Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Feleset

Allusioni a opere o personaggi protetti da copyright

Post raccomandati

Ho utilizzato la funzione cerca, ma non sono riuscita a trovare quello che mi interessava. Su internet, poi, ancora peggio, non riesco proprio a trovare un sito che parli chiaramente di questo argomento, quindi spero davvero che qualcuno possa darmi una mano.

Sto scrivendo un romanzo che, pur avendo una trama seria, è pieno di riferimenti umoristici (o parodistici) ad altre opere. Ovviamente so che non posso citare i pezzi delle opere in questione o far apparire i personaggi di qualcun altro, anche perché non mi piacerebbe per niente. Per questo sto adottando un metodo che potrei definire "allusione": metto qualche elemento che per alcuni lettori sarà un chiaro riferimento a quell'opera o a quel personaggio, ma che non è caratteristico solo di queste ultime. In questo modo secondo voi posso evitare i problemi di copyright?

Vi faccio qualche esempio per farvi capire (sia chiaro che queste sono robe a caso, non le voglio mettere davvero XD):

1) mettiamo che io crei un personaggio oscuro che indossa sempre un casco nero a campana e una maschera che gli copre il volto. Ora, quel personaggio assomiglierebbe a Darth Vader, ma non è Darth Vader, è solo una sua parodia. Quel personaggio avrebbe un altro nome e un suo carattere, ma il modo in cui si presenta ad alcuni lettori ricorderebbe appunto Guerre Stellari. Si può fare?

2) creo un personaggio, con carattere e fisico casuale, e lo chiamo Harry Potter. Ora, Harry Potter fa sicuramente pensare a un opera ben precisa, però quel nome e cognome sono realmente esitenti, non se li è inventati la Rowling. Come si comporta il copyright in questo caso? Penso che sarebbe diverso se chiamassi il personaggio Lord Voldemort, perché in tal caso è proprio un nome creato apposta dall'autrice. In realtà non ho comunque intenzione di usare nomi completi, però sono curiosa lo stesso.

3) mettiamo che io faccia dire al protagonista: "Al mio segnale scatenate l'inferno!" Anche qui, molti capirebbero il riferimento a Il Gladiatore, ma la frase in sé in teoria la potrebbe dire chiunque. Oltretutto è tradotta. Certo, il fatto che sia legale citarla mi lascia parecchi dubbi, per cui aggiungo un ulteriore esempio. Mettiamo invece che, in una scena umoristica, faccia dire al personaggio: "Al mio rutto scatenate l'inferno!" Qui avrei qualche problema di copyright?

Spero di avere delle risposte. Grazie. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando

Il problema direi che non sussiste: migliaia di opere contengono citazioni ad altre opere, dai libri ai videogames :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il problema direi che non sussiste: migliaia di opere contengono citazioni ad altre opere, dai libri ai videogames :)

Sì, questo lo so, però mi viene sempre il dubbio che questi abbiano pagato i diritti agli autori (anche se mi sembra strano, se nessuno cita i nomi o le frasi esatte).

Tra l'altro io questa cosa l'ho già fatta in 365 racconti sulla fine del mondo, e se mi hanno preso forse non dovrei preoccuparmi. XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io non credo: insomma, non se ne uscirebbe più! Sarebbe quasi ai limiti dell'assurdo, perché sennò si dovrebbero pagare i diritti d'autore per qualsiasi cosa, anche per le frasi celebri, o i negozi/locali o mille altre cose; insomma, penso tu possa stare tranquilla... :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Spero per te di no, altrimenti sarebbe un problema anche per me: io cito/omaggio spesso...(anche se sto stemperando la cosa).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tra l'altro io questa cosa l'ho già fatta in 365 racconti sulla fine del mondo, e se mi hanno preso forse non dovrei preoccuparmi. XD

Infatti, questo ti conferma che è tutto ok...;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io non credo: insomma, non se ne uscirebbe più! Sarebbe quasi ai limiti dell'assurdo, perché sennò si dovrebbero pagare i diritti d'autore per qualsiasi cosa, anche per le frasi celebri, o i negozi/locali o mille altre cose; insomma, penso tu possa stare tranquilla... :)

Beh, no, su queste cose so le regole: le frasi celebri si possono tranquillamente citare se l'autore è morto da più di 70 anni, mentre per i nomi di negozi e locali basta appunto mettere solo i nomi e non parlarne male.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Jack Shark

L'unico dubbio che ho riguarda Harry Potter.

