Vai al contenuto

Post raccomandati

Ospite netty

io sto leggendo ora il regolamento, non so cosa pensarne ^^ non ho ancora deciso se è una trovata positiva o meno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io ho partecipato alla scorsa edizione.

Ha i suoi pro e i suoi contro...

E' stata un'esperienza eccitante, tutto sommato, ed il premio per il vincitore non è affatto male.

Il giudizio negativo deriva dal fatto che i testi sono valutati e commentati dagli scrittori stessi: questo va bene qui al WD, ma se ci metti di mezzo un premio come la pubblicazione, considerando che non tutti gli scrittori amano il fair play, il risultato è una gamma di voti indecifrabili. Ho collezionato voti dall'1 al 9, alcuni poco o niente motivati dato che il voto e il commento non sono soggetti a controllo.

Insomma, chi gioca pulito corre il rischio di incappare nei cosiddetti "franchi tiratori".

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite netty

in effetti considerando quanto sia competitivo come concorso c'è da aspettarsi della slealtà da parte degli altri partecipanti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io ho partecipato alla scorsa edizione, dalla quale mi sono poi dovuta ritirare perchè nel frattempo il mio romanzo aveva ricevuto una proposta di pubblicazione free. Oltre al fatto dei "franchi tiratori", come sottolinea Ferdinando, i voti ricevuti non erano utili per nessun tipo di miglioramento futuro. Mentre io mi ero sforzata di dare delle argomentazioni ai voti, con tanto di analisi di trama, personaggi, stile etc., ho ricevuto frasi tipo "6 anche se non è il mio stile" oppure "scritto bene ma non è il mio genere". E questo non è accettabile, a mio avviso. Inoltre, ho letto le interviste al vincitore dello scorso anno, non mi sembra che abbia avuto una pubblicazione così allettante.

Come mai non hai trovato il topic dello scorso anno? Lì ci eravamo confrontati parecchio. Si sarà perso nella migrazione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem

Anch'io ero stata segata da gente che diceva che non gli piaceva il genere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite netty

Insomma, non cosa consigliate su questo concorso? Conviene o si fa solo cattivo sangue?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

iscrivti pure, ma fallo per gioco. Se lo prendi sul serio è deleterio.

Io ho partecipato alla scorsa edizione e mi è sembrata una presa in giro. Sapete cosa vi dico? Mai farsi giudicare da altri scrittori! Senza conoscere i giochi subdoli, ho cercato di dare le votazioni secondo coscienza, ma molti altri non hanno fatto lo stesso. Il risultato è che vengono eliminati i migliori. Non parlo di me, ci mancherebbe! Mi riferisco ad altri scrittori che a mio parere meritavano di passare alla finale. Il sistema di votazione andrebbe rivisto. In particolare non dovrebbero essere altri scrittori a valutarti, bensì liberi lettori.

Purtroppo non avevo trovato il precedente topic... Ma l'argomento mi pare ancora caldo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite netty

sì sarebbe bello se ci fosse un comitato di lettura, tipo volontari che hanno voglia di giudicare secondo criterio le opere in gara...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho partecipato per due anni di seguito (quest'anno no, ma per cause indipendenti dalla mia volontà, altrimenti l'avrei rifatto). A me come iniziativa piace, sia per il premio, ma anche come lettrice: a volte ti capitano delle cose illeggibili, ma a volte sei fortunato - io nella scorsa edizione lo sono stata molto - e ti arrivano delle cose veramente bellissime.

In ogni caso, ha ragione Ferdinando: fallo per divertirti e non aspettarti troppo. Se lo prendi così, può essere una bella esperienza.

Però, credo che alcune cose vadano dette.

Primo: i "franchi tiratori". Non sono completamente d'accordo nel definirli in quel modo, perché non c'è possibilità di avvantaggiare direttamente il proprio testo "segando" gli altri, visto come vengono composti i gruppi di opere da valutare. Ma è innegabile: c'è un sacco di gente presuntuosa e maligna (ne ho avuta la mia parte anche io). Gente che si crede chissà quale genio sia della scrittura che della critica letteraria, che si sente talmente brava da potersi permettere di stroncare gli scritti altrui dall'alto della propria sapienza. (E magari non ha capito niente). O, semplicemente, persone che vogliono essere lette, ma che non sono interessate a leggere e si limitano a un votaccio e una riga di commento, giusto perché è obbligatoria, solo per poter restare in gara.

