Cerca nel Forum

Risultati per i tag 'storico'.

  • Cerca per Tag

    Tag separati da virgole.
  • Cerca per Autore

Tipo di contenuto


Il mondo dell'editoria, senza filtri.

  • Inizia qui la tua avventura nella community
    • Regolamento del Forum
    • Ingresso
    • Bacheca
  • Il mondo dell'editoria
    • Case Editrici
    • Piattaforme Print on Demand
    • Agenzie Letterarie
    • Librerie
    • Freelance
    • Questioni legali
    • Concorsi ed Eventi esterni
    • Varie ed eventuali
  • Officina
    • Narrativa
    • Poesia
    • Contest del Writer's Dream
    • I migliori racconti del WD
    • I nostri libri
  • Documentazione
    • Scrivere
    • Leggere
  • Area Relax
    • Agorà
    • WD Club
    • Il blog del Writer's Dream

Categorie

  • Arte, cinema e fotografia
  • Azione e avventura
  • Biografie, diari, memorie
  • Fantascienza, Horror, Fantasy
  • Gialli e Thriller
  • Letteratura non di genere
  • Letteratura erotica
  • Letteratura Rosa
  • Bambini e ragazzi
  • Società e Scienze sociali
  • Storia
  • Poesia

Categorie

  • Arte, cinema e fotografia
  • Azione, avventura
  • Biografia, diari e memorie
  • Fantascienza, Horror e Fantasy
  • Gialli e Thriller
  • Letteratura Erotica
  • Letteratura Rosa
  • Letteratura non di genere
  • Bambini e Ragazzi
  • Società e Scienze sociali
  • Storia
  • Poesia

Calendari

  • Presentazione in Libreria
  • Concorso Letterario
  • Corso di scrittura
  • Altro
  • Evento del Writer's Dream

Trovato 79 risultati

  1. Nome: La corte editore Generi valutati: thriller, fantasy, sentimentale, narrativa e storico Invio Manoscritti: http://www.lacorteditore.it/invia-il-tuo-manoscritto/ Distribuzione: http://www.lacorteditore.it/distribuzione/ Sito: http://www.lacorteditore.it/ Facebook: https://www.facebook.com/lacorteeditore Pubblicazione senza contributo Qualcuno conosce questa Casa Editrice? So che è free ma il loro sito e in ri(costruzione). Comunque ho chiamato sul numero del sito e mi hanno detto che accettano manoscritti sia di narrativa generale che Fantasy. C'è qualcuno che me ne sa dire di più?
  2. Titolo: Hadriaticum Autore: Pio Bianchini Casa editrice: Augh! (Gruppo Edizioni Alter Ego) Collana: Frecce ISBN : 978-88-9343-153-8 Data di pubblicazione: maggio 2017 Prezzo: 15,00 € Genere: Azione e avventura, Storico Pagine: 282 Quarta di copertina: Un romanzo storico, un intreccio di storie che parte dai sottoportici della Venezia del XIII secolo e si apre alle vie dell’Adriatico, tra le sponde di Almissa e di Portonovo. Lunardo e Marin, gemelli nati dall’unione clandestina tra il nobile Jacopo Polani e una meretrice, crescono ignari delle loro blasonate origini. Divenuti ragazzi, la loro somiglianza col padre non passa inosservata. Rimasti orfani e caduti in disgrazia a causa delle trame ordite contro di loro, si imbarcano come rematori su una galea diretta verso la Grecia. A bordo ci sono due fanciulle in procinto di conoscere i loro sposi, ma durante il viaggio l’equipaggio diviene preda della sagitta capitanata da Siniša, fiero pirata di Almissa. Le vite dei protagonisti vengono stravolte; eventi tragici accomunano aguzzini e vittime, conducendo infine alla necessità di ricostruire le rispettive esistenze alle porte delle terre riminesi. Che si rivelano una polveriera pronta a esplodere… Link all'acquisto: http://www.aughedizioni.it/frecce/hadriaticum/ https://www.libreriauniversitaria.it/hadriaticum-pirati-almissa-bianchini-pio/libro/9788893431538?utm_source=google-shopping&utm_medium=cpc&utm_term=9788893431538&utm_content=Libri%20Italiani&utm_campaign=google-shopping-lib&gclid=CM7cipecq9QCFUtsGwodsjcCiA https://www.ibs.it/libri/autori/Pio%20Bianchini https://www.amazon.it/Hadriaticum-Pirati-Almissa-Pio-Bianchini/dp/889343153X/ref=sr_1_2?s=books&ie=UTF8&qid=1496820918&sr=1-2&keywords=pio+bianchini
