Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

In effetti alcuni dei dieci incipit che mi sono stati assegnati erano pieni di sgrammaticature e la prima idea è stata che chi non sa scrivere correttamente in italiano non sia neppure in grado di valutare gli scritti altrui. Poi, però, ho riflettuto e sono arrivato alla conclusione che non è necessario essere dei letterati per poter apprezzare un testo e percepirne il valore e, soprattutto, che la vera differenza sulla plausibilità dei giudizi la farà l'onestà intellettuale di chi li ha espressi per gli incipit e li esprimerà per i testi completi che gareggeranno nella fase finale.   Dunque io non mi preoccupo dello sgrammaticato ma del disonesto che darà voti bassi e giudizi negativi ai testi che gli sembreranno migliori e dunque concorrenti più temibili. L'augurio è che di tali concorrenti disonesti ce ne siano molto pochi, che pertanto la loro e ventuale presenza influisca poco sull'esito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Più che lo sgrammaticato il problema è il presuntuoso. Quello che mette la sua scrittura sull'altare della perfezione e tutto ciò che gli capita a tiro la confronta con la stessa. Questo atteggiamento è, più o meno, presente in ognuno di noi. Più che il genere abbiamo uno stile narrativo preferito e tendiamo a giudicare male e bocciare quelli che più si allontanano dallo stesso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nelle edizioni passate sono passati nella seconda fase molti incipit che avevo in assegnazione, a cui ho dato un sei o neanche quello. Poche pagine che ho fatto una fatica bestiale a terminare, la sola idea di trovarmi un romanzo del genere da leggere tutto mi ha sempre fatto venire i brividi. Di contro non sono passati incipit che avrei volentieri letto tutto il romanzo. Questo significa che il sistema non funziona?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho trovato un incipit impeccabile: trama, correttezza sintattica e ortografica, ottima analisi psicologica. Spero che il romanzo rientri fra i vincitori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Abbiamo visto come la sinossi sia funzionale alla "lettura" delle C.E., ma non è chiaro quale sia nel torneo nella prima fase. E' possibile che c'entri con il fatto che alcuni mandano solo l'incipit e scrivano il resto del romanzo solo se entrano nei 300? Sul serio ci sono scrittori così, secondo voi?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
44 minuti fa, Sir Joe ha scritto:

E' possibile che c'entri con il fatto che alcuni mandano solo l'incipit e scrivano il resto del romanzo solo se entrano nei 300? Sul serio ci sono scrittori così, secondo voi?

 

Indubbiamente.

 

Vi sono autori di tutte la varietà e con modalità e velocità di scrittura molto diverse tra loro.

Esplorando su WD dovrebbero esserci anche delle testimonianze dirette di partecipanti che hanno completato l'opera solo dopo essere stati ammessi in finale.

 

Personalmente non sarei mai in grado di farlo, ma è sicuramente possibile; per alcuni autori è anche preferibile avere una deadline che li spinga a scrivere velocemente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sinceramente ritengo più giusto se si caricasse tutto il romanzo nella prima fase, e con un algoritmo stile estratto amazon venissero selezionati gli incipit. Il fatto che gli autori possano passare la prima fase con incipit completamente diversi dal vero incipit del romanzo non lo trovo per nulla corretto. Il fatto che invece possano completarlo, come ad esempio sto facendo io, durante il torneo è un pò meno scorretto :).

Bisogna anche capire perché si partecipa, personalmente io lo faccio per avere dei giudizi, usare il torneo per avere una buona, qualificata, e disinteressata popolazione di beta reader. Giudizi quindi sull'incipit, ma anche eventualmente su quella che, quasi sicuramente sarà una prima bozza del romanzo, sono per me oro colato.

D'altro canto avevo però una trama che nelle linee generali era ed è ben definita, e alla fine le linee generali ho messo nella sintetica sinossi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Keysersoze 1 ha scritto:

Nelle edizioni passate sono passati nella seconda fase molti incipit che avevo in assegnazione, a cui ho dato un sei o neanche quello. Poche pagine che ho fatto una fatica bestiale a terminare, la sola idea di trovarmi un romanzo del genere da leggere tutto mi ha sempre fatto venire i brividi. Di contro non sono passati incipit che avrei volentieri letto tutto il romanzo. Questo significa che il sistema non funziona?

