Banner_Sondaggio.jpg

frabby80

Utente
  • Numero contenuti

    23
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutrale

Su frabby80

  • Rank
    Sognatore
  1. Qualche giorno fa mi hanno proposto la possibilità di pubblicazione in digitale con AbelBooks...ho fatto un controllo sui domini dei siti ed ho scoperto che sia Interrete che Abel Books hanno in comune lo stesso proprietario. In più Abel Books avrebbe voluto altri 120 euro. Assurdo. Interrete si è difesa dicendo che poi l'agenzia è stata ceduta e che quindi quei dati non fossero aggiornati...mah. Sta di fatto che andando sul sito di Abel Books i legami con Interrete sembrano chiari e palesi....A questo punto il parere su questa agenzia mi sembra sempre più evidente, pronto a sorprendermi!
  2. Per l'invio di manoscritti precedenti non sono legato con loro. Loro hanno la percentuale sulle pubblicazioni originate dai loro invii-contatti. Quindi a me scoccia più per i 120 euro. Per il momento degli invii che hanno fatto loro mi hanno comunicato la risposta negativa di Nutrimenti e 80144. Semmai i tempi sembrano molto veloci nelle risposte, anche se negative. Quindi almeno in alcuni casi sembrano accorciarsi i tempi di valutazione.
  3. Ho un aggiornamento e non è per niente buono. Mi ha scritto per email la Robin Edizioni a cui mi era stato chiesto dall'agenzia di inviare il cartaceo. Mi si dice che i rapporti saranno esclusivamente con me, dal momento che loro non sono interessati alla proposta dell'Agenzia vista l'alta mole di manoscritti da gestire. Cosa ancora più fastidiosa è che in caso di valutazione positiva è prevista una proposta di edizione con richiesta di acquisto minimo di copie. Nel contratto di rappresentanza con l'agenzia Interrete c'era scritto che sarebbero state contattate solo case editrici che pubblicano senza contributo. Un po' indignato ho allora scritto all'agenzia facendo presente quanto detto da alcuni: se l'agenzia non ha rapporti avviati con le case editrici potevo, come fatto finora, mandare io stesso il manoscritto. Mi si risponde che i rapporti con la Robin edizioni sono stati rotti proprio in questi giorni per il cambio di politica della casa editrice che ha deciso di pubblicare a pagamento. Un cambio che l'Agenzia Interrete non condivide. Purtroppo, dicono dall'Agenzia, con il momento di crisi sempre più case editrici sono costrette a chiedere il contributo e che quindi potrebbe succedere sempre più spesso. Sul punto della rappresentanza non hanno minimanente risposto. L'inizio non è per niente buono!
  4. Ben ritrovati! Ho deciso di tentare la strada delle agenzie letterarie. E' passato un anno dai primi invii del mio manoscritto, ma ho ricevuto solo proposte a pagamento, tutte rifiutate. Anche quella di Montag, malgrado conosca la loro serietà. Così ho provato la strada Interrete. Hanno letto il mio manoscritto gratuitamente fornendomi un breve parere. Per la rappresentanza mi hanno chiesto eur 120. Mi sono arrivate delle mail nelle quali mi si indicava la lista di case editrici a cui era stato inviato, diverse decine di nomi. Alcune di esse hanno chiesto il cartaceo così' mi è stato detto di inviare io stesso il manoscritto per posta citando espressamente la rappresentanza di Interrete. Questo è quanto per ora. Vi terrò aggiornati. Nel contratto di rappresentanza è indicato esplicitamente come loro si attivino per pubblicazioni senza contributo. Staremo a vedere!