  3. Titolo: Alter Ego: Memorie di un viaggiatore ultracorporeo Autore: Giuliano Golfieri Autopubblicato: Amazon KDP ISBN: 1521594414 Data di pubblicazione: 10/07/2017 Prezzo: Carteceo € 16,00 - Digitale: € 4,99 Genere: Avventura/Fantascienza/Esoterico/Storico Caratteri: 500.000 Quarta di copertina o estratto del libro: Francia, 1745. Un ragazzo si sveglia in un bosco alle porte di Parigi senza memoria del suo passato. Tramite un fortuito incidente, scopre di possedere un inspiegabile potere in grado di farlo trasmigrare nel corpo di altre persone, smettendo di esistere e invecchiare durante la permanenza nei suoi ospiti. Grazie a questa capacità, la vita del protagonista si intreccerà con quella di famosi personaggi dell’epoca e trasformerà il suo singolare dono in una sinistra professione al servizio della massoneria e dei potenti della Francia settecentesca. Un’avventura lunga più di un secolo che in un crescendo sempre più ritmato gli farà vivere in prima persona un'escalation di momenti storici, tra cui la rivoluzione francese. Attraverso viaggi esotici, sesso, amori dannati, amicizie altolocate e nemici potenti che tramano nell’ombra, culminando in un colpo di scena finale Alter Ego racconta uno scorcio su una delle epoche più buie della storia, con un vivo retrogusto esoterico. La realizzazione di Alter Ego ha richiesto un lavoro di ricerca storica di oltre due anni. Molti dei personaggi, anche quelli secondari, sono realmente esistiti e vengono accuratamente raccontati grazie al loro coinvolgimento diretto nella trama, lasciando al lettore il gusto di approfondire i dettagli e scoprire legami e sotterfugi nascosti nel racconto. Link all'acquisto: Versione cartacea: https://goo.gl/TnHUy1 Versione e-book Kindle: https://goo.gl/wTsf53
  4. Immagine di copertina: http://www.sonzognoeditori.it/index.php/component/marsilio/scheda-libro/4542653/il-giglio-di-fuoco Titolo: "Il giglio di fuoco" Autore: Vic Echegoyen (traduzione di Amaranta Sbardella) Casa editrice: Sonzogno ISBN: cartacea ISBN-10: 884542653X; ISBN-13: 978-8845426537; digitale ASIN: B07662T5TX Data di pubblicazione (o di uscita): 19 ottobre 2017 Prezzo: 16,58 euro (versione cartacea) 9,99 euro (versione digitale ) Genere: romanzo storico Pagine: 491 Quarta di copertina o estratto del libro: "Francia, durante la Guerra dei trent'anni. Quando il cardinale Richelieu incarica Leon, segretario di stato e capo delle sue spie, di una rischiosa missione segreta in Borgogna, territorio nemico, questi non immagina che dovrà trovare, catturare ed eliminare la donna più pericolosa del regno. Mentre la caccia avanza e la misteriosa preda trova mille stratagemmi per sfuggire ai suoi persecutori, vengono gradualmente alla luce la personalità e il passato dell'eroina braccata: una spregiudicata avventuriera, proveniente dai bassifondi della società, ripudiata fin da piccola dai genitori e marchiata a fuoco dall'Inquisizione, capace però di conquistare le corti di Londra e Parigi grazie al fascino, all'astuzia e a un ingegno senza scrupoli. Aveva saputo entrare anche nelle grazie dell'uomo più potente di Francia, il cardinale; ma ora, al termine di una sequela di raggiri e inganni, inizia tra i due - i cui destini sono intimamente intrecciati - l'ultima sfida, nella quale entrambi metteranno a rischio la propria fortuna, la propria vita, e perfino la pace in Europa." Link all'acquisto: https://www.amazon.it/Il-giglio-fuoco-Vic-Echegoyen/dp/884542653X/ref=tmm_pap_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=&sr= Recensioni (attenzione: SPOILERS!): Bostonian Library Scaffalidariscrivere Convenzionali
  5. Nome: Gruppo Edizioni Leucotea Genere valutati: Narrativa, letteratura, storia, economia, divulgazione scientifica, spiritualità Invio manoscritti: http://www.edizionileucotea.it/it/home.php?s=0,1,43 all'indirizzo edizionileucotea@edizionileucotea.it, opere da 10 a 150 cartelle editoriali Distribuzione: http://www.edizionileucotea.it/it/dove_siamo Sito: http://www.edizionileucotea.it Facebook: https://it-it.facebook.com/leucotea.leucotea/
  6. Fino a
    presentazione del libro di e con Luca Buggio edito da La Corte con Gianni La Corte, editore, Piergiuseppe Menietti, storico del Museo Pietro Micca e Baba Richerme, giornalista RAI. Il regista e attore teatrale torinese esordisce con un affascinante romanzo ambientato agli inizi del Settecento nella Torino assediata dai francesi, città magica e crocevia di banditi, avvolta da un’atmosfera che sconfina tra il gotico e il thriller. Circolo dei Lettori +39 011 432 68 27 info@circololettori.it http://www.circololettori.it/la-citta-delle-streghe/
  7. Nome: Catartica Edizioni Generi trattati: Narrativa, saggi, biografia e memoriale, storico, romanzo di formazione Modalità di invio dei manoscritti: Inviando una e-mail all'indirizzo di posta catartica.manoscritti@gmail.com Distribuzione: In fase di organizzazione. Attualmente presenti sulla piattaforma "Satellite libri". Sito: http://www.catarticaedizioni.com/ Facebook: https://www.facebook.com/catarticaedizioni/ Dal sito dell'editore: Catartica Edizioni [...] Vogliamo essere indipendenti e controcorrente, una casa editrice che non pone censure preventive e che punta a valorizzare tutte le forme di espressione che nella letteratura così detta “tradizionale” non trovano sufficientemente spazio. [...] Il Progetto [...] Un progetto indirizzato principalmente, ma non esclusivamente, alla Sardegna, della quale intendiamo raccogliere e valorizzare le principali tematiche che animano il dibattito socio-politico e culturale. Una piccola casa editrice indipendente indirizzata a valorizzare le realtà locali, le periferie, le culture e le espressioni d'arte alternative che vengono trascurate dalla grande editoria incline alla sola logica del profitto e delle grandi tirature. Un progetto svincolato dunque dalla crescente massificazione e dall'appiattimento culturale imposto dall'industria editoriale dominante. Alla base di tutto questo c’è il desiderio di prestare attenzione ad ogni percorso del libro, partendo dalla valutazione del testo sino a mettere l'autore al centro di un lavoro di redazione mirato non solo alla stampa della sua opera ma anche alla cura dei dettagli, alla promozione, che consideriamo essenziale, e alla sua distribuzione. [...] [...] Catartica Edizioni pubblica opere di vario genere (Raccolte di racconti, Romanzi, Saggi politico-sociali ecc.) di scrittori emergenti e non, con particolare attenzione alle tematiche sociali delle realtà urbane, delle periferie e alle espressioni d’arte alternative. [...] L’idoneità alla pubblicazione [...] comporta la sottoscrizione di un contratto di edizione che non prevede nessun costo a carico dell’autore. [...]
  8. Prologo Fa stranamente freddo. Avvolto nel ruvido vello di pecora che mi fa da coperta ascolto tutti i rumori che nel buio mi circondano: il crepitio delle ultime braci che stanno per spegnersi, i ronzii degli insetti, il russare dei miei compagni. Questa notte Hypnos, il sonno, non è venuto a trovarmi e sento la mancanza dell’oblio e del riposo che, anche se scioglie le membra come la morte, ridà forza e vigore all’uomo stanco. La mente non si ferma e, come in un fiume inarrestabile che li trascina, i pensieri si inseguono portando con sé i giorni della mia vita, i volti familiari, le gioie e i dolori. Domani molti di quelli che intorno a me dormono o cercano di dormire saranno morti e, forse, anch’io sarò in viaggio verso l’Ade trafitto da un ferro cartaginese o schiacciato sotto le ruote di un carro. Siamo a diversi giorni di cammino da casa e abbiamo marciato a tappe forzate, concedendoci pochissimo riposo per attraversare il territorio nemico. Siamo in pochi, troppo pochi per affrontare l’orda di barbari che avanza come se volesse cancellare ogni nostra traccia dalla Sicilia. Le notizie arrivate in città parlavano di settantamila uomini, ma anche se fossero soltanto la metà ce ne sarebbero tre di loro per ognuno dei nostri. Le poche persone che abbiamo incontrato sul nostro cammino hanno confermato che i nostri nemici sono numerosi come le spighe di grano dei campi di Leontinoi in giugno e, nel lasciarci, ci hanno salutato con uno sguardo che non nascondeva la pietà per una sorte che ai loro occhi appariva segnata. Ieri mille mercenari ci hanno abbandonato. Dicevano che eravamo folli a seguire un vecchio ormai fuori di senno per l’età e che era impossibile opporsi a quella marea montante con le nostre deboli forze. Timoleonte li ha congedati impassibile, sciogliendoli da ogni vincolo. Davanti a noi ha poi spiegato che era un bene che costoro avessero preso una simile decisione prima della battaglia: un loro tradimento nel corso del combattimento ci avrebbe irrimediabilmente perduti. Qualcuno ha poi commentato, con un sorriso amaro, che perduti lo eravamo comunque, ormai troppo lontani da casa per fuggire, troppo lontani perfino per poter sperare di seppellire i nostri caduti. Da qualche parte, nell’oscurità, qualcuno si è svegliato e ha iniziato a cantare piano. Non riesco a distinguere le parole, quello che mi giunge all’orecchio è solo una specie di lamento sommesso, interrotto da colpi di tosse e silenzi esitanti. Strano. L’estate è alle porte, ma anche se sopra di me brillano le stelle mi sembra di scorgere nubi all’orizzonte e perfino il bagliore di qualche lampo lontano. Ma probabilmente è solo la mia immaginazione. Domani, forse, saremo tutti morti.
  9. Nome editore: Castelvecchi Sito: http://www.castelvecchieditore.com/ Generi valutati: romanzi storici, classici del Novecento, narrativa contemporanea, saggistica, saggi brevi con una forte impronta divulgativa sui grandi temi della contemporaneità, intervento politico, economico e di denuncia Invio manoscritti: http://www.castelvecchieditore.com/proposte/ e http://www.gruppolit.com/proposal-proposte/ Distribuzione: non viene specificata Facebook: https://www.facebook.com/Castelvecchi-editore-327367067162/
  10. premessa: l'obiettivo di oggi è riuscire a caricare nel modo corretto questo racconto epico per ragazzi. Quando il leone di Nemea venne ucciso da Ercole, una bestia ancora più forte e più violenta prese posto nella grotta. Aveva appena portato a termine la sua dodicesima fatica quando ricevette una lettera da Ermes sulla quale era scritto: “Ercole, abbiamo ancora bisogno della tua forza. Questo messaggio te lo manda la ragazzina che ti curò quando sconfiggesti il grande leone nemeo. Poco tempo dopo che l’invulnerabile belva morì, al suo posto arrivò, nella grotta, una bestia spaventosa: con il corpo di tigre, la testa da pantera e al posto della coda un serpente boa che inghiotte le vittime. Ha sei gambe, due zampe di tigre per graffiare, due artigli d’aquila per afferrare e due forti cosce di cavallo per erigersi da terra e mostrare la sua massima potenza. E come se non bastasse ha quattro ali: due forti di aquila per alzarsi in volo e due enormi di pipistrello per nascondersi nel buio. La gente del villaggio vive nel terrore di essere divorata da questo orribile mostro. Ti prego di aiutarci!”. Ercole era sorpreso e anche spaventato di sapere che al mondo esistesse una bestia tanto forte e crudele, ma senza indugiare prese la sua clava e gli strumenti divini e si recò al villaggio. Stavolta erano l’onore e l’amore per il prossimo che lo spinsero ad agire, oltre alla voglia di esercitare di nuovo la sua forza bruta di cui era finalmente diventato padrone. Appena arrivato entrò nella grotta dove lo attendeva una lotta che durò cinque giorni e cinque notti: un giorno ed una notte per studiare i punti deboli del mostro, un giorno ed una notta per realizzare un piano d’attacco, un giorno ed una notte per simulare l’aggressione al mostro e testare gli strumenti, un giorno ed una notte per prepararsi mentalmente all’azione, ed infine un giorno ed una notte per ucciderlo. Stavolta non bastava la clava che ben conosceva e che si era costruito con le sue mani. La prova richiedeva l’utilizzo di tutti gli strumenti forniti dagli dei: la veste di Minerva per nascondersi nel buio della grotta, l’arco di luce di Apollo per vedere il mostro nell’oscurità, la corazza di Vulcano per proteggersi dai graffi, i cavalli di Nettuno per distrarre la bestia durante la lotta ed infine la spada in guaina d’argento di Mercurio per tagliare la testa di pantera. Al villaggio erano tutti preoccupati per la sua vita, ma lui tornò vittorioso, anche se ferito profondamente su tutto il corpo. Gli abitanti adesso non lo temevano più e si fidavano di lui, quindi lo curarono lavandolo e offrendogli cibo e bevande ed organizzarono una grande festa in suo onore. E fu così che, ormai padrone degli strumenti divini ricevuti, ancora una volta Ercole riuscì ad essere d’aiuto.
  11. http://www.cavinatoeditore.com/wp-content/uploads/2017/03/Copertina-Lultimo-Paleologo-ALTA.jpg Titolo: L'ultimo Paleologo Autore: Emanuele Rizzardi Casa editrice: Cavinato Editore ISBN: 9788869825194 Data di pubblicazione: 4 aprile 2017 Prezzo: 5,99 euro digitale, 25 euro cartacea Genere: romanzo storico Pagine: 423 Quarta di copertina: 1453, Ancona. Quattro galee italiche prendono il mare per soccorrere Costantinopoli, assediata dal geniale e terribile sultano Maometto II. Chi le comanda è Alessio, bastardo della casata dei Paleologi, di ritorno a casa dopo un lungo esilio a causa di un turpe delitto. Dopo aver umiliato le navi dell’ammiraglio turco Baltoglu, Alessio sperimenta la durezza dell’assedio e gli attriti fra occidentali e bizantini in una città agonizzante e