Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Ciao a tutti, ormai i giochi sono chiusi, ma adesso come funziona? I vincitori vengono avvisati prima o lo scopriranno il giorno stesso della proclamazione?

Chiedo in particolar modo a @Isadora :) Grazie.

 

A me piacerebbe essere presente alla proclamazione dei vincitori ma per questioni logistiche penso proprio di non farcela.

Per il resto chi è nei 300? Come sono state le vostre assegnazioni?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io sono tra i trecento. Non ho idea di come funzioni ora, e non mi sarà possibile presenziare il giorno della proclamazione anche se mi piacerebbe.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@acherusa

1 ora fa, Azali ha detto:

Ciao a tutti, ormai i giochi sono chiusi, ma adesso come funziona? I vincitori vengono avvisati prima o lo scopriranno il giorno stesso della proclamazione?

Chiedo in particolar modo a @Isadora :) Grazie.

 

A me piacerebbe essere presente alla proclamazione dei vincitori ma per questioni logistiche penso proprio di non farcela.

Per il resto chi è nei 300? Come sono state le vostre assegnazioni?

Sono stato uno dei tanti recensori. Ho letto romanzi molto belli e interessanti, tranne un paio, veramente un disastro per incoerenza e forma lessicale.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 26/10/2017 at 17:19, Azali ha detto:

Ciao a tutti, ormai i giochi sono chiusi, ma adesso come funziona? I vincitori vengono avvisati prima o lo scopriranno il giorno stesso della proclamazione?

Chiedo in particolar modo a @Isadora :) Grazie.

 

A me piacerebbe essere presente alla proclamazione dei vincitori ma per questioni logistiche penso proprio di non farcela.

Per il resto chi è nei 300? Come sono state le vostre assegnazioni?

Nessun preavviso per i vincitori, l'evento è aperto a tutti. Si vince anche senza essere presenti, ma se hai la fortuna di trovarti in sala, come è successo a qualcuno che conosco, allora l'emozione si raddoppia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, lidiadel ha detto:

Nessun preavviso per i vincitori, l'evento è aperto a tutti. Si vince anche senza essere presenti, ma se hai la fortuna di trovarti in sala, come è successo a qualcuno che conosco, allora l'emozione si raddoppia

Sinceramente, emozione a parte, se si legge la statistica i numeri parlano chiaro: su 32000 e passa partecipanti, nel corso degli ultimi anni, soltanto 12 romanzi pubblicati in cartaceo... vi auguro di riuscire. Dei dieci romanzi che ho recensito almeno tre meritano di essere nel novero dei vincitori, per gli altri meglio non commentare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 26/10/2017 at 17:19, Azali ha detto:

Ciao a tutti, ormai i giochi sono chiusi, ma adesso come funziona? I vincitori vengono avvisati prima o lo scopriranno il giorno stesso della proclamazione?

Chiedo in particolar modo a @Isadora :) Grazie.

 

A me piacerebbe essere presente alla proclamazione dei vincitori ma per questioni logistiche penso proprio di non farcela.

Per il resto chi è nei 300? Come sono state le vostre assegnazioni?

Niente avvisi. Però devo dire che io sono stata ripescata, quindi non so se abbiano avvisato i vincitori ufficiali, ma penso proprio di no.Comunque in bocca a lupo a tutti/e e che vinca un writer's dreamer!!!:super:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 27/7/2017 at 15:34, egidiotello ha detto:

Complimenti! (Certo che il tuo nome è davvero singolare).

Prima di Facebook pensavo di essere l'unica, ma siamo tantissime!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti.
Il testo con cui ho partecipato si chiamava "Checkpoint Charlie", il genere era fantascienza (non classica ma ucronia).
 

Ho avuto uno dei 10 romanzi vincitori in lettura (non dirò quale). 
Mi sembra di avergli dato un 7, o 7 e qualcosa. Buono, ma non indimenticabile. Onestamente, non avrei scommesso di vederlo tra i vincitori.

Ho preferito un romanzo intitolato "Friendscort" che, a parte un paio di passaggi che potevano forse essere resi meglio, reputo molto buono e ho votato con 8, o 8 e qualcosa. Se l'autore bazzica il Wd, saprà che ho apprezzato!

