Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Ospite

Pienamente d'accordo, meglio delle valutazioni motivate (con punti di vista differenti, dove occorre distingure quando interviene 'il gusto' del lettore in opposizione a dati 'inconfutabili') che commenti 'parodie', 'discriminatori' che non dicono nulla e sono privi elementi che avvolorano la loro tesi. Interessante l'accenno che facevi ai contatti, soprattutto con gli organizzatori, per segnalare dei comportamenti scoretti, chissà poi come vengono gestiti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Domanda forse stupida, ma alla quale non so dare risposta: nel caso abbia inviato il manoscritto ad alcune case editrici (e quindi sia nei mesi di valutazione) posso partecipare al concorso?

O altrimenti, una volta partecipato al concorso e terminato, sarebbe possibile inviare il manoscritto alle case editrici?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Domanda forse stupida, ma alla quale non so dare risposta: nel caso abbia inviato il manoscritto ad alcune case editrici (e quindi sia nei mesi di valutazione) posso partecipare al concorso?

O altrimenti, una volta partecipato al concorso e terminato, sarebbe possibile inviare il manoscritto alle case editrici?

Puoi partecipare al concorso, ma devi ritirarti, se ti arriva una proposta di pubblicazione che ritieni interessante e che accetti. Se sei ancora nella prima fase, basta che non invii i tuoi giudizi dei testi assegnatiti e sei escluso automaticamente. Anche nella seconda fase puoi essere escluso se non mandi i giudizi. Il caso in cui, invece, arrivi tra i dieci finalisti è il... peggiore (dal tuo punto di vista): ti fanno firmare un contratto vero e proprio con GeMS, vincolante. Se invece non superi o la prima o la seconda fase, sei libero di mandare il tuo romanzo a chi vuoi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti.

Mi sono reiscritto dopo essermi autoeliminato l'anno scorso. Avevo superato il primo turno, ma ho riscritto le ultime 20 pagine e non potendo modificare l'opera, ho chiesto di essere escluso.

Per me è stata un'esperienza positiva, pensate che il torneo è l'unico luogo dove degli sconosciuti si prendono la briga di leggere e commentare quello che avete scritto. Certo, non tutti i giudizi sono qualificati, ma danno comunque utili indicazioni. Se il vostro scritto piace ad altre persone che scrivono, siete sicuramente sulla buona strada. E comunque meglio una risposta che il silenzio della maggior parte delle CE che non avvisano nemmeno quando scartano un testo, fugurarsi dirne le ragioni.

Qualcuno ha ricevuto giudizi fuori luogo o contraddittori? Fate un giro su un portale di vendita libri on line e leggate i commenti sui libri più popolari, troverete di tutto, dall'adulazione allo scherno anche per capolavori affermati.

A far leggere le proprie cose si può incorrere anche in questo: il gusto personale di chi legge, che sicuramente è un fattore importante anche per i lettori delle case editrici.

Detto questo, un grosso in bocca al lupo a tutti gli altri partecipanti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' il terzo anno che partecipo a Ioscrittore, il primo anno sono stato ammesso alla seconda fase (quella dei primi trecento), come ha detto qualcuno nei primi post, va preso come un gioco o ci si fa il sangue amaro. Penso sia eccitante, ma allo stesso tempo offre poche possibilità e gli editor di Gems stanno alla finestra, dietro le quinte, fanno solo da arbitri. I giudizi dei concorrenti sono feroci, spesso sleali e di solito assai poco costruttivi. C'è stato uno che nel giudizio ha scritto che il mio romanzo era pieno di immagini meravigliose, ma come voto mi ha dato quattro. Morte tua vita mia insomma. Però in effetti è concorso ha il suo perché e in più è gratuito. Farlo non costa niente, i partecipanti stanno però lievitando e questo riduce ancora di più le possibilità che di per sé sono piuttosto ridotte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

[...] gli editor di Gems stanno alla finestra, dietro le quinte, fanno solo da arbitri.

Temo sia una tua illusione, una leggenda metropolitana tramandata da altri negli anni. In realtà gli editor si affacciano solo per scegliere quale tra i dieci finalisti pubblicare in cartaceo. Nessuno in GeMS interviene durante il torneo, nemmeno per moderare il blog che a volte assume toni inquietanti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Stai tranquillo, in realtà volevo dire quello che hai detto tu, che controllano da lontano e solo se non vengono rispettate le regole e succede qualcosa di eclatante intervengono. Sì anche il blog a volte degenera e mi sembra che in certi periodi sia stato anche chiuso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

[...] gli editor di Gems stanno alla finestra, dietro le quinte, fanno solo da arbitri.

Temo sia una tua illusione, una leggenda metropolitana tramandata da altri negli anni. In realtà gli editor si affacciano solo per scegliere quale tra i dieci finalisti pubblicare in cartaceo. Nessuno in GeMS interviene durante il torneo, nemmeno per moderare il blog che a volte assume toni inquietanti.

 

Non lo so.

Rimane ancora il mistero di come sia stata pubblicata Elena Cabiati, perché non mi pare fosse tra i dieci finalisti del suo anno ed è finita in cartaceo lo stesso nel 2012.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Steamdoll, mi pare che anche Valentina D'Urbano abbia la stessa storia. Eliminata nel 2010 e pubblicata. Ma negli ultimi due tornei, nessuna eccezione, solo il vincitore pubblicato in cartaceo più nove e-book.

Onestamente non credo che gli editor leggano altri testi oltre quelli che vanno in finale. I casi citati probabilmente vengono da chissà quale altro canale diverso dal torneo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Steamdoll, mi pare che anche Valentina D'Urbano abbia la stessa storia. Eliminata nel 2010 e pubblicata. Ma negli ultimi due tornei, nessuna eccezione, solo il vincitore pubblicato in cartaceo più nove e-book.

Onestamente non credo che gli editor leggano altri testi oltre quelli che vanno in finale. I casi citati probabilmente vengono da chissà quale altro canale diverso dal torneo.

 

Concordo. Forse nelle prime edizioni, con un numero ragionevole di partecipanti, gli editor un occhio qua e là lo buttavano, ma ora con quasi tremilaseicento iscritti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho sempre partecipato. Dal 2010 al 2015 con quattro libri diversi. Non sono mai andato alla seconda fase e in alcuni casi i giudizi ricevuti hanno rasentato l'insulto gratuito. Ciò nonostante mi sono già iscritto con un nuovo testo per l'edizione dell'anno prossimo.

Perché?

1-Perché mi diverto ed è gratuito.

2-Almeno ricevo qualche riscontro sulla mia opera. E' vero che i giudizi sono spesso diametralmente opposti e pertanto poco utili e credo che sia vero che ci siano partecipanti con l'uzzolo della demolizione forzata (in ogni cestino di frutta trovi la mela marcia). Però ho notato in molti casi molta preparazione dai lettori e ho considerato degno di nota il loro giudizio (sia positivo, sia negativo).

 

A parere mio si capisce subito chi legge veramente l'incipit e chi vuole tagliarti le gambe.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ci sono alcuni che danno giudizi davvero appropriati, soprattutto nella seconda fase.

E poi una delle mia maggiori soddisfazioni come scrittore viene proprio da quel concorso.

Però poi trovi anche quelli che vogliono solo demolire.

Ma fa parte della vita, purtroppo.

E' in ogni caso molto utile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Mi sono iscritta quest'anno per la seconda volta. La prima volta qualche anno fa, mi sono ritirata.

Onestamente ho letto tutta la sezione di forum e mi trovo esattamente nella stessa indecisione.

Quello che mi motiva è il fatto che il libro possono leggerlo e valutarlo anche altri e che poi ti dicono le loro opinioni.

Inoltre poter leggere diversi incipit, puo' essere positivo per comprendere anche gli altri come si muovono ,la presentazione etc e magari aggiustare quello che hai fatto di sbagliato per le prossime volte.

Poi ho cominciato a leggere tutte le negatività e considerando che sono a metà del libro , non so davvero che fare. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho partecipato solo una volta (e ho vinto). Sarò di parte, ma a me è piaciuto tanto. Non ho più partecipato solo perché non ho più scritto nulla. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Grazie a tutti, credo che ci proverò, più che altro per avere una cartina tornasole del mio romanzo, non per vincere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti.

 

Quante cartelle avete inviato per la prima parte, incipit, chi ha partecipato alle edizioni passate del concorso? C'è un margine ampio, relativamente ai caratteri, tra il minimo e il massimo consentito: voi come vi siete regolati?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

pensavo di inviarne vicino il limite minimo, chi deve leggere magari fa meno fatica e lo legge per intero.

Che ne pensate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Melania,

io sono più d'accordo con Marco Piaggia "vicino al limite superiore".

Le osservazioni coprirebbero uno specchio più vasto.

Se poi un lettore "si stufa", legge quello che vuole, ma tanto vuole dire che già l'hai perso e che lo perderesti comunque.

Ancora in bocca al lupo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
1 ora fa, camparino dice:

Ciao Melania,

io sono più d'accordo con Marco Piaggia "vicino al limite superiore".

Le osservazioni coprirebbero uno specchio più vasto.

Se poi un lettore "si stufa", legge quello che vuole, ma tanto vuole dire che già l'hai perso e che lo perderesti comunque.

Ancora in bocca al lupo

Grazie  camparino opterò per il lmite massimo allora.