Secondo: in quel calderone finisce di tutto, perfino disonesti che partecipano con testi già autopubblicati - a volte perfino in vendita su lulu. La mole di manoscritti "in ingresso" è tale che la redazione non riesce a controllarli tutti ed è capitato che, ad accorgersi dell'inghippo, fossero i concorrenti. A me, per esempio, successo nella prima edizione: avevo un testo in vendita su ilmiolibro. E, sempre in quella edizione, scoppiò un putiferio perché uno dei testi in gara risultava, addirittura, già pubblicato in cartaceo per un'altra c.e. con tanto di pubblicità on line delle presentazioni e articoli a supporto sul giornale locale. Ovviamente, una volta arrivati fra i trenta finalisti, la redazione controlla e semmai ripesca un semifinalista, ma il "danno" si ripercuote a monte, sulle persone che sono rimaste escluse dalla semifinale.

Terzo: io sono passata fra i duecento tutte e due le volte e sono andata a Mantova per la proclamazione dei finalisti solo per la prima edizione (la seconda volta, capito l'andazzo, me ne sono ben guardata). Non aspettarti che ci siano solo esordienti. Quell'anno, fra i finalisti, solo pochissimi erano alla prima pubblicazione. Mi aveva colpito l'età media (oh, che dire, io pensavo fossero tutti più o meno della mia età, alcuni più giovani): tutti over-50, a voler essere buona. E una persona mi aveva lasciata a bocca aperta per l'impressionante curriculum: candidato allo Strega, curatore di documentari e trasmissioni Tv... insomma, tutt'altro che un novellino.

Quarto: non aspettarti che chi è arrivato in eBook l'anno precedente non ritenti quest'anno, perché non è così (il tipo di cui sopra ha partecipato di nuovo nella seconda edizione e ho scoperto alla fine del Torneo che avevo in valutazione il suo testo). Ci mancherebbe, la partecipazione non è preclusa a nessuno, ma, ecco, non fatevi - come me - il film che siano tutti aspiranti scrittori alle prime armi.

Rispetto alla prima edizione, nella seconda il livello si è alzato parecchio e scommetto in un incremento anche quest'anno.

Insomma, la competizione è dura, anche senza tenere in conto lettori svogliati, poco attenti, maldisposti (magari perché il vostro scritto non è "il loro genere") o, semplicemente, non tanto intelligenti.

Però c'è da imparare parecchio, sia dalla bravura che dagli errori altrui.

Quelle che ti ho elencato sono le magagne del torneo: preso atto che non è perfetto, non è facile e ci vuole - mettiamoci pure quello - il culo di beccare i lettori giusti, io lo farei.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite netty

sinceramente mi spaventa un po' confrontarmi con così tanti autori, ho un po' paura di fare la figura della novellina che presenta un testo un po' acerbo. Se riuscirò in tempo a finire e revisionare il mio romanzo magari ci provo, ma prima di sottoporlo al giudizio altrui dovrei esserne pienamente soddisfatta io. E la vedo dura :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite netty

Sì lo so, ma così mi sembra peggio :P non ti so dire perché. Sarà che è come affrontare un pubblico ipercritico ed è un po' diverso che mandare il malloppo a professionisti del settore che lo fanno per lavoro...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sul fatto che siano ipercritici, ci puoi scommettere. Io ci metterei pure "incarogniti", tanto per stare sul sicuro. Però... io l'ho fatto lo stesso e, potessi, lo rifarei. Perché per la maggior parte del tempo è divertente! :) (Quando arrivano i giudizi è una mazzata, ma, a parte questo, a me piace leggere e quindi col torneo ci vado a nozze).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mah, io ho letto qui: http://www.illibraio.it/doc/67002/IOSCRITTORE/gli-ingredienti-del-romanzo-perfetto.htm

e l'argomentazione portata avanti da Vecchiamurena nel post 854 mi fa un pò paura, nel senso che alla fine non mi sembra un'iniziativa degna di fiducia. Un pò per il confuso modus operandi degli iscritti, che quindi avrebbero il compito di commentare il lavoro altrui: la votazione è in decimi? Secondo quali criteri è necessario analizzare i lavori? Beninteso, non ho paura di essere criticata ma mi spaventa il fatto che potrei ricevere delle motivazioni tipo "non è il mio genere". Mi sembra tutto confuso, come ho detto. Poi c'è la questione della premiazione finalisti/vincitori, che non ho ancora capito come sia andata a finire. C'è gente che si è molto alterata ad edizione conclusa... Per favore potete darmi ulteriori info? Grazie in anticipo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come ho sentito da un personaggio di un film poco tempo fa:

