Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   1 utente

Post raccomandati

Ospite masterofnumbers

Io sto partecipando con l'ultimo lavoro ma se dovessi passare la prova incipit sarei comunque fottuto, l'opera completa eccede abbastanza il limite di battute... ridimensionarla è un bel problema.:o

 

Comunque per quanto riguarda le valutazioni ho sparato voti alti a tutti senza scendere tanto nei particolari... figuratevi se tra lavoro e tutto il resto mi avanza pure il tempo per fare il critico letterario! 

Almeno ho dato una piccola mano agli altrixD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, masterofnumbers ha detto:

Io sto partecipando con l'ultimo lavoro ma se dovessi passare la prova incipit sarei comunque fottuto, l'opera completa eccede abbastanza il limite di battute... ridimensionarla è un bel problema.:o

 

Comunque per quanto riguarda le valutazioni ho sparato voti alti a tutti senza scendere tanto nei particolari... figuratevi se tra lavoro e tutto il resto mi avanza pure il tempo per fare il critico letterario! 

Almeno ho dato una piccola mano agli altrixD

Così facendo rischi di fare un danno agli autori più meritevoli.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite masterofnumbers
6 minuti fa, Ginevra 81 ha detto:

Così facendo rischi di fare un danno agli autori più meritevoli.

 

E chi sono io per stabilire chi è più meritevole e chi meno? O, peggio, "bocciare" un'opera che non mi piace - come già successo con l'incipit di un romanzo d'amore, che li schifo assai? Sulla base dei gusti personali di un comunissimo sfigato qualunque? Non sono né un editor né un critico professionista... anche se vox populi vox dei non spetta certo a me fare talent scouting:S

Io tanto credo di non passare, ho solo fatto un piccolo gesto di altruismo. A quei due incipit che proprio mi hanno fatto schifo totale ho opportunamente addolcito la pillola specificando che seppur non rientrando nei miei gusti personali e avendo un'esposizione difficoltosa da seguire per un non letterato, il testo è comunque meritevole. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo concorso non va. Si è tenuti a valutare opere altrui con correttezza e nel limite delle nostre capacità: affossando indiscriminatamente le assegnazioni avute o incensandole con voti gonfiati, ma non reali, si contribuisce a rendere malato un meccanismo che già da sé ha abbastanza limiti.

  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite masterofnumbers
2 ore fa, acherusa ha detto:

Questo concorso non va. Si è tenuti a valutare opere altrui con correttezza e nel limite delle nostre capacità: affossando indiscriminatamente le assegnazioni avute o incensandole con voti gonfiati, ma non reali, si contribuisce a rendere malato un meccanismo che già da sé ha abbastanza limiti.

Ilaria Tuti mi raccontava di essersi fatta notare da un editor di Longanesi, che per curiosità adocchiava il materiale pervenuto,  proprio grazie a questo concorso. Aveva notato un suo precedente lavoro(che vinse pure quella edizione) e non appena ricevuto il manoscritto nuovo l'ha "bloccata" subito.

Lei scrive in modo stupendo ed è un caso a parte, ovvio, però come vedete sono sempre gli editor i talent scouters per eccellenza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, masterofnumbers ha detto:

 

E chi sono io per stabilire chi è più meritevole e chi meno? O, peggio, "bocciare" un'opera che non mi piace - come già successo con l'incipit di un romanzo d'amore, che li schifo assai? Sulla base dei gusti personali di un comunissimo sfigato qualunque? Non sono né un editor né un critico professionista... anche se vox populi vox dei non spetta certo a me fare talent scouting:S

Io tanto credo di non passare, ho solo fatto un piccolo gesto di altruismo. A quei due incipit che proprio mi hanno fatto schifo totale ho opportunamente addolcito la pillola specificando che seppur non rientrando nei miei gusti personali e avendo un'esposizione difficoltosa da seguire per un non letterato, il testo è comunque meritevole. 

 

Non bisogna essere degli scienziati per capire se, indipendentemente dai gusti, un romanzo scorre ed è scritto bene.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite masterofnumbers
21 minuti fa, Ginevra 81 ha detto:

 

Non bisogna essere degli scienziati per capire se, indipendentemente dai gusti, un romanzo scorre ed è scritto bene.

 

 

Può essere scritto bene per te ma da culo per un editor. Quindi il parere che più conta è il secondo. 