Questo è il problema dei problemi. Lo scorso anno, mia seconda partecipazione, contrariamente alla prima, ho trovato un numero non basso di incipit degni. Puntavo su almeno due o tre di questi, certa di trovarne almeno uno nella seconda fase. Sono spietatamente onesta: almeno uno, se non due, non ho avuto difficoltà a considerarli più papabili del mio. Risultato? Nessuno di loro tra i  300. Bene, mi dico. Vedrai che quelli che ho in lettura saranno tutti di livello elevato. Non è stato così. Alcuni davvero buoni, la massa dignitosi o mediocri, uno davvero imbarazzante, al punto da chiedermi la composizione dei lettori che l'hanno fatto passare.

Quindi, mi sono fatta l'idea, suffragata dai più, che passare nei 300 implica una colossale dose del fattore fortuna. L'anno scorso io c'ero, con un incipit lungo poco più del minimo sindacale. Quest'anno, incipit lungo il doppia, a mio avviso migliore, meditato e curato per quanto possibile, metto in conto che posso farcela oppure no.

Prendo tutto come un ameno gioco, un luna park se volete. Intanto la scorsa edizione ho avuto la possibilità di farmi leggere, nelle due fasi, da poco meno di 30 lettori. Non è poco, ragazzi. Ho ricevuto dritte e valutazioni interessanti e utili, in non pochi casi molto accurate e lunghe. Mi basta questo e, sperando che accada lo stesso, farò tesoro dei prossimi commenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@jacopa Del Gado la penso totalmente come te. 

Invece non capisco la discussione sui motivi per cui uno partecipa. Ognuno partecipa per motivi suoi, non mi pare che a noi dovrebbe importare. Ha finito già il romanzo, vuole solo un commento... ogni autore ha diritto a partecipare nei modi e nei tempi che vuole.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 10/5/2020 alle 19:32, Sir Joe ha scritto:

OK non è il mio. Sto cercando di carpire almeno un giudizio, perché da quel che vedo in giro e che leggo, la tentazione è di rileggere il tutto e mandare il romanzo in lettura alle C.E. senza perdere del tempo qui. Grazie

 

Per ora non ho carpito proprio nulla, ma in fondo che importa. Mai come ora credo valga il detto l'importante è partecipare. Anche solo per sentirsi dalla parte di qualcosa che ci accomuna. Non vedere più tanti "incipit" in giro è forse meglio. Inutile crearsi ansie. Dal momento che il mio romanzo ha avuto tutto il tempo di sviluppasi dal momento dell'iscrizione ad oggi, mi chiedo di nuovo se inviarlo a una C.E. per la lettura non sia una buona idea, o se risulti rinunciatario. A proposito di quel "qui" di sopra intendevo nel Torneo e non nel portale WD, a scanso di equivoci.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, SeeEmilyPlay ha scritto:

@jacopa Del Gado la penso totalmente come te. 

Invece non capisco la discussione sui motivi per cui uno partecipa. Ognuno partecipa per motivi suoi, non mi pare che a noi dovrebbe importare. Ha finito già il romanzo, vuole solo un commento... ogni autore ha diritto a partecipare nei modi e nei tempi che vuole.

perfettamente d'accordo con te,ognuno è libero di seguire le sue motivazioni:occhiali:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Pierrot Lunaire

@Keysersoze 1 ti ringrazio molto per avermi risposto. Sono pienamente d'accordo con te. Quante persone hanno la maturità e l'onestà intellettuale di giudicare in maniera imparziale un testo lontanissimo dal proprio stile narrativo, dalla propria visione del mondo e dalle priorità di messaggio che si hanno? Forse tante, spero con tutto il cuore tante.

Ho dato un voto alto a un testo che non avrei mai e poi mai né scritto né letto, perché ne ho colto comunque l'efficacia stilistica. Invece molta gente si limita a votare sulla base del "mi piace" o "non mi piace"... Chi ha ragione, chi ha torto? Forse nessuno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
45 minuti fa, Pierrot Lunaire ha scritto:

@Keysersoze 1 ti ringrazio molto per avermi risposto. Sono pienamente d'accordo con te. Quante persone hanno la maturità e l'onestà intellettuale di giudicare in maniera imparziale un testo lontanissimo dal proprio stile narrativo, dalla propria visione del mondo e dalle priorità di messaggio che si hanno? Forse tante, spero con tutto il cuore tante.

Ho dato un voto alto a un testo che non avrei mai e poi mai né scritto né letto, perché ne ho colto comunque l'efficacia stilistica. Invece molta gente si limita a votare sulla base del "mi piace" o "non mi piace"... Chi ha ragione, chi ha torto? Forse nessuno.

