Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Nelle due passate edizioni non ero fra i finalisti. Chiesi di partecipare come lettore per la finale. Non ebbi risposta né la prima né la seconda volta, nessuna richiesta spontanea da parte loro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non vale la pena di leggere dieci manoscritti interi e potenzialmente disastrosi se non è per avere in cambio dieci commenti al tuo. Penso sfiori pericolosamente il masochismo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 21/6/2020 alle 14:55, Tinucci ha scritto:

 @UGONE: se Lucina è il nome di un personaggio femminile, potrei essere io l'autrice dell'incipit. Mi fa molto piacere che l'inizio della storia ti sia sembrato interessante e sei stata gentilissima a dirlo pubblicamente (una piccola grande soddisfazione per consolarmi di non poter vedere il romanzo tra i 300 😉). Devo dire che quest'anno la qualità dei giudizi che ho ricevuto era decisamente migliore rispetto agli anni scorsi: niente troll o messaggi sconclusionati, parecchi consigli sensati, gradimento per il testo molto alto (ma evidentemente non sufficiente per farlo passare alla fase successiva). Quindi grazie ancora per la citazione: al momento sto procedendo a correggere e rivedere il romanzo, poi deciderò cosa farne. Quando sarà pronto, se ancora avrai voglia di leggerlo, te lo mando volentieri 😊

Questa é una bella notizia!  Ho trovato il tuo modo di scrivere piuttosto 'denso', non so se mi spiego. Sarò davvero lieta di leggerlo, e non importa se non ha passato la fatidica linea dei 300. Vedrai che prima o dopo troverai il modo.   .(y)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco il testo dell'invito come lettore.

 

Gentile X,

stiamo offrendo a pochi, selezionati partecipanti all’edizione 2020 di IoScrittore l'opportunità di partecipare alla prossima fase del Torneo letterario in qualità di lettori.

Tra questi partecipanti che abbiamo scelto di contattare ci sei anche tu.
Quindi se non l'hai ancora fatto e scegli di diventare un lettore o una lettrice di IoScrittore, puoi scoprire che opere sono passate in finale, esercitarti nel leggere un testo e valutarlo in modo costruttivo e con occhio critico.

 

Pensavo che lo spedissero a tutti in automatico, ma vedo che qualcuno non l'ha ricevuto. L'anno scorso ho accettato, quest'anno ho troppi impegni. Su 10 testi dell'anno scorso, appena 2 valevano la pena - erano ben scritti -  ma un paio erano decisamente scadenti. Se il messaggio non è rivolto a tutti, non saprei proprio su quali basi facciano la selezione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
44 minuti fa, Ljuset ha scritto:

Ecco il testo dell'invito come lettore.

 

Gentile X,

stiamo offrendo a pochi, selezionati partecipanti all’edizione 2020 di IoScrittore l'opportunità di partecipare alla prossima fase del Torneo letterario in qualità di lettori.

Tra questi partecipanti che abbiamo scelto di contattare ci sei anche tu.
Quindi se non l'hai ancora fatto e scegli di diventare un lettore o una lettrice di IoScrittore, puoi scoprire che opere sono passate in finale, esercitarti nel leggere un testo e valutarlo in modo costruttivo e con occhio critico.

 

Pensavo che lo spedissero a tutti in automatico, ma vedo che qualcuno non l'ha ricevuto. L'anno scorso ho accettato, quest'anno ho troppi impegni. Su 10 testi dell'anno scorso, appena 2 valevano la pena - erano ben scritti -  ma un paio erano decisamente scadenti. Se il messaggio non è rivolto a tutti, non saprei proprio su quali basi facciano la selezione.

Ecco un altro dei misteri misteriosi del torneo. Su quali basi, dal momento che non arriva a tutti ma, da quel che ho capito, alla maggioranza sì- credo intorno al 60-70%?

Quindi, non a quelli immediatamente dopo i 300 visto l'alto numero.. Comunque, riconosco che sia un rompicapo ozioso, però ammetto che la mia curiosità è stata stimolata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, jacopa Del Gado ha scritto:
2 ore fa, Ljuset ha scritto:

testi dell'anno scorso, appena 2 valevano la pena - erano ben scritti -  ma un paio erano decisamente scadenti. Se il messaggio non è rivolto a tutti, non saprei proprio su quali basi facciano la selezione.