Non serve essere degli scienziati per capirlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I commenti volgari, sinceramente, mi infastidiscono perché ci sono tantissimi altri modi di dire per esprimere un concetto simile: la lingua italiana è ricchissima, chi prende scorciatoie dimostra solo di non avere molta dialettica. Per il resto, dare a dieci assegnazioni 2 o 10 perché non si ha tempo è non avere centrato il target del concorso, che -ripeto- ha già i suoi limiti etici tra troll, invidie e speranza che, affossando altri concorrenti, si abbiano più chances. Cosa ovviamente non vera.

  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite masterofnumbers
18 ore fa, acherusa ha detto:

I commenti volgari, sinceramente, mi infastidiscono perché ci sono tantissimi altri modi di dire per esprimere un concetto simile: la lingua italiana è ricchissima, chi prende scorciatoie dimostra solo di non avere molta dialettica. Per il resto, dare a dieci assegnazioni 2 o 10 perché non si ha tempo è non avere centrato il target del concorso, che -ripeto- ha già i suoi limiti etici tra troll, invidie e speranza che, affossando altri concorrenti, si abbiano più chances. Cosa ovviamente non vera.

A me invece infastidisce chi fa tanto il falso saputello con certi discorsi "non occorre essere degli scienziati" quando io ho esposto i miei argomenti in modo pacato e con certa gente sinceramente non mi preoccupo minimamente della forma.

Saluti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Usciti i 300 finalisti. Tra loro almeno un titolo è di un romanzo non inedito, pubblicato sul blog dell'autrice e delle quale si può ricavare il nome, violando così una delle regole principali del torneo cioè l'anonimato.

Mi chiedo se gli organizzatori interverranno o meno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@VanyDream sul sito dice dal 16 maggio!
Io non sono passata ma me lo aspettavo: ho partecipato con un romanzo che ho scritto alcuni anni fa e che nonostante continue limature è sempre rimasto acerbo, credo. Spero che i commenti mi aiutino a migliorare, ma credo che per me la soluzione sia riscriverlo completamente - senza cambiare la trama, di cui continuo a essere convinta.
Sono rimasta male più che altro per il fatto che non sia passato uno degli incipit che avevo in lettura e che consideravo davvero meritevole per la freschezza del linguaggio e della trama. (Nemmeno gli altri 9, di cui alcuni senz'infamia e senza lode e alcuni pessimi, sono passati).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come già ho espresso diverso tempo addietro, l'ultimo post di Natasha mi conferma, ancora una volta, la poca utilità di questo concorso. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alle 11/5/2018 at 15:12, masterofnumbers ha detto:

Ilaria Tuti mi raccontava di essersi fatta notare da un editor di Longanesi, che per curiosità adocchiava il materiale pervenuto,  proprio grazie a questo concorso. Aveva notato un suo precedente lavoro(che vinse pure quella edizione) e non appena ricevuto il manoscritto nuovo l'ha "bloccata" subito.

Lei scrive in modo stupendo ed è un caso a parte, ovvio, però come vedete sono sempre gli editor i talent scouters per eccellenza.

Ilaria Tuti è la vincitrice dell'edizione 2016, solo che la Longanesi ha deciso di pubblicare prima il prequel dell'opera vincitrice, nei prossimi anni seguiranno altri volumi tra cui Slave che era appunto l'opera vincitrice di Io Scrittore 2016. Se c'è la stoffa e il romanzo vale, si può anche fare il "botto", proprio come nel caso della Tuti. Quindi il Torneo è potenzialmente un'occasione unica. Vi faccio, invece, una domanda (magari ha già avuto risposta, ma 80 pagine di discussione sono tante da spulciare): c'è mai stato qualcuno che si é ritirato finendo tra i primi dieci, per timore del vincolo di prelazione? Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite masterofnumbers
28 minuti fa, Lostslade ha detto:

 c'è mai stato qualcuno che si é ritirato finendo tra i primi dieci, per timore del vincolo di prelazione? Grazie!

Non è il mio caso, però stiamo parlando del gruppo GeMS... io mi farei volentieri prelazionare a vita!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite masterofnumbers
19 ore fa, losthope ha detto:

Usciti i 300 finalisti. Tra loro almeno un titolo è di un romanzo non inedito, pubblicato sul blog dell'autrice e delle quale si può ricavare il nome, violando così una delle regole principali del torneo cioè l'anonimato.

