Blog

Editori allo scoperto: fare rete nell’editoria


Sono anni, anni, anni che ripeto una cosa: occorre fare rete. Lo scrissi in tempi non sospetti (Divide et impera è del 2010, Sul concetto di community dell’estate 2013) che la nostra grande pecca – e per “nostra” intendo del mondo editoriale – è quella di badare al proprio orticello, senza mai preoccuparsi dei problemi altrui.

Finalmente qualcuno è uscito allo scoperto. Letteralmente.

Editori allo scoperto è una nuova ed entusiasmante realtà il cui scopo è esattamente quello di fare rete: cercare e creare contatto con il pubblico e i lettori – chi già legge e chi è ancora lontano dal mondo dei libri – fare reading, creare una vita culturale cittadina.
Sì, perché Editori allo scoperto è una realtà tutta palermitana, che coinvolge editori tutti rigorosamente non a pagamento.
Citando dal loro sito:

Editori allo scoperto racchiude sotto un unico titolo una vasta gamma di eventi culturali e momenti d’incontro organizzati dalle piccole case editrici indipendenti di Palermo che vogliono collaborare e fare rete.
Gli editori che hanno aderito creeranno insieme occasioni per promuovere la lettura e la conoscenza delle piccole realtà editoriali in contesti diversi, anche al di fuori dei luoghi solitamente deputati.
Gli editori promuoveranno in prima persona il proprio lavoro e le proprie scelte editoriali cercando un rapporto diretto con il pubblico e un dialogo con l’intera città.

  • Editori allo scoperto nasce perché solo facendo rete si può spuntarla.
  • Editori allo scoperto scommette sul rapporto diretto con il pubblico perché un libro è diverso da una news e ha bisogno di tempo per essere apprezzato e per essere compreso.
  • Editori allo scoperto intende promuovere il rapporto diretto fra le persone, perché c’è bisogno di dialogo, di confronto e di immaginare insieme un altro modo di andare avanti.
  • Editori allo scoperto mette in campo una serie di idee basate sulla collaborazione fra editori e pubblico, non più inteso come interlocutore passivo, semplice auditorium, ma come parte attiva di un grande progetto editoriale.

Chi sono i protagonisti? Glifo Edizioni, Corrimano Edizioni, Il Palindromo Edizioni, Edizioni Leima, Navarra Editore, Torri del Vento Edizioni, Urban Apnea Edizioni, Istituto Poligrafico Europeo, Mesogea, AAS PressSpazio Cultura Edizioni, Edizioni Caracol21 Editore e Qanat Edizioni.

Non sono riuscita purtroppo a partecipare ai due incontri inaugurali; ho avuto però l’immenso piacere di conoscere bene Urban Apnea Edizioni e i loro componenti (e di acquistare un loro libro – cartaceo, perché loro distribuiscono online del tutto gratuitamente i loro testi – e una bellissima maglietta in fibra di bambù).

Seguirò e seguiremo da vicino questa nuova rete che ha tutte le carte in regola per creare – finalmente – uno splendido movimento culturale direttamente sul territorio.

Related Posts

Leave Your Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.