Ecco un altro dei misteri misteriosi del torneo. Su quali basi, dal momento che non arriva a tutti ma, da quel che ho capito, alla maggioranza sì- credo intorno al 60-70%?

A me è stato offerto due anni fa e l'anno scorso ma non quest'anno. Secondo me scelgono a caso 😂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, jacopa Del Gado ha scritto:

Ecco un altro dei misteri misteriosi del torneo. Su quali basi, dal momento che non arriva a tutti ma, da quel che ho capito, alla maggioranza sì- credo intorno al 60-70%?

Quindi, non a quelli immediatamente dopo i 300 visto l'alto numero.. Comunque, riconosco che sia un rompicapo ozioso, però ammetto che la mia curiosità è stata stimolata.

Mi spiace comunque che che tu abbia rinunciato, perché credo che gli unici giudizi attendibili siano proprio quelli di coloro che sono fuori dai 300. E' abbastanza prevedibile che chi è dentro tema di avvantaggiare gli altri con giudizi "troppo" generosi. Personalmente cercherò di non lasciarmi coinvolgere in questa guerra tra poveri e di dare dieci a chi riuscirà a emozionarmi o anche solo stimolarmi la mente. Preferirei leggere dieci romanzi da 10  piuttosto che dieci esercizi letterari falliti, perché bene che vada si tratterà pur sempre di leggere tra le cinquecento e le mille pagine. Io ho scritto molto, poveretti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Sir Joe ha scritto:

Mi spiace comunque che che tu abbia rinunciato, perché credo che gli unici giudizi attendibili siano proprio quelli di coloro che sono fuori dai 300. E' abbastanza prevedibile che chi è dentro tema di avvantaggiare gli altri con giudizi "troppo" generosi. Personalmente cercherò di non lasciarmi coinvolgere in questa guerra tra poveri e di dare dieci a chi riuscirà a emozionarmi o anche solo stimolarmi la mente. Preferirei leggere dieci romanzi da 10  piuttosto che dieci esercizi letterari falliti, perché bene che vada si tratterà pur sempre di leggere tra le cinquecento e le mille pagine. Io ho scritto molto, poveretti.

 

Guarda che non è affatto così, io sono arrivata in finale nella scorsa edizione e ti assicuro che non solo le mie valutazioni sono state oneste e cristalline, neanche il retropensiero di una cosa così meschina come "non avvantaggiare" ha mai sfiorato le mie valutazioni, ma anche molti dei giudizi ricevuti disinteressati e onesti. Inoltre, navigando sul cazzeggio e sul nostro sito ho costatato che questo era l'atteggiamento prevalente.

diverso è invece il discorso dell'arricchimento eventuale nel leggere 10 opere essendo fermi al primo step. Come ho scritto a IOS, tutto quello che potevo avere di accrescimento a livello di comparazione e confronto l'ho già ricevute in questa fase. La successiva della lettura integrale è un grosso impegno e anche piuttosto faticosa e quindi, non vedendo nessun accrescimento ulteriore, anzi, l'avrei fatta solo nell'ambito della parità di chance. Non essendoci, ovviamente per come la vedo io, essere lettore è solo fatica senza nulla in cambio, se non un'ipotetica possibilità di essere tra i 10 migliori lettori e il pat pat alquanto adulatorio di IOS. Nel mio caso, e ripeto è la mia opinione e basta, il classico caso di quando il gioco non vale la candela. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche a me è arrivata quella mail, inutile dire che l'ho cestinata al volo. Non riesco ad aprire un libro con continuità da un mese, figurarsi se mi metto a leggere 10 libri che potenzialmente potrebbero non interessarmi nemmeno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per tutti quelli che in quest'edizione si sono fermati qui: non abbacchiatevi troppo, prendete il Torneo per quel che è, e usate la parte interessante di comparazione e giudizi sul vostro operato. Poi, datevi da fare, lavorando sugli aspetti che in diversi vi hanno segnalato  non funzionare bene, metteteci mano e fate girare per l'aere il vostro manoscritto.

