Blog

Queer Theory


Non si può affrontare una discussione sulla letteratura basata sul genere e l’orientamento sessuale senza affrontare un discorso più generale: quello della teoria dei generi. Nella nostra discussione più volte è stata citata la Queer Theory, ma chiariamoci le idee: cosa è? E soprattutto, in che modo può essere utile per comprendere se esiste o meno un genere letterario basato sull’orientamento sessuale?

Dando una rispolverata ai pochi testi nella nostra lingua che ne parlano in maniera approfondita, scopriremo che la Queer Theory nasce negli anni novanta come teoria psicologica e sociale con l’intento di scardinare la tendenza di attribuzione del genere quando si parla di identità.

In poche parole la teoria queer indaga sull’attribuzione dei generi non tanto come innati o biologici quanto invece come costrutti sociali che identificano le singole persone (e di conseguenza anche le loro produzioni, comprese quelle artistiche) nelle categorie di genere: uomo-donna, eterosessuale – omosessuale.

Da essa si sono dipanati due filoni (tra i tanti) riconducibili a due assiomi distinti: uno volto a riconoscere quali comportamenti sono ascrivibili all’identificazione normativa o deviante (giusto o sbagliato), mentre l’altro, condotto soprattutto da studiosi omosessuali, cerca di far luce su quanto è naturale rispetto a quanto invece è innaturale, partendo dal punti di vista eterosessuale in merito alla società e ai comportamenti individuali.

In definitiva la Queer Theory cerca di dimostrare che la specificità delle persone non può essere ricondotta a una generale catalogazione basata sul genere, senza prendere in considerazione le pecurialità comportamentali e, soprattutto, se tali catalogazioni di fatto derivano da ideologie sociali e non dall’effettiva differenza biologica.

Ecco, ora la domanda, come direbbero in tanti, sorgerebbe spontanea:

E questo cosa c’entra con la letteratura di genere LGTB?

Ragionandoci su, se noi applichiamo la Queer Theory al nostro dubbio sull’effettiva esistenza di un genere letterario omosessuale, forse (e ribadisco forse) la risposta sarebbe: No.

Se interpretiamo la Queer Theory, una  valutazione di appartenenza a un genere letterario si deve fermare a quello che lo scrittore intende scrivere e comunicare.

Valutare un testo prendendo in considerazione il genere sessuale dei protagonisti e il tipo di esperienze che essi vivono nella trama, andrebbe incontro a una identificazione che si ispira al modello secondo cui la persona ha un’identità che trascende dall’alto, creando degli schemi concettuali, a volte, pregiudizievoli.

Per cui il genere LGTB sarebbe attribuibile solo nel caso in cui l’artista si definisce e connota la sua opera come appartenente a quel ben preciso filone. Tutto il resto andrebbe ricondotto a un’identificazione che prescinde dal tema trattato in termini di generi sessuali e ruoli attribuiti, per cui se scrivo un fantasy dove i protagonisti sono due draghi maschi che si amano alla follia, beh, è un fantasy, non un libro di genere omosessuale, a meno che il mio intento non sia quello di scriverlo perché metaforizzo la condizione omosessuale in Italia o perché magari diventa una bandiera per la lotta alla discriminazione rivolgendomi esclusivamente al pubblico omosessuale.

Ritengo utile inoltre una piccola riflessione: Queer viene dall’inglese e significa “insolito”, “strano”. Erroneamente la parola viene utilizzata come sinonimo di LGTB, mondo gay e lesbico, tanto che spesso si parla, anche in termine letterario, di letteratura queer identificando quella produzione non tanto come genere quanto come contenente temi di vita omosessuale e connessi all’identità.

Di fatto però il termine nasce proprio per scongiurare la tendenza a dover identificare e creare poi stereotipi basate sulle identità di genere, e quindi usarlo per definire il mondo LGTB e le sue evoluzioni, da alcuni viene ritenuto errato, proprio perché in realtà la Queer Theory tende a sovvertire questa catalogazione.

Mi piacerebbe molto sentire la vostra opinione in merito.

 

L’immagine in apertura è di icentaurus

Related Posts

Leave Your Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.