Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Non posso esprimere pubblicamente la mia opinione su quello che è successo.

È vietato espimerla.

...

...

...

Dittatura?

Nel 2020.

Ok.

Allibita...

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Sir Joe quando si deciderà per i trecento finalisti, verrà annunciato in diretta sulla pagina Facebook. Credo che i tempi per elaborare tutti gli incipit siano brevi, ma l'attesa rende il concorso probabilmente più avvincente, chissà!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
40 minuti fa, Annabel ha scritto:

@Sir Joe quando si deciderà per i trecento finalisti, verrà annunciato in diretta sulla pagina Facebook. Credo che i tempi per elaborare tutti gli incipit siano brevi, ma l'attesa rende il concorso probabilmente più avvincente, chissà!

Quoto anche io questa ipotesi. Di oculata strategia di marketing trattasi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Annabel ha scritto:

@Sir Joe quando si deciderà per i trecento finalisti, verrà annunciato in diretta sulla pagina Facebook. Credo che i tempi per elaborare tutti gli incipit siano brevi, ma l'attesa rende il concorso probabilmente più avvincente, chissà!

Almeno ci fornissero sostegno psicologico! Scherzo. Non credevo che fosse anche stressante. Vedere tutte quelle valutazioni degli incipit, là dove ci sono state, non ha fatto che alimentare l'ansia (solo un po' dai!). Avevo chiesto suggerimenti sul fatto che nel frattempo avrei spedito il romanzo a una casa editrice diversa da quella dove ho già pubblicato, ma nessuno mi ha risposto "hai fatto male, non dovevi, potevi aspettare almeno l'esito dei 300". Insomma io l'ho fatto giusto per scrollarmi di dosso un po' di tensione. Tra l'altro non servirà a nulla, ma dovevo fare proprio qualcosa. I veterani delle passate edizioni che dicono? Siete tutti così navigati che nulla vi tange?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se con tre edizioni posso considerarmi una veterana, allora lo sono. Sarà per temperamento, sarà perché immagino di aver dato il peso che meritano ai vari elementi in gioco, io sono tranquilla. Magari, non serafica, dai ci si spera sempre e sempre la speranza è accompagnata da un filo di apprensione.

Io lo vedo come una ghiotta occasione, piuttosto prolungata, di far parte di una comunità, ricevere e dare contributi ad altri autori, riconoscermi nei loro errori, invidiarli, a volte, e a volte congratularmi con me stessa per aver scansato grossolani errori.

 

Tale spirito mi ha portato lo scorso anno ad arrivare, senza aver contemplato la possibilità dell'ipotesi, tra i 300, ed era l'anno in cui mi ero iscritta solo per il divertimento della cosa in sé e per ricevere stimoli a non mollare e utili confronti.

Prendila con questo spirito e vedrai che andrà meglio di quanto tu possa mai aver sperato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Sir Joe non aspettarti nulla da questo concorso, anzi, sii consapevole del fatto che, almeno due valutatori ti diranno che il tuo incipit è difettoso... :fuck:

Forse avranno ragione e forse no. Quindi, in ogni caso, continua a scrivere imperterrito!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, Annabel ha scritto:

@Sir Joe non aspettarti nulla da questo concorso, anzi, sii consapevole del fatto che, almeno due valutatori ti diranno che il tuo incipit è difettoso... :fuck:

Forse avranno ragione e forse no. Quindi, in ogni caso, continua a scrivere imperterrito!

Tranquilla, lo farò! Nulla mi sembra esagerato. Vanificherebbe i miei sforzi. In fondo credo che ognuno ne ricaverà qualcosa di buono, dall'imparare a restare umili, al saper ascoltare gli altri o che dovrà girare al largo da questi concorsi. A me è servito per costringermi a un metodo di lavoro rigoroso che doveva produrre più di duecento pagine tra l'adesione e l'invio. Trovo ora utile osservare tutta la fauna di cui faccio parte e scoprire di quante sottospecie sia costituita. C'è tutto un microcosmo di personalità che riflettono la società attuale e che fa piacere leggere perché inducono a pensare. Restano problemi irrisolti, come quello della valutazione, che è una questione di lana caprina anche per i docenti, figuriamoci per i partecipanti a un contest come questo. Gli anglosassoni hanno ristretto le valutazioni alle prime lettere dell'alfabeto. Questo costringe il valutatore a usare anche la A. Quando si è provato da noi a molti non è tornata l'idea di dare il massimo, perché privava dell'eccellenza, come se per quella non ci potesse stare una lode. Il fatto è che il nostro sistema appiattisce i giudizi e alla fine premia la mediocrità. Sto divagando, chiedo scusa. Insomma, stiamo a vedere che succede. Keep on touch!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, Sir Joe ha scritto:

I veterani delle passate edizioni che dicono? Siete tutti così navigati che nulla vi tange?