  5. A distanza di cinque mesi dall'invio del mio manoscritto (romanzo) ho ricevuto la proposta di edizione. ...che prevede la pubblicazione del suo manoscritto con il nostro marchio editoriale "Edizioni Adef" che la nostra nuova politica editoriale riserva agli scrittori esordienti. Come potrà appurare lei stesso la pubblicazione prevede l'acquisto della Eracle Card Autori che sostiene le nostre attività nel settore degli scrittori esordienti ed emergenti. Il costo di euro 490,00+iva non copre in nessun modo le spese di pubblicazione del suo libro, tenendo presente tutto il processo editoriale: lettura e valutazioni - correzioni delle bozze ed eventuale editing - studio grafico e impaginazione - isbn e adempimenti legali – stampa, distribuzione e attività di lancio del libro. La quota richiesta vuole solo essere un contributo chiesto ai nostri autori selezionati per sostenere le nostre attività in un settore, come quello degli esordienti ed emergenti, che non interessa al mercato editoriale, fatto di editori (stampatori) che propongo contratti a pagamento esorbitanti e dagli stessi autori che spesso non sono consapevoli dei meccanismi del mercato editoriale La nostra nuova proposta vuole essere una sfida, commercialmente e finanziariamente un po’ folle ma siamo stanchi del mercato editoriale, della vanità di pseudo scrittori e delle mille chiacchiere inutili fatti sull’editoria a pagamento. Le verità sono queste: - Chi pensa che il suo libro venda da solo è un illuso. - Chi pensa che il suo libro venga richiesto dalle librerie solo per essere stato pubblicato è un illuso ( le librerie chiedono ai distributori libri che si vendono). - Chi pensa di aver scritto un capolavoro, continui pure a pensarlo ma se nessuno lo leggerà, resterà un singolo pensiero. - Chi pensa di compiacersi con i giudizi positivi di parenti e conoscenti consigliamo di stampare in autonomia il libro e regalarglielo. - Chi pensa che vendere 300 copie sia un successo consigliamo il punto di prima. - Chi pensa che una casa editrice investa su un esordiente sconosciuto al mercato editoriale è un illuso (tranne rare eccezioni…). - Chi pensa che pubblicare con un grossissimo marchio editoriale sia garanzia di successo è un illuso. (il più grosso marchio editoriale italiano nell’ultimo anno ha pubblicato 3.600 titoli, conosce venti di quei titoli?) - Chi pensa che l’editoria si divida tra editori a pagamento ed editori gratuiti è un illuso. - L’EDITORIA E’ FATTA DI LIBRI CHE VENDONO. I LIBRI CHE NON VENDONO E’ COME SE NON FOSSERO STATI MAI PUBBLICATI. Noi cerchiamo autori che lottano per il proprio libro, che abbiano capacità e voglia di promuoverlo e soprattutto, che non si lascino demoralizzare dai primi “insuccessi” di vendita. Essere esordienti o emergenti (parola creata da pseudo editori per dare un tono ai loro autori pubblicati grazie a grossi contributi) vuol dire fare di tutto per far conoscere il proprio libro. Questa è la nostra proposta di edizione. Speriamo che sia chiara, diretta e trasparente. Sarà valida per 30 giorni a partire da oggi. Le chiediamo la cortesia di confermarci la ricezione di questa mail. Nel Salutarla, e dopo questa digressione squisitamente commerciale, Le auguriamo di tutto cuore che lei possa coltivare per sempre la sua passione a prescindere da qualsiasi pubblicazione. Scrivere è pur sempre un dono, un dono prezioso che speriamo lei possa custodire nel profondo della sua anima ............. quindi in sostanza si spendono circa 600 euro come contributo senza avere copie da distribuire (che potranno essere acquistate con il 25% di sconto sulla singola copia e con il 50% su pacchetti di 50 copie). Tiratura prevista 250/500 copie, prezzo 14/15 euro. Distribuzione Codex.
  6. Confermo in pieno....stesso allegato con il discorso sulla commerciabilità ma nessuna richiesta di contributo. E' il primo editore free che mi ha risposto dopo cinque mesi....già un risultato!!