 

è quello che ho fatto io e alla fine una consulente editoriale, dopo aver visionato idea forte e sinossi, mi ha chiesto il manoscritto in lettura. Dopo circa dieci giorni mi ha comunicato che il romanzo la convinceva e pensava di proporlo agli editor di collana di due grandi gruppi editoriali. Ora, nulla di più facile che tutto si fermi qui- credo che vadano in porto percentuali non più alte del 5/10%- e quindi cerco di restare ben salda sulla terraferma, però una professionista del settore mi ha dato una valutazione positiva e almeno avrò la certezza che sul tavolo giusto il mio testo ci è finito. Per dirvi che se credete nel vostro manoscritto non dovete assolutamente farvi bloccare o abbattere da valutazioni di lettori come noi, ma utilizzare gli appunti sensati nell'ottica di migliorare il lavoro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Keira sostenere che conosci la lingua italiana mentre scrivi 'E le offese sulla lingua italiana, come se fossi un'ALFABETA' non è molto convincente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io ho ricevuto la richiesta di partecipare come lettore e ho accettato per vedere che tipo di scritti hanno superato la prima fase del torneo. Due anni fa di 12 romanzi ricevuti ne ho letto solamente 1 veramente ben scritto e molto piacevole. E questo la dice lunga sulla qualità dei giudizi. Tanto è vero che nel regolamento del torneo si dice che il romanzo che verrà pubblicato in cartaceo sarà scelto tra tutti i partecipanti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io ho ricevuto la mail, ma vorrei partire per le vacanze senza stress aggiuntivi, oltre a tutti quelli già ineliminabili, quindi ho prontamente cestinato la mail.

Buona fortuna a voi che leggerete!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io ho ricevuto la mail dopo che mi ero già proposta spontaneamente. Mah, i misteri di IOS. È un esperienza che voglio fare, anche una sola volta nella vita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 6/2/2012 alle 11:48, Ospite netty ha scritto:

Insomma, non cosa consigliate su questo concorso? Conviene o si fa solo cattivo sangue?

 

Mah, da evitare. Serve solo a rendersi conto che in giro c'è un sacco di gente che crede di saper scrivere. E anche a rendersi conto che le case editrici non sono in grado di capire come riconoscere i nuovi autori di talento. Perché se ti basi sul giudizio di chi ha letto solo Harry Potter o la biografia di Costantino la maggior parte delle cose di valore sfugge e si perde. Non è una cosa seria.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 23/6/2020 alle 15:25, Nebulose ha scritto:

Buongiorno,

per la prima volta ho partecipato a IoS con l'incipit di un romanzo che sto scrivendo e soprattutto riscrivendo da qualche anno.

La mia domanda è questa: come usufruire al meglio dei giudizi ricevuti?

Il problema che riscontro nel leggerli è che dicono tutto e il contrario di tutto.

Quasi la totalità dei giudizi sottolinea aspetti positivi e aspetti negativi, a volte più gli uni a volte più gli altri.

Fin qui, tutto bene. Mi piace che ognuno trovi qualcosa di bello e non mi dispiace che ognuno trovi qualcosa di brutto. Il problema è che non è mai la stessa cosa.

Qualcuno mi fa i complimenti per i personaggi qualcuno dice che sono il punto debole; qualcuno trova affascinante la trama qualcuno la trova confusa; logorroico per qualcuno, scarno per altri. Etc.

Voi avete un metodo o un'idea su come fare una sintesi costruttiva dei commenti ricevuti?

 

Sì. Evitare IoScrittore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 17/6/2020 alle 17:00, maurice ha scritto:

 

Ho notato anche io nei commenti ricevuti una sorta di inconsistenza. Se da una parte è dettata da gusti e pareri personali, secondo me indica anche che certa gente gli incipit manco li legga. Per me alcuni buttano giù due righe generalissime che andrebbero bene sia se si stesse descrivendo "IT" sia se si stesse descrivendo "Piccole donne".

Un'altra edizione che mi ha fatto capire che ci sono troppi "scrittori" che non leggono e che vogliono arrivare in cima calpestando gli altri.

Posso essere onesto? Ho paura per la seconda fase, a questo punto.

 

Secondo me oltre che a non saper scrivere molti non sanno neanche leggere, che è strettamente correlato. Per cui far giudicare a un pubblico impreparato è la cosa più antiprofessionale che ci sia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vogliamo mettere una pietra tombale sul torneo IoScrittore?

È come se per farti un'operazione alla spina dorsale ci fossero cinquemila candidati. Di questi cinquemila magari un dieci per cento riesce a fare un'operazione, magari non così complessa, facendo un'analisi della situazione e confrontandola cogli studi fatti. Ma, almeno, riesce a capire di che si tratta. Il restante novanta per cento è composto da improvvisatori, sciamani, omeopati, maghi, o semplicemente cialtroni. I quali analizzano la situazione ed emettono diagnosi improprie. Nel frattempo i cialtroni, che sono la maggioranza, decidono che tu non hai bisogno dell'operazione e quindi la tua spina dorsale può andare a farsi fottere. E la direzione dell'ospedale, che si basa sul giudizio dei cialtroni più che di quello delle persone competenti, decide per soprassedere.

