Vai al contenuto
  • Seguici anche su:  Facebook.jpg  Twitter.jpg 

Tutte le attività

Si aggiorna in automatico     

  1. Ultima ora
  2. Strade scritte

    Mi chiamo Paolo e sono iscritto a writer's dream da poco. Qualcuno mi sa suggerire delle agenzie gratuite ma serie?
  3. Oggi
  4. @AndC buongiorno! Manca il collegamento, hai ragione. Infatti mi chiedevo se si sarebbe capito il passaggio. Inizialmente la storia iniziava dal capitolo che si chiama Il viaggio, per continuare lineare con tutti gli avvenimenti. In una delle mie tante revisioni ho deciso di spostare il testo e questo è il risultato. A me piace l'inizio in media res, crea aspettativa. Credo che aggiungerò un pezzo per ricollegarmi. Anche se forse rischia comunque ti perdere il riferimento, mi sa che sono passate troppe pagine. Non so, ci provo e vediamo. Il condizionale passato proprio non ti piace, me l'hai già segnalato. Questa volta hai proprio ragione però, la tua versione di frase mi piace di più della mia. Grazie per tutte le ripetizioni scovate e anche per i suggerimenti, sempre preziosi!
  5. Richieste abilitazione Racconti over 18

    Ecco fatto @Mari_lena , sei abilitata.
  6. Richieste cancellazioni Racconti e Poesie

    Ciao @Julian Laszlo , l'ho cancellato. Purtroppo un piccolo stralcio (tre frasi) è presente in uno dei commenti, ma spero che non sia un problema, perché il regolamento non consente di editare i post degli altri utenti, ma solo quello dell'autore richiedente la cancellazione dell'intero racconto.
  7. Amico mio, nessuno ha detto che un autore esordiente vale meno. ho solo chiesto se esistevano. Il senso c'è eccome: evitare di ricevere milioni di manoscritti da aspiranti scrittori alle prime armi. Alcune agenzie lo fanno ("sul romanzo" ti rappresenta solo se hai già pubblicato con mille copie mi pare) quindi potrebbero esistere case editrice con la stessa filosofia. Per il resto, per favore non dare risposte certe se non hai punti: per dimostrane la sicurezza. un saluto
  8. Salani Editore

    Grazie @DanZac , ora il link dovrebbe essere quello corretto. Devono aver cambiato indirizzo alla home page.
  9. Ieri
  10. Intervento staff @@Aspirante Scrittore come ti permetti di esprimerti in questo modo? Forse che i membri dello staff, dopo ore e ore spese ogni giorno in maniera del tutto gratuita in favore di questa comunità, non hanno diritto di partecipare a una qualunque discussione e di esprimere la propria opinione come qualsiasi altro utente? Forse non siamo anche noi aspiranti, esordienti, emergenti – o come diavolo ci vogliamo chiamare – scrittori? Forse non ci dibattiamo anche noi come tutti con gli stessi problemi legati all'editoria? Questo forum si basa sulla condivisione delle esperienze reciproche, non sul volere imporre le proprie idee agli altri. Sono talmente imbestialito che non ho nemmeno la forza per richiamarti, ma sappi che non permetterò più né a te né a nessun altro di esprimerti in questo modo. Questo è un intervento dello staff, segnalato dal carattere grassetto e dalla scritta "intervento staff", gli altri sono interventi di utenti che hanno i tuoi stessi diritti e i tuoi stessi doveri. E ricordo che a un intervento dello staff da regolamento non è concesso replicare pubblicamente.
  11. Come proporsi a una Fiera del Libro?