Mi chiedo se gli organizzatori interverranno o meno.

Se qualcuno a cui era capitato il pezzo se ne era accorto e opportunamente segnalato nell'apposito form allora l'avranno già sbattuta fuori.

Come si merita. I "furbetti" all'italiana proprio non li sopporto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, masterofnumbers ha detto:

Non è il mio caso, però stiamo parlando del gruppo GeMS... io mi farei volentieri prelazionare a vita!

 

Anche io mi farei prelazionare a vita dalla GeMS xD no, la mia paura è più sull'ebook, nel senso che (da come l'ho capita io, ma magari l'ho capita male) il vincolo di prelazione per chi non è vincitore assoluto è col marchio IoScrittore e non col gruppo GeMS nella sua totalità... e essere vincolati alla pubblicazione ebook con il marchio IoScrittore per un tot di anni non è il massimo... immagino che molti abbiano le stesse remore, così mi è sembrato di leggere. Perciò ero curiosa di capire se ci si possa tirare indietro se, una volta arrivati tra i dieci, la paura di un vincolo con IoScrittore dovesse prevalere sul coraggio di andare fino in fondo. In realtà non so neanche bene come funzione, la prelazione. Mi sono fatta l'idea che non sia così vincolante, perché IoScrittore dovrebbe offrirti almeno le stesse condizioni economiche dell'eventuale concorrente concorrente (solo economiche? O anche simili condizioni di distribuzione e promozione?), ma immagino che solo un legale potrebbe illuminarmi in merito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
21 ore fa, Natasha Bezuchova ha detto:

@VanyDream sul sito dice dal 16 maggio!
Io non sono passata ma me lo aspettavo: ho partecipato con un romanzo che ho scritto alcuni anni fa e che nonostante continue limature è sempre rimasto acerbo, credo. Spero che i commenti mi aiutino a migliorare, ma credo che per me la soluzione sia riscriverlo completamente - senza cambiare la trama, di cui continuo a essere convinta.
Sono rimasta male più che altro per il fatto che non sia passato uno degli incipit che avevo in lettura e che consideravo davvero meritevole per la freschezza del linguaggio e della trama. (Nemmeno gli altri 9, di cui alcuni senz'infamia e senza lode e alcuni pessimi, sono passati).

 

Grazie della risposta :D 
Spero davvero che i commenti ti siano utili ma, non ti abbattere per i risultati di questo concorso. Penso che passare sia anche una questione di fortuna, dipende tutto dalla persona che deve leggere l'incipit, perché ci sono un po' di autori che non votano correttamente (odio sopratutto quelli che dicono di aver dato un voto basso perché non apprezzavano particolarmente il genere, per me è una scusa bella e buona). Io ho notato che non ci sono in lista due incipit che avevo votato nove, un peccato perché li immaginavo vincitori!

 

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite masterofnumbers
7 ore fa, VanyDream ha detto:

 

Grazie della risposta :D 
Spero davvero che i commenti ti siano utili ma, non ti abbattere per i risultati di questo concorso. Penso che passare sia anche una questione di fortuna, dipende tutto dalla persona che deve leggere l'incipit, perché ci sono un po' di autori che non votano correttamente (odio sopratutto quelli che dicono di aver dato un voto basso perché non apprezzavano particolarmente il genere, per me è una scusa bella e buona). Io ho notato che non ci sono in lista due incipit che avevo votato nove, un peccato perché li immaginavo vincitori!

 

 

Quod erat demonstrandum.:asd:

 

Meglio essere valutati da un editor professionista che da dei perfetti sconosciuti che non hanno le competenze per fare una scheda di lettura di un'opera. E, per ribadire: a pensar male si commette peccato ma ci si azzecca: chi ci assicura che quelli che "bocciano" un'opera non lo facciano in modo sistematico per avvantaggiare la propria?

In sintesi: non so quanto motivo di vanto possa essere vincere un concorso di questo tipo. Molto meglio gli speed-dates :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite masterofnumbers
7 ore fa, VanyDream ha detto:

(odio sopratutto quelli che dicono di aver dato un voto basso perché non apprezzavano particolarmente il genere, per me è una scusa bella e buona)

 

In questi casi io ho ammesso di date volti alti a prescindere, limitandomi a valutare la scorrevolezza dell'esposizione e la sintassi, col risultato di attirarmi le ire di qualche isterica. Bah.

