Banner_Sondaggio.jpg

Niko

Community Manager
  • Numero contenuti

    9.566
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    145

Niko ha vinto il 7 novembre

Niko ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

6.228 Divinità della community

Su Niko

  • Rank
    StakaNiko
  • Compleanno 02/05/1990

Contatti & Social

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo
  • Provenienza
    Napoli
  • Interessi
    Leggere, scrivere, viaggiare.

Visite recenti

7.596 visite nel profilo
  1. A parte che ci sono sempre, dalla Cina posso bannarvi comunque
  2. Confermo. Il limite dei 5000 euro e annessa partita Iva è un'informazione sbagliata che si è radicata vista la non competenza in materia. Il limite ai 5000 è tutt'altra cosa e riguarda la gestione separata Inps. La partita Iva non c'entra nulla. Per maggiori informazioni vi consiglio di informarvi sul sito dell'Inps o da un commercialista e non sul resto del web.
  3. @sefora una volta raggiunto il numero apri il topic usando come esempio uno di quelli già aperti, per favore
  4. Intervento Staff @Beba88 è stata bannata. Il suo carattere e comportamento non sono adatti a questo portale. Buona fortuna al di fuori da qui a lei e buon proseguimento al resto degli utenti. Fra qualche giorno sarà mia premura eliminare i suoi messaggi che si riferivano a tutt'altra realtà, per evitare che gli utenti si confondano.
  5. C'è già presente in lista Free. Chiudo, lo Staff provvederà a smaltire la discussione nei prossimi giorni. @Mister Frank cerca il nome della casa editrice tramite il "cerca" prima di aprire una discussione È una funzione molto utile per evitare doppioni
  6. @Claudia Vall quattro anni fa non c'era la stessa gestione. In ogni caso io non le sto chiedendo nulla, non ne ho diritto. Stavo consigliando di apportare delle modifiche, poi lei prenderà le decisioni che crede in piena libertà, ci mancherebbe. Terremo in considerazione la sua richiesta e vi ringraziamo di aver chiarito la vostra posizione. Per ora sposto la discussione in "da testare", una lista dove le case editrici vengono inserite temporaneamente in attesa di accertamenti o decisioni, come nel suo caso. Entro fine novembre sarete smistati nella lista che riterremo più opportuna. Buon lavoro a voi della Valletta e buon proseguimento agli utenti
  7. @Claudia Vall In realtà sì, ci sono realtà che fanno valutazioni gratuite, ma non c'è niente di male nel chiedere soldi per un lavoro ben fatto, non sto dicendo questo. Io stesso sono anche un Editor e mi faccio pagare per il mio lavoro. Ho capito la vostra filosofia, ma forse sarebbe meglio inserire una voce apposita per questo servizio, nel sito, e non equipararla all'invio gratuito. O sbaglio? Così che sia chiaro che sia qualcosa di distaccato dall'invio da parte degli autori, che può essere sempre e comunque gratuito. Con una netta distinzione nel sito, come l'ha spiegata gentilmente in questa sede, sarebbe free con tutti i diritti del caso.
  8. @Claudia Vall La prego di non usare toni minacciosi, è poco elegante da parte sua. Siamo qui a discuterne con civiltà, non stiamo portando danni alla sua casa editrice. Se il binario a contributo non è tale ma rappresenta un servizio di valutazione a sé stante che non rappresenta una corsia preferenziale (seppur lo sembri, dato che viene suggerito che entro 40 giorni si riceverà una valutazione dell'opera, e suppongo anche una eventuale pubblicazione nel caso vi piaccia) forse dovrebbe essere specificato, e non inserito di fianco all'invio gratuito. Da quel che traspare dal sito sembrano due opzioni percorribili inserite sullo stesso piano, e sembra anche che lo sia in pratica. Ci può spiegare la differenza nella pratica e non solo nelle intenzioni, per favore? Da quello che abbiamo capito si pagano 3 libri del catalogo per ricevere entro 40 giorni una risposta sulla pubblicazione più una valutazione professionale. Cosa distingue questo iter da una valutazione a pagamento? La dicitura "servizio"? Se è così, ripeto, forse sarebbe meglio non porla sulla stesso piano dell'invio gratuito. Questo è il mio parere spassionato, sia chiaro, la scelta è vostra. Forse è questa ambiguità di fondo che dovrebbe essere chiarita.
