Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite

Cosa state leggendo?

Post raccomandati

2 ore fa, Gabriele Valenza ha detto:

Infinite Jest è stato utile per demolire la mia concezione di libro.

Bella la tua definizione, la condivido. Credo sarebbe piaciuta anche a David.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Richard Dawkins, Il gene egoista.

 

Mi è presa una voglia assurda di riprenderlo e finirlo.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, mhayli ha detto:

Richard Dawkins, Il gene egoista

È un testo bellissimo e estremamente interessante! 

 

Io invece, sulla scia del gruppo di lettura sto leggendo" 2010:Odissea due" di Clarke e ho già anche "2061:Odissea tre" pronto. 

 

Talia 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Talia pure io sto leggendo Odissea per il gruppo di lettura. Sembra che il primo ti sia piaciuto, se stai proseguendo con tanto entusiasmo...

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, SeeEmilyPlay ha detto:

bero_s <3 vero che è un libro pazzesco?

 

È un libro straordinario. Unico nel suo genere...se non si contano gli altri due libri della stessa serie :D

Ti obbliga a ripensare completamente a cosa vuol dire fantasy e a ricostruire la categoria in modo differente.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, SeeEmilyPlay ha detto:

pure io sto leggendo Odissea per il gruppo di lettura. Sembra che il primo ti sia piaciuto, se stai proseguendo con tanto entusiasmo...

Lo avevo letto una ventina d'anni fa e ne conservava un piacevole ricordo. Riletto adesso mi ha proprio entusiasmata! L'ho finito in un lampo. 

 

A te come sembra? È la tua prima lettura? 

 

Talia 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aah... Wallace <3

Mi avete convinto: Infinite Jest nella pila "rilettura" :metal:

La mia lista aggiornata:


L'Aleph di Borges
Tipi psicologici di Jung
Le cosmicomiche di Calvino (rilettura)
Uomini e topi di Steinbeck
Luce d'Agosto - Faulkner
Il maestro e Margherita - Bulgakov (rilettura)

Emma - Jane Austen
Infinite Jest - D.F. Wallace (rilettura)

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Talia mi pare di averlo già letto all'università, esame di fantascienza inglese, ma in realtà il libro di Clarke previsto dall'esame era Rendez-Vous with Rama. Però ricordo che parlammo a lungo anche di questo, esaminandone vari aspetti, film compreso. Ma parlo di molti anni fa, quindi meglio rileggere, ai tempi ero entusiasta di Clarke, Le Guin, e Atwood, prima avevo letto solo poche cose di fantascienza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io sto leggendo (anzi, ho appena finito di leggere) un romanzo che mi fa piacere di consigliare. Si chiama Quante bugie hai detto stasera? di Alessio Di Girolamo. Impossibile che lo conosciate, perché è un esordiente pubblicato da una piccola casa editrice, Terra Rossa. Spero che lo staff non mi noti e non mi banni per spamming, perché adesso farò un po' di pubblicità: la casa editrice è tenuta da un mio amico molto in gamba che prova a mettere su una collana di sperimentali contemporanei di qualità. E questo romanzo, a mio avviso, è di assoluto interesse. Come del resto anche altri libri della collana, come Restiamo così quando ve ne andate, di Cristò, un altro amico molto bravo. Ecco, pubblicità finita, ma è una pubblicità assolutamente disinteressata per un'operazione editoriale che secondo me merita la massima attenzione

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
23 ore fa, libero_s ha detto:

 

È un libro straordinario. Unico nel suo genere...se non si contano gli altri due libri della stessa serie :D

Ti obbliga a ripensare completamente a cosa vuol dire fantasy e a ricostruire la categoria in modo differente.

Me lo segno, sembra davvero molto molto interessante.

 

Come sempre leggo a intervalli due o più libri, a seconda delle circostanze (e dall'umore) che mi portano a passare dal cartaceo all'ebook e viceversa. Quasi finito Ubik, ho iniziato L'isola del dottor Moreau di Wells e ripreso Shogun. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tra un osso di seppia montaliano e l'altro, ho voluto sperimentare lo stile polifonico (cit.) di Antonio Lobo Antunes. Ho quindi iniziato Esortazione ai coccodrilli (unico suo titolo presente nella biblioteca comunale del mio paesello). Di certo è un'esperienza di lettura, resta da vedere se ne uscirò vivo o stramazzerò prima.