Gli scrittori sono competitivi, mai farsi giudicare da uno scrittore. Se il lavoro non è buono non piace perché non è buono, se è buono chi lo legge è geloso!

Indovinate il film :D

io parteciperò, per gioco principalmente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guarda, D'akleen, se non mi ricordo male, poi si scoprì che vecchiamurena e Ombretta Pipì erano la stessa persona... un finalista dell'anno precedente scontento (in maniera palese) del fatto di essere finito in ebook anziché in cartaceo. L'anno prima un tipo non passò fra i duecento e continuò per settimane a impestare il blog gridando al complotto (che interesse avrebbe, un gruppo editoriale così grande, a mettere su un carrozzone come il torneo per poi far passare dei raccomandati? Non ha senso!). La gente è così, non bisogna farci caso.

L'organizzazione fornisce delle linee guida per il giudizio, alle quali sono collegati dei range di voti. Ad esempio: 5-6 è (sempre se non ricordo male): un'opera ben sviluppata ma che potrebbe interessare principalmente agli amanti di un genere specifico. I voti non sono intesi in senso "scolastico": 5 non è "insufficiente", ma, semplicemente, un testo ben scritto, ma per appassionati.

Sul discorso delle premiazioni: al Salone del Libro fanno una manifestazione e dicono chi è passato in semifinale. Poi a settembre, al Festival del Libro di Mantova, nel corso di un altro evento, dicono i nomi dei trenta finalisti. Da lì, poi non so: io nei finalisti non sono mai entrata. Ma, a quel punto, tutto si svolge internamente al gruppo Mauri-Spagnol, perché sono loro a decidere chi va in cartaceo e chi in digitale. Non so quali tempistiche abbiano e secondo quali criteri decidano chi va in stampa e chi in ebook.

Il Torneo è una manifestazione molto seria, ma conta tantissimo sulla correttezza dei partecipanti. C'è chi assegna votacci dicendo "non è il mio genere", chi stronca per invidia e chi, a manifestazione conclusa, sputa veleno.

@samuele: il film non l'ho indovinato... ma partecipare per gioco è cosa buona e giusta!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@samuele: il film non l'ho indovinato... ma partecipare per gioco è cosa buona e giusta!

il film è Midnight in Paris, la frase la dice Hemingway nel film.

Poi non avendolo conosciuto personalmente non so se l'abbia detto anche nella realtà, ma la trovo sensata!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille Aryaali76! Non avendo mai partecipato non sapevo come orientarmi ma le tue info mi sono state utilissime ^___^ Mi pareva improbabile che un Gruppo Editoriale importante come quello pubblicizzasse un'iniziativa sciocca ma mi ero un pò impaurita leggendo i commenti, mea culpa! Allora credo proprio che parteciperò! Grazie ancora, ciao!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@samuele: è sensata sì!

@D'akleen: prego! io quest'anno salto, ma mi sono fatta le due edizioni precedenti... sono praticamente una veterana! Prendila con leggerezza, divertiti a leggere e non lasciarti amareggiare dalle polemiche che scoppieranno - perché succederà - sul blog o sulla pagina Fb. Sono sicura che ti piacerà! In bocca al lupo (ah, e occhio alla formattazione del testo: se lavori con Openoffice, la conversione in .rtf - il formato richiesto - è un po' difficoltosa. Meglio, se puoi, farlo con Word).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

D'accordissimo con ValentinaC. Anche io partecipai.