  9. Ok, scusate se prendo parte solo ora alla discussione. Cerco di recuperare! 1 - Il libro ha uno stile semplice ma devo dire che l'ho trovato scialbo nella scrittura. Non so se è a causa della traduzione, ma alcune virgole sono letteralmente buttate lì a caso, ad un certo punto ci sono due punti esclamativi (no, dai!) e il libro soffre di una ridondanza infinita; senza le continue ripetizioni sarebbe lungo la metà, penso. 2 - No, al momento no. Ho avuto un cane, lunga storia; sono una compagnia e un'esperienza unica, non c'è dubbio. Questo per far capire che amo gli animali e che possono dare tanto, perché dopo calerò la falce su alcuni aspetti che sinceramente mi danno fastidio del genere umano Una volta sola, mi sa a Parigi. Non ne conoscevo molto di questo mondo, no, quindi mi ha fatto piacere entrarci superficialmente, almeno per un po'. Penso che lavori del genere siano effettivamente fastidiosi per la media dei passanti, sempre presi nei loro affari e nelle loro cose. Ed è vero che è visto anche come un lavoro da disperati, purtroppo... Non ho letto i libri successivi, quindi non lo so, ma penso che vista la "qualità" dello stile, lo abbia effettivamente scritto lui con l'aiuto di qualcuno, e non che l'abbia fatto scrivere ad altri. Descrive bene la cosa, sì. La sua storia è ovviamente toccante, a tratti anche molto interessante, ma non è niente di nuovo: la novità è proprio la relazione con Bob e il fatto che è stato lui, il gatto, il trampolino di lancio per la sua volontà nel "ripulirsi". Non lo so, nello specifico, devo essere sincero. Sono solo sicuro di una cosa: io spesso mi fermo ad ascoltare e poi a donare qualche spicciolo agli artisti di strada e non ho alcun pregiudizio, che abbiano animali o meno. Ovvio che mi interessa anche come si presentano, quindi con James e Bob non penso avrei fatto diversamente. Vengo al mio parere personale sul libro: una bella storia che ti apre la mente su molti temi, ma non scritta molto bene. Sì, quando non è terribilmente ripetitivo scorre bene, perché lo stile è semplice, la storia pure, il modo di raccontarla uguale. Però non so, ragazzi, magari sono io che sono un Editor rompipalle, ma per me questo libro viene salvato solo ed esclusivamente dai contenuti. Un tema mi è saltato subito agli occhi perché è proprio vero e sinceramente mi dà un po' di fastidio: le persone vengono "attirate" più da un animale che da una persona in difficoltà. Io mi sono dato la spiegazione, in questi anni, e penso che sia solo perché gli uomini sanno essere molto più cattivi e per questo, a pelle, non ci fidiamo di un nostro simile come ci potremmo fidare di un cane o di un gatto, come in questo caso. Però a me dà fastidio, seppur riconosca la verità dell'assunto, perché molte volte mettiamo gli animali sul piedistallo e ci dimentichiamo degli uomini.
  10. @Claudia Vall Salve, grazie per essere intervenuti. La lista "Doppio Binario" non ha nulla di diffamante (né quella a pagamento, per altro), né il nostro portale ha questo scopo. Le strade per pubblicare con la Valletta Edizioni, a quanto si legge sul sito, sono due (entrambe facoltative, cioè con possibilità di scelta): una free e senza nessun contributo, una con un piccolo contributo, acquistando 3 libri di catalogo. È giusto o c'è stato qualche cambiamento? Qui nessuno sta giudicando la vostra politica, semplicemente esistono due "binari" di possibilità, e non abbiamo mai detto sia obbligatorio comprare le copie né che le Case Editrici in questa lista non siano serie. Qui semplicemente si informa della doppia possibilità: è questa la natura della lista e non altra. In ogni caso rimaniamo disponibili a contatti anche in privato: può usare il modulo "contattaci" per comunicati ufficiali.
  11. @dfense Ancora qualche esperienza diretta che sia gratuita, e sarà spostata Un contratto di 18 pagine, però, non è la prassi; troppo lungo.
  12. @Marco Ruffo Penso che ti riferisca a questa discussione:
  13. @AdStr Ciao! Hai frainteso Gruppi aperti e in corso di dibattito sono due: Sulla strada giusta di Francesco Grandis e A spasso con Bob di James Bowen. Se invece intendi gruppi ancora in fase di lettura, no, non ce ne sono al momento. No, non ho capito cosa intendi. Se hai letto il regolamento sai che le proposte si fanno nella discussione che linko qui sotto e, al raggiungimento di 5 persone disposte a cominciare a leggere e che si iscrivono al gruppo, viene aperta una discussione (chiusa) che sarà attiva da una data in particolare, decisa in fase di proposta. Ho visto che hai fatto riferimento all'anzianità, ma non è importante. Chiunque può proporre libri o partecipare ai gruppi di lettura, proprio come scritto nel regolamento e approccio
  14. @Righe Gemelle Grazie di esservi iscritte come Operatori editoriali. Se vi presentaste anche come tali in ingresso, fornendoci qualche informazione in più sul lato umano, ci farebbe molto piacere. Buon proseguimento