corsa a prendere l'ebook. Come promesso in chat, ti terrò aggiornata! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×