Leggevo sul cazzeggio un post in cui sono sinceramente d'accordo, inutile farsi a mio parere tante paranoie mentali. Ho appena finito di leggere anche io un romanzo lontano dal mio stile narrativo, l'ho valutato bene, ma perché e solo perché potevo anche continuare a leggerlo.

quoto quindi la sintesi semplice di questa mia amica per valutare un incipit:

Il voto è strettamente collegato alla risposta che diamo alla domanda: vorresti continuare a leggere?
Neanche se mi spari 1-2
No 3/4
Se proprio devo 5/6
Va bene 7/8
Non vedo l'ora 9/10

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non siamo critici letterari, e anche i critici limitano la loro competenza a specifici settori. Siamo lettori ed è giusto che invece di scimmiottare un giudizio critico incompetente, diamo la nostra opinione da lettore.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Pierrot Lunaire
9 minuti fa, Keysersoze 1 ha scritto:

Leggevo sul cazzeggio un post in cui sono sinceramente d'accordo, inutile farsi a mio parere tante paranoie mentali. Ho appena finito di leggere anche io un romanzo lontano dal mio stile narrativo, l'ho valutato bene, ma perché e solo perché potevo anche continuare a leggerlo.

quoto quindi la sintesi semplice di questa mia amica per valutare un incipit:

Il voto è strettamente collegato alla risposta che diamo alla domanda: vorresti continuare a leggere?
Neanche se mi spari 1-2
No 3/4
Se proprio devo 5/6
Va bene 7/8
Non vedo l'ora 9/10

 

6 minuti fa, Keysersoze 1 ha scritto:

Non siamo critici letterari, e anche i critici limitano la loro competenza a specifici settori. Siamo lettori ed è giusto che invece di scimmiottare un giudizio critico incompetente, diamo la nostra opinione da lettore.

 

Su questo, invece, non sono d'accordo. Non è necessario essere dei critici letterari per giudicare con onestà e imparzialità.

E poi questi critici letterari... chi sono? La critica letteraria è pur sempre uno strumento di manipolazione mentale e sociale. Ma vabbé ora sto esagerando e cambiando topic, mi fermo qui

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se la distribuzione non fosse casuale sarebbe grave perché un presunto autore che usi il complemento di termine al posto del complemento oggetto non è in grado di riconoscere un buon testo; potrà dire "questa storia mi piace oppure no", ma non può andare oltre perché non ha gli strumenti. Già è ridicolo che partecipino e che non ci sia una scrematura iniziale del tipo: "ok puoi partecipare" oppure "torna alle elementari senza passare dal via". 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A voi quanti incipit già editi o di autori che dichiarano il nome reale sono capitati? Io finora ne ho letti sette e su questi, ben due. Un'autrice che ha inserito il proprio nome reale e, alla sua pagina, anche il titolo dell'incipit presentato e un'altro addirittura in vendita su Amazon. In genere non faccio neanche ricerche ma uno dei due mi ha suscitato un eco e così ho provato anche con gli altri.

Davvero seccante, non voglio fare la castigamatti, però non mi sembra corretto per tutti quelli che stanno rigidamente alle regole. Nel senso che lo scorso anno anch'io ho pubblicato un romanzo in cui credo e che ritengo molto adatto alla competizione, ma non mi ha nemmeno sfiorato il pensiero di"provarci". Ho inviato l'incipit di un romanzo quasi pronto, infatti ho finito la scorsa settimana di mettere mano agli ultimi capitoli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
44 minuti fa, jacopa Del Gado ha scritto:

A voi quanti incipit già editi o di autori che dichiarano il nome reale sono capitati? Io finora ne ho letti sette e su questi, ben due. Un'autrice che ha inserito il proprio nome reale e, alla sua pagina, anche il titolo dell'incipit presentato e un'altro addirittura in vendita su Amazon. In genere non faccio neanche ricerche ma uno dei due mi ha suscitato un eco e così ho provato anche con gli altri.

Davvero seccante, non voglio fare la castigamatti, però non mi sembra corretto per tutti quelli che stanno rigidamente alle regole.

...