Io ho sempre partecipato dal 2010, pertanto credo di essere uno dei "più veterani" del concorso. Partecipo ogni anno e continuerò a farlo per avere dei giudizi sulla mia opera, per dare giudizi che reputo responsabili sulle opere altrui e per puro piacere personale. Ho la convinzione che il concorso non sia né l'assoluto, né la perfezione. Inoltre una bocciatura non comporta il non vedere mai il proprio libro pubblicato altrove.

In base a queste semplici regole, ti invito a non pensarci troppo e a non farti condizionare dai giudizi che riceverai. Se c'è una cosa che questo torneo ti fa capire, è che non è possibile fare contenti tutti i tuoi lettori.

Alla prossima.

 

Edison 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Sir Joe sono anch'io una nuova partecipante quindi la mia opinione lascia un po' il tempo che trova xD ma secondo me il tempo che prendono forse serve a "bilanciare" i risultati, verificare le segnalazioni e cose simili...magari anche a valutare i giudici, visto che a quanto pare ci sia anche il riconoscimento al miglior lettore (anche se non ho capito come funzioni).

Approfitto per chiedere: qualcuno sa spiegarmi qualcosa sulla la parte del torneo che riguarda i lettori, a parte che c'è in palio un e-reader?:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Finalmente, dopo i primi sette incipit veramente da dimenticare, uno decente e un po' originale, scritto anche in maniera simpatica, oltre che corretta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 11/5/2020 alle 18:50, Gcl79 ha scritto:

Ho avuto modo di constatare la rabbia con cui molti si fiondano sugli scritti esaminati. Fioccano medie voti allucinanti, dell'ordine del due o tre. Avevo letto in giro che il modus operandi di molti candidati fosse questo, ma verificarlo mi ha spiazzato. Non voglio entrare nel merito delle opere nelle quali codesti elementi si siano imbattuti, sicuramente avranno i loro metri di giudizio che appaiono avulsi dai miei principi. Resto, tuttavia, allibito da cotanta acredine e spocchia. Riuscirei ad affossare un concorrente(appioppandogli un due o un tre) soltanto se mi sentissi preso in giro, se quel che leggo risultasse, con evidenza, una stupida caricatura(caricata solo per il gusto di far leggere idiozie). Scusate per la riflessione ma avevo voglia di esprimere il mio punto di vista che avalla le ombre da molti ampiamente manifestate illo tempore. 

 

Io sono uno dei "codesti elementi", non frequento questo forum, ma sono curioso di vedere quel che succede. Bene, ho fioccato 2 e 3, ma anche 9. Tranquillo, non per eliminare concorrenti, non intendo partecipare alla fase finale, nella remota ipotesi che passassi. Al 9 ho scritto, concludendo la mia valutazione: "non comprerò il tuo libro, perché il genere non m'interessa, ma è ben scritto, la storia fila, perciò ti faccio i migliori auguri". Ad altri ho educatamente consigliato di dedicarsi ad altre passioni,  ad altri ancora ho dato commenti che spero saranno loro utili. Da lettore, non da pseudo-scrittore. Quindi? Cosa mi rispondi?

 

Il 15/5/2020 alle 01:39, Marcello ha scritto:

No, @Sir Joe : la sinossi è proprio il riassunto. È quella che spedisci all'editore, o a un'agenzia, per spiegare i contenuti dell'opera e ne deve contenere ogni elemento. Quindi in un "giallo" deve svelare tutto: dagli indizi alle prove, dal nome dell'assassino all'eventuale colpo di scena finale.

Le poche righe che trovi in quarta di copertina di un libro servono invece a invogliare il cliente all'acquisto e si chiamano proprio "quarta di copertina".

