Vai al contenuto

Marcello

Supercritico
  • Numero contenuti

    24.341
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    410

Marcello ha vinto il 6 gennaio

Marcello ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

10.809 Magister

Su Marcello

  • Rank
    Assassino compulsivo di personaggi
  • Compleanno 22/12/1956

Contatti & Social

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo
  • Provenienza
    Forlì
  • Interessi
    arte, cultura e civiltà dei Paesi Bassi
    scacchi
    viaggi

Visite recenti

25.276 visite nel profilo
  1. Contest di Natale 2017 - Scrittopoli - Off Topic

    Non associavo il calcio a Emy
  2. Il gioco del Vocabolario Fantastico

    Hippioterapia: terapia medica che si realizza con cavalli addobbati di corone floreali. KGUCJROXEZPBDQALIHVTMWFNSY
  3. [N2017 - F] In Bilico

  4. Il gioco del Testo Alfabetico

    Zafferani, – osservò guardingo un satrapo erudito – dovrebbero quietare animosi turbamenti. Imperturbabili fenici offrivano resti, nonostante evidenti provvigioni legali. Hittiti ardimentosi minavano valichi importanti, benché ussari zoroastriani governassero Ungheria senza entusiasmo. – Ditemi, quindi andarono trionfanti in foreste o radure? – No, essi praticamente lasciarono Hamurrabi RNEPLHAMVIBUZOGUSEDQATIFO
  5. [N2017 - F] E profesor

    In ogni caso direi di non intasare il racconto con discussioni che hanno poco a che vedere con il racconto stesso. Se proprio qualcuno vuole magari può continuare nella sezione apposita.
  6. [N2017 - F] E profesor

    Sì, ogni editore ha le proprie regole tipografiche. Tuttavia con il trattino non ricordo di avere visto grossi scostamenti da ciò che ho affermato; delle caporali non so nulla perché non mi piacciono e non le ho mai usate in vita mia. Nel mio esempio se non ci fosse "urlò Giovanni" il punto ci andrebbe per forza, dunque non vedo alcun motivo per trascinarlo fuori dalla battuta di dialogo se metto una frase di appoggio.
  7. [N2017 - F] In Bilico

    Credo sia la prima volta che ti commento. Scrivi molto bene, ma mi sentirei di darti un paio di consigli, nella speranza che siano bene accetti. Il primo è di tagliare in maniera drastica i possessivi, soprattutto quelli riferiti a parti anatomiche e a indumenti (in certi passaggi sembra di leggere un testo inglese tradotto in italiano da chi ignora che nella nostra lingua non soltanto non sono obbligatori, ma che anzi sono dannosi, se superflui). Solo alcuni esempi: Ce ne sono altri, ma questi mi sembravano quelli più evidenti. Il secondo è quello di non abusare delle metafore. Non so se sia un'abitudine oppure o se sia stato il tentativo di rendere vive le immagini del coma, ma sono troppe in un brano così breve. Sono uno strumento che impreziosisce un racconto (quando sono efficaci, e le tue lo sono), ma l'uso eccessivo disturba. Dal momento che intuisco il tuo amore per l'espressività del linguaggio mi permetto ancora un altro paio di suggerimenti: presta attenzione alle espressioni che si ripetono ( i loro sguardi lascivi scorrere indisturbati sul suo giovane corpo; strusciavano lente e meticolose sul suo giovane corpo; ricoprivano il corpo acerbo) e soprattutto ai gerundi, che sono infidi. Ce ne sono un paio un po' azzardati e soprattutto uno errato: I finestrini chiusi avevano permesso al fumo di ristagnare nello spazio angusto dell’auto, avvolgendo l’uomo in un’impalpabile foschia. Qui grammaticalmente sono i finestrini, il soggetto della principale, e non il fumo ad avvolgere l'uomo. Ora che sono riuscito di certo nell'impresa di farmi odiare, ti dirò che il racconto mi è piaciuto molto. Sei riuscita a dare un'espressione visiva, e terrificante, al coma della ragazza senza svelare fino all'ultimo di cosa si trattasse: brava. Ma ho apprezzato ancora di più il "fuori", soprattutto in questo passaggio, che per me è quello di maggior qualità di tutto il racconto: Nonostante la metafora, che io non avrei usato ma che non guasta di certo, qui sei stata superlativa nel descrivere l'inferno dei genitori senza usare una sola spiegazione. lo sguardo basso del padre, l'attesa di una risposta, quella risposta che arriva "dal ventre oscuro della casa", lo scambio di battute tanto inutili che i due non fanno nemmeno più lo sforzo di portare a compimento: tutto perfetto. Questo per me è un passo di alta letteratura: sei riuscita in poco più di tre righe a rendere una tragedia famigliare immane soltanto con i semplici gesti della coppia e una battuta di dialogo interrotte: bravissima. Coltiva al meglio le tue doti.
  8. [N2017 - F] Pomeriggio al parco in prospettiva

    anche quella di cui stava parlando è stata presentata come "una ragazza", quindi scriverei "torno all'altra ragazza" o più semplicemente: "torno all'altra" (così risparmi un "ragazza", visto che subito dopo arriva un "ragazzo". per evitare la ripetizione toglierei il primo: la frase si regge lo stesso e mi pare addirittura più scorrevole importunerà. Se usi il condizionale significa che non ha un vestito aderente in quel momento toglierei la virgola Un caro amico mi disse un giorno, tanto tempo fa: Scriverei: È ancora priva di sensi... Un quadretto di apparente – molto apparente – serenità, fotografato da quattro diverse angolazioni: quattro osservatori diversi, tre dei quali nel finale fanno convergere il proprio sguardo sul quarto, vittima di un evento traumatico. È di certo uno sviluppo originale del tema. Un serial killer psicopatico, la sua potenziale vittima e due "sfigati": il lettore non sa davvero a quale appoggiarsi per osservare la scena. Forse è meglio evitare quel parco, ci saranno altri spazi verdi in città, no? Molto carina l'idea, mi è piaciuto.
  9. [N2017 - F] E profesor

    Il discorso segue le normali regole della punteggiatura: il punto appartiene al dialogo, non alla frase dichiarativa. Il dialogo va scritto come se "urlò Giovanni" non ci fosse. E infatti potrebbe benissimo non esserci.
  10. [N2017 - F] E profesor

    Soltanto se il discorso non si interrompe, altrimenti ci va e si riprende con la lettera maiuscola.
  11. Richieste cancellazioni Racconti e Poesie

    Quando l'hai postato mi ero iscritto al WD da una decina di giorni in tutto e forse non avevo mai letto il frammento. Un abbraccio e non preoccuparti: preparo generi di conforto per il messaggio
×