Nativi Digitali Edizioni

Editore
  • Numero contenuti

    1.081
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    9

Nativi Digitali Edizioni ha vinto il 27 aprile

Nativi Digitali Edizioni ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

521 Magnifico

Su Nativi Digitali Edizioni

  • Rank
    Sognatore

Contatti & Social

  • Sito personale
    www.natividigitaliedizioni.it
  • Skype
    marco.frullo

Informazioni Profilo

  • Genere
    Non lo dice
  • Provenienza
    Bologna
  • Interessi
    Editoria digitale, ebook, cultura giovanile, internet, letteratura in generale

Visite recenti

5.100 visite nel profilo
  1. Esatto, è importante chiarirlo: i social servono in primo luogo per comunicare con potenziali lettori che abbiamo già tra i nostri contatti, e a fare "networking". Possono servire anche ad allargare il pubblico, certo, ma quella è la parte più difficile, soprattutto sul Facebook di oggi che purtroppo dà veramente poca visibilità ai post non a pagamento. Il countdown è un'idea simpatica se fatto con una certa cura, con piccole anteprime, teaser etc.
  2. Nome evento: Stranimondi 2017 (rassegna della letteratura fantastica a Milano) Maggiori informazioni: Sito ufficiale Luogo: Casa dei giochi UESM, Via Sant'Uguzzone 8, Milano Data: 14/15 ottobre 2017 Date un'occhiata la programma e agli editori, secondo me potrebbe essere una fiera particolarmente interessante per gli scrittori di genere fantastico interessati a conoscere i piccoli editori (e magari a comprare pure un paio di libri... :D). Se passate, venite a salutarci al nostro stand, stiamo organizzando una bella sorpresa che presenteremo sabato 14 alle 14.30!
  3. Le valutazione sono sospese ancora per un po' per colpa vostra... nel senso che il periodo estivo è stato piuttosto propizio e abbiamo già riempito il calendario editoriale fino alla primavera 2018! Presumibilmente riapriranno a inizio novembre, lo scriverò poi anche qui. Specifico che la pagina "Pubblica con noi" sul nostro sito è aggiornata, quindi se non trovate il form ma due scritte a caratteri cubitali che le valutazioni sono sospese, fidatevi: le valutazioni sono sospese Scriverci via email o in privato sui social come molti stanno facendo negli ultimi giorni non garantisce alcun tipo di canale preferenziale, fintanto che non riapriamo le valutazioni non leggiamo nulla, lo scrivo qui per trasparenza.
  4. Trucchi che funzionano sempre purtroppo non ne conosciamo, dal momento che ogni libro è un caso a sè, quello che vale praticamente per tutti direi che è: - Bisogna per prima cosa identificare il pubblico ideale del proprio romanzo, solo dopo sviluppare una strategia di comunicazione sulla base di ciò. Se pensiamo che il nostro romanzo "può piacere a tutti", abbiamo un problema. - Ci sono delle strategie che funzionano nel breve termine (es: dare massima visibilità a un libro gratuito su Amazon per un paio di giorni e poi rimetterlo al prezzo normale) ma secondo me quello che è davvero necessario è che il nostro romanzo riesca a distinguersi dalle famose 60.000 nuove pubblicazioni all'anno. Possibilmente, non in negativo!
  5. Grazie mille, è stato utile pure per un professionista che queste cose dovrebbe conoscerle a menadito
  6. Pienamente d'accordo. Noi non abbiamo particolari pretese (non cestiniamo neanche le email senza testo d'accompagnamento con il manoscritto in allegato, solo chi mette decine di indirizzi di editori in chiaro perché, se proprio dovete fare i dritti, almeno abbiate la decenza di usare la ccn :D), ma se l'autore dimostra di essersi preso la briga di aver dato una sfogliata di un minuto al nostro sito non può che fare piacere e magari quella buona impressione lasciata all'inizio può fare la differenza, anche inconsciamente, in fase di valutazione.
  7. Interessante tenere conto anche dei gruppi Facebook collegati alle pagine, anche se secondo la mia modesta opinione sta diventando un po' una "moda", con molti gruppi puramente autoreferenziali (se voglio solo promuovere direttamente i miei libri e i miei articoli, non ha senso creare un gruppo). Altro discorso se la strategia promozionale è ben strutturata e coinvolge anche l'interazione con soggetti "terzi": se si riesce effettivamente a sviluppare il gruppo in una piccola community di interesse compatibile con temi e stile dei nostri libri, abbiamo fatto centro.
