Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite

Cosa state leggendo?

Post raccomandati

Dopo aver letto per scuola Frankenstein e Se questo è un uomo, mi sto divertendo a leggere Un gentiluomo a Mosca di Amor Towles, un romanzo davvero fantastico :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Adesso, Miss B. dice:

Dopo aver letto per scuola Frankenstein e Se questo è un uomo, mi sto divertendo a leggere Un gentiluomo a Mosca di Amor Towles, un romanzo davvero fantastico :)

Lo voglio, Neri Pozza non delude mai, vero? 

 

Io invece parto con L'apprendista assassino di Robin Hobb :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, simone volponi dice:

Il ladro gentiluomo faceva anche lo scrittore?

Quello era Hood! Metti gli occhiali! :morte:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Emy , come promesso dopo il tuo post, ti riporto il mio parere in seguito alla lettura de "La donna in bianco", da poco conclusa. Premettendo che non amo i romanzi molto lunghi (e questo è un bel mattoncino), né quelli di epoca vittoriana (e questo lo è), devo dire che mi è molto piaciuto. Non risente granché dell'appartenenza a un'epoca passata, perché lo stile è comunque scorrevole e la scrittura è priva di orpelli fuori moda. Non so, però, se ciò sia realmente dovuto alla scrittura originale o alla traduzione. Per essere un giallo, alcune cose sono facilmente intuibili, ma nell'intreccio c'è una buona dose di imprevedibilità e mistero. O meglio, si capisce dove andranno a parare alcuni eventi, ma non il modo in cui vi si arriverà, che è invece avvincente.

L'incipit è un po' lento, o almeno dà quell'impressione, ma via via è un crescendo e ogni cosa, anche quella che sembra un'insignificante divagazione, finisce per avere un preciso senso. L'unica cosa di cui, effettivamente, può risentire un po' la narrazione è il fatto che si tratti di un romanzo di appendice e in quanto tale presenta delle inevitabili ripetizioni (probabilmente necessarie per ricollegarsi alle puntate precedenti); tuttavia non pesano più di tanto nell'economia della storia.

In conclusione, il mio giudizio personale è molto positivo. :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hell's Angels di Hunter S. Thompson. Godibile, anche se non spassoso come Paura e delirio a Las Vegas. Un saggio di puro giornalismo gonzo, dall'inventore dello stesso... peccato che l'edizione in mio possesso sia zeppa di refusi scandalosi (altro che editing, qui nemmeno una correzione delle bozze!)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Toi et moi di Paul Géraldy. Una rilettura di un classico della poesia francese. Ogni tanto m'impongo di leggere in originale. Questo sarà una bella passeggiata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Ljuset dice:

Toi et moi di Paul Géraldy

"L'amour, / c'est l'effort qui font les hommes / pour se contenter d'une seule femme". Solo per questi versi, meriterebbe di leggerlo. E prima o poi lo farò :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, don Durito dice:

"L'amour, / c'est l'effort qui font les hommes / pour se contenter d'une seule femme"

Sì. Merita di leggerlo, anche se questi versi, se ben ricordo, non ci sono all'interno della raccolta. Toi e Moi è una raccolta di XXXIII poesie legate tra loro da un filo conduttore che inizia dall'amore, dalla passione, dalla gelosia e pian piano, di gradazione in gradazione dei sentimenti finisce con il disamore. Il distacco nel componimento XXXIII -FINALE   Alors, adieu, Tu n'oublies rien?... C'est bien. Va-t'en. / Nous n'avons plus rien à nous dire. Je te laisse. / ...e via così per altri 42 versi. Anche se gli ultimi 8 vengono usati per una specie di riconciliazione, dove alla fine l'abitudine ha la meglio e i due amanti non si lasciano e gli ultimi 4 versi, per quanto belli, esprimono un brutto concetto della vita:  On fera son possible. On sera bon. Et puis, / on a beau dire, au fond, on a des habitudes... / Assieds-toi, va! Reprends près de moi ton ennui, / Moi près de toi je reprendrai ma solitude.

 

Trovo sia una visione della vita veramente triste, però le atmosfere che vengono riprodotte dai versi di P. Gèraldy meritano, nonostante tutto di essere assaporate. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'arturobandini adolescente ogni tanto riemerge e domina l'arturobandini adulto. Per cui, quando ci siamo imbattuti nell'Isola del Dottor Moreau di H. G. Wells (abbinato inoltre alla Macchina del Tempo), non abbiamo resistito e l'abbiamo acquistato. Iniziato giovedì, presumo di finirlo in un paio di serate (tempo tiranno). Inoltre, siccome uno è troppo poco, sto leggendo anche Dresda di Taylor, un ottimo saggio sul bombardamento (di cui parla anche Vonnegut in Mattatoio n°5) avvenuto al termine della Seconda Guerra Mondiale. Mai solo uno, mai.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sorellanza stregonesca, di Terry Pratchett. Ho un maggiore gusto per il drammatico, ma questo scrittore che ho scoperto da poco era un genio straordinario. Riposi in pace.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Sithis Dopo, devi assolutamente leggere "Il tristo mietitore" di Pratchett. Capolavoro del comico: te lo consiglio vivamente :) 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Niko Quello è in coda :D sono alle ultime battute di Sorellanza Stregonesca ed è un delirio! La morte che recita a teatro nei panni di sé stessa, incredibile. Sono sempre più convinto che in una storia far ridere sia perfino più difficile che far piangere. Ho amato anche alla follia la saga di Scuotivento e Duefiori, e dire che alcuni dicono sia il suo lavoro peggiore! Non vedo l' ora di proseguire nella lettura di questo straordinario autore. Meraviglioso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Sithis Concordo :D Uno dei miei autori preferiti da sempre. Ho avuto anche la fortuna di vederlo. Ed era uno spasso anche dal vivo :asd: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 6/2/2017 at 08:51, Niko dice:

@Sithis Dopo, devi assolutamente leggere "Il tristo mietitore" di Pratchett. Capolavoro del comico: te lo consiglio vivamente :) 

L'avevo comprato un annetto fa e non l'ho ancora letto. Debbo rifarmi quanto prima possibile, @Niko?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, luca c. dice:

L'avevo comprato un annetto fa e non l'ho ancora letto. Debbo rifarmi quanto prima possibile, @Niko?

Direi! :P 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×