Nuwanda

Scrittore
  • Numero contenuti

    1.899
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

296 Strepitoso

Su Nuwanda

  • Rank
    Spirito indiano
  • Compleanno febbraio 14

Contatti & Social

  • Sito personale http://eadessochecosaseidispostoafare.blogspot.it/

Informazioni Profilo

  • Genere Non lo dice
  • Provenienza Napoli

Visite recenti

5.713 visite nel profilo
  1. Cruore - Andy Ben

      Titolo: Cruore Autore: Andy Ben Editore: Lettere Animate Pagine: 145 ISBN ebook: 9788868829889 Genere:  Giallo/thriller/poliziesco Formato: ebook Prezzo: 2.99 € Trama: Il romanzo segue le movenze di un giallo, il cui tema principale riguarda la ricerca di un assassino seriale. A capo delle indagini troviamo il commissario Giulia Montorsi, donna dal passato travagliato, e ora di ritorno in servizio a Milano, per seguire un caso che sembra calzargli a pennello. Il commissario riuscirà a risolvere la vicenda, ma non mancheranno dei colpi di scena. Contenuti: Quando un testo ci mette di fronte a dei delitti così crudeli, in più mossi da “stati emotivi disturbati”, è davvero difficile rilasciare delle considerazioni. L’indagine non tenta di indagare l’animo umano, alla ricerca di un perché atto a dimostrare simili azioni (delