H-block

Utente
  • Numero contenuti

    55
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

1 Neutrale

Su H-block

  • Rank
    Sognatore

Informazioni Profilo

  • Provenienza
    Napoli
  • Interessi
    Cinema, libri, musica, fumetti
  1. La morte del disincanto di Salvatore Ferraro

    Nessuno è pronto a "sostenere" questo nuovo autore ???
  2. La morte del disincanto di Salvatore Ferraro

    Aspetto una tua opinione... Grazie anticipatamente
  3. La morte del disincanto di Salvatore Ferraro

    E' una sorta di conto alla rovescia...è la cronaca dei trenta giorni che separano il protagonista Marco dal suo trentesimo compleanno. Un modo come un altro per parlare di: angoscia, paure, crisi d'identità....ma è anche un modo per paragonare tutti a tutto, un modo divertito per creare improbabili metafore con personaggi dei cartoons anni 80 e citare i tanti protagonisti del cinema di "genere" italiano degli anni 60/70. E' un libro molto veloce, diviso in piccoli capitoli, amo definirlo un libro da treno....spero che possa piacere a qualcuno di voi. Aspetto pareri.... P.s Il libro nasconde una sorpresa
  4. La morte del disincanto di Salvatore Ferraro

    Cari amici del forum, volevo dirvi (solo se vi va di sostenermi) che è uscito il mio libro ( ovviamente senza contribuzione) per l' Arduino Sacco editore ( Storico regista di Moana Pozzi) La morte del disincanto: Drin, drin, drin, la mia sveglia fa così. Un rumore odioso, fastidioso ed efficace, il suo devastante effetto lo sortisce senza errori ogni mattina. Posso cominciare le mie giornate in preda all’odio con un suono che mi trapana il cervello? Purtroppo sì, ma non mi lamento. Trovo lo slancio nella forza del detestabile. Immagino gli stimoli reattivi come piccoli fili spinati, che ti salgono dritti al cervello dalle orecchie. L’odio ci rende come molle di una fionda, pronte a scattare. Metto un piede a terra, gelo. Apro un occhio alla volta, troppa luce. In cucina: apro il frigo, allungo una mano, prendo il latte e bevo. Oggi è un giorno senza sole, odio le giornate schiave delle penombre, mi fanno quasi paura e non so perché mi sembrano sempre troppo silenziose, i rumori senza sole sono meno forti. Questo è il link per acquistarlo on-line
  5. 57° CONTEST: TAROT

    ci sono
  6. Mda Edizioni

    [Casa Editrice non più attiva] Nome: MDA Edizioni Sito: http://www.mdaedizioni.com/ Pubblicazione a pagamento
  7. Giovane Holden

    Arrivata oggi la stessa lettera ( stesso testo)...ma a me chiedono 2000 "euri" e mi omaggiano di 30 ricche copie...
  8. Edizioni Il Pavone

    A me hanno chiesto un pacco di soldi...ed io gli ho risposto: è facile fare i "ricchioni" con il culo degli altri! Si sono arrabbiati un pochino...meglio così.
  9. RACCONTI 56° CONTEST

    Non è la rai Gli anni passano in fretta, basta una decade e nessuno ti riconosce più, a dirla tutta neanche io mi riconosco più in questo specchio. Le nuove generazioni neanche ricordano cosa sia stato per gli adolescenti degli anni novanta “Non è la rai”. Le orde di ragazzini impazziti e sbavanti fuori ai cancelli, tutti pronti a rischiare di essere schiacciati per un autografo o per una sbirciata nelle nostre acerbe scollature, altri tempi, altra me. Ora seminuda in questo specchio, mi palpo il seno sinistro, sembra aver perso consistenza negli ultimi mesi, lo vedo come svuotato, sicuramente più cadente. L’angoscia mi assale, sono in paranoia, provo le nuove calze contenitive arrivate oggi in negozio, dovrebbero ridarmi la piattezza addominale di un tempo e il sostegno dove serve. Non mi piaccio più, eppure una volta mi adoravo ed andavo in visibilio per le folle deliranti, quante seghe catodiche, avranno avuto me come protagonista? Nuda, continuo a litigare con i collant, ad ogni movimento vedo penzolare in maniera evidente le mie tette, mi sembra di guardare un'altra. Ora che ci faccio caso anche i capezzoli, sembrano essere diventati più scuri. L’illusione di essere una star della Tv, l’ho covata per vent’anni, una partenza lampo, il successo, poi…la discesa verticale. Dopo “Non è la rai” c’è stata poca roba, e le piccole apparizioni mi sono costate pompini ed autostima. Quante bocche bavose a succhiare dalle mie mammelle, quante lingue hanno frugato dentro di me? Non lo ricordo più, hanno consumato la mia bellezza. Nonostante tutto, ho continuato a volermi bene, ho preferito odiare gli altri piuttosto che me, io ero solo schiava di un sogno, vittima di un’illusione. Quando ho capito che non avrei mai sfondato in tv ho cambiato rotta, giusto in tempo, poco dopo essere stata sfondata per l’ennesima volta, dall’ennesimo impresario. Gli uomini li odio, ho deciso di sfruttarli, di scucirgli cose più concrete di un passaggio televisivo. Ora ho un negozio d’intimo al centro di Roma, mi è costato diverse lacerazioni vaginali e qualche lavanda gastrica da ingoi indigesti. Tra una riflessione e l’altra sono riuscita a calzare i miei collant, sembrano funzionare, il mio umore sembra risalire. Mi guardo e penso: si sono ancora io, un gran bel zoccolone. Piaccio ai ragazzini, e adoro piacergli. E’ tempo di tornare in negozio, comincia l’orario caldo di metà mattinata. Ieri è stato il giorno della Befana, io sono uscita ed ho scopato con un amico di un amico. Mi ha promesso di portarmi in crociere sul Nilo a febbraio, speriamo. Sento il campanello, qualcuno è entrato in negozio. Una vecchietta vestita da befana sulla porta del mio negozio, che vuole? Mi avvicino con fare cortese, sarà una vecchietta squilibrata, sicuramente in ritardo di un giorno con quel suo vestito. Mi avvicino. Sento uno strappo ed un caldo al petto, c’è qualcosa che gocciola, un liquido caldo cola sul mio petto. Mi vedo distesa a terra in una pozza di sangue con la gola aperta, sono stata cattiva, ma non bastava il carbone?
  10. 56° CONTEST "THE DAY AFTER"

    Sono in tempo per prenotarmi ( ero a Milano per lavoro)
  11. 54° CONTEST: CHRISTMAS IS COMING

    Non dite "male parole"
  12. Libri preferiti

    1 Gli scarafaggi non hanno re di Daniel Weiss Evan 2 L'amore dura tre anni di Frederic Beigbeder 3 Così parlò Bellavista di De Crescenzo
  13. MdS Editore

    A mio dire "a pagamento"...mascherati