Se il nome è registrato e protetto da copyright, teoricamente non potresti usarlo, anche se è un nome comune.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

teoricamente non potresti usarlo

Ti chiedo un chiarimento, Jack. Noto che hai detto teoricamente... In pratica?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh, tanto non ho intenzione di usare nomi completi come Harry Potter, al massimo userò solo il nome o solo il cognome. La mia era più che altro una curiosità.

Però è strano, se uno si chiama davvero Harry Potter e vuole scrivere una storia basata sulla propria vita, non può farlo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Spero che basti una specifica "il presente personaggio è di natura autobiografica, compreso il suo nome", oppure usare uno pseudonimo. Ma comunque, se uno scrivesse una storia sulla sua vita, "Harry Potter" sarebbe l'autore, non so se comparirebbe di frequente il suo nome nel testo..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Così a occhio, direi che se un personaggio X si chiama Harry Potter e ha in comune con l'originale solo il nome non credo ci siano problemi solo perché è un personaggio molto famoso.

Certo che se il personaggio porta gli occhiali, è un mago, orfano e con un nemico tremendo e magari pure una strana cicatrice sulla testa allora le cose divergono.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Così a occhio, direi che se un personaggio X si chiama Harry Potter e ha in comune con l'originale solo il nome non credo ci siano problemi solo perché è un personaggio molto famoso.

Certo che se il personaggio porta gli occhiali, è un mago, orfano e con un nemico tremendo e magari pure una strana cicatrice sulla testa allora le cose divergono.

Sì, esatto, la penso anch'io così.

Nel caso del mio personaggio, ha il soprannome uguale al cognome di un personaggio famoso (perché questo cognome ha un significato in una certa lingua) e un segno che ricorda quello stesso personaggio famoso. Il resto è tutto diverso, compreso il sesso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Jack Shark

teoricamente non potresti usarlo

Ti chiedo un chiarimento, Jack. Noto che hai detto teoricamente... In pratica?

Rispondo a te e anche a chi è intervenuto dopo di me.

Dico "teoricamente" perché non so se il nome è protetto da copyright.

Se fossi sicuro che il nome è coperto da copyright, ti direi "sicuramente"

Per esempio sono abbastanza sicuro che Sherlock Holmes sia un nome coperto da copyright, benché nome comune, e quindi non utilizzabile.

Ti faccio due esempi:

-Il primo è automobilistico. La FIAT ha perso una causa in tribunale e ha dovuto modificare il nome di una macchina che avveva chiamato "Lingo" perché troppo simile alla "Twingo" (quindi neppure uguale" e molte case automobilistiche hanno registrato un'infinità di nomi che forse non useranno mai, ma allo stesso modo non possono essere usate dalle case concorrenti.

-Quando pubblicai il mio disco, ho conosciuto a Firenze un buffo personaggio che si faceva chiamare DJ Fish. Il tizio raccontava di aver avuto l'idea di registrare il suo nome d'arte (fish appunto, un nome comunissimo) alla SIAE e grazie a questo riscuoteva i diritti da una decina di DJ che utilizzavano lo stesso nome, compreso l'omonimo del gruppo dei Sottotono.

Quindi, anche se è un nome comune, bisogna sempre verificare che non sia protetto da copyright.

Certo, non tutto può essere vincolato dal copyright: se vado alla SIAE e chiedo di registrare il nome "Mario Rossi" mi ridono in faccia e mi mandano a remare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per esempio sono abbastanza sicuro che Sherlock Holmes sia un nome coperto da copyright, benché nome comune, e quindi non utilizzabile.