 

Ti correggo: le sinossi sono di due tipi, forse è sbagliato chiamarle allo stesso modo, ma è così. Quella di quarta e quella che invii all'editore. La prima è una sorta di annuncio per attrarre il lettore, la seconda deve essere molto diversa e dettagliata, ma certamente non come l'hai descritta. Suvvia, un minimo di mestiere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Claudio Bolle dici: Ad altri ho educatamente consigliato di dedicarsi ad altre passioni! 

Io invece dico che, non sarai tu a togliergli anche il più piccolo spiraglio di passione per la scrittura. Noi non siamo nessuno, possiamo valutare davvero un romanzo? Lo facciamo per mestiere? In ogni caso non dovremmo mai spezzare i sogni della gente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, Annabel ha scritto:

@Claudio Bolle dici: Ad altri ho educatamente consigliato di dedicarsi ad altre passioni! 

Io invece dico che, non sarai tu a togliergli anche il più piccolo spiraglio di passione per la scrittura. Noi non siamo nessuno, possiamo valutare davvero un romanzo? Lo facciamo per mestiere? In ogni caso non dovremmo mai spezzare i sogni della gente.

 

Senti, se uno scrive una trama trita e ritrita, piena di errori (non sciocchezze come le È accentate  o qualche virgola, o un paio di refusi) con personaggi insistenti, un linguaggio elementare, è meglio che si dedichi ad altro. Se uno fosse irrimediabilmente stonato lo incoraggeresti a cantare? No, scherziamo, siamo buoni, avanti tutti. E chi merita? Si arrangi. Quelli da 2 e 3 se vogliono scrivere, facciano pure, ma non partecipino a concorsi senza avere almeno riletto (o fatto correggere) il loro testo. Che rimarrebbe comunque scadente, perché mancano le idee.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Claudio Bolle vedo che questi sono tra i tuoi primi interventi, ma che sei iscritto da molto senza essere passato in Ingresso. Ci piacerebbe che i nuovi utenti, o comunque gli utenti che non l'hanno ancora fatto, si presentassero in Ingresso prima di interagire con il forum. Ti lascio qui il link diretto in modo che sia più semplice trovarla :) Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, Claudio Bolle ha scritto:

Ad altri ho educatamente consigliato di dedicarsi ad altre passioni


Ho provato spesso anch'io indignazione di fronte ad alcuni testi che sembrano essere stati inviati per sbaglio. Ma se c'è una cosa che proprio non sopporto è l'arroganza. Quindi ho cercato di non esserlo nei miei giudizi. Non so nulla della persona che ha scritto l'incipit: potrebbe essere molto giovane e inesperta, oppure qualcuno che per la prima volta si è lanciato in qualcosa mai fatto prima. Tutto quello che posso fare è dare dei consigli sinceri, capire dove ci potrebbero essere margini di miglioramento e cosa invece è da rivedere completamente. Sto esprimendo un parere che, per quanto alcune limitazioni dei testi siano oggettive, è sempre un parere e non verità assoluta. Se gli incipit che ti sono stati assegnati sono scritti così male, è praticamente certo che non passeranno il turno, ma almeno l'autore potrà avere qualcosa di utile su cui lavorare (se tiene al proprio romanzo). Ritengo che la stroncatura fine a stessa, condita da espressioni tipo "dedicati ad altre passioni", sia del tutto superflua e inutile. E non lo dice una "buonista", ma una che ha dato più di un 4. 
 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Lysander ha scritto:


Ho provato spesso anch'io indignazione di fronte ad alcuni testi che sembrano essere stati inviati per sbaglio. Ma se c'è una cosa che proprio non sopporto è l'arroganza. Quindi ho cercato di non esserlo nei miei giudizi. Non so nulla della persona che ha scritto l'incipit: potrebbe essere molto giovane e inesperta, oppure qualcuno che per la prima volta si è lanciato in qualcosa mai fatto prima. Tutto quello che posso fare è dare dei consigli sinceri, capire dove ci potrebbero essere margini di miglioramento e cosa invece è da rivedere completamente. Sto esprimendo un parere che, per quanto alcune limitazioni dei testi siano oggettive, è sempre un parere e non verità assoluta. Se gli incipit che ti sono stati assegnati sono scritti così male, è praticamente certo che non passeranno il turno, ma almeno l'autore potrà avere qualcosa di utile su cui lavorare (se tiene al proprio romanzo). Ritengo che la stroncatura fine a stessa, condita da espressioni tipo "dedicati ad altre passioni", sia del tutto superflua e inutile. E non lo dice una "buonista", ma una che ha dato più di un 4. 
 