Saluto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, Bango Skank ha detto:

Salve a tutti.
Il testo con cui ho partecipato si chiamava "Checkpoint Charlie", il genere era fantascienza (non classica ma ucronia).
 

Ho avuto uno dei 10 romanzi vincitori in lettura (non dirò quale). 
Mi sembra di avergli dato un 7, o 7 e qualcosa. Buono, ma non indimenticabile. Onestamente, non avrei scommesso di vederlo tra i vincitori.

Ho preferito un romanzo intitolato "Friendscort" che, a parte un paio di passaggi che potevano forse essere resi meglio, reputo molto buono e ho votato con 8, o 8 e qualcosa. Se l'autore bazzica il Wd, saprà che ho apprezzato!

Saluto

Se avevo perplessità nel partecipare come autore a questo Torneo, ora, come recensore di dieci romanzi, ancora più perplesso sono fermamente convinto che non parteciperò più. Nessuno dei romanzi a cui ho dato voto 10, a mio avviso più che meritato ( ed erano tre)  é entrato in finale, ci sono rimasto molto male. Con tutta evidenza altri recensori non hanno ritenuto di promuoverli. Quando poi leggo che con un 7 o poco più si entra fra i finalisti, a quel punto non capisco il meccanismo della votazione.

 Un romanzo molto buono valutato solo 8?

No, non mi iscriverò più al Torneo, anche se nessuno se ne accorgerà; così risparmierò il mio tempo e inutili crucci.  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, Kateuan ha detto:

Quando poi leggo che con un 7 o poco più si entra fra i finalisti, a quel punto non capisco il meccanismo della votazione.

 Un romanzo molto buono valutato solo 8?

Il meccanismo della votazione lo sanno quelli di Gems e solo loro. Presumo si basino su algoritmi che prendono in considerazione diversi parametri. 
 

Esatto. sì. Molto buono, per i miei criteri, vale un 8 - 8,33 o 8,67. Perché è diverso da quasi perfetto (9, 9,33 e 9,67 a seconda delle sfumature della quasi perfezione) o da perfetto (10).
 

7 minuti fa, Kateuan ha detto:

No, non mi iscriverò più al Torneo, anche se nessuno se ne accorgerà; così risparmierò il mio tempo e inutili crucci.  

Il torneo ha dei bug che ho evidenziato nei vari commenti a questa discussione, ma a mio avviso è molto divertente (soprattutto perché a volte  si leggono cose assurde) a patto che: non pesi leggere 10 romanzi in 5 mesi; lo si prenda con lo spirito giusto, ovvero quello di una sorta di "gioco".
 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, Bango Skank ha detto:

Il meccanismo della votazione lo sanno quelli di Gems e solo loro. Presumo si basino su algoritmi che prendono in considerazione diversi parametri. 
 

Esatto. sì. Molto buono, per i miei criteri, vale un 8 - 8,33 o 8,67. Perché è diverso da quasi perfetto (9, 9,33 e 9,67 a seconda delle sfumature della quasi perfezione) o da perfetto (10).
 

Il torneo ha dei bug che ho evidenziato nei vari commenti a questa discussione, ma a mio avviso è molto divertente (soprattutto perché a volte  si leggono cose assurde) a patto che: non pesi leggere 10 romanzi in 5 mesi; lo si prenda con lo spirito giusto, ovvero quello di una sorta di "gioco".
 

Credo che parlare di perfezione riferita a un romanzo, come di qualsiasi cosa, sia arduo.

Ciò che tu ritieni divertente: leggere cose assurde o ancor peggio dei "fake" (che mi sono capitati) io invece lo trovo avvilente se non mortificante. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Adesso, Kateuan ha detto:

Mi dispiace ma dopo diverse volte, e per i motivi che già ho accennato più volte... NON ci penso proprio! Uno in meno.

scusate la ripetizione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
20 ore fa, Monica Maratta ha detto:

Io ci provo per la seconda volta. Quest'anno parteciperò con il genere sentimentale. Vedremo...@Architeo e tu?

Sì, ho un libro pronto, mandato a neri pozza senza risultato, lo limo e poi lo propongo.