Non riesco proprio a capire come si possa essere così scorretti. Un minimo di controllo, almeno preliminare, dovrebbe però farlo anche il comitato di ioscrittore... chissà quanti provano a fare i furbetti, a questo punto. :s

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anch'io due. Il primo era evidente, nome e cognome reale con tanto di registrazione del copyright nelle prime pagine (insomma mancava solo la biografia xD ). Il secondo invece mi è saltato all'occhio per una particolare formattazione del testo. È bastata una ricerca del titolo su Google per capire che avevo ragione.  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, Va.Le ha scritto:

Se la distribuzione non fosse casuale sarebbe grave perché un presunto autore che usi il complemento di termine al posto del complemento oggetto non è in grado di riconoscere un buon testo; potrà dire "questa storia mi piace oppure no", ma non può andare oltre perché non ha gli strumenti. Già è ridicolo che partecipino e che non ci sia una scrematura iniziale del tipo: "ok puoi partecipare" oppure "torna alle elementari senza passare dal via". 

Per una semplice questione di numeri preferisco piacere e avere un buon voto da chi non riconosce il complemento di termine al posto del complimento oggetto... Avrei un target molto più ampio... :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eccomi alla terza esperienza con questo torneo. Gli incipit quest'anno mi sembrano molto più interessanti rispetto ai precedenti, non ho trovato nulla di osceno o senza logica. Alcuni scritti davvero benissimo, però vi dirò: per quanto siano curati e ricercati non ho trovato niente che mi abbia travolto o mi abbia fatto venire voglia di proseguire con la lettura. E' anche vero che sono un tipo difficile. Su sette che ne ho letti ho dato un minimo di 5,5 e un massimo di 8,5. Appena concludo gli ultimi pubblicherò i voti con gli indizi e le mie impressioni. Né qui, né su fb mi sembra che qualcuno abbia letto il mio. Non sono mai passata alla fase successiva, se tanto mi da tanto non passerò neanche quest'anno. Questa volta però, a differenza delle precedenti, non ho ancora finito il romanzo. Non sono neanche a metà. Quasi quasi spero di non passare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, Ginevra 81 ha scritto:

Appena concludo gli ultimi pubblicherò i voti con gli indizi

Ti consiglio spassionatamente di non farlo, ho già avvisato tutti qui:

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
18 ore fa, jacopa Del Gado ha scritto:

A voi quanti incipit già editi o di autori che dichiarano il nome reale sono capitati? Io finora ne ho letti sette e su questi, ben due.

 

Un autore forse un po' sprovveduto dal punto di vista informatico ha lasciato le revisioni di word visibili, tutte fatte con il suo nome... e poi ho avuto un autore che ha un nome che sembra il suo piuttosto che uno pseudonimo... per dire, non è Legolas o Voldemort, ma molto più simile a Mario Rossi. Segnalati entrambi. Poi spero che magari almeno il secondo abbia voluto mettere un nome normale come pseudonimo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@SeeEmilyPlay l'autore con le revisioni visibili è capitato anche a me. Che sia lo stesso? Il mio ha anche una formattazione tutta sua non allineata alle regole. Sicuramente una svista e poca familiarità con lo strumento informatico, quindi secondo me non da segnalare, però un minimo di attenzione in più non sarebbe stata male.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tra gli incipit che ho letto, ne ho trovati due con nome e cognome, credo siano realmente degli autori.  Non trovo il senso a segnalarli, non vedo tanta gravità sulla cosa, anche perché gli incipit in questione non sono tra i miei preferiti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, Makkuro ha scritto:

@SeeEmilyPlay l'autore con le revisioni visibili è capitato anche a me. Che sia lo stesso? Il mio ha anche una formattazione tutta sua non allineata alle regole. Sicuramente una svista e poca familiarità con lo strumento informatico, quindi secondo me non da segnalare, però un minimo di attenzione in più non sarebbe stata male.

 

Il problema non è se l'autore è bravo o no con l'informatica, il problema è che non essendo molto bravo ha rivelato il suo nome, di conseguenza deve essere eliminato, non è che puoi scegliere... a me non frega della formattazione, ma rivelare il nome comporta l'esclusione, quindi va segnalato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, SeeEmilyPlay ha scritto:

L'anno scorso erano oltre 2800, dice il sito.

 

Altro che uno su mille ce la fa; uno su tremila.

Di fatto questo concorso si riduce a un esercizio di lettura e correzione reciproca.

Se non altro avere dieci critiche, tra puntuali e rintrollate, dovrebbe fare il

bene della nostra creatura letteraria

- Povera piccina -  

  

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
46 minuti fa, Olmo Ombroso ha scritto:

 

Altro che uno su mille ce la fa; uno su tremila.


Bhè, in media uno su dieci dovrebbe passare in finale, poteva esser peggio :forzuto:

Poi vincere è un'altra storia, ma, come dici tu, va presa più come un laboratorio di scrittura collettiva, con tutto quello che ne consegue.


 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×