  7. Confermo l'impressione si tratti di una casa editrice a pagamento. Anche a me richiesta di contributo: 1500 euro.: l’Autore si impegna all’acquisto di 150 copie del volume ad un prezzo forfettario di 1500,00 euro, divisibili in quattro rate (400,00 euro alla firma del contratto, 400,00 euro alla riconsegna delle seconde bozze, 400,00 euro consegna delle copie; 300,00 euro trenta giorni dopo la consegna delle copie · la proprietà intellettuale dell’opera resta all’Autore, che la cede all’Editore per un periodo di 24 mesi e per la sola stampa dei volumi previsti dal contratto; al termine dei 24 mesi l’Autore ritorna in totale disponibilità dei diritti dell’opera. Nell’arco dei 24 mesi l’Autore si impegna a non pubblicare altre edizioni del testo e a non utilizzarne parte di esso senza il consenso dell’Editore. I diritti dell’opera ceduti in comodato d’uso alla Edizioni Joker riguardano soltanto la pubblicazione dei libri e non altre eventuali usi (teatrale, cinematografico, radio-televisivo, ecc.). NON sono presenti clausole di opzione sulle future opere dell’Autore; · l’Editore si impegna a stampare 450 copie del volume, in formato 15x21 cm, con un numero massimo di 74 pagine e prezzo di copertina di € 11,00, secondo i canoni grafici ed estetici della collana; verranno effettuati due giri di bozze per la correzione di errori e refusi di impaginazione; · se si rendesse necessaria una ristampa a causa dell’esaurimento delle copie della prima tiratura, si dovrà predisporre un nuovo contratto (l’Editore non potrà quindi ristampare senza l’assenso dell’Autore e in mancanza di nuovo contratto); · l’Editore concederà diritti d’Autore nella misura del 10% del prezzo di copertina dedotto dell’Iva, oltre la centesima copia venduta nel circuito librario, negli eventi fieristici e promozionali, nei siti di vendita on-line. Sono escluse dal computo le copie inviate in mailing promozionale e le copie acquistate dall’Autore; · l’Editore si impegna alla promozione del volume sia mediante l’inserimento di una pagina dedicata sul web, nel proprio sito www.edizionijoker.com, sia attraverso una campagna stampa mirata. Verrà eseguita a spese dell’Editore una spedizione di 25 copie in saggio a riviste specializzate, critici e lettori professionali, scelti nell’elenco a disposizione dell’Editore; · il volume verrà inviato ai canali distributivi dell’Editore per essere proposto alle librerie e agli altri canali di vendita; verrà inoltre inserito nei diversi siti internet che provvedono alla vendita on-line dei libri delle Edizioni Joker; · il volume potrà partecipare a premi e concorsi, nelle modalità stabilite da Autore ed Editore; Questa parte della comunicazione inviatami dal direttore editoriale Sandro Montalto: la Joker ha tre distributori nazionali, una fitta rete di librerie fiduciarie, e come si può vedere dal sito (l'aggiornamento sarà on line tra pochi giorni) organizza parecchie presentazioni, sollecita i giornali, etc. Cerchiamo di fare ciò che tutti gli editori dovrebbero fare. Senza contare che dopo 16 anni di lavoro serio abbiamo conquistato un nome non da poco, e non a caso ci vengono affidati lavori dalle Ambasciate, dagli Istituti di Cultura europei e americani, dalle Università e via dicendo. Non è un caso poi, credo, che quasi sempre chi pubblica con noi continua a fare presso la Joker i suoi libri successivi: consideriamo questo un vero successo e una grande soddisfazione! Le dico infine che se il contratto fosse firmato entro breve, e dunque il libro potesse essere pronto per settembre, potrebbe essere incluso in un giro di presentazioni prestigiose, che culminerebbe alla prossima Fiera del Libro di Torino. Valuti attentamente la proposta, e visiti il sito www.edizionijoker.com dal quale potrà osservare la reale portata, ampia ed internazionale, della nostra attività. Se conosce un poco il mondo dell'editoria e del commercio librario, come è e non come si crede che sia, comprenderà la bontà della proposta.
  8. Mi hanno risposto in circa un mese e mezzo. In effetti come tipo di risposta non è molto elaborata!
  9. Ricevuta oggi questa risposta: Buongiorno, la ringraziamo della proposta, che non possiamo prendere in considerazione per ragioni del tutto interne alla casa editrice In bocca al lupo
  10. Anche io ho ricevuto loro cortese proposta editoriale con piccola recensione. Richiesto acquisto di 100 copie del libro con sconto, prezzo di poco superiore ai 900 euro da pagare in due momenti. Tiratura minima di 500 copie più alcuni benefit se le vendite andassero bene. Mi sembrano molto realisti, non promettono mari e monti. Però rimane la richiesta di contributo in linea con le altre testimonianze. Che poi rimanga una casa editrice seria e la proposta da valutare con molta attenzione sono d'accordo. Penso però di aspettare ancora viste le risposte che devo ricevere. Come diceva Ayane qualche pagina fa se l'hanno selezionato significa sia un buon testo e quindi è saggio attendere. A meno che non siamo cambiati anche i criteri di selezionati. Mi sembra però che non pubblichino tutti a prescindere ma che facciano vera selezione.
  11. Effettivamente le risposte sono in tempi brevi. In circa un mese mi hanno risposto per email comunicandomi che il mio romanzo non rientra nella loro linea editoriale. Anche da queste piccole cose si deduce la loro serietà.
  12. confermo assolutamente.....risposta dopo solo una settimana con una scheda di valutazione. Propongono prima un editing gratuito e poi ti prospettano l'acquisto di 250 copie.....al modico costo di 3000 EURO!! AHAHAH come no!
  13. Nome editore: Bradipo Libri Generi pubblicati: letteratura sportiva (calcio, ciclismo, pugilato vari sport), cinema Valutazione manoscritti: http://www.bradipolibri.it/index.php?option=com_content&view=article&id=9&Itemid=126 Distribuzione: http://www.bradipolibri.it/index.php?option=com_content&view=article&id=10&Itemid=122 Sito: http://www.bradipolibri.it/ Facebook: https://www.facebook.com/bradipolibri Non accettiamo nulla per posta elettronica e quindi, se crede, può inviare il materiale - completo - accompagnato da sinossi o da una breve lettera di presentazione esclusivamente a mezzo poste italiane in formato classico e cartaceo - NON in raccomandata - all'indirizzo fisico di: BRADIPOLIBRI EDITORE SRL CASELLA POSTALE 7 POSTA IMPRESA VIA DORA BALTEA 16 10015 IVREA Sulla busta è opportuno specificare il genere letterario a cui si ispira. Per il resto: bradipolibri è contraria all'editoria a pagamento. Grazie. Cordiali saluti
  14. Alcuni giorni fa ho inviato un manoscritto. Oggi mi hanno risposto cosi: Il manoscritto sarà affidato al primo lettore che si renderà disponibile perché possa valutarne la compatibilità con la nostra linea editoriale. Tenga presente che i tempi di lettura possono variare a seconda della mole di lavoro che i lettori incaricati si trovano a dover smaltire. In media, comunque, si aggirano intorno ai due mesi, al massimo. Ad ogni modo, indipendentemente dall'esito della selezione, ci farà piacere inviarLe un riscontro in merito al Suo lavoro. Intanto, per avere un'idea più completa della nostra attività editoriale, visiti pure il sito www.oppurelibri.it. Grazie per la Sua cortese attenzione. Cordialmente. La redazione (Olga Accardi)
  15. Era un romanzo breve di circa 100 pagine. Mi è arrivato il fac simile di contratto durata tre anni 10% sulle vendite 500 copie 20 copie 'omaggio' contributo da definifre 800/900 euro La signora della casa editrice mi ha detto che a Pasqua hanno avuto un passaggio in Rai di un loro libro e che fanno distribuzione diretta perche i distributori non fanno bene il loro lavoro e non garantiscono la capillarità. Mi ha detto che per loro non è piu possibile pubblicare senza contributo: ha sottolineato che è un contributo e non altro. Ho contattato alcuni autori che hanno pubblicato con questa casa editrice: la dipingono seria, con persone che ti seguono. L'unico neo come sempre sarebbe relativo alla distribuzione. Alcuni autori mi hanno detto che le uniche copie vendute sono state quelle per cui si sono impegnati in prima persona. Poi dipende anche da tanti fattori...compresa la fortuna e la qualità del libro. Di questa casa editrice mi piaceva l'approccio "letteratura di confine" e la collana "la quiete e l'inquietudine". La cosa che amareggia è che tutti gli autori che mi hanno risposto sottolineano come in Italia sia possibile pubblicare solo a pagamento. Io invece voglio continuare a credere che non sia cosi. E quindi andrò avanti fino a quando non arriverà una proposta senza contributo.