  8. Conta il numero di cope copie vendute, non i ricavi
  9. Arrivo tardi e ho letto solo i primi interventi, quindi probabilmente la mia considerazione risulterà ridondante e superflua, ma visto che siamo stati "chiamati in causa" ci tocca esprimerci... Noi abbiamo sul nostro sito una sezione e-commerce dove è possibile acquistare ebook e cartacei (quelli di cui abbiamo idsponibilità, dato che distribuiamo solo in print on demand su Amazon). I prezzi sono gli stessi degli store online, ma ogni tanto facciamo offerte promozionali esclusive al sito anche forti (e anche superiori ai maggiori ricavi che otteniamo bypassando distributori e librerie online), ciononostante le vendite dirette dal nostro sito sono inferiori al 5% di quelle complessive, e nel futuro non escludiamo di togliere del tutto l'ecommerce dal sito, visto che ha i suoi costi di gestione e manutenzione. Abbiamo quindi una nicchia di seguaci che sceglie di prendersi lo sbattimento di fare qualche clic in più e comprare dal nostro sito e ha tutta la nostra stima, ma per la "maggioranza silenziosa" è troppo comodo usare amazon, kobo e compagnia danzante. Non li biasimo di certo, perché faccio così anch'io! Il mio appello può quindi essere questo: "Comprate pure da dove vi pare, basta che compriate!" Su tutta la questione degli autori esordienti e delle pretese a volte ragionevoli e a volte meno, mi pare sia stato scrito già anche troppo, quindi non rincariamo la dose
  10. La scelta di usare un profilo fb invece che una pagina autore secondo me ha senso per autori che, al momento di iscriversi a facebook, sono già professionalmente conosciuti come autori. Per capirci, se col mio profilo pubblico più che altro foto di biciclette d'epoca perché è l'hobby mio e di miei amici/conoscenti, non ha molto senso che poi passi a parlare solo di libri (beh, a meno che i libri non trattino di bici d'epoca!). Inoltre entra anche un discorso di privacy: Selvaggia Lucarelli (per dire la prima che mi viene in mente) usa il profilo personale in modo decisamente pubblico perché evidentemente non le interessa usarlo "privatamente", ma io magari sì. Se lo si fa a caso, di solito no. All'interno di una strategia di promozione ben pensata, di solito sì.
  11. In materia di diritti d'autore, la cosa migliore è di promuovere brevi estratti dal libro in formato immagine, il titolo del libro e il nostro nome (e/o marchio dell'editore) funge da "watermark". Riguardo ai post sponsorizzati, possono essere uno strumento molto potente SE il nostro libro ha un target già preciso, in ogni caso è molto facile sbagliare qualcosa nelle impostazioni e finire per buttare via soldi (parlo per esperienza personale! Ad esempio, le inserzioni per ottenere mi piace a una pagina spesso servono a ben poco), se si è interessati consiglio di studiarsi bene l'argomento con qualche articolo/ebook e poi di provare con un budget limitato, o di affidarsi alla consulenza di un professionista.
  12. E No, è un parametro indicativo che va preso con le molle, ma sono comunque informazioni che molti altri distributori nemmeno forniscono. Scordatevi di vedere un negozio online di un certo peso che esplicita il numero di vendite, perché, come ho scritto, sono informazioni che per tutta una serie di motivi non possono essere pubblicate.
  13. La classifica di Amazon non può essere "trasparente" perché molti editori e autori andrebbero su tutte le furie se lo fosse. Comunque è così per tutti i beni in vendita eh, mica solo per i libri: sono dati preziosissimi che si vogliono tenere ben stretti.
  14. Come ho specificato sopra, chi ha inviato entro il 31 luglio riceverà risposta il prima possibile.
  15. DIN-DON - COMUNICAZIONE DI SERVIZIO: a causa della coda di lettura che sta raggiungendo la lunghezza di quelle di auto sull'A1 tra Barberino e Roncobilaccio, la valutazione di nuove proposte è sospesa fino all'autunno 2017. Buone vacanze! Chi ha inviato entro oggi riceverà una risposta, ovviamente. Con calma, però, che fa caldo.