 

Comunque io non ho ricevuto alcuna comunicazione diretta via mail come quanto accaduto ad altri. Suppongo un bel silenzio-diniego... beh, poco male:idontgiveafuck:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@masterofnumbers, il tuo comportamento al concorso è stato scorretto (come peraltro mi sembra che lo sia il tuo atteggiamento in questa discussione... Tacciare un'utente di "isteria" perché ti ha fatto notare un comportamento palesemente sbagliato, che mina il senso del torneo, mi sembra un vero e proprio insulto: spero che intervenga la moderazione). Ti è già stato spiegato perché.

 

Io comunque non sono passato, e neanche il mio 10 :(

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite masterofnumbers
1 ora fa, Axolotl ha detto:

@masterofnumbers, il tuo comportamento al concorso è stato scorretto (come peraltro mi sembra che lo sia il tuo atteggiamento in questa discussione... Tacciare un'utente di "isteria" perché ti ha fatto notare un comportamento palesemente sbagliato, che mina il senso del torneo, mi sembra un vero e proprio insulto: spero che intervenga la moderazione). Ti è già stato spiegato perché.

 

Io comunque non sono passato, e neanche il mio 10 :(

 

"Comportamento al concorso"? Cioè, ho forse violato qualche norma del regolamento di GeMS?

Per il resto si,c'avete ragggione voi. Saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh, sì. Il regolamento imporrebbe la valutazione onesta degli incipit ricevuti, non l'attribuzione di voti gonfiati perché si ha anche un lavoro. Se non si è disposti a prendersi del tempo per valutare con correttezza le opere ricevute, non è obbligatorio partecipare. In questo modo puoi aver contribuito a far passare alla seconda fase degli incipit mediocri, a scapito di altri più meritevoli. Non sei stato altruista proprio con nessuno ;) .

  • Mi piace 6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Intervento Staff

 

Alle 10/5/2018 at 19:49, masterofnumbers ha detto:

sarei comunque fottuto

Alle 11/5/2018 at 15:51, masterofnumbers ha detto:

Può essere scritto bene per te ma da culo per un editor.

Alle 12/5/2018 at 10:43, masterofnumbers ha detto:

e con certa gente sinceramente non mi preoccupo minimamente della forma.

2 ore fa, masterofnumbers ha detto:

col risultato di attirarmi le ire di qualche isterica. Bah.

45 minuti fa, masterofnumbers ha detto:

Per il resto si,c'avete ragggione voi. Saluti

 

Ho citato solo alcune frasi di questa pagina.

@masterofnumbers, sei stato ripreso più volte in questo forum (e in privato da me medesimo) per il modo di esprimere i concetti (ripeto: il modo di esprimere concetti).

A casa tua e nella tua vita privata puoi parlare come più ti piace, ma qui sul forum c'è una netiquette da rispettare, quindi dire "non mi preoccupo minimamente della forma" non è accettabile. Sei spesso inutilmente volgare, cosa qui vietata. Passi una parola colorita ogni tanto, ma ci vuole il buonsenso di non farlo diventare una regola.

 

Ti assegno un punto avvertimento (ora sei a due, ti ricordo che a tre scatta il ban temporaneo e a 4 quello definitivo) e ti invito, per l'ennesima volta, a evitare questo atteggiamento. Qualora tu non ne sia in grado, sarò costretto ad allontanarti dal forum, cosa che vorrei evitare.

Ti ricordo che se hai qualcosa da dire puoi scrivere in privato e non qui, in questa discussione.

 

Buon proseguimento a tutti.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
23 ore fa, Lostslade ha detto:

 

Anche io mi farei prelazionare a vita dalla GeMS xD no, la mia paura è più sull'ebook, nel senso che (da come l'ho capita io, ma magari l'ho capita male) il vincolo di prelazione per chi non è vincitore assoluto è col marchio IoScrittore e non col gruppo GeMS nella sua totalità... e essere vincolati alla pubblicazione ebook con il marchio IoScrittore per un tot di anni non è il massimo... immagino che molti abbiano le stesse remore, così mi è sembrato di leggere. Perciò ero curiosa di capire se ci si possa tirare indietro se, una volta arrivati tra i dieci, la paura di un vincolo con IoScrittore dovesse prevalere sul coraggio di andare fino in fondo. In realtà non so neanche bene come funzione, la prelazione. Mi sono fatta l'idea che non sia così vincolante, perché IoScrittore dovrebbe offrirti almeno le stesse condizioni economiche dell'eventuale concorrente concorrente (solo economiche? O anche simili condizioni di distribuzione e promozione?), ma immagino che solo un legale potrebbe illuminarmi in merito.