    Forse bisognerebbe mettersi nei panni di chi magari ha provato a dare una risposta diversa da "il tuo è un capolavoro" e si è trovato a gestire la reazione del rifiutato una due dieci cento volte. Aiuterebbe a comprendere perché il 90% degli editori non da' risposte negative....
  12. ebook e autopubblicazione

    Ciao Mauro. Prima di tutto, non è un post. Era una risposta di questa discussione Ebook e auto pubblicazione. Volevo esprimere solo il mio parere. Parlare della mia esperienza con l'autopubblicazione. Ti saluto.
  13. Hai ragione, mi spiace, l'aveva detto anche @AnnaL. e non ci avevo fatto caso guardando gli altri commenti...
  14. A Sileby ho visto un gatto

    Ciao! Complimenti per il componimento, mi ricorda il pensiero di certe filosofie orientali al riguardo della metempsicosi e della reincarnazione, e la tematica è indubbiamente affascinante. Sottolineo i due versi che indicano una sorta di smarrimento di fronte alla vista del gatto. A questo proposito ti chiedo se il gatto abbia un qualche significato particolare a livello spirituale/filosofico. Mi hanno inoltre colpito gli ultimi tre versi, perché danno l'idea di una visione curiosa eppure estremamente fugace.
  15. Una luce nel buio 4/6

    Sono d'accordo... mi serviva una scusa per taggare AndC visto che lui "mi tagga a sorpresa". Mando un saluto a entrambi... per il resto cerco di non ripetere quanto segnalato da AndC. Scherzi a parte, ho letto con piacere questo frammento e... ti lascio un commento. Inizio con il dirti qualcosa che non mi convince e/o refusi vari (pochini) e/o altro. Qui mi ha anticipato @AndC per quanto riguarda il discorso sulle virgolette come ho detto negli altri frammenti - ah, l'ho taggato anche qui. Idea personale. Se ti piace, l'aggiunta tra parentesi è per dare l'idea di "saccenza" del tono della donna. Vedi se ti piace un "... nessuno le abbia mai fatto un inchino" al posto della parte in grassetto. Sebbene dal punto di vista del "parlato" non mi dispiace la forma che hai usato. Manca una "chiusa virgoletta" alla fine. La ripetizione "dannati-dannata" per me ci sta benissimo perché marca lo stato d'animo in questo caso. Se non erro dovrebbe essere di', quello che hai scritto credo sia "dì" in senso di "giorno" e non l'imperativo del verbo dire. Segnalo la mancanza di spazio tra i trattini e, personalmente, userei "fossi" e "fosse" al posto, rispettivamente, di "ero" ed "era" che ti ho messo in grassetto. Anche qui metterei "fossero", anche per coerenza con il commento precedente. Quattro puntini a fine frase invece dei tre punti di sospensione... Che ne dici di un "per ora sembra sia (andata) così"? La vedo un po' macchinosa. Vedi se le seguenti riformulazioni ti piacciono o ti danno uno spunto. «E dire che sei tu il primo a essermi tornato in mente ...» «E dire che mi sono ricordata per prima di te...» Farei uno scambio, portando il "non dubitavo" a inizio frase: «Non dubitavo che lo sapessi, visto...». Non che sia necessariamente sbagliato, però vedi che ne pensi nel mantenere il "soggetto Maristella" invece del salto "Maristella-senso di giustizia-Maristella": «... sei ostinata come un mulo e, anche se hai un senso della giustizia a volte un po' bizzarro, cerchi sempre di fare del bene». Per il resto, come ho detto dal primo frammento, il punto di forza maggiore di questo capitolo è proprio l'inizio. Quest'inizio turbolento, da cono d'ombra in cui lentamente si prende coscienza, dettaglio per dettaglio, dei personaggi è quello che tiene interesse e curiosità nella lettura. Di questo frammento in particolare, mi ha emozionato la descrizione che Maristella fa dei compagni perché è proprio, come dire, "una descrizione con il cuore". Ciao e alla prossima lettura.
  16. Suggestione crepuscolare

    Innanzitutto grazie per aver commentato. Per quanto riguarda la correzione, avevo provato a mettere una sorta di enjambement tra "nel solco" e "dell'umana indifferenza", per evidenziare meglio quest'ultimo verso, ma come giustamente sottolineavi, per una ragione metrica, è forse meglio la tua correzione.
  17. La montagna sacra