 

Questo è il perfetto specchio di una società superficiale come l'attuale dove troppe persone pensano che uno vale uno, ossia che uno vale l'altro. Da un sistema così concepito non può venir fuori niente di buono.

Pensiamo solamente se Elsa Morante o Italo Calvino avessero partecipato oggi a un torneo del genere. Scartati subito.

 

Requiescant in pace, io scrittore e il gruppo editoriale Mauri Spagnol

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Intervento di moderazione

 

29 minuti fa, Massimo Crispi ha scritto:

Requiescant in pace, io scrittore e il gruppo editoriale Mauri Spagnol

@Massimo Crispi non ci siamo, ti ricordo questo punto del regolamento:

 

1.5.2 Gli utenti possono lasciare le proprie testimonianze sulla politica editoriale di un Editore all’interno della discussione che lo riguarda nello specifico (sezione Case Editrici). È nel pieno diritto di ogni utente esprimere opinioni, critiche e idee sull’operato di una casa editrice, ma bisogna farlo con toni sempre civili ed educati, e soprattutto nel rispetto della legge (non è consentito diffamare). L’utente si assume la piena responsabilità anche in sede civile e penale per le testimonianze e le opinioni che rilascia e solleva l’amministrazione da qualsivoglia responsabilità. L’amministrazione non garantisce la veridicità delle testimonianze, né si assume responsabilità per le stesse.

 

Il tono dei tuoi interventi non è conforme al costume del forum. Il WD non è luogo per urlatori e leoni da tastiera. Ti assegno due punti di richiamo esortandoti ad avere in futuro un atteggiamento più composto.

Ricordo che questo è un intervento di moderazione a cui non si può replicare pubblicamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono sempre più convinta, anche leggendo gli ultimi interventi che il tutto- reazioni ai commenti, arrabbiature,  disorientamento e dubbi- siano frutto delle aspettative.  In fondo sappiamo tutti che la realtà assoluta non esiste ma è frutto delle nostre percezioni , quindi se mi accingo a partecipare al torneo con aspettative elevate o errate rispetto a quello che il torneo potrà dare ecco che mo sto preparando a delusioni più o meno forti con le mie mani.

Io, passassi o meno alla seconda fase, mi sono sempre divertita, anche tenendo presente che anche arrivare tra i dieci non  è detto ti cambi la vita. Ho ricevuto e dato consigli sinceri e articolati e certo ho beccato anch'io, provando a restare zen, troll e demolitori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, jacopa Del Gado ha scritto:

Sono sempre più convinta, anche leggendo gli ultimi interventi che il tutto- reazioni ai commenti, arrabbiature,  disorientamento e dubbi- siano frutto delle aspettative.  In fondo sappiamo tutti che la realtà assoluta non esiste ma è frutto delle nostre percezioni , quindi se mi accingo a partecipare al torneo con aspettative elevate o errate rispetto a quello che il torneo potrà dare ecco che mo sto preparando a delusioni più o meno forti con le mie mani.

Io, passassi o meno alla seconda fase, mi sono sempre divertita, anche tenendo presente che anche arrivare tra i dieci non  è detto ti cambi la vita. Ho ricevuto e dato consigli sinceri e articolati e certo ho beccato anch'io, provando a restare zen, troll e demolitori.

 

Vede, un torneo che si annuncia come innovativo ed entusiasmante e poi delude per i motivi sopra descritti, che in principio si potevano solamente intuire e che poi invece diventano realtà, mostra soltanto il grado di superficialità con cui tutto viene trattato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, Massimo Crispi ha scritto:

 

Poverino, pure giovane.