Sperando di non trovare critici disonesti che scrivono "bene, bravo, storia interessantissima, non ci si stacca" e votano 6.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Christopher

per tutti quelli che hanno partecipato io non ho ancora capito una cosa: se si arriva tra i 10 vincitori e non si è il fortunato che viene pubblicato in cartaceo, si è obbligati a pubblicare l'ebook con loro?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao,

parteciperò anche io. Questa per me è la nona volta (sì, ho sempre partecipato).

Lo faccio per divertimento e per avere giudizi. Sarà compito mio poi valutarli se attendibili o meno.

Alla prossima.

 

Edison

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buonasera

se si viene inseriti tra i 300, ma non si passa alla fase successiva, i diritti del romanzo restano all'autore? Intendo dire: l'autore può proporlo a qualche casa editrice?

Qualcuno lo sa? Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, Patti ha detto:

Buonasera

se si viene inseriti tra i 300, ma non si passa alla fase successiva, i diritti del romanzo restano all'autore? Intendo dire: l'autore può proporlo a qualche casa editrice?

Qualcuno lo sa? Grazie

I diritti del romanzo restano all'autore fino alla firma di un regolare contratto.

Quindi, a meno che non si si firmi un contratto (contratto, non la "lettera di impegno" che fanno firmare ai 300 che passano al turno successivo) i diritti sono in possesso dell'autore, che può fare del proprio testo ciò che vuole.
Tendenzialmente si può anche rientrare nei 10 vincitori e rifiutarsi di firmare il contratto, se si vuole.
Il discorso di proporre il testo a una CE mentre si partecipa a tornei vari è questo: certo che si può. Quasi tutti i tornei richiedono l'esclusiva, ma di fatto questo non impedisce all'autore di inviare il proprio testo a chi vuole. Se poi all'autore viene offerta una proposta di pubblicazione, sarà l'autore stesso a decidere se accettarla e ritirarsi dal torneo o se rifiutarla e rimanere in gara.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, Bango Skank ha detto:

I diritti del romanzo restano all'autore fino alla firma di un regolare contratto.

Quindi, a meno che non si si firmi un contratto (contratto, non la "lettera di impegno" che fanno firmare ai 300 che passano al turno successivo) i diritti sono in possesso dell'autore, che può fare del proprio testo ciò che vuole.
Tendenzialmente si può anche rientrare nei 10 vincitori e rifiutarsi di firmare il contratto, se si vuole.
Il discorso di proporre il testo a una CE mentre si partecipa a tornei vari è questo: certo che si può. Quasi tutti i tornei richiedono l'esclusiva, ma di fatto questo non impedisce all'autore di inviare il proprio testo a chi vuole. Se poi all'autore viene offerta una proposta di pubblicazione, sarà l'autore stesso a decidere se accettarla e ritirarsi dal torneo o se rifiutarla e rimanere in gara.

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiungo, per correttezza, che è sempre opportuno leggere attentamente le clausole e le regole dei concorsi a cui si partecipa: se è espressamente specificato che anche solo l'invio a una CE rappresenta una violazione al regolamento, è pacifico che il comportamento da adottare rientra in una sfera di considerazioni personali di varia natura.
Mi spiego: se invio il mio testo alla CE Pinco, posso presumere che gli organizzatori del torneo Pallo non lo sapranno mai, e quindi posso "sentirmi" di inviare a cuor leggero. L'importante è che io abbia la consapevolezza che, semmai per un motivo o per un altro lo dovessero venire a sapere, avrebbero il diritto di squalificarmi dal concorso.
Detto questo, a naso credo che i 3/4 dei partecipanti a questo torneo specifico inviino la propria opera a CE, agenti, forse anche ad altri tornei, durante i mesi del concorso. Molti, infatti, se riescono ad ottenere una proposta di pubblicazione da una CE si ritirano spontaneamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, frantoio ha detto:

Questo torneo è un'arena dove in molti giocano sporco e in tanti giocano a fare i correttori di bozza

Condivido in pieno, anche per questi motivi NON partecipo più, con buona pace di tutti!