    Innanzitutto grazie delle critiche costruttive. Sono in questo forum per imparare ad apprendere l'arte dello scrivere, e trovare subito un paio di commenti così dettagliati non fa che piacere. Detto ciò: l'intento era quello di fare un racconto dal tono solenne, e forse ho portato ciò all'esagerazione. Grazie delle correzioni(sopratutto per quanto riguarda le ripetizioni), sono uno spunto per migliorare.
  18. Una luce nel buio 4/6

    Ho iniziato a sostituire le virgolette, però dall'inizio, in nome della mia, a volte eccessiva, metodicità :-) Grazie per le ripetizioni, riuscirò mai a vederle come le vedo nei testi altrui? Altrimenti me le perdo o me ne perdo diverse! Ho letto la parte relativa a quello che Maristella dovrebbe avere, o non dovrebbe aver sentito, per ora mi sembra che fili, ma sono le 22.30 e non sono affidabile :-) Non ho capito quanto intendi quando parli degli "incisi esplicativi", ho letto e riletto l'esempio senza raccapezzarmi. Per favore puoi provare a rispiegare? :-) Grazie, come sempre @AndC
  19. Buongiorno a tutti

    @Gianfranco Pereno Ciao e un caloroso benvenuto anche da parte mia. Che bella la fotografia e l'artigianato artistico, anche io come te sono vicina a tale mondo. Tuttavia il mio animo è inevitabilmente legato alla scrittura e sempre come te ci sono approdata per caso quando avevo all'incirca nove anni. Ti faccio le mie più vive congratulazioni per i tuoi libri sperando che un giorno non molto lontano io riesca a raggiungere il tuo stesso traguardo.
  20. Una nuova piattaforma online per leggere e pubblicare

    @lucamenca Non sono in grado di giudicare se sia una buona idea o un progetto destinato a fallire. Suppongo che saranno i numeri a parlare, dato che si aspettano 25.000 autori iscritti entro fine anno e 100.000 entro fine 2019. Penso sarà importante anche capire quanti editori aderiranno al progetto, visto che una piattaforma sulla quale ci si "incontra" tra autori e basta non sembrerebbe avere una grande utilità. Quello che mi lascia davvero perplesso è il pagamento delle royalties in criptovalute. Tutte le criptovalute soffrono dei medesimi "problemini": 1. Enormi fluttuazioni di valore, per cui i 1.000 euro ricevuti oggi in una qualunque criptovaluta potrebbero valere 800 euro domattina quando ti svegli, per fare un esempio. 2. Rischio di hackeraggio degli "exchange", cioè dei depositi elettronici dove queste valute immateriali vengono "depositate" e conteggiate, con le conseguenze del caso (furti multimilionari). È già successo e succederà ancora. 3. Rischio che il valore di tutte le criptovalute esistenti crolli a zero, non appena governi e banche centrali del mondo decidessero di sbarazzarsene. La Cina sta già procedendo in tal senso (e ha già causato un crollo nel valore del Bitcoin il mese scorso). Per i meno esperti, vorrei ricordare che il pezzo di carta di colore azzurro che tenete in tasca, del valore di pochi centesimi, vi consente di acquistare beni e servizi per l'equivalente di 20 euro esclusivamente perché vi è apposta la firma di Mario Draghi, che rappresenta la garanzia della Banca Centrale Europea a copertura della cifra segnata su quella banconota, che è nient'altro che un titolo di credito. Sulle criptovalute quale firma c'è?
  21. Riviste letterarie & culturali

    Grossomodo mi sembra che, nel web, circolino più o meno sempre gli stessi nomi. I dibattiti culturali più interessanti avvengono quasi sempre sugli stessi siti, spesso ideati da case editrici o comunque personaggi appartenenti a quel mondo. Di riviste scaricabili via web ne conosco un po' ma mi permetto di segnalarne solo una, Effe, scaricabile da qui: http://www.flaneri.com/
  22. Lettere dal carcere CIAO MARIA

    @AndC Grazie mille per essere passato, grazie per il tuo commento. Hai una capacità a scovare refusi invidiabile. @Rica grazie anche a te, grazie per l'apprezzamento. In effetti la traduzione avrei dovuto metterla in calce.
  23. Danza con la luna

    Stavolta non mi hai convinto, pensa che "chi non sa fare critica", oggi voglio essere malefico. Per esempio, non mi ispira molto l'utilizzo marcato degli apostrofi in ogni occasione. So che hai cercato uno stile ricercato - lo fai già con le parole -, ma credo che in alcuni punti hai calcato la mano. Più che di italiano, te lo dico per la lettura del racconto: se con le rime e le assonanze lo rendi scorrevole (quasi una filastrocca) i troncamenti eccessivi delle parole per me danno pesantezza nella lettura e contrastano con l'effetto di rime e assonanze che ho appena detto. Parere personale, ho fatto un'obiezione simile (non con gli apostrofi) nel "preludio all'ecatombe" (ma ti ricordo che sono di stampo classico e non portato per il "non di genere"). Inoltre non mi stupirei se tutto questo fosse voluto. Esempio (PS: "nartece" l'ho cercato, ma già non me lo ricordo più, non sono ferrato in storia dell'arte) Tra l'altro, gusti personali, ma la prossima proprio non si può sentire... Ci sono molte ripetizioni - non ci crederò mai se mi dici che non sono volute - del verbo essere, di tanti "e" e "che" sparsi nel racconto (non quoto). Non mi soffermo nemmeno sull'utilizzo di specifici termini che fanno parte della tua ricerca linguistica: dal punto di vista del "lessico" penso che ti sei impegnato per far figurare in questo racconto ogni parola del vocabolario. Però, continuando a essere cattivo, il racconto anche se evocativo, suggestivo, poetico, ... per me è troppo lungo. Questa parte, per esempio la vedo superflua. Tra l'altro, sempre con occhio malefico (occhio malefico che nemmeno Sauron) noto un vago tono auto-referenziale? [Senza contare che non so nemmeno se "ché" sia un refuso: per me è un troncamento di "perché" in stile settecentesco o giù di lì...] Però... non riesco a essere completamente cattivo: mi è piaciuto il finale... Molto bella, in particolare, questa nella quale mi sono permesso un taglio. Cosa che non farai mai perché ti ritroveresti a rompere l'equilibrio "illusione-conclusione" e "sofferenza-apparenza". Al prossimo racconto e/o commento. Immagino che te lo leghi al dito questo commento e se posterò qualcosa io mi ripagherai con la stessa malvagità... Scherzi a parte, è un parere personale e sii cattivo quando commenti me! Seriamente ora. Ho letto tutti i tuoi racconti fino a questo momento: non so dove tu stia arrivando o quali mete intravedi in questa tua personale ricerca (come hai detto in vari commenti). Non so fino a quando riuscirò a seguirti; qui, per esempio, già mi sono perso. A ogni modo, anche per restare in tema: "buon viaggio"!
  24. Case editrici esclusivamente per chi ha già pubblicato

    Naturalmente è una mia supposizione, tuttavia non credo che esistano case editrici le quali accettino solo ed esclusivamente autori che hanno già pubblicato. Perché mai dovrebbero seguire una tale metodologia di selezione? Secondo me, sarebbe una scelta molto negativa perché così facendo si chiuderebbero le porte a tutti gli autori esordienti. Un autore emergente, poi, non vale meno di un autore che ha già pubblicato uno o più libri. Non dovrebbe contare la quantità, ma la qualità del testo.
  25. Richieste abilitazione Racconti over 18

    Classe 1990
  26. Bookabook

    Credo @Nik78 che il crowdfunding non fosse il tipo di esperienza che stavi cercando. Anzitutto perché, bookabook o meno, se pre-ordini qualcosa per definizione devi aspettare per averla. E' stato così anche per Le favole della buonanotte per bambine ribelli, libro nato proprio in crowdfunding e diventato il libro più venduto in assoluto in Italia nel 2017 (e qui c'entra più Mondadori che Bookabook ). Il crowdfunding funziona così: coinvolgo 10 persone, se sono interessate ne coinvolgono altre e così via. Se invece pensi che l'autore debba vendere tutte le copie è una faticaccia e soprattutto non è crowdfunding. Ma poi perché? Credo che abbiano fatto bene a contattarti e a decidere di non continuare. Regola numero uno della vita: non infilare qualcuno in qualcosa che non fa per lui. 200 persone interessate sono un buon test, se il libro ci fosse subito sarebbero di più? Può anche darsi, ma il 99,9% dei libri è disponibile subito e solo il 4% vende più di 1000 copie (dati ufficiali).
  27. Per carità: liberissimo di pensare ciò che meglio credi su questo spinoso argomento della tassa di lettura, come lo sono io e qualunque altro utente. Ho solo scritto che trovo strano che proprio un membro dello staff esprima opinioni personali a favore della tassa di lettura all'interno di una discussione che si chiama "Fai da te: come prepararci sulle agenzie serie e non foraggiare quelle a pagamento", discussione, tra l'altro, non creata da me ma da un altro utente, che ringrazio. Ma, visto che anche lo staff a quanto pare è libero di esprimere opinioni personali sulle pratiche delle agenzie che ospita, liberissimo di farlo. Per quanto mi riguarda, conosco già qual'è la situazione (malata) del mercato dell'editoria italiano e i motivi che hanno portato all'introduzione della tassa di lettura da parte di molte agenzie che prima non l'applicavano. Ma conoscere e capire tale situazione non significa doverla accettare. È lo stesso motivo per cui si fa politica: per cambiare una situazione che non si condivide sensibilizzando altre persone in vista della realizzazione di un mondo migliore. Non mi si dica che per stare al passo con gli operatori editoriali ci si debba lasciare mettere l'anello al naso e pagare senza lamentarsi. Proprio perchè (purtroppo) conosco la situazione del mercato editoriale, la guardo, la commento e la critico, cercando di sensibilizzare le persone attorno a me e gli utenti di questo forum all'interno della discussione apposita. Mi dispiace molto che in Italia non esista ancora un'Associazione come la AAR con un codice etico da parte dei rappresentanti degli autori (di cui riporto il link in basso). Articolo n. 8 del Canone Etico dell'Associazione dei Rappresentanti degli Autori (AAR). "La AAR ritiene che la pratica degli agenti letterari che fanno pagare clienti o potenziali clienti per la lettura e la valutazione di opere letterarie (incluse parti di contorno, proposte e manoscritti parziali o completi) è soggetta ad abusi gravi che riflettono negativamente la nostra professione. Per tale ragione, i membri non dovrebbero addebitare ai clienti o potenziali clienti un corrispettivo per la lettura e la valutazione delle opere letterarie e non possono beneficiare, direttamente o indirettamente, dall'addebito di tali servizi da parte di qualsiasi altra persona o entità." http://aaronline.org/canon
  28. Lunghezza Capitoli

    Per quanto sono sostanzialmente d'accordo con @Andrea.Dee mi pongo una sorta di limite, intorno alle dieci facciate di word/writer (times new roman 12, interlinea 1.15). Lo faccio, oltre che su consiglio storico della mia beta-reader, anche per dare "fiato" a eventuali lettori. Inoltre ogni volta che voglio dare un respiro e/o cambiare scena, inserisco delle spaziature all'interno del capitolo, come i tre asterischi, idea che ho preso da vari libri che ho letto.
  1. Carica di più
×