 

D'accordissimo in tutto e per tutto.
Nessuno ha il diritto di decidere chi può e non può praticare un determinato hobby, tanto più sotto forma di insulto malcelato e malevolo proveniente da un recensore anonimo senza alcuna credenziale (come lo siamo tutti noi scrittori in erba).

Personalmente ho trovato un solo incipit per il quale ho trovato enorme difficoltà nel mantenere un atteggiamento costruttivo. Questo perché il testo trasudava odio verso le persone sovrappeso, verso le donne, verso gli stranieri; e non era una questione limitata ai dialoghi attribuibili ai personaggi, era un tono gratuito e onnipresente, già evidente nella sinossi.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, Claudio Bolle ha scritto:

 

Ti correggo: le sinossi sono di due tipi, forse è sbagliato chiamarle allo stesso modo, ma è così. Quella di quarta e quella che invii all'editore. La prima è una sorta di annuncio per attrarre il lettore, la seconda deve essere molto diversa e dettagliata, ma certamente non come l'hai descritta. Suvvia, un minimo di mestiere.

Ho già risposto per questo. Leggi tutti i post. Sono del mestiere perciò conosco la differenza, grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Sir Joe ha scritto:

Ho già risposto per questo. Leggi tutti i post. Sono del mestiere perciò conosco la differenza, grazie.

 

Prego, ma dalla risposta che ho quotato proprio non sembrerebbe.

 

8 ore fa, Kikki ha scritto:

@Claudio Bolle vedo che questi sono tra i tuoi primi interventi, ma che sei iscritto da molto senza essere passato in Ingresso. Ci piacerebbe che i nuovi utenti, o comunque gli utenti che non l'hanno ancora fatto, si presentassero in Ingresso prima di interagire con il forum. Ti lascio qui il link diretto in modo che sia più semplice trovarla :) Grazie.

 

Certo che ci sono passato, ma dubito che tu riesca trovarmi, devi andare indietro di circa quattro anni. Infatti sono i miei soli post prima di questa serie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sempre per una questione di rispetto vero gli altri utenti, @Claudio Bolle , ti chiedo la cortesia di non inserire tanti post quante sono le persone da citare e alle quali rispondere. Meglio utilizzare il "Multi quote" in un unico post, per evitare di allungare la discussione con tanti post singoli dello stesso autore.

Al momento i tuoi li ho uniti io, grazie in anticipo per la collaborazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
57 minuti fa, Claudio Bolle ha scritto:

 

Prego, ma dalla risposta che ho quotato proprio non sembrerebbe.

Mi sembra sterile continuare con queste polemiche su argomenti che sono già stati trattati in precedenza e che tolgono spazio ad altri interventi, magari più proficui. La tua osservazione è corretta, ma inopportuna perché avevo già chiarito di non essermi espresso bene in quanto mi riferivo all'ambito interno del torneo, dove è esplicitato  cosa loro intendano per sinossi. Ho sostenuto che questo consente allo scrittore di una trama, che contenga un "colpo di scena" (es. il nome dell'assassinoin un  poliziesco), di evitare di esplicitare in modo chiaro questo particolare, magari girandoci intorno. Questo perché nel caso fortuito che lo scrittore riuscisse a entrare tra i finalisti, ritengo che togliere la suspense al lettore a priori, sarebbe un handicap nella valutazione. Poi al di fuori dal torneo la sinossi può tornare a essere quello che è, cioè un riassunto dell'opera ad uso dei lettori delle CE.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, Claudio Bolle ha scritto:

 

Io sono uno dei "codesti elementi", non frequento questo forum, ma sono curioso di vedere quel che succede. Bene, ho fioccato 2 e 3, ma anche 9. Tranquillo, non per eliminare concorrenti, non intendo partecipare alla fase finale, nella remota ipotesi che passassi. Al 9 ho scritto, concludendo la mia valutazione: "non comprerò il tuo libro, perché il genere non m'interessa, ma è ben scritto, la storia fila, perciò ti faccio i migliori auguri". Ad altri ho educatamente consigliato di dedicarsi ad altre passioni,  ad altri ancora ho dato commenti che spero saranno loro utili. Da lettore, non da pseudo-scrittore. Quindi? Cosa mi rispondi?