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, frantoio ha detto:

Questo torneo è un'arena dove in molti giocano sporco e in tanti giocano a fare i correttori di bozza

 

Questo è pacifico. Il punto però è che non è un segreto, ma la logica conseguenza di un sistema di valutazione che lascia decidere ai concorrenti e non a una giuria. Il tutto scritto nero su bianco dalla GeMS.
Che questo sistema abbia dei difetti evidenti in senso lato e dei vantaggi altrettanto evidenti (sicuramente per il gruppo che organizza, ma a mio avviso anche per i partecipanti) è insomma intuibile dalla lettura del regolamento.

Provo a riassumere:


Difetti
1) Il sistema di valutazione basato sul giudizio di altri concorrenti vizia di default la certezza di un giudizio sereno. Al concorrente X possono capitare come giudici dei concorrenti che giudicano onestamente, al concorrente Y no, e si prenderà voti bassi in ogni caso.

2) Pur di fronte a giudici onesti, difficilmente un buon romanzo di un genere non particolarmente "masticato" dal lettore medio riuscirà a spuntarla. Perché anche il giudice più onesto difficilmente potrà stravedere per un romanzo che non è e non può essere nelle sue corde. Prendiamo un Irvine Welsh degli esordi: quante possibilità avrebbe avuto di intercettare il gusto di tutti i giudici? Pochissime. Perché un giudice onesto che sopporta poco un certo tipo di narrativa (penso anche a un fenomenale scrittore di horror splatter, tanto per dire) più di tanto non può darti, come voto. Può riconoscere che sai scrivere, ma non riesce a farsi piacere quel che hai scritto, per intenderci. Dal momento che la "giuria" è randomica, tendenzialmente rappresenta il "lettore medio" italiano.

Questo vuol dire che se si vuole partecipare per vincere si deve avere la consapevolezza che per farlo bisogna aver scritto qualcosa che rientra esattamente nel gusto del target medio; a occhio: buoni sentimenti e romanzi di formazione, attualità, thriller, storici. Chiaramente bisogna comunque aver scritto un buon romanzo. In ogni caso, con generi che "osano" di più e che per natura intrinseca hanno un pubblico più mirato e un target più ristretto, è quasi impossibile arrivare fino alla fine, anche se con un ottimo romanzo.

3) Da un gruppo editoriale come GeMS ci si aspetterebbe francamente qualcosa di più nei confronti dei 10 vincitori. Se è vero che il vincitore assoluto, quello che viene stampato in cartaceo, ha la possibilità concreta di "diventare uno scrittore", è altrettanto vero che per gli altri 9 la formula ebook e PoD con il marchio "ioscrittore" è, a mio modestissimo avviso, avvilente e quasi inutile. Si rischia anzi di "bruciare" un buon romanzo che potrebbe trovare collocazione in un'onestissima CE medio piccola o media. 
Ecco, da questo punto di vista sarebbe sicuramente meglio avere ad esempio 3 vincitori, tutti magari pubblicati in cartaceo (le CE al gruppo non mancano) e una decina di segnalati. Ai segnalati magari si può offrire la pubblicazione in ebook, ma facoltativa, e si può chiedere loro di inviare in visione i romanzi successivi. Sarebbero tutti contenti, credo.
Rilancio dicendo che un gruppo come GeMS, proprio per la varietà di CE che ha, potrebbe davvero permettersi di diversificare il concorso in "compartimenti stagni" e dire: i fantascienza fanno gara a loro, chi vince esce con la Nord; i fantasy fanno gara a loro ecc ecc. Aggiungo che se facessero così, il torneo avrebbe ancora più visibilità di quanta ne ha, ma vabbè... queste sono considerazioni personali mie. Probabilmente è un rischio d'impresa che giudicano eccessivo.

 

Pregi

1) L'altra faccia del punto 1 dei difetti è che, almeno per gli organizzatori, si ha la quasi certezza che i romanzi vincitori siano in linea col gusto del pubblico medio. Forse non saranno i migliori in assoluto, ma sono senz'altro validi. Considerando che per avere questa scrematura non si son dovuti pagare editor o lettori, direi che non è male come risultato e ottimizzazione delle risorse.