  • Divertente 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Appena finito di leggere Bambino 44, di Tom Rob Smith. Il romanzo è uscito una decina di anni fa ed è un buon thriller, con trama e intreccio ben giocati, perlomeno per tre quarti del plot. L'Unione Sovietica fa da sfondo alla vicenda in tutto il suo grigiore fatto di stenti, cannibalismo, vodka e depressione. Stalin è ancora al potere e i suoi agenti politici torturano e spediscono nei gulag chiunque venga accusato di essere un cospiratore. Il protagonista, Leo Dominov, agente dell’MGB, organo deputato a mettere in pratica la politica di Stalin, finirà vittima delle stesse repressioni da lui messe in atto, trasformandosi lentamente da strumento del potere a sovversivo.

 

Sull’impianto: il thrilling non manca, ma la storia più che altro si gioca sulla crescita interiore di Dominov e sul suo cambiamento. Ancora; il romanzo è molto buono per tre quarti, poi interviene un crollo della tensione e prende vita quella forma di stanchezza molto diffusa nei thriller. L’impressione è che l'autore, nel piegare la materia della parola e farla convergere a un disegno spesso strampalato ed eccessivo, non riesca a mantenere vivo l’interesse del lettore per l’intera durata della storia. Dopo un blocco piuttosto indigeribile, la tensione torna a crescere nelle ultime cinquanta pagine, quando oramai tutto quello che vuoi è arrivare in fondo e sperare che il libro che ti accingi a iniziare sia migliore.

 

Per chiudere: la risoluzione di Bambino 44 a mio avviso non regge, la trama non è credibile. Quello che molti autori di thriller sembra non riescano a comprendere, è che il troppo stroppia. Ancora una volta, alla ricerca di un colpo di scena da fuochi d’artificio – che in realtà non sembra così ben speso –, l’autore fallisce miseramente e perde di credibilità. Assurdo che si impieghino mesi e mesi, spesso anni, alla costruzione di un wordbuilding tanto accurato, per poi scrivere un intreccio che quando è troppo è troppo.

 

Per appassionati non troppo esigenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 27/3/2019 alle 18:24, Vincenzo Iennaco ha detto:

resta da vedere se ne uscirò vivo o stramazzerò prima

Con Lobo Antunes il gioco si fa duro, e solo i (lettori) duri riescono ad arrivare a fine round. Quindi, in bocca al lupo! Se lo trovi, di lui ti consiglierei "La morte di Carlos Gardel" (Feltrinelli). Buona/e lettura/e

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho ripreso e lasciato e poi ripreso “Viaggio alla termine della notte” di Céline, ma ahimè non è scattato il feeling. Non lo mollo ma ho deciso di procedere con calma, da quando ho iniziato a leggerlo è scattata una specie di frustrazione, che mi ha bloccato anche nelle altre letture. Così per spezzare l’incantesimo malvagio ho iniziato 2001: Odissea nello spazio, prima che @Cappello di Meringa e gli amici del gruppo di lettura mi diano per dispersa. L’inizio più che promettente!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, don Durito ha detto:

Con Lobo Antunes il gioco si fa duro, e solo i (lettori) duri riescono ad arrivare a fine round. Quindi, in bocca al lupo! Se lo trovi, di lui ti consiglierei "La morte di Carlos Gardel" (Feltrinelli). Buona/e lettura/e

Grazie. Sono quasi in dirittura d'arrivo, ma ciò non fa di me un lettore duro. Anzi, rimango basito (e molto invidioso) di come qualcuno si "beva" i libri come un sorso d'acqua.

Riguardo ad Antunes, comunque, la sua scrittura è pirotecnica. L'architettura è complessa, pratica un endorsement coi canoni classici della punteggiatura e del POV, ma una volta che si è entrati nel suo meccanismo se ne resta ammaliati, e rispetto ai miei standard è uno di quei libri che mi sono bevuto in un sorso. 

Mi cimenterò senz'altro in altre sue opere e perciò ti ringrazio per il consiglio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho finito il quarto volume di 'Mondi Senza Fine', l'antologia di fantascienza, ma non l'ho trovato all'altezza dei volumi precedenti. Ora ho iniziato 'La Nube Purpurea' di M.P. Shiel, uno stranissimo romanzo appartenente al genere fantastico. Sembra interessante, almeno a giudicare dall'inizio. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 9/1/2019 alle 16:59, Ace ha detto:

Ho appena finito di leggere Fiori sopra l'inferno di Ilaria Tuti. Un thriller molto, molto buono. Gran bella costruzione, personaggi bene approfonditi. Brava.