Grazie, Jack. Però, se non sbaglio, sono stati scritti di recente dei libri con Sherlock Holmes come personaggio (forse perchè Conan Doyle è morto da più di 70 anni?).

So anche di un romanzo edito da Flaccovio, dove ci sono dei richiami espliciti al Signore degli Anelli (si nominano personaggi e luoghi creati da Tolkien) e un altro edito da Il Cerchio, dove addirittura il protagonista è Aragorn. In questi due ultimi casi, visto che Tolkien è morto da meno di 70 anni, potrebbero aver pubblicato dopo aver pagato i diritti agli eredi di Tolkien?

In realtà, nei due casi da me citati, il problema è diverso da quello che pone Feleset. In sostanza, Feleset si chiede se può creare un suo personaggio e dargli il nome e alcune caratteristiche di un personaggio famoso (quindi sarebbe un'allusione), mentre nel caso del romanzo edito da Flaccovio, si tratta proprio di citazioni (si cita quel personaggio). Nel libro de Il Cerchio, poi, si usa proprio quel personaggio (inventando una storia su di lui).

Sono questioni ingarbugliate, lo so...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ali, nel caso de Il Cerchio sembrerebbe proprio che si tratti di una fan-fiction. °_° In tal caso dubito che possa essere messa in vendita senza il consenso di chi detiene i diritti di Tolkien.

Su Flaccovio invece da come poni la questione penso non ci siano problemi: citare nomi e luoghi non è illegale, se scrivi "Tizia leggeva Twilight e aveva un poster di Edward appeso in camera" non è che devi pagare i diritti. °_° Al massimo il problema sorge se parli male dell'opera in questione, lì penso che potrebbero farti causa, ma se li citi e basta per loro è tutta pubblicità. XD

Su Sherlock Holmes: se proprio si vuole fare una citazione, basta chiamare un personaggio semplicemente Sherlock e già si risolve il problema. :)

Modificato da Feleset

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io per esempio ho un personaggio che gli altri hanno soprannominato Django per un suo - ehm - non trasurabile difettuccio, ma spero che i detentori del copyright del vero Django non vengano a chiedermi i diritti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In un mio disco dedicato alle colonne sonore, nel quale si potevano ascoltare delle brevi clip riprese dai film, ho avuto problemi di diritti con le case produttrici. Alla fine ho dovuto rinunciare perchè, per fare un esempio, non mi era stato dato il permesso di utilizzare un microframmento di «C'era una volta in America» di Sergio Leone.

Per quanto ne so, non ci sono problemi ad utilizzare citazioni da altri testi, purchè venga fatto alla luce del sole, con tanto di nota bibliografica.

Se addirittura utilizzi una forma di parodia, non verranno mai a romperti le scatole.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
se uno si chiama davvero Harry Potter e vuole scrivere una storia basata sulla propria vita, non può farlo?

si che lo può fare, nessuna legge al mondo potrebbe impedirglielo! Anzi, la legge dichiara espressamente che nessuno può essere privato del proprio nome, ed il caso che citi tu rientra tra le ipotesi di privazione del nome che la legge non ammette. Non c'è copyright che tenga.

anche se è un nome comune, bisogna sempre verificare che non sia protetto da copyright.

art 7 cod. civ. La persona, alla quale si contesti il diritto all’uso del proprio nome o che possa risentire pregiudizio dall’uso che altri indebitamente ne faccia, può chiedere giudizialmente la cessazione del fatto lesivo, salvo il risarcimento dei danni

se mi chiamassi sherlock holmes, nessun copyright del mondo potrebbe impedirmi (almeno in italia e nella ue) di scrivere un libro e firmarlo col mio nome o di scrivere una mia autobiografia. E se ci provassero potrei pure chiedere i danni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si, credo (spero: io faccio così e non vorrei avere problemi in futuro) che chiarendo l'omaggio con una nota esplicita non creino problemi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io invece note esplicite non ne metterò, nel mio caso sarebbe come spiegare una barzelletta.

Modificato da Feleset

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nel tuo caso si, sarebbe tale, perciò meglio non farlo. Piuttosto, al limite, puoi mettere una nota finale e generica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×