2) L'altra faccia del punto 2 dei difetti è che, questa volta per quanto riguarda gli autori, se si scrive esattamente quel tipo di narrativa che rientra nei gusti del pubblico medio, si ha l'opportunità concreta di "diventare uno scrittore" vero, partendo dal niente. 1 su mille, o duemila o quanti siano i partecipanti, certo... ma quell'uno su mille la possibilità la ha. E uno su mille è sempre meglio che 1 su un milione, o che niente.

3) I giudizi dei lettori possono essere molto istruttivi. Anche per chi volesse partecipare con un romanzo di un genere particolare e volesse sapere la reazione del "lettore medio". Naturalmente bisogna poi avere la capacità di discernere tra una critica fatta senza cognizione di causa (un "mi ha fatto schifo perché c'è troppa violenza" nel giudizio di un horror splatter, ad esempio, non verrà considerato dall'autore. Non perchè non sia importante rispettare il gusto del lettore, ma perchè quel lettore non è il lettore a cui è destinato il romanzo) e una critica fatta con cognizione di causa (un "ottima la trama, ma non mi convince lo piscopatico che hai descritto perché è lo stesso che hanno descritto l'autore X nel romanzo Y,  l'autore Z nel romanzo W e l'autore N nel romanzo V", dove magari i romanzi citati sono tutti horror splatter che il lettore - questa volta proprio del target che interessa all'autore - conosce bene. Insomma, in questo caso il lettore è il nostro "lettore tipo" e ci sta dicendo che  abbiamo una buona trama, ma dobbiamo rivedere completamente la tipologia del nostro protagonista, perchè è poco originale. Questo lettore ci ha dato un consiglio prezioso.)

In definitiva, è un'esperienza che consiglio a chi ha: da una parte la voglia e il tempo di "fare il giudice" (e a volte si leggono cose davvero imbarazzanti); dall'altra la capacità di lasciarsi scivolare addosso determinate critiche che, immancabilmente, ci saranno e la curiosità di confrontarsi con lettori randomici.

  • Mi piace 4
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Bango Skank Bell'intervento. Condivido tutto. Aggiungerei che arrivare tra i 10 finalisti (tanto di cappello) costituisce curriculum per un autore. Spendibile presso le case editrici del gruppo GMS (almeno non ci si presenta da sconosciuti). Oppure presso altri editori.

Non è mica come vincere il Gran Premio Letterario città di Gazzo di Sotto, insomma.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non parteciperò una seconda volta per il motivo ben illustrato al punto 3 da Bango Skank, motivo per cui nella passata edizione sebbene fossi rientrato nei famigerati 300 non ho inviato il romanzo completo. Essere finalista e pubblicato in e-book da una CE "Io scrittore" a mio avviso serve a ben poco e brucia quello che potrebbe essere un bel romanzo per una CE medio piccola. Potrebbero fare molto, ma molto di più con tutte le CE raggruppate e di vario genere che hanno. Sembra che non credano neppure loro nella bontà del concorso...:D

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
43 minuti fa, heightbox ha detto:

Non parteciperò una seconda volta per il motivo ben illustrato al punto 3 da Bango Skank, motivo per cui nella passata edizione sebbene fossi rientrato nei famigerati 300 non ho inviato il romanzo completo. Essere finalista e pubblicato in e-book da una CE "Io scrittore" a mio avviso serve a ben poco e brucia quello che potrebbe essere un bel romanzo per una CE medio piccola. Potrebbero fare molto, ma molto di più con tutte le CE raggruppate e di vario genere che hanno. Sembra che non credano neppure loro nella bontà del concorso...:D

Condivido in pieno! 

 

 

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alle 21/12/2017 at 15:49, camparino ha detto:

@Bango Skank Bell'intervento. Condivido tutto. Aggiungerei che arrivare tra i 10 finalisti (tanto di cappello) costituisce curriculum per un autore. Spendibile presso le case editrici del gruppo GMS (almeno non ci si presenta da sconosciuti). Oppure presso altri editori.

Non è mica come vincere il Gran Premio Letterario città di Gazzo di Sotto, insomma.

Questo non sempre. Essere pubblicati in e-book da Ioscrittore non significa diventare un autore GeMS o avere corsie preferenziali. Esperianza di alcuni  amici

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×