Vai al contenuto

Tutte le attività

Si aggiorna in automatico     

  1. Ultima ora
  2. Poeta Zaza

    Nani!

    920 Ecchenano!: tributo al nano Grucciolo, ignorato e passato sotto silenzio al suo sfortunato e disertato discorso di nomina di cui sopra... Ottonano: nano originario d’Oriente. Rifiutò il ruolo quando seppe che nessuno degli alloggi destinati al cast era abbastanza grande per le sue 4 mogli e l’harem di concubine che lo accompagnava ovunque GUCRO E ZPBDQALIHVTMFNS
  3. Poeta Zaza

    [Gioco] La catena

    sedato - calmo - bromuro - ipratrioprio - difficile - adolescenza - masturbazione - ubiquità - narratore - esterno - luce - flash - ottico - presbiopia - traveggole - visioni - generali - romani - spettacoli- cinesi - bambu - impollinazione - ditteri - antani - Mascetti - Ugo - notti - estate - luce - fotosintesi - organismi - pluricellulari - transizione - vampiro - grotta - roccia - scavo - costruzione - baricentro - integrale - dettato - armonico - musicale - università - Normale - CBIDAMU N ELFOPTVGRS
  4. Exairesi

    Condividi la tua fiamma

    Ciao @SalvoJohn, sono capitata per caso tra le tue righe ed eccomi pronta a darti un parere. Subito emerge l'idea principale: la vita brucia nel tempo come una candela e la sua fiamma va vissuta, va usata per illuminare il sentiero (per ascoltare l'eco calda del sentiero, come dici tu così dolcemente). Se non ci si sbilancia, se non si usa la fiamma allora non rimane altro che l'apparenza - la cera e il suo lento consumarsi. Questa parte, in particolare le ultime righe, mi sono piaciute moltissimo. Il tono profetico con la quale inizia il periodo contrasta con la morbidezza delle ultime righe - che mi hanno incantato. L'odore della candela che si spegne nel silenzio e poi l'ultimo sbuffo di fumo prima del buio sono immagini nitide che subito riescono ad essere evocate nella memoria sensoriale e visiva. Immagini non solo intuitive e ben rievocate ma anche affini al senso di malinconia che emerge da quelle righe, perfette per descrivere lo spegnersi immobili delle anime che non si lasciano guidare dal fuoco, ma si nascondono anzi sotto la cera. Se poi posso farti qualche appunto personale e di gusto ti dico anche ciò che non mi ha convinto. Come la ripetizione dei pronomi possessivi alla fine e all'inizio del brano (tua candela, sua fiamma, tuo sentiero). Ripetute così meccanicamente risultano invadenti nella lettura quando basterebbe eliminare l'inutile (prima di candela, per esempio, dove la metafora tra candela/vita è già resa comprensibile dal contesto) oppure se non eliminare almeno cambiare la distribuzione del periodo (invece di utilizzare la sua fiamma si può sostituire con "utilizzarne la fiamma"). Alla fine, oltre alla ripetizione precedentemente segnalata, rimango perplessa per quel "silenzioso vortice della vita" di cui parli, così simile al silenzio delle anime superficiali di cui tu parli nella metà del brano da farmi pensare ad un cambio di prospettiva. Prima richiami l'attenzione sulla fiamma e su come quel bruciare sia utile per illuminare il cammino - non vivere immobili nel silenzioso consumarsi, ma bruciare di luce - e poi quella fine così lenta, pessimista, la vita non è altro che un silenzioso vortice. E queste erano personalissime mie opinioni che volevo condividere con te A presto:)
  5. Adelaide J. Pellitteri

    I racconti della Terza Luna - Quinto ciclo

    Ho recuperato la lettura di questi due splendidi racconti. I miei complimenti a @Floriana e @cynthia collu.
  6. Adelaide J. Pellitteri

    La passeggiata

    @cynthia collu è sempre interessante leggere i tuoi racconto. Queste pratiche barbare (ho avuto qualche perplessità circa il pentolone in ebollizione, non l'avrà ustionata irrimediabilmente?), superato questo particolare ti dico che hai saputo farci percepire l'orrore di questa pratica. Qualunque metodo, più o meno indolore fisicamente è una tragedia immane per ogni donna. Anche se fatto per scelta e una scelta infelice che lascia cicatrici incancellabili. Non conta la mia opinione a riguardo, ma non ti nascondo di avere assistito ( a causa di una lunga degenza in ospedale) all'arrivo di molte donne giunte per eseguire l'aborto legalmente. Ho visto ragazzine accompagnate delle zie, uomo bianco accompagnare donna nera e tutta una tipologia di situazioni che mi hanno segnata per sempre. Il tuo racconto ha riportato tutto a galla. Bravissima, scrivi veramente bene.
  7. Ivana Librici

    Tutto quello che è un uomo - David Szalay

    Questo è uno dei libri che ho più amato tra quelli letti di recente. Nove racconti apparentemente slegati tra loro. Protagonisti nove uomini di età diverse, dall'adolescente del primo racconto all'anziano dell'ultimo. Ogni testo si svolge in uno o più luoghi diversi dell'Europa, Berlino, Cipro, Londra, e tanti altri. E proprio l'Europa (l'autore è canadese di origine ungherese) e i suoi paesaggi sono al centro di questo libro. Oltre alla volontà di offrire una serie di ritratti che cercano di cogliere una comunanza dell'animo maschile. Cosa che non impedisce affatto di appassionare anche le lettrici. Mi piacerebbe condividere idee e sensazioni con altri utenti che lo abbiano letto. Per chi non l'ha letto lo consiglio. È un libro bellissimo.
  8. Edu

    Penna e Spada - Il topic per le votazioni

    Piaciuti entrambi, ma voto 1
  9. Ippolita2018

    Salve!

    Sicuramente, @cirox: benvenuto nel WD! Per cominciare, ti segnalo questa discussione, che rappresenta il punto di partenza per chi, come te, si è appena iscritto. Vi potrai trovare preziose indicazioni su come muoverti nel forum e tutti i regolamenti delle varie sezioni. Ti auguro una buona permanenza!
  10. Ippolita2018

    [LP 1] Nonna

    Le tre quartine in cui hai strutturato la poesia corrispondono a tre momenti differenti, cromaticamente evidenziati: l'incanto dell'infanzia e il tepore dei ricordi (arancio); la frantumazione di ciò che si immaginava sarebbe stato "per sempre" (viola); la morte nella sua realtà fisica (nero), onorata non solo nella sepoltura, ma nell'omaggio simbolico della pietra. Il cerchio si chiude sul ventre della nonna, "casa" feconda e tutelare. Proprio per questa ottima corrispondenza tra le quartine sarei del parere di eliminare il verso "Macerie di ricordi...": esso mi suona ridondante, sia perché la memoria aleggia in tutto il componimento, sia perché l'evidenza della catastrofe è chiusa a perfezione nel "ruggito sotterraneo". Si potrebbe forse spostare quel verso prima dell'ultima quartina, ma lo priverei comunque dei puntini di sospensione, il cui uso in questo caso sembra faccia vacillare una costruzione solidissima. La tua è una poesia ricca, perché allo stesso tempo sensuale e solenne. Particolarmente interessante l'ultima strofa. Ti segnalo un paio di piccolezze grafiche: hai optato per la prima lettera dei versi iniziali non in maiuscolo, pertanto anche l'iniziale di "Scorze" andrebbe abbassata per uniformità; toglierei il punto fermo dopo "Natale", perché alla fine delle altre strofe lo eviti (io abbassarei anche le maiuscole seguenti, ma vedo che molti usano così). Grazie, @Rica: ti ho letta (e riletta) molto volentieri
  11. No caro @AndC, anzi grazie per le tue analisi. Credo che Celine si sia innamorato di ogni suo personaggio. Li ha osservati troppo bene, ci ha lasciato gli occhi addosso, si è immedesimato in loro per descriverli con sincerità. Non nega per addolcire la pillola, è schietto a volte brutale, e nel descrivere non giudica, si pone erga omnes, ma nello stesso tempo fa riflettere il lettore, lasciando a noi il compito di giudicare. Sì è innamorato (in senso lato eh)di ogni personaggio donna più rilevante secondo me. Troppi sono i particolari nascosti che usa per descriverle, troppi sono gli accenni ad atteggiamenti che neanche un marito dopo trent'anni di matrimonio noterebbe; lui ha dedicato loro tempo e attenzioni, le ha corteggiate per poi immortalarle, evidenziandone i difetti e i pregi non noti ai più, ma ricavati dalla sua mente indagatrice dell'animo.
  12. Mattia Alari