Da due anni faccio ilmioesordio, dove quanto meno i titoli sono valutati dalla Scuola Holden, la Scuola di scrittura creativa di Baricco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho letto i vostri commenti e ho deciso di aspettare il prossimo anno quando saprò se il mio romanzo sarà stato preso da qualche editore oppure lasciato a me... allora potrò mettermi in gioco con lo spirito giusto di chi non ha nulla da perdere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho partecipato mi pare due edizioni fa. Alla fine è stato divertente capire anche cosa scrivono gli altri, e come. Avevo un paio di testi buoni (secondo me), in valutazione, e un altro paio che erano proprio senza capo né coda. Confermo le valutazioni sul mio testo: su 10, ne ho ricevute solo 4 commentate (solo 4!) di cui 2 con mezza riga in cui dicevano semplicemente che faceva schifo o qualcosa del genere. Su 10, un solo commento è quello che mi è servito a migliorarmi e capire i punti di debolezza del mio incipit. Perché io appunto non ho superato neanche la fase di incipit.

Il mio testo non era forte, e di questo ero perfettamente consapevole, ma comunque mi è rimasto un po' di amaro in bocca quando ho visto che io mi ero sprecata a commentare e suggerire e criticare costruttivamente i testi degli altri e gli altri non avevano fatto lo stesso con me.

C'è una buonissima dose di fortuna. Se si prende per gioco può servire a migliorarsi un po' e anche a soddisfare curiosità tipo: cosa ricevono gli editori come manoscritti? :P Quando vedo i migliori mi scoraggio un po', ma quando vedo i taaaaanti peggiori mi sento rincuorata che posso farcela!

Adesso mi è arrivata la proposta di ri-partecipare e sinceramente non so se farlo o no... Ho sempre un dubbio: ma se io do la mia intera sudata opera da leggere a un altro scrittore e questa non vince, non è che poi lo scrittore prende spunto/la spaccia per sua???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io sto partecipando all'edizione di quest'anno come novizio e in generale l'iniziativa mi sembra molto carina.

Dei venti testi che bisogna analizzare quasi la metà erano di qualità più che buona, gli altri andavano dal mediocre alla spazzatura pura. Ho notato una cosa soprattutto: Quasi nessuno sa scrivere una sinossi come si deve.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non conosco questo concorso, ma avendo partecipato a ilmioesordio, altro concorso dove per la vittoria servono i commenti di altri scrittori, non posso che sostenere l'idea di partecipare giusto per gioco, o per far girare un poco il proprio nome, ma niente di più.

Nella mia esperienza personale ho visto più commenti positivi che negativi, che però erano esclusivamente dettati dall'opportunistico intento di ricevere in cambio un commento altrettanto positivo.

Un'altra affollata categoria è quella dei "distruttori", ossia coloro che, vuoi per malignità, vuoi per gelosia, criticano con toni al limite dell'insulto per cercare di screditare i colleghi.

Se l'intento è di mettere alla prova il valore dei propri scritti non credo sia l'occasione giusta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho letto nel regolamento che i dieci finalisti sottoscrivono un contratto per la pubblicazione dell'e- book, ma non sono indicate le condizioni applicate.

Qualcuno di voi ne sa qualcosa?

Uno finalista potrebbe decidere di non farsi pubblicare l'e book o è obbligato?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Stefano Olivieri

Io ho partecipato a tutte e quattro lòe edizioni del torneo, dal 2010 a oggi. Il primo anno restai fuori alla prima manche (con Painera), il secondo entrai (con la prima parte di Painera) fra i semifinalisti ma non fra i trenta finalisti, il terzo anno arrivai in finale e fui pubblicato in ebook con Ben Nahid. Quest'anno con Auction House sono entrato fra i semifinalisti ma ho ritirato il romanzo dal torneo avendo ricevuto un offerta di pubblicazione (da Miraviglia editore).

 

Le regole del torneo sono democratiche: niente tassa d'ingresso, niente prerequisiti da valutare. Chi partecipa ha l'obbligo di valutare in una prima fase 20 incipit anonimi di altri concorrenti, in seconda fase (se passa fra i semifinalisti, ovvero se accetta, pur non essendo passato, di proseguire come lettore nel caso abbia ricevuto questa offerta dall'organizzazione GeMS) 10 romanzi completi. 

 

I franchi tiratori esistono, ma sono una minoranza e poi, secondo me, l'esperienza di essere letto e valutato da venti sconosciuti è già di per se molto gratificante. Ho imparato a leggere i giudizi degli altri scoprendo che anche da quelli più cattivi si possono ricavare preziose informazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×