 

Mi associo a questo commento. Un thriller ben congegnato e ottimamente narrato, secondo me, con un'ambientazione accurata, anche perché si svolge nei luoghi d'origine dell'autrice. Un successo meritato: 60.000 copie vendute nel 2018 con Longanesi, secondo Stefano Mauri (presidente di GeMS). Mi risulta che il suo prossimo romanzo sia in uscita a breve. Mi auguro che la protagonista principale (che rimane la stessa) regga al peso della serialità.

 

Ho solo un piccolo appunto da muovere al romanzo, e un dubbio tecnico.

L'appunto riguarda un eccesso di enfasi emotiva in alcuni passaggi, che a me è parso fuori luogo. Diciamo che prediligo la scrittura asciutta e diretta, senza tanto "soul-searching". Sono convinto che in questo traspaia chiaramente la sensibilità tipicamente femminile dell'autrice. Questione di gusti, ovviamente.

Il dubbio tecnico è questo: se si dovesse liberare un bambino dalle mani di un serial killer che lo ha rapito, non sarebbero chiamati a intervenire i NOCS della Polizia di Stato o i GIS dei Carabinieri? Nel libro se ne occupano i normali agenti del commissariato, e a me è parso poco plausibile. Ma potrei sbagliarmi.

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, L'antipatico ha detto:

L'appunto riguarda un eccesso di enfasi emotiva in alcuni passaggi, che a me è parso fuori luogo.

 

A me invece è parso un valore aggiunto, delle buone iniezioni di soul-searching credo apportino solo profondità a un romanzo. Ma come sai, è impossibile accontentare tutti. Sull'appunto tecnico che muovi, per quanto ricordo, c'era di mezzo l'aggravante del gelo, quindi il fattore tempo era decisivo, bisognava intervenire subito. Ma è probabile che sulle competenze d'intervento l'autrice si sia presa qualche piccola licenza. Se così fosse, nell'economia di un romanzo così ben congegnato e riuscito, come lettore posso chiudere un occhio. Per il resto, quoto: ambientazione da dieci e lode, costruzione superba: la mia impressione è che su quel romanzo la Tuti ci abbia lavorato anni.  

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho finito 'La Nube Purpurea' di M.P. Shiel e l'ho trovato splendido e inquietante nello stesso tempo. Si tratta di un testo visionario, a tratti lovecraftiano, che per certi versi anticipa l'estetica del disastro di J.G. Ballard. Ora ho iniziato 'Orion: La Fortezza', un romanzo di fantascienza di Mike Resnick. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho appena finito di leggere “Una storia di amore e di tenebra” di Amos Oz. Mi ha colpito moltissimo per la profondità e la bellezza della scrittura. Libri così s’incontrano di rado...

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Finito Educazione di una canaglia, starring: Edward Bunker. Bunker al fresco dei peggiori penitenziari californiani, a imbrogliare spacciatori e a derubare i gonzi di Los Angeles, a correre dietro alle sottane. Un crudo romanzo sulla vita dietro le sbarre, Bunker ne è il cantore insuperato e indiscusso. Faide tra galeotti, lo spettro della camera a gas, insurrezioni carcerarie sull’acuirsi della questione razziale. Coltellate, eroina, cocaina e cannoni di maria, strategie di sopravvivenza, guardie carcerarie aguzzine, le fortune di Edward grazie a una madrina straricca che nonostante tutto non riuscirà a strapparlo dalla detenzione causata dalle intemperanze e da una rabbia che consuma dentro e condanna a una vita al limite. Poi la rinascita, grazie alla scrittura: Bunker è ancora in carcere quando finalmente il suo sesto romanzo viene accettato da un editore, la scrittura è salvifica e non tutto è perduto. Pollice su, gran bel romanzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sto terminando "la porta di Tolomeo" ultimo libro di una trilogia di Jonathan stroud. Mi sono spoilerata il finale e devo dire che seccare così il protagonista e chiudere il libro dopo una riga mi ha spiazzato in senso positivo. Molto bella questa Londra magica, la malinconia di fondo del terzo libro, specie nella seconda metà, la mancata risoluzione totale delle relazioni e dei conflitti. Un libro sui generis nel senso migliore del termine.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, AnnaL. ha detto:

Sto terminando "la porta di Tolomeo" ultimo libro di una trilogia di Jonathan stroud.

Una lettura piacevole.

 

Sto terminando Skyward di Brandon Sanderson.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×