    Le ali del sasso

    Finalmente posso commentare questo racconto, prima bloccato. Sicuramente ha qualcosa che resta in mente. E' un testo pieno di imperfezioni (mancanza di virgole e frasi "forzate") ma anche zeppo di bei momenti. E' un bel racconto pur essendo estremamente "problematico". E' strano, di sapore "antico" e la tua scrittura è piuttosto chiara ma non banale. Ci sono delle incongruenze stilistiche non da poco (immagini bellissime, come quella finale, e frasi più ordinarie che "rovinano" tutto) e forse è un po' debole nello svolgimento delle sue parti (il ragazzo che chiede chi conosce questo personaggio che poi è una sua invenzione? Andrebbe meglio "proposto"). Nonostante questo, nella sospensione totale, io apprezzo la tua storia perché è come fosse una favola. Più di qualche commentatore ti farà gli appunti utili al miglioramento in concreto del tuo testo. Io, mi limito ad apprezzarne la poeticità e vedere delle ottime potenzialità, volessi revisionarlo. Solo una cosa mi "disturba" moltissimo: i dialoghi devono essere divisi bene per battute. Usa il trattino lungo o le caporali (le virgolette non convengono, generalmente) ma dividi bene i personaggi. Probabilmente, visto l'aspetto, questo problema è stato causato da un copia\incolla sfortunato ma è un problema non da poco, quando lo si legge. Una cosa che però riguarda la forma e non la sostanza e quella c'è. In molti racconti, molto più "ordinati" e perfetti, la prosa banale e un'idea per forza originale, rendono la storia ordinaria. Tu non hai proposto nulla di particolare eppure è particolare lo stesso. Mi piacerebbe rileggerlo "migliorato" e rileggerti in altro. A presto
  13. Adelaide J. Pellitteri

    L'abito da sposa

    @Floriana felice di avere recuperato la lettura di questo tuo bellissimo racconto. I sentimenti di chi non può vivere la vita che vorrebbe (soprattutto per problemi fisici) sono sempre materia delicata da raccontare. Tu sei stata davvero brava.
  14. Niko

    Una timida presentazione

    Benvenuta, @Exairesi Ti auguro una buona permanenza nel forum
  15. Mister Frank

    Una timida presentazione

    Benvenuta @Exairesi Anche io studio lettere!
  16. bwv582

    Il gioco del Vocabolario Fantastico

    Xbox 2π (xbox 2 pi greco): modello equivalente della xbox 360 per i matematici. (altro omaggio alla nerdità ) KGUCJROXEZPBDQALIHVTMWFNSY
  17. cynthia collu

    I racconti della Terza Luna - Quinto ciclo

    Grazie e complimenti a tutti noi!
  18. butch

    Quanto tempo avete per scrivere?

    Ciao, se va bene, nei ritagli di tempo. Ho imparato a concentrarmi anche solo per pochi minuti, magari una mezz'ora appena sveglio, quando moglie e figlie dormono ancora.
  19. Oggi
  20. cirox

    Salve!

    Salve a tutti! Sono un nuovo utente del forum,per ora mi definisco un lettore anche se ho una mezza idea di scrivere qualcosa,sono certo che qui troverò i consigli giusti.
  21. Lucamy1994

    Come posso publicare il racconto che ho scritto?

    Grazie per il commento
  22. Edu

    Gregor Hansel l'oltreuomo

    @Luigi Amendola grazie a te per averlo letto!
  23. butch

    Cosa state leggendo?

    Finito "Furore" di Steinbeck, ora un saggio: "L'Italia intatta" di Mario Tozzi.
  24. Finezze che pochissimi lettori oggi sono (purtroppo) in grado di permettersi e decifrare. Grazie per il post.
  25. nemesis74

    Una timida presentazione

    Giustissimo @Exairesi e questo blog non è da meno. Il problema però ( se vogliamo chiamarlo così) è solo che questo è un topic di presentazione, che in pochi leggono tra l'altro. Quindi i contenuti, magari interessanti che ne potrebbero scaturire, non saranno letti da molti utenti. È concesso anche polemizzare sulle strategie adottate dal forum o dagli staffer, è successo, succede, ma sempre nelle apposite sezioni, in modo che ognuno possa dare il proprio contributo. Ora, prima di prendermi anche io un richiamo per off topic, ti auguro buona permanenza nel WD. @Alberto Barina Estendo l'augurio anche a te, vis polemica a parte, il tuo contributo può essere importante. Mi auguro di leggere qulache tuo intervento fuori da questo topic. Buona scrittura
  26. Exairesi

    Richieste abilitazione Narrativa over 18

    Sono del 96, giovane ma maggiorenne😁😁 posso accedere?
  27. Gabriele Valenza

    Cosa state leggendo?

    Io sto leggendo La strada per Los Angeles di John Fante, autore che mi interessa molto e a cui sono approdato dopo aver approfondito Charles Bukowski.
  1. Carica di più
×