 

 

Ti correggo: le sinossi sono di due tipi, forse è sbagliato chiamarle allo stesso modo, ma è così. Quella di quarta e quella che invii all'editore. La prima è una sorta di annuncio per attrarre il lettore, la seconda deve essere molto diversa e dettagliata, ma certamente non come l'hai descritta. Suvvia, un minimo di mestiere.

Gentile signor Bolle, la mia opinione non assurge a verità incontrovertibile, così come, me lo consenta, la sua e di tutti coloro che la pensano diversamente. Non mi considero, quindi, un avaro di voti oppure un calcolatore per non essere riuscito a dare oltre l'otto di media. Non sono, ex contrario, nemmeno un cherubino per il fatto di non aver attribuito voti inferiori al quattro. Ogni concorrente ha avuto in dote degli incipit e li ha setacciati in base al proprio metro. Nulla quaestio. Si potrà argomentare all'infinito sul diverso approccio critico dei giudici-lettori e non credo sia necessario perché si giungerebbe sempre ad uno scontro. Con tutta onestà, non ne ravvedo l'utilità in quanto la diversità di vedute resterà tale anche in luogo di panegirici provenienti dall'una o dall'altra corrente di pensiero. Detto questo, non ha bisogno di alcuna risposta, così come io non sono nessuno per criticare il suo operato. In questo forum, però, ho espresso la mia idea, così come tanti altri. Come ha fatto lei.

In merito all'assegnazione dei voti, la mia perplessità era legata alle medie (dell'1,50, 1,75, 2,50, 3,00, 3,25... e così via), ed avevo avvertito un certo accanimento da parte di alcuni. Non riuscivo a spiegarmi come fosse possibile giungere a tali risultati nella media delle quattro categorie. Io, con buona probabilità, sono stato fortunato a non incappare in testi totalmente ingestibili a livello gastrico. Come lei, ho affrontato gli incipit come lettore ed ho cercato, nel mio piccolo, di essere rispettoso della sensibilità del destinatario. Poco importa se, trattandosi di un torneo letterario, bisogna aspettarsi le bastonate e non la pacca sulla spalla. Sono dell'idea che si possa fornire dei consigli anche senza affossare, senza necessariamente dissuadere dal fare un qualcosa che, forse, resterà un mero passatempo che fa stare bene chi lo pratica. La partecipazione ad IoS non deve essere un'illusione ma un'esperienza. Si può imparare, però, anche senza essere mortificati. Io non sono nessuno per spiattellare ad uno sconosciuto che è un inetto e che dovrebbe, nel rispetto dell'umanità, risvegliarsi dai propri sogni perchè rischia con il suo scrivere di cagionare incubi in chi lo legge. Perché dovrei? Io ragiono così e non per questo mi sento buono o buonista. Nè stigmatizzo chi è perentorio e non si perde in parole melense per dire che uno scritto non ha le basi.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Forse non dovrei intromettermi, mi do consigli da sola, ma poi non li seguo... :facepalm:

Penso che sia sterile stare qui a difendere con la spada e i denti il proprio metro di giudizio. Ognuno giudica come preferisce, non c'è il sistema giusto né quello sbagliato, nessuno può dare consigli ad altri su come giudicare. Se dico che mi piace la menta, hai voglia a venirmi a dire che la menta fa schifo, è ovvio che sui gusti non si può sindacare. Se uno vuole stroncare, stronca. Se uno vuole essere gentile, sarà gentile. Il regolamento permette entrambe le cose... non vi accanite, alla fine è un concorso letterario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il torneo è fatto così: non ci puoi fare niente. L'anno scorso un giudizio mi massacrò con gusto quasi sadico, un papiro sardonico e offensivo, credo mi abbia dato 1 ma se avesse potuto mi avrebbe appioppato anche zero spaccato. Motivò pure l'accanimento. Il romanzo parlava di calcio, sport a suo dire da "minus habens". 

Inutile rimanerci male.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho letto un solo libro tra quelli vincitori del concorso: "Fiori sopra l'inferno,

A me e' sembrato notevole e mi e" piaciuto,

Così penso che con tutte le sue disfunzioni il concorso faccia emergere ottimi libri.

