Blog

L’esperienza di leggere un eBook


C’è chi difende a spada tratta il libro cartaceo, la sensazione di sfogliare le pagine, l’odore della carta, la fisicità delle sensazioni e chi è un paladino degli eBook, degli eReader e del “nuovo modo di leggere”. Per quel che mi riguarda, l’importante è leggere e in questo senso eBook o libro cartaceo è secondario (anche se, lo confesso, ho un debole per l’eBook).Giuseppe Granieri riporta nel suo blog un aneddoto personale su come ci si abitua ben presto a leggere tramite eReader e come ci si può disaffezionare al libro cartaceo:

Un paio di giorni fa ho iniziato a leggere un parallelepipedo di carta. Erano mesi che non lo facevo. Poiché si tratta di un romanzo, ho iniziato a leggerlo a letto, che è il posto dove leggo la narrativa. La prima cosa che ho pensato, prendendolo in mano, è stata: “Maledetti hardcover. Pesa quanto l’iPad e non si connette a Internet”. La seconda è stata: “Mi conviene iniziarlo ora che devo partire? Altro peso in borsa. Con l’iPad verrebbe con me comunque”. Poi mi sono messo a letto e ho iniziato a leggere. Sbuffando: “Ma cavolo, non è nemmeno retroilluminato”. Dopo qualche minuto di lettura, infine, i miei amati parallelepipedi di carta mi sono definitivamente caduti dal cuore. Ed è stato quando ho cercato di evidenziare un brano passando due dita sul foglio e non è successo nulla.

Continua a leggere su Booksblog

 

Related Posts
12 Comments
  • Desert_Rose
    Reply

    Io uso da un paio di mesi il Kindle e che dire…ho ritrovato il gusto della lettura `on ogni luogo’che avevo completamente perso (per lavoro sto fuori tutto il giorno e devo portarmi dietro borsa e zaino con dentro mille cose- mac, tutti i materiali della tesi, materiali per l’insagnamento, necessario per la palestra), quindi andava a finire che il libro `di compagnia’, quello da leggere in pausa pranzo o sulla metro rimaneva a casa per pietà della mia schiena.
    L’ebook reader ja risolto questi problemi e ho ricominciato a leggere la mia media di 4-5 libri a settimana (felicità!). Inoltre mi salva da un altro problema tecnico: la mia stanza é un buco e anche volendo libri non ne potrei tenere (sono primitiva, ma preferisco comprare i libri, piuttosto che prenderli in biblioteca perché ho bisogno di sentirli miei).
    Ovviamente il mio amore pr il cartaceo non si é spento..diciamo che in condizioni ideali min terrei un mix di entrambi 🙂

  • Xarxes
    Reply

    eh, io invece purtroppo un lettore ebook per studiare non potrei mai usarlo, mi servirebbe minimo un 10 pollici con schermo a colori e sottolineabile con toni diversi XD

    per il resto narrativa ne leggo talmente tanta e denaro non ne tengo, altrimenti chi se ne fregherebbe di biblioteche ed edizioni economiche, accatterei tutto in edizione figherrima e il lettore ebook lo userei per viaggi e roba non esistente in cartaceo. Purtroppo il portafogli anoressico è lì che mi fissa sconsolato… e finisce che accatto solo libri che mi piacciono davvero tanto, un po’ come per i cd musicali.

  • Paolina
    Reply

    Sì certo, ci vogliono pochi attimi per creare una copia di un file.
    Ma basta solo un po’ di attenzione per non rovinare i libri cartacei: non bere il caffè mentre si legge e non lasciarli intere giornate al sole! Ammetto che ho rovinato un paio di romanzi a furia di rileggerli e quelli sono i libri che preferisco, perché non raccontano solo la storia scritta dall’autore ma anche la mia, è come se in ogni pagina ci fosse un po’ di me. Mi ricordo sempre dove ho acquistato i miei libri, se mi sono recata apposta in libreria solo per quel determinato romanzo, oppure se l’ho visto per caso tra gli scaffali e me ne sono innamorata. Non è come scaricare libri da internet. Sarò io che sono pazza. 😉
    Per quanto riguarda le tubature che scoppiano, ho pensato anche a quello! La mia libreria è rialzata, ci vogliono tipo 50cm di acqua per arrivare ai libri. Spolvero spesso i miei volumi per far ingiallire il meno possibile le pagine.
    @Xarxes sono d’accordo con te! Perchè scegliere? Potrei leggere un eBook solo per motivi pratici, come ad esempio lo studio, ma quando leggo per passione allora continuo a preferire i cartacei!! 🙂

  • Xarxes
    Reply

    se si guasta e non è riparabile tocca comprarne uno nuovo, quanto ai file da quando esistono i computer è buona cosa averne una copia di sicurezza da qualche parte se sono importanti.

    Anche se non capisco la “differenza” coi libri cartacei su questo versante. Le tubature possono scoppiare e allagare la stanza dove sta la libreria, su un libro ci si può versare sopra il caffè, rovinarsi a fura di usarlo, schiarirsi la copertina col sole, strapparsi le pagine…

    Io comunque anche se ho un lettore ebook continuo a saccheggiare la biblioteca, perchè scegliere l’uno o l’altra :D?

  • Reply

    @Paolina “Cosa succede se un eReader si guasta?”
    La stessa cosa che succede se un libro cartaceo si rovina, solo che fare una copia di back up è più semplice ^^

  • Paolina
    Reply

    @Lyssa, l’anno scorso ne ho portati dietro 3 e ne ho comprati altri 2 mentre ero al mare, 5 ci sono stati benissimo!! Capisco che potrebbe essere un problema portare tanti libri in viaggio, soprattutto per chi si sposta in aereo e deve pesare le valigie.
    Vorrei farvi un paio di domande, cosa succede se un eReader si guasta? C’è la possibilità di recuperare tutti i dati? E con i virus informatici? La biblioteca digitale è al sicuro quanto quella dei “parallelepipedi di carta”?

  • Lyssa
    Reply

    @Paolina, sono d’accordo con te sul preferire i libri cartacei…ma prova ad infilarne una decina in valigia da leggere in vacanza xD

  • Reply

    Continuo a comperare libri cartacei e continuerò a farlo, soprattutto per i miei autori feticcio… ma la comodità di leggere ovunque senza la fatica di portarsi appresso pesi considerevoli è insuperabile.

  • Paolina
    Reply

    Continuano a non piacermi.
    Gli eBook saranno anche pratici e leggeri ma…vi rispondo con una citazione: “I libri devono essere pesanti perchè dentro hanno il mondo intero”.

  • Reply

    Mamma mia, quando vedo nella stessa frase “leggere” e “retroilluminazione” mi viene l’orticaria.
    Io ho comprato da poco un ebook reader (di quelli veri, con la tecnologia e-ink) e mi sto trovando molto bene, anche se ovviamente i cartacei continuano ad avere un loro fascino. Personalmente credo che sia una bella esperienza leggere un ebook, di sicuro ci sono vantaggi che il cartaceo non ti può dare, primo fra tutti la possibilità di ingrandire i caratteri e di poterti portare un’intera biblioteca comodamente in borsa. ^^

  • Elnor
    Reply

    E’ quello che ho pensato anch’io.
    In effetti l’ipad non è un gran chè per una lettura prolungata, specie all’aperto, ma in effetti Granieri dice che di solito legge a letto.
    ;D

  • Reply

    E se pensiamo che il tipo usa un ipad, ovvero uno dei “mezzi” peggiori per leggere un ebook, chissà cosa sarebbe successo se fosse stato abituato all’ uso di un vero lettore. 😉

Leave Your Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.