prossima alla capitolazione. Nella disperata ricerca di alleati, il basileus Costantino XI lo invierà nel Caucaso, presso il regno di Georgia, per portare a compimento una promessa matrimoniale rimandata troppo a lungo. Inseguito da vecchi nemici in cerca di vendetta, giungerà alla corte del duca di Kutaisi dove prenderà parte alla lunga e intricata guerra civile per conquistare il trono di Re dei Re, signore di tutta la Georgia. Link all'acquisto: Cartaceo: https://www.ibs.it/ultimo-paleologo-libro-emanuele-rizzardi/e/9788869825194 Digitale: https://www.ibs.it/ultimo-paleologo-ebook-emanuele-rizzardi/e/9788869825217
  12. Nome: Verbavolant Edizioni Generi valutati: narrativa, storia, saggistica, fumetti, libri illustrati Invio manoscritti: Inviare sinossi e una breve biografia all'indirizzo: manoscritti@verbavolantedizioni.it Distribuzione: http://www.verbavola...&id=25&Itemid=9 Sito: www.verbavolantedizioni.it Facebook: https://www.facebook.com/VerbaVolant-edizioni-451343218236005/?fref=ts Segnalo, dalla mail di presentazione:
  13. Nome: Marlin Editore Generi trattati: narrativa, storico, saggi Modalità di invio dei manoscritti: http://www.marlineditore.it/collabora.xhtml Distribuzione: http://www.marlineditore.it/distributori.xhtml Sito: http://www.marlineditore.it Facebook: https://www.facebook.com/MarlinEditoreCava
  14. Fino a
    Emilio Podda presenterà il suo romanzo "I colori dell'alba". Coordinatore della serata sarà il professor Giuseppe Marras. Interverranno il Colonnello Sandro Branca, Capo Ufficio Logistico Poligoni Sardegna dell'Esercito Italiano, e il professor Antonello Caddeo, docente di Storia e Filosofia al Liceo Classico "E. Piga" di Villacidro
  15. Immagine di copertina: Titolo: Nessun porto nella nebbia Autore: Maria Campanaro Collana: Romance Casa editrice: Triskell Edizioni ISBN: (versione digitale): ISBN: 978-88-9312-280-1 Data di pubblicazione (o di uscita): 6 ottobre 2017 Prezzo: (della versione digitale) euro 5,99 Genere: storico - sentimentale Pagine: 457 Quarta di copertina: Francia, 1671. L’impetuosa marchesa Isabel de Martigny s’imbarca per la Spagna, per sfuggire ai propositi del duca di Belfort, Primo Consigliere di Luigi XIV, di trasformarla nella nuova favorita del re. Durante una tempesta la sua nave viene assalita dalla Lucky Chance, un vascello pirata sotto il comando del carismatico e irrequieto Julian Koslow. Scoperto il valore che la ragazza ha per il sovrano, questi decide di barattare la sua liberazione con la consegna del duca di Rocheville, l’uomo che crede il suo vero padre e verso il quale nutre un’oscura ansia di vendetta. In attesa del giorno dello scambio il rapporto tra Isabel e Julian cresce, li porta ad avvicinarsi e allontanarsi come nella sincronia di una danza, come nei passi di un duello, a trovare una sorprendente intesa che mette in luce tutto ciò che li accomuna, a partire dalla sete di libertà e di conoscenza e si trasforma in una passione profonda e definitiva. Lo scambio con il duca di Rocheville alla fine fallisce: Julian si rende conto che non è la persona che sta cercando. Sarà Isabel a permettergli di scoprire l’agognata verità sulle sue origini, ma numerose avversità li separano da questa rivelazione, sulle rotte seguite dalla ciurma della Lucky Chance, tra battaglie navali, agguati, arrembaggi, razzie, e tra le insidie della fastosa corte di Versailles: con la forza del trascinante amore che li unisce, Isabel e Julian dovranno in seguito affrontarne le schiaccianti ripercussioni sulle loro vite. Link di acquisto: https://www.amazon.it/Nessun-porto-nella-nebbia-Campanaro-ebook/dp/B0761T2RQH/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1507305103&sr=8-1&keywords=nessun+porto+nella+nebbia
  16. Salve a tutti, è da poco uscito il mio romanzo storico e mi piacerebbe promuoverlo un po', oltre ai gruppi su Facebook avrei intenzione di sottoporre il mio libro a qualche blog che si occupi di esordienti, ma come faccio a distinguere quelli seri da quelli che vogliono scroccare solo una lettura gratis? Qualcuno mi saprebbe dare qualche nome, grazie!