A tutti: non occorre rispondere a questo messaggio di gusto più che pessimo, l'utente è stato bannato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

OT

Buonasera a tutti/e e complimenti a chi è passato. Per chi non è tra i 300 non arrendetevi e non scoraggiatevi, se è destino l'occasione giusta arriverà. Per il signor Marcello, moderatore. Se invece di bannarmi pubblicando su questo sito spiegazioni che non potevo leggere (ero stata bannata) mi avesse chiesto di far cadere la discussione lo avrei fatto senza polemiche. Ma è acqua passata. detto questo,  le riporto un commento di una persona che,  incuriosita dalla bagarre, è venuta a curiosare nel sito imbattendosi nel link sottostante al mio nickname. La faccio breve, ha acquistato e recensito i miei e-book dicendo, testualmente: "meno male che è successo quello che è successo su Writer's Dream, altrimenti non mi sarei mai imbattuto nei tuoi romanzi". Che dire? Siccome il "merito" non è solo mio, giro i ringraziamenti anche al moderatore. :) Penso che questo sarà il mio ultimo intervento su questa discussione quindi vi saluto, buona continuazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 14/7/2020 alle 12:14, Massimo Crispi ha scritto:

 

Secondo me oltre che a non saper scrivere molti non sanno neanche leggere, che è strettamente correlato. Per cui far giudicare a un pubblico impreparato è la cosa più antiprofessionale che ci sia.

Sì, sono d'accordo, è un metodo di selezione di manoscritti poco valido e che ha a monte il peccato originale di lasciare le valutazioni in mano agli altri aspiranti vincitori (e quindi avversari del tuo testo), però Mauri Spagnol è uno dei più gruppi editoriali più grossi d'Italia (ha al suo interno ben dodici case editrici, se non ricordo male) e l'unico modo per entrare a contatto diretto con GeMS è attraverso IoScrittore (e sennò tramite agenzia, e qui torniamo al discorso delle agenzie che sono quasi tutte agenzie di servizi editoriali a pagamento travestite da agenzie di rappresentanza). Inoltre non tutti i lettori/scrittori di IoScrittore non sono in grado di giudicare, ci sono anche gli onesti ed esperti - magari uno su dieci, ecco, ma ci sono - che scrivono ottime recensioni. Io ho partecipato al torneo un paio d'anni fa col mio romanzo e da alcune recensioni ho tratto insegnamenti e consigli molto utili. E poi partecipando al torneo si ha il polso della situazione su lettori e scrittori. Sui primi si comprende che non è che la media dei lettori fuori da IoScrittore sia qualitativamente molto differente (il che non è una buona notizia ma almeno ne prendiamo consapevolezza). Sui secondi si capisce che la maggior parte dei manoscritti inviati a ce e agenzie sono illeggibili. Io credo quindi che un'esperienza IoScrittore sia utile a tutti per comprendere di cosa parliamo quando parliamo di manoscritti, valutazioni e pubblicazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 15/9/2020 alle 13:41, crimorina ha scritto:

Sì, sono d'accordo, è un metodo di selezione di manoscritti poco valido e che ha a monte il peccato originale di lasciare le valutazioni in mano agli altri aspiranti vincitori (e quindi avversari del tuo testo), però Mauri Spagnol è uno dei più gruppi editoriali più grossi d'Italia (ha al suo interno ben dodici case editrici, se non ricordo male) e l'unico modo per entrare a contatto diretto con GeMS è attraverso IoScrittore (e sennò tramite agenzia, e qui torniamo al discorso delle agenzie che sono quasi tutte agenzie di servizi editoriali a pagamento travestite da agenzie di rappresentanza). Inoltre non tutti i lettori/scrittori di IoScrittore non sono in grado di giudicare, ci sono anche gli onesti ed esperti - magari uno su dieci, ecco, ma ci sono - che scrivono ottime recensioni. Io ho partecipato al torneo un paio d'anni fa col mio romanzo e da alcune recensioni ho tratto insegnamenti e consigli molto utili. E poi partecipando al torneo si ha il polso della situazione su lettori e scrittori. Sui primi si comprende che non è che la media dei lettori fuori da IoScrittore sia qualitativamente molto differente (il che non è una buona notizia ma almeno ne prendiamo consapevolezza). Sui secondi si capisce che la maggior parte dei manoscritti inviati a ce e agenzie sono illeggibili. Io credo quindi che un'esperienza IoScrittore sia utile a tutti per comprendere di cosa parliamo quando parliamo di manoscritti, valutazioni e pubblicazioni.

 

Anche io credo che il metodo di selezione non sia particolarmente valido, però poi penso anche che in fondo le case editrici pubblicano per vendere. Quindi far giudicare ad aspiranti scrittori (che sono anche lettori) e ai lettori stessi quali romanzi sono meritevoli di essere commercializzati è forse il metodo più sicuro per vendere di più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×