Banner_Sondaggio.jpg

sefora

Sostenitore
  • Numero contenuti

    4.622
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    12

Tutti i contenuti di sefora

  1. Sì! Facciamo riferimento allo stand F45 di Spartakus -Tempesta editore (leggere sopra)
  2. Un pensiero condiviso da chiunque - appena appena fornito di capacità critica- metta mano alla tastiera! Di solito mi auto impartisco questa lezioncina di modestia: finché non li abbiamo squadernati davanti, i nostri pensieri ci appaiono più profondi e originali del dovuto.
  3. Dopo tante consultazioni preliminari, faccio conto che tutti siano d'accordo sui particolari e apro il gruppo "mattone" Thomas Mann: La montagna incantata Genere: mainstream "La montagna incantata' è un fedele, complesso, esauriente ritratto della civiltà occidentale dei primi decenni del Novecento e, nella sua incantata fusione di prosa e poesia, di vastità scientifica e di arte raffinata, è il libro, forse, più grandioso che sia stato scritto nella prima metà del secolo." Con queste parole, un entusiasta Ervino Pocar concludeva l'introduzione all'edizione della "Montagna incantata" da lui tradotta nel 1965 che da allora ha fatto conoscere e apprezzare ai lettori italiani questo Bildungsroman straordinariamente complesso ambientato in un sanatorio svizzero, il celebre Berghof di Davos. Quando il protagonista, il giovane Hans Castorp, vi arriva, è il tipico tedesco settentrionale, un solido e rispettabile borghese. A contatto con il microcosmo del sanatorio il suo carattere subisce un'evoluzione e un incremento: passa attraverso la malattia l'amore, il razionalismo e la gioia di vivere, il pessimismo irrazionale, senza che nessuna di queste posizioni lo converta. Ma in mezzo a tante forze contrastanti, Castorp trova il proprio equilibrio. In questo mondo dove il tempo si dissolve e il ritmo narrativo si snoda in sequenze di ore, giorni, mesi e anni resi tutti indistinti dalla routine quotidiana, egli può liberamente crescere. Paradossalmente (l'umorismo di Mann),dopo essere stato convertito alla vita Castorp tornerà alla pianura per perdersi nell'inutile strage della "grande" guerra. Animatore: Emy Data di inizio lettura: 1° dicembre Data di apertura discussione: 26 febbraio 2018 Perché può essere interessante leggerlo insieme: Romanzo "imponente" -capolavoro per molti, faticosissimo per altri- offre diversi e sostanziosi spunti di discussione, dalla malattia e la morte all'insensatezza della guerra. I lettori che hanno aderito finora sono di età diversa, alcuni conoscono il libro, altri no: il confronto generazionale e l'approccio (novità o rilettura) dovrebbero vivacizzare l'esperienza. Partecipanti che hanno già aderito : Emy, swetty, Niko, unacasanellospazio, sefora. Mi consento di confermare @Nanni, era in dubbio @Joyopi
  4. Ciao skorpio, augurissimi! Resisti e, se ti va, spiegami perché sia necessario quel che affermi. Per tanti anni pensavo e non scrivevo, ora che scrivo penso comunque...
  5. Benissimo! A presto.
  6. @Spartaco per Tempesta Ed. Mi chiedevo (sei l'unico editore in questo topic) se i visitatori iscritti al forum potrebbero "fare capo" al tuo stand. Sarebbe simpatico e magari almeno alcuni avrebbero modo di conoscersi. Al caso, anche proponendo un appuntamento di massima in un giorno/orario per te comodo. Ringraziamenti anticipati
  7. @Black Non avevo notato questa tua inziativa: bravo! Vado a leggere per rendermi conto, ma sono convinta a priori della sua utilità
  8. Allora @Niko@swetty@unacasanellospazio (gli iscritti sicuri), siete d'accordo per aprire la discussione il 1° febbraio con Emy quale animatrice?
  9. Ma sì, niente di preoccupante ( prima pagina di questo topic). Titolo, autore, data di inizio della discussione ecc. Quando avremo concordato sui tempi e l'animatore scriverò il post "ufficiale". Non ce ne sono, i partecipanti "chiacchierano" in tutta libertà Per me va bene. Ti va di fare l'animatrice?
  10. @Nanni @Joyopi Bravi, ci daremo tempi lunghi. Bastano un paio di mesi o meglio tre? Chi si offre come animatore? I cinque (+2) ci sono e possiamo indicarli nella richiesta: vado a rileggere la procedura. Come rammentavo bisogna indicare nella proposta anche la data di apertura della discussione e l'animatore. Decidiamo dunque su questi punti.
  11. Con me siamo appunto cinque. Tra oggi e domani aprirò il topic. @Nanni@Kuno ci siete?
  12. Non ci siamo, temo. Gli esami tossicologici sono ormai molto accurati. Quanto al ventilatore o simili, in una piscina pubblica non ci sono prese di corrente prossime all'acqua (nella mia si trovano in uno sportello chiuso a chiave; se ne occupa un addetto agli impianti quando per es. fanno aquagym), inoltre è sempre presente almeno un assistente e/o istruttore: Qualora la tua sia privata, il discorso cambia. In un giallo Mondadori d'antan l'assassino usava una siringa di nicotina, provocando l'infarto (vittima fumatore, ovviamente), però non ho idea dei tempi (senz'altro rapidi). Potrebbe fargliela negli spogliatoi con il suo consenso, ma dovresti inventarti una trama adatta (amico allenatore, necessità di un antidolorifico... Boh!)
  13. @Niko Senz'altro  @Renato Dai, i tempi saranno comodi, e la tua competenza assai utile!
  14. In tal caso... Sì, potrebbe essere un'idea simpatica, un po' d'antan
  15. Non ho ancora aperto il topic. Alcune adesioni risalgono a parecchio tempo fa, aspetto di arrivare alle cinque conferme. Sì, pensavo a un paio di mesi; decideremo appena formato il gruppo
  16. Vuoi usare un'immagine tra un cap. e l'altro, in luogo del titolo: giusto? Premesso che non sempre i capp. hanno un titolo (spesso si usa solo il numero, arabo o romano), il problema riguarda l'edizione, più costosa.
  17. @swetty @Emy Non avevo visto i vostri post. Bene, allora La montagna incantata sarà il libro nel nostro gruppo "mattone". Gli interessati si iscrivano, in modo da concordare animatore/ tempi e proporlo ufficialmente. Immagino che alla lettura occorrerà assegnare un periodo più lungo che per gli altri testi, per cui discussione non avverrà di sicuro in dicembre. Salvo errori, gli interessati erano: @unacasanellospazio@Kuno@Nanni@Niko@swetty@Emy Confermate l'iscrizione al gruppo, grazie. Naturalmente possono aderire altri amanti dei tomi che dovremmo aver letto!
  18. Ti hanno già detto tutto! Intervengo per caldeggiare la pubblicazione di un pezzo qualunque qui in officina (mi impegno per prima a "demolirti"!) e il sacrificio di spendere un po' di soldi per ottenere un parere competente. Specialmente se vuoi lanciarti nel self, dove com'è noto gira ogni genere di roba, e viene a mancare la selezione, per quanto discutibile, di un addetto ai lavori. Pur avendo all'attivo un testo pubblicato da un piccolo editore free (senza alcuna valutazione preventiva amicale o meno) e ottenuto qualche riconoscimento in concorsi, ho deciso di sottoporre il secondo a un editor "di chiara fama". Ne ho ricavato alcuni elogi, altrettante critiche e utili suggerimenti sull'impianto complessivo del romanzo. In seguito ho "collocato" (sempre free) altre cose, non editate; in generale, sono da allora molto più consapevole dei pregi e difetti di ciò che scrivo.
  19. E chi non ne conosce almeno una mezza dozzina?! Questo è l'atteggiamento giusto Me ne sono ricordata: La morte dell'autore è un saggio di Roland Barthes
  20. Mi capita sempre e sono alla terza pubblicazione... La questione la metto come sopra! Non ricordo al momento chi ha teorizzato la "morte" dell'autore: l'opera finita non è più sua, deve andare per la sua strada.
  21. Ciao @Il Conte! Rintraccio l'elenco e ti aggiungo, pur dubitando che il gruppo dei "mattoni" prenda (prima o poi) il via 1 La montagna incantata +++ ***** 2 Cent'anni di solitudine++ *** 3 Viaggio al termine della notte ++ *** Al momento è in testa Mann, con i cinque (teorici) lettori che permetterebbero di lanciare la proposta. Aspettiamo l'anno nuovo, magari trai buoni propositi di lettura emergerà García Márquez
  22. Che spasso! Sono molto incuriosita... @Spartako Potresti passarmi i titoli (tramite mp, se preferisci)?
  23. Infatti nei panni di @Nik3004 non mi porrei il problema. Si affretti comunque a usare l'idea originalissima, magari ne viene fuori un romanzo di successo! Dal post precedente di Spartako però si evincerebbe che i quattro autori avevano sfruttato anche la trama... XY ha detto/scritto se le case editrici che li pubblicarono erano proprio quelle in possesso del suo manoscritto ?
  24. @Spartako Verifico di aver capito e pongo qualche domanda teorica. Il noto scrittore XY racconta il "furto" del suo primo libro nella IV di copertina un altro, evidentemente in commercio. Tale primo fu rifiutato da quattro big (e rimase poi inedito), ma idea e trama furono riprese da quattro importanti autori e i loro romanzi pubblicati nell'anno successivo. Se ne deduce che ciascuna big aveva "passato" il testo a un suo autore?! E tutti l'avevano prontamente utilizzato? XY non riuscì dimostrare il plagio benché il testo fosse protetto... E nessuno rimarcò le somiglianze tra i quattro libri usciti quasi in contemporanea?