  17. Ormai sei disonorata, Caterina, sei rovinata per sempre. Perché questo non ti tocca nel profondo? Il tremendo colpo, ricevuto in quel modo, ti ha raggelato ogni emozione? Ti ritrovi a sbrigare le faccende, a compiere i gesti che avevi ripetuto migliaia di volte: accendere il fuoco, cucinare, pulire, lavare, e d’un tratto ti fermi come se non sapessi come andare avanti né perché. Quello che prima ti dava soddisfazione: un piatto ben riuscito, il bucato frusciante reso immacolato dalle tue mani e quella bella sensazione di ordine e di pulito nelle stanze appena rifatte, ha perso ogni importanza. Anche il cibo non ha più sapore. Quasi ti meravigli di essere ancora viva. Cammini per le strade e avverti il mormorio alle spalle, gli sguardi maligni del borgo ti stanno addosso come avvoltoi. Vai a testa alta: se la chini, la nausea, tua fedele compagna, ti fa venire urti di vomito. Il magone che hai nel petto grava sul cuore. Ti sei cacciata nei guai, Caterina, e hai fatto tutto da sola. Ti sei data a Piero senza badare alle conseguenze. Le madri, preoccupate di accasare le figliole, ti additano come cattivo esempio. “Ha voluto un bel notaio e guarda un po’ come si ritrova!” sparlano alle tue spalle. Non sanno, ah, non conoscono le gioie che hai provato! Erano piaceri peccaminosi. “Hai peccato, Caterina” dice il parroco. “Hai ceduto alla tentazione della carne.” Le altre sono forse tutte caste e pure? “N’ho coricate pe’ i campi!” si vantano gli uomini. A far l’amore siamo in due. Perché il peso del giudizio ricade sulla donna mentre per l’uomo ogni tresca è motivo di vanto? “Dovevi serbarti fino alle nozze” ti rimprovera il parroco. Come se non avesse mai combinato un matrimonio riparatore. Ma tu non hai fatto come le altre, non ti sei messa con uno della tua condizione. Sicché, come si fa a riparare? Hai seguito il tuo sentimento… o non lo sai, sciocca, che nemmeno le ragazze delle famiglie agiate hanno il privilegio di sposarsi per amore. Tante volte loro, poverine, per volere del padre si accasano giovinette con uomini attempati. È la sorte delle femmine: o sposa, o suora o zitella. Non ti eri mai fatta illusioni su Piero. Correvi da lui come una falena che vola verso la fiamma. Speravi solo che durasse di più e che finisse in un altro modo. “Hai sbagliato e sei stata punita” dice il prete… ma i figli sono forse una punizione? Non sono una benedizione? O lo sono soltanto quelli generati nel vincolo del matrimonio? E le creature concepite dall’amore non vincolato, non sono innocenti come gli angeli? “Ora come fai a trovarti un marito?” Il parroco è sconcertato perché non ti vede contrita, nemmeno una lacrima negli occhi. Lo ascolti a capo chino mentre pensi: e chi lo vuole, il marito? Un estraneo da sopportare, a essere fortunata uno che non picchia la moglie e non la fa ammazzare di fatica. Pregando di non morire di parto, di non rimanere vedova, di non veder sotterrare i figli. Sperando di non essere abbandonata da loro nella vecchiaia. A che serve la virtù e la reputazione quando l’unica cosa che possiedi sono le tue braccia? La fatica non ti fa paura, e sei sempre in tempo a invecchiare facendo la serva. “Chiedi perdono al Signore” dice il prete. “Il pentimento deve essere sincero e profondo.” Reciti tutte le penitenze, oh perché non riesci nell’intento della contrizione? Più cerchi di pentirti e più, nell’intimo, trovi ragioni a tua discolpa. Hai la mente confusa e non distingui più il bene dal male? O è il maligno che ti confonde per sviarti dalla strada della salvezza? Invece di ravvederti, rimpiangi quel che hai perduto. In cuor tuo sai che a tornare indietro rifaresti le stesse cose. Il borgo è piccolo. Dovunque tu vada: in chiesa, al pozzo o al lavatoio, hai sempre gli sguardi addosso. Sei stata poco furba, leggi negli occhi delle donne. C’è il decotto di prezzemolo, è risaputo, da usare appena ti accorgi di essere incinta. E se non basta quello, c’è la fattucchiera per liberarti dalla creatura. Avresti aggiunto peccato al peccato… però non avresti dato scandalo. Il bambino che porti in grembo è il frutto dell’amore, perché mai devi pentirtene? È il figlio di Piero. È tutto ciò che ti rimane. Tu almeno hai vissuto, hai amato… Lo vedi, Caterina, quanta invidia c’è in fondo a quegli occhi? Ma anche questo ti lascia indifferente. D’inverno al lavatoio le mani si gelano da non sentirle più. Il dolore viene dopo, quando al caldo del focolare, col pulsare del sangue che scorre, a poco a poco riprendono vita. Così il tuo cuore: più giorni passano e più duole. È come se ti avessero tagliato un pezzo di carne viva. Ti manca Piero, l’animo anela la sua compagnia, il corpo desidera congiungersi col suo. Affiorano le immagini, le sensazioni svegliate d’improvviso da un odore, da un gesto, da una parola. Rammenti, Caterina, come aspettavi il calare del buio, come correvi da lui per il borgo addormentato? Non sentivi la terra sotto i piedi. Scivolavi leggera in casa, infilavi le scale seguita dall’occhio complice del cane Nevio, i piedi scalzi sapevano dove posarsi per non far scricchiolare le assi di legno. Poi, la gioia di ritrovarsi tra le sue braccia, le sue mani sulla pelle… Prima ti cullavi in quei ricordi, ti piaceva rievocare ogni dettaglio, era un po’ come averlo accanto. Ora ogni memoria è un supplizio. Inutile scacciarle, ti inseguono dovunque, sono le maglie di una catena che ti ha unito a lui per sempre. Neppure il sonno ti concede requie. Per avere un po’ di sollievo, frughi nella mente in cerca di qualcosa a cui aggrapparti e che non sia legato a Piero, e non trovi niente. Come se nella tua vita ci fosse stato solo lui. Stai aspettando che torni a Vinci, ma lui non arriva mai… Sei sola, Caterina, non hai nessuno che t’aiuti… Piangi allora, sfogati nel pianto! Vorresti e non riesci, il macigno ti opprime il petto e ferma il respiro, e i tuoi occhi sono asciutti. Il tuo corpo è giovane e forte. In questo corpo sta crescendo una nuova vita, una creatura da mettere al mondo, da nutrire, da proteggere. Un esserino così piccolo che ancora non ti ha gonfiato la pancia. Un lume che ti scalda il cuore e che ora è l’unica ragione che ti fa continuare ad andare avanti. Nelle sere lunghe e buie parli al bambino per sentirti meno sola. Parli, sempre più convinta che ti possa intendere. Fuori piove, il cielo versa le lacrime che non hai pianto.