 

Se arrivi tra i primi 10 per partecipare alla "finalona", ossia per rientrare nella cerchia di coloro che possono essere scelti per la pubblicazione con una CE del gruppo GeMS, devi necessariamente firmare un contratto che ti obbliga, nel caso non sia tu il vincitore del cartaceo, a pubblicare in ebook a marchio IoScrittore con vincolo ventennale. Il romanzo di un mio caro amico, finalista nel 2016 e uscito in ebook con IoScrittore, ha venduto circa 20 copie in un anno e mezzo, ha 3 recensioni su amazon, 2 su kobo e nessuna su IBS. Quindi, sintetizzando: ioscrittore è il top per chi vince, per chi arriva tra i 10 e non vince equivale, nella maggior parte dei casi, a bruciare un prodotto potenzialmente eccellente che (quasi) nessuna CE accetterà più di pubblicare. 

  • Mi piace 6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, NayaN ha detto:

Il romanzo di un mio caro amico, finalista nel 2016 e uscito in ebook con IoScrittore, ha venduto circa 20 copie in un anno e mezzo, ha 3 recensioni su amazon, 2 su kobo e nessuna su IBS. Quindi, sintetizzando: ioscrittore è il top per chi vince, per chi arriva tra i 10 e non vince equivale, nella maggior parte dei casi, a bruciare un prodotto potenzialmente eccellente che (quasi) nessuna CE accetterà più di pubblicare. 

 

Essere pubblicati, non significa automaticamente vendere, indipendentemente da quale sia la casa editrice che ti pubblica.

Quello che la casa editrice ti assicura (a parte confezionare il libro in maniera professionale) è la distribuzione, problema che ovviamente non si pone in ebook.

 

Detto questo, tutto il resto sta nella promozione e anche le case editrici stesse non promuovo allo stesso modo ogni singolo nuovo romanzo che pubblicano. L'autore per primo deve essere promotore di se stesso e, forse, il tuo amico non si è dato troppo da fare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, NayaN ha detto:

 

Se arrivi tra i primi 10 per partecipare alla "finalona", ossia per rientrare nella cerchia di coloro che possono essere scelti per la pubblicazione con una CE del gruppo GeMS, devi necessariamente firmare un contratto che ti obbliga, nel caso non sia tu il vincitore del cartaceo, a pubblicare in ebook a marchio IoScrittore con vincolo ventennale. Il romanzo di un mio caro amico, finalista nel 2016 e uscito in ebook con IoScrittore, ha venduto circa 20 copie in un anno e mezzo, ha 3 recensioni su amazon, 2 su kobo e nessuna su IBS. Quindi, sintetizzando: ioscrittore è il top per chi vince, per chi arriva tra i 10 e non vince equivale, nella maggior parte dei casi, a bruciare un prodotto potenzialmente eccellente che (quasi) nessuna CE accetterà più di pubblicare. 

Ecco perché non partecipo più al Concorso, e ne sono maggiormente convinto leggendo i vostri post.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, maclover ha detto:

 

Essere pubblicati, non significa automaticamente vendere, indipendentemente da quale sia la casa editrice che ti pubblica.

Quello che la casa editrice ti assicura (a parte confezionare il libro in maniera professionale) è la distribuzione, problema che ovviamente non si pone in ebook.

 

Detto questo, tutto il resto sta nella promozione e anche le case editrici stesse non promuovo allo stesso modo ogni singolo nuovo romanzo che pubblicano. L'autore per primo deve essere promotore di se stesso e, forse, il tuo amico non si è dato troppo da fare.

 

Premettendo che la promozione di un ebook, sia che venga promosso dall'autore sia dalla CE, è limitata ai canali digitali, non sono comunque d'accordo con quanto dici. L'autore deve essere ovviamente disposto ad aiutare la CE nella promozione, ma deve essere la casa editrice in primis a promuovere il libro, altrimenti tanto vale autopubblicarsi su qualunque piattaforma di print on demand e risparmiarsi lo sbattimento di leggere dieci incipit e dieci romanzi che, per esperienza personale, la maggior parte delle volte sono illeggibili. 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×