Grazie per gli auguri, ma non penso proprio di arrivare in finale con un fantasy ^^

Ciau!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti.

Io ho sempre partecipato e senza riscuotere alcun successo, ma ho sempre fruttato al massimo il numero di caratteri consentiti. Preferisco dare al lettore tutte le opportunità possibili.

Tale concorso è sempre un banco di prova e un'occasione per confrontarsi con gli altri.

 

Edison

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao ragazzi! Anch'io parteciperò quest'anno. A chi ha già partecipato, chiedo: la sinossi va scritta specificando i punti salienti della trama? Dato che il mio è un thriller, devo scrivere anche come finisce il romanzo? In tal caso i lettori sapranno già come va a finire. Oppure la sinossi è letta solo dagli editor (se la leggono : Chessygrin :)?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quando ho partecipato io due anni fa la leggevano anche i recensori. Ti dirò che anche io non sapevo come mandarla. Dovevo scrivere il finale oppure no? Dovevo essere molto riassuntiva o dilungarmi? Quarta di copertina o sinossi vera e propria?

Quando ho valutato gli incipit avere una sinossi descrittiva di come si sarebbe evoluta la storia mi rimaneva molto utile. E quelle che mi dicevano come andava a finire mi piacevano perché non mi lasciavano "completamente in sospeso" dopo aver gustato un buon incipit.

Nella fase di valutazione del romanzo intero invece credo che sia secondaria. Se uno vuole leggerlo e valutarlo davvero lo farà sia con che senza sinossi. E chi vuole valutarlo con giudizi sommari e sbrigativi lo farà forse meglio se ne ha un buon riassunto.

Se oggi partecipassi di nuovo scriverei una sinossi come per un editore, ma prima di svelare finale o colpi di scena inserirei la dicitura ATTENZIONE SPOILER, in modo che il lettore che voglia gustarsi la lettura stia ben attento a non leggere prima come va a finire.

 

Non dico che sia la soluzione migliore. E' quello che farei io.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Lucilla dice:

Quando ho partecipato io due anni fa la leggevano anche i recensori. Ti dirò che anche io non sapevo come mandarla. Dovevo scrivere il finale oppure no? Dovevo essere molto riassuntiva o dilungarmi? Quarta di copertina o sinossi vera e propria?

Quando ho valutato gli incipit avere una sinossi descrittiva di come si sarebbe evoluta la storia mi rimaneva molto utile. E quelle che mi dicevano come andava a finire mi piacevano perché non mi lasciavano "completamente in sospeso" dopo aver gustato un buon incipit.

Nella fase di valutazione del romanzo intero invece credo che sia secondaria. Se uno vuole leggerlo e valutarlo davvero lo farà sia con che senza sinossi. E chi vuole valutarlo con giudizi sommari e sbrigativi lo farà forse meglio se ne ha un buon riassunto.

Se oggi partecipassi di nuovo scriverei una sinossi come per un editore, ma prima di svelare finale o colpi di scena inserirei la dicitura ATTENZIONE SPOILER, in modo che il lettore che voglia gustarsi la lettura stia ben attento a non leggere prima come va a finire.

 

Non dico che sia la soluzione migliore. E' quello che farei io.

 

Grazie della risposta! Allora vada per la sinossi intesa come tale, e non come quarta di copertina.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao MaxM,

come veterano della competizione mi sono imbattuto in ogni sorta di sinossi. C'è stato chi ha raccontato tutta la sua storia, c'è stato chi ha usato solo poche righe. Io ho partecipato con gialli e thrillers e ho preferito glissare sul finale dando al lettore solo l'intreccio principale e l'ambientazione. 

Inoltre ho occupato molto dello spazio disponibile per spiegare le mie scelte sulla struttura del romanzo e sulla natura dei personaggi, ritenendo che non sempre le pagine dell'incipit riescano a chiarire dove voglio condurre la storia.

Mi auguro di esserti stato utile.

 

Edison  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 14 febbraio 2016 at 11:26, acherusa dice:

Ciao a tutti.

 

Quante cartelle avete inviato per la prima parte, incipit, chi ha partecipato alle edizioni passate del concorso? C'è un margine ampio, relativamente ai caratteri, tra il minimo e il massimo consentito: voi come vi siete regolati?

Una sinossi efficace è fondamentale per un buon percorso nel torneo. Non deve essere una quarta di copertina e non deve essere una presentazione dell'autore con digressioni sullo stile di scrittura. Deve toccare tutti i punti salienti del romanzo incluso il finale, ma deve anche essere concisa. È la cosa più difficile da scrivere, ma - ripeto - è fondamentale: molti recensori, purtroppo, se non leggono una sinossi accattivante, passano velocemente a scorrere l'incipit e lasciano giudizi prevenuti e superficiali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×