Poi, si sa, probabilmente ne castra altri di ottimi, Ma comunque non premia lavori non meritevoli ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, camparino ha scritto:

Ho letto un solo libro tra quelli vincitori del concorso: "Fiori sopra l'inferno,

A me e' sembrato notevole e mi e" piaciuto,

Così penso che con tutte le sue disfunzioni il concorso faccia emergere ottimi libri.

Poi, si sa, probabilmente ne castra altri di ottimi, Ma comunque non premia lavori non meritevoli ;)

Sì, sono d'accordo con te. Con tutte le disfunzioni del caso, e i buoni romanzi che per un motivo o per l'altro non riescono ad emergere, da questo punto di vista il sistema funziona. Poi, Camparino, io resto persuasa della mia idea. Ioscrittore non è interessato a critici  ed editor in erba- ne avranno già quanto basta e avanza, ma a sondare quella strana e inafferrabile bestia che è "il lettore medio".:P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per la prima volta sono certa di aver letto sul cazzeggio un indizio sul mio incipit. Ci sono almeno quattro indicazioni e coincidono tutte. Il voto è medio. Meritavo di più, almeno nell'incipit, ma anche chissene. Tanto poi sono andata a yoga e adesso sono ancora più zen. I voti medi non mi tangono. Om.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@SeeEmilyPlay voglio rassicurarti! Sul cazzeggio non brilla tanto l'onestà. Credo davvero che il tuo incipit, in questo caso, sia stato valutato in maniera sciatta e con il l'irresistibile intento di abbassargli il voto.

Questa è la mia opinione e difficilmente si può pensare il contrario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, Annabel ha scritto:

Credo davvero che il tuo incipit, in questo caso, sia stato valutato in maniera sciatta e con il l'irresistibile intento di abbassargli il voto.

Questa è la mia opinione e difficilmente si può pensare il contrario.


Annabel, scusa, ma come fai a dirlo? Ok, a volte le persone sono disoneste, ma non sempre. Magari semplicemente a quel giudice in particolare l'incipit non è piaciuto. Succede.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Lysander basta studiare il gruppo. La probabilità che non siano del tutto sinceri è alta. Poi, opinione personale, un pacchetto di utenti divertenti è una cosa, ma un mucchio di persone che parla con volgarità è un'altra. Questo indica poca serietà e la serietà può dire tante cose.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Annabel ha scritto:

@Lysander basta studiare il gruppo. La probabilità che non siano del tutto sinceri è alta. Poi, opinione personale, un pacchetto di utenti divertenti è una cosa, ma un mucchio di persone che parla con volgarità è un'altra. Questo indica poca serietà e la serietà può dire tante cose.

 

Volgare = poca serietà?

:censura:


Ma tu dove vivi, in convento? Pensi davvero che le persone serie e taciturne siano migliori, emblema di onestà e serietà? Che quelli che vanno in chiesa tutte le domeniche siano dei santi, campioni di onestà? E per contro, che chi fa domande contenendo i toni sia davvero intelligente (e onesto)?
Ancora a questo punto stai? Ancora a generalizzare?

Ti do una dritta.

Le probabilità di beccare voti bassi tra il wd e il gruppo fb è la stessa. Fattene una ragione.

Le probabilità di beccare voti bassi tra chi perde tempo sui social e chi se ne sta fuori è la stessa. Fattene una ragione.

Le probabilità che tu abbia ricevuto voti bassi è alta quano la mia. Fattene una ragione.

Le probabilità che tu passi ai 300 è bassa quanto la mia. Fattene una ragione.

È un gioco. Fattene una ragione.

Se sei tanto suscettibile iscriviti allo Strega, al Campiello, o al Calvino. Fattene una ragione.

 

Presumo che dietro a tutto questo astio ci sia ben altro, visto che sono giorni che insisti su questo binario, a offendere (poco) velatamente tutta la categoria.

Tutto questo astio, il dente avvelenato... scommetto che hai beccato un voto basso su fb.
Ma magari il voto è del tutto meritato. Fattene una ragione.

E se magari sono stata io ad assegnarti il voto basso che ti sta dando alla testa, vieni di là, il confronto a me piace. Non ti giudico per la tua assenza di umorismo e incapacità a vivere con leggerezza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×