  18. Aporema presenta le proprie pubblicazioni direttamente al pubblico, nel corso della tradizionale fiera di ottobre di Arsago Seprio, antico borgo storico della Provincia di Varese.
  19. Fino a
    In occasione della Rassegna Internazionale del Libro Worldbook , nella sala 1 del Palazzo Caldari di Pesaro, alle 16 di domenica 1° ottobre, Pio Bianchini presenterà il suo ultimo romanzo "Hadriaticum". Dialogherà con l'autore la scrittrice Giovanna Vigilanti.
  20. Immagine di copertina: Titolo: La Città delle Streghe Autore: Luca Buggio Casa editrice: La Corte Editore ISBN: 978-88-88516-02-1 Data di pubblicazione (o di uscita): 28 settembre 2017 Prezzo: 16,90 € Genere: thriller storico Pagine: 392 Quarta di copertina: Ottobre 1703: la politica spregiudicata di Vittorio Amedeo II porta il Ducato di Savoia in guerra contro la Francia. Laura Chevalier, cresciuta tra i campi di fiori vicino a Nizza, crede di essere al sicuro fuggendo a Torino, ma scopre che la capitale del Ducato non è una città come tutte le altre. Ci sono cose di cui non si può parlare se non sotto la protezione dei Santi, perché l'Uomo del Crocicchio è sempre a caccia di anime e potrebbe essere in ascolto. Misteriose presenze si aggirano per le vie quando scende la notte, e cadaveri mutilati vengono ritrovati la mattina seguente. Lo sa bene Gustìn , un tempo monello di strada che si è fatto le ossa fra imbrogli, furti e truffe fino a diventare una delle spie del Duca. Disilluso e intraprendente, è l'uomo giusto per fare i lavori sporchi, ma anche per mettersi a caccia di banditi, streghe e serial killer. Le loro vite si sfiorano mentre la città si prepara a sostenere l’assedio che deciderà i destini della guerra e del Ducato, tremando per i segni diabolici, affidandosi ai presagi celesti. Link all'acquisto: http://www.lacorteditore.it/prodotto/la-citta-delle-streghe-luca-buggio/ https://www.amazon.it/città-delle-streghe-Luca-Buggio/dp/8885516025 https://www.ibs.it/citta-delle-streghe-libro-luca-buggio/e/9788885516021 https://www.libreriauniversitaria.it/citta-streghe-buggio-luca-corte/libro/9788885516021 http://www.giuntialpunto.it/product/8885516025/libri-la-città-delle-streghe-luca-buggio https://www.unilibro.it/libro/buggio-luca/la-citta-delle-streghe/9788885516021
  21. [A cura del Comitato di lettura] • Titolo: Come fiori tra le macerie • Autore: Monica Maratta • Editore: Capponi Editore • Pagine: 140 • ISBN: 9788897066873 • Genere: Narrativa • Formato: Cartaceo • Prezzo: € 15,00 Trama La storia, ambientata tra un piccolo paese della Ciociaria e la città di Roma, è liberamente ispirata alla vita della nonna dell’autrice. Siamo negli anni venti, in un’Italia sempre più povera e analfabeta. Filomena è una bambina dolce e serena quando all’improvviso il suo mondo cade a pezzi: la madre si ammala e muore, e il padre lascia il paese per rifarsi la vita all’estero. È un duro colpo per la piccola, costretta a crescere in fretta con l’aiuto degli anziani nonni. Diventata una bella ragazza, è molto ammirata in paese, specie da Peppino. Tra i due nasce un sentimento tenero, contrastato dai genitori del giovane che nutrono altre speranze per il figlio. Per guadagnarsi il pane e poter aiutare in casa, Filomena si trasferisce a Roma, dove incontra quello che crede l’amore della sua vita, ma che si rivela una cocente delusione. Ingannata e con il cuore a pezzi, cerca di andare avanti, senza mai rinunciare a se stessa e ai suoi sogni. Vittima di pregiudizi, la donna fa ritorno nel paese natio, per ricominciare, poco prima che l’Italia entrasse nella seconda guerra mondiale. La sua terra natale, situata sulla linea Gustav, è vittima di continui bombardamenti degli alleati. Filomena però non si perde mai d’animo. A guerra terminata rinascerà, insieme al paese pronto a guardare al futuro, come un fiore tra le macerie. Contenuti All’apparenza, sembra una storia d’amore e di guerra come molte altre, già raccontate in letteratura e sul piccolo e grande schermo. E invece è molto di più, è la storia di un intero Paese. Ci si ritrova, da lettori, a seguire le vicende di Filomena con il cuore in mano, ritrovando nel suo piccolo mondo, dolce e triste al contempo, un