Blog

Call Center Book


– Pronto, buongiorno, sono Christian e la chiamo dalla VendiamoLibriDiEsordienti. Volevo chiederle, lei legge?

– Sì, beh, insomma, qualche volta… Ma guardi, non sono interessato…

– Un attimo solo, volevo informarla dell’uscita del nostro nuovissimo libro, Un tramonto sul mare. Guardi, a soli 9,90€ potrà godere di un libro potente, sconvolgente, profondo.

– Ma no, insomma… Poi mi chiamate tutti i giorni, di libri ne escono fin dalle pareti…

– Certo, la capisco. Però, mi creda: si tratta di un libro che la conquisterà. Ha già  conquistato milioni di lettori, siamo alla ventesima ristampa nel giro di una settimana!

– Sì, però vede… Deve capirmi. Tanta gente mi dice che ha comprato libri da voi e non si è trovata bene.

– Ma non si preoccupi! Ha il diritto di recesso, entro trenta giorni se ha qualsiasi tipo di problema la rimborsiamo e la facciamo tornare al suo vecchio libraio a nostre spese. E le mandiamo il contratto a casa!

– Mah, non so… Devo parlarne in casa… E comunque, se dopo il libro non mi piace?

– …Perché, intende anche leggerlo?

 

Non è così inverosimile, no?

La gente si lamenta di essere bersagliata dalle telefonate a casa (e io sono una di quelle che vi scoccia per offrirvi un nuovo piano telefonico, quindi vedete di non insultarmi la categoria, oh). Però, se per quanto riguarda telefono, televisore, olio e forex online – sì, hanno iniziato a chiamare anche per chiedere se si è interessati a fare trading – si può anche capire il marketing battente, quando si parla di libri la questione è un po’ più delicata.

I libri non sono un prodotto di largo consumo e, soprattutto, oltre a essere semplici “prodotti” hanno un valore culturale. Ed è un valore intrinseco, al di là del fatto che sia un libro bello o un libro brutto, non è di questo che voglio parlare.

Stamattina la casa editrice Chiarelettere lanciava l’hashtag #fascetta su Twitter, per discutere sull’ormai immancabile fascetta che accompagna quasi sempre le novità della medie e grandi case editrici.

E a tal proposito: possibile che ogni libro che esce sia un grandissimo successo editoriale, nato dal passaparola, creato dai librai, da internet, dalla popolazione tutta e che ha avuto quattordici ristampe nel giro di tre giorni?

Related Posts
3 Comments
  • Andrea
    Reply

    Carino l’articolo!

  • Reply

    Leggere il bestseller che ha venduto quindici milioni di copie in tre giorni, ha la copertina glitterata con il titolo rosso metallizzato e la fascetta con l’entusiastico commento estrapolato da una recensione a fondo pagina di qualche quotidiano straniero?
    Se li compri, sai che non devi leggerli. Se poi li leggi, beh, cavoli tuoi.

  • Reply

    “possibile che ogni libro che esce sia un grandissimo successo editoriale, nato dal passaparola, creato dai librai, da internet, dalla popolazione tutta e che ha avuto quattordici ristampe nel giro di tre giorni?”
    No. Prossima telefonata.

Leave Your Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.