Banner_Sondaggio.jpg

1984Phantom

Utente
  • Numero contenuti

    33
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutrale

3 Seguaci

Su 1984Phantom

  • Rank
    Sognatore

Contatti & Social

  • Sito personale
    http://www.webalice.it/baldessari/andrea.html

Informazioni Profilo

  • Provenienza
    Trento, TN
  1. Come qualità youcanprint. Photocity ha carta con grammatura molto sottile e ti piazza il suo logo orrendo "photocity col dinosauro" in copertina. Come costi photocity. Una per tutte le spedizioni.. umane. Non è possibile che youcanprint invia libri solo con corriere espresso. Non è possibile che non conosca il piego di libri... Senza contare i 30 euro per l'isbn sono assulutamente buttati, secondo me. L'isbn è una buffonata, non ti fa vendere di più. Io scegiere youcanprint, se potessi pubblicare senza isbn...
  2. Vorrei segnalare il blog Autori Dannati (***), rivolto a tutti gli scrittori esordienti che hanno deciso la strada dell'autopubblicazione. Spesso i siti più gettonati (Anobi, QLibri...) rifiutano le recensioni dei volumi autoprodotti. Il blog Autori Dannati offre lo spazio per promuovere i propri libri, presentare gli autori e le anteprime delle prossime uscite. Presentare le proprie opere non costa nulla, gli amministratori non chiedono niente in cambio, eccetto la promozione del blog Autori Dannati sui canali frequentati dagli autori e dai lettori. Sono ammesse opere di narrativa, poesia, storia e biografie. *** è vietato lo spam - staff ***
  3. Io stamperei con il ilmiolibro.it se solo il formato romanzo non fosse 15 per 23 cm... troppo grande. Già il formato A5 (lulu) è al limite (quando stampi un libro "sottile" di "solo" 250 pagine). Ho scelto lulu, ma tra i due POD, tutta la gente che ho sentito conosce solo ilmiolibro.
  4. Totalmente d'accordo con te. Oramai, è solo questione di "apertura mentale": un giorno i lettori discrimineranno di meno. Gli editori avranno vita breve quando l'ebook dilagherà anche qui.
  5. Il mondo del self è un bel ginepraio. Io un po' di copie le ordinerei per il "lancio", peccato che passano le settimane e la stampa di prova ancora non arriva. Una pecca di lulu quella dei tempi (e forse anche degli altri, non lo posso sapere). La questione è: - tempistica: farmi una riserva a casa e spedire personalmente per abbattere i tempi di consegna (e le spese) - di fiducia: un lettore si fida a comprare un libro da un "privato"? Magari Paypal aiuta un po', ma non so fino a quanto.
  6. Ho esordito con l'autopubblicazione su lulu e mi accorgo di quanto sia problematica la cosa. La scelta è criticabile, ma non c'erano alternative. Le uniche case editrici che mi hanno risposto (piccole realtà di trento) chiedevano un contributo iniziale. Altre case editrici, scelte nelle liste free, non mi hanno mai degnato di una risposta (o sono fallite). Ho portato a termine parecchie delle mansioni svolte dall'editore: impaginazione, copertina, sito web, compilazione a mano dell'ebook in formato epub (un vero incubo), creazione banner pubblicitari, alcune strategie di marketing appena apprese in un corso... ... manca solo la distribuzione, ecco. POD e piccole case editrici hanno entrambi pregi e difetti, stanno pressapoco sullo stesso livello. Pressapoco perchè la piccola casa editrice ti porta in libreria (locale) e credo sia l'aspetto fondamentale dell'intera vicenda.
  7. Mah, veramente pessima... Ho avuto un'esperienza con il FIlo, circa 8 anni fa. Sponsorizzavano un concorso di racconti, a Torino, ed ero arrivato secondo. A parte la lettrice (e che lettrice) che presentò la mia opera ai presenti, la signora mi premiò con una targhetta da 5 euro... ne avevo spesi 70 per arrivare fin là... se lo sapevo mi risparmiavo il viaggio. Se proprio proprio (ma proprio proprio) dovessi dire qualcosa a favore di una casa editrice a pagamento.. .. metti caso che ti produca 1000 copie a un prezzo vantaggioso... (ma molto vantaggioso) ... allora fornirebbe il servizio di un print on demand più conveniente e senza l'incognita della spedizione (anche se )
  8. Bell'idea, stavo pensando la stessa cosa!! Sai, più o meno, quante copie occorre ordinare per ottenere uno "sconto"? Dal sito mi pare che la soglia minima sia 25.. però.. penserei almeno al doppio..
  9. Mi sa proprio di sì... Ho appena pubblicato con lulu.com e ho pagato... 6 euro di spedizione... per l'invio della prova di stampa.
  10. Dici sul serio? Io li avevo scartati, dopo aver visto come si presentava il sito.
  11. Mi servono rassicurazioni di questo tipo!!
  12. Vero, mi sono dimenticato di aggiungere questo particolare! Mi sono iscritto a ilmioesordio, sto saggiando il terreno. Ebbene: sto ricevendo le prime proposte che sfalsano la classifica "votami che io ti voto" e parlo di grandi numeri, non di casi isolati... Stessa storia di perfiducia, voglio dire... possibile che le cose vanno sempre così?
  13. Sto valutando ilmiolibro.it e lulu.com. Entrambi offrono, tra le scelte disponibili, il formato "romanzo" (per lulu A5 o una versione US che è meglio non scegliere se europei). Questi formati da romanzo hanno, parere personale, misure esagerate (larghezza 15 cm o quasi, per dirne una delle due ). Ora, dotato di righello, mi sono misurato tutti i romanzi di casa (un campione dai, erano troppi). Ora: il romanzo più largo misura 14 cm, gli altri dai 13 ai 14. (può essere che lo standard sia cambiato.. non compro più libri da un pezzo) Sembra una cosa banale ma... se il romanzo in questione ha solo 230 pagine (spessore medio-piccolo) ed è così largo.. con la copertina morbida.. temo che diventi inguardabile. Un.. testo universitario. Cosa ne pensate voi? Io sono abbastanza combattuto.. perchè questa grande copertina darebbe, nota positiva, più spazio al mio disegno.. boh! A questo punto sceglierei il tascabile, ma non so che effetti possa avere. Sicuramente il libro ne guadagna in spessore... (nda: con i tascabili il prezzo lievita, oltre una certa soglia di pagine...)
  14. Questa notte ilmiolibro ha aumentato il costo di stampa e implementato sconti per grossi quantitativi di libri comprati... forse per sfruttare al meglio il mercato derivato dal concorso ilmioesordio. Mah..
  15. Come non quotare.. Appena l'e-book soppianteràro il libro di carta (e succederà, il mese scorso ero a Londra e là il fenomeno si vede) non ci sarà più differnza tra case editrice, print on demand o.... autore che vende dal proprio sito l'e-book con pagamento su paypal... (quasi quasi provo così!!!)