passato che non andrebbe dimenticato. Il passato delle donne d’altri tempi e forti di carattere, che camminavano sempre a testa alta nonostante tante avversità della vita. Ambientazione e personaggi Le descrizioni vivide, le poche pennellate che appaiono qua e là, danno la sensazione di stare nei luoghi insieme alla protagonista e a seguirla in ogni suo spostamento. L’atmosfera è quella tipica del passato, quando l’amore profumava di cannella, ma la vita non era proprio rose e fiori. I personaggi sono tratteggiati bene, con tutti i loro punti forti e deboli e li ho trovati abbastanza credibili. La più impressa rimane sicuramente la protagonista, con cui ogni lettrice romantica si potrà identificare. Colpisce molto la sua forza di andare sempre avanti e quell’animo battagliero che secondo me la contraddistingue anche nei momenti più tristi e duri. È una donna sì forte, ma anche orgogliosa, che non si fa mai mettere sotto. La si ama e ammira proprio per il suo carattere. I personaggi maschili non sono da meno. Sono entrambi tracciati bene, non solo per quanto riguarda l’aspetto fisico, ma anche caratterialmente. Ho apprezzato l’uso del dialetto nei dialoghi, che rende autentici la storia e i suoi protagonisti. Stile e forma La lettura è scorrevole e abbastanza fluida, grazie a una scrittura limpida. Lo stile è semplice ma molto curato. L’unica, piccola critica che mi sentirei di fare riguarda alcune frasi in cui si parla di fatti storici, che mi sono sembrate più da manuale scolastico. Un pochino fredde in confronto al registro narrativo, molto più soft ed emotivo. Giudizio finale La storia è inquadrata bene nel suo genere. È un connubio tra lo storico e il romantico ben riuscito. Sarà il mio animo sensibile, però le vicende narrate mi hanno emozionato e commosso in più riprese. Mi sono ritrovata a sorridere con Filomena, ma ho anche sentito spesso la sua rabbia e il suo dolore. È una storia che ti prende, indubbiamente, nonostante la sua brevità. Ammetto che mi è rimasta la voglia di sapere di più su questa donna forte e sui risvolti successivi della sua vita. È stata una lettura molto piacevole, un vero tuffo nel passato per ricordare e soprattutto non dimenticare. La consiglio a tutti gli amanti del genere e non solo a loro.
  22. Titolo: Il suono del Mare Autore: Anna Di Capua Casa editrice: self publishing ISBN: 9788892330139 Data di pubblicazione (o di uscita): 2 agosto 2017 Prezzo: 12€ Genere: romanzo storico Pagine: 128 Quarta di copertina o estratto del libro: Un viaggio e una terra straniera, la promessa di un amore vero e per sempre, ricordi di una grande Guerra e di una vita passata, ritorno nella terra d'origine...ad ogni parola il dolce suono del Mare... Link all'acquisto: http://ilmiolibro.kataweb.it/libro/narrativa/341962/la-sottile-brezza-della-sera-3/
  23. Nome: Bonfirraro Editore Generi: Narrativa, Saggistica, Storico Modalità invio manoscritti: email, per info entrare nella pagina pubblica con noi Sito web: http://www.bonfirraroeditore.it/ Facebook: https://www.facebook.com/BonfirraroEditore Segnalati via email, hanno risposto alle nostre domande e si professano free.
  24. Fino a
    Siete tutti invitati all'aperitivo letterario che terrò a Busto Arsizio (VA). Si mangia, ci si diverte, ci si conosce e si conosce "L'ultimo Paleologo".
  25. Nome: I Doni delle Muse Generi trattati: fantasy, romanzi storici, thriller, avventura, riduzioni di classici per bambini e ragazzi, saggistica (storia, musicologia, storia del teatro, scrittura creativa) Modalità di invio dei manoscritti: https://idonidellemuseedizioni.wordpress.com/per-collaborare-con-noi/ Distribuzione: Libri Diffusi e Fastbook Sito web: https://idonidellemuseedizioni.wordpress.com/ Facebook: https://it-it.facebook.com/associazioneculturale.idonidellemuse/ Salve a tutti, vi scrivo per segnalarvi la casa editrice di cui sono curatrice ed editor. Siamo un'associazione culturale orientata soprattutto allo studio e alla divulgazione della cultura medievale e fantastica. Tra le varie attività, in questo momento stiamo creando una collana per i bambini e le scuole nella quale proponiamo classici dell'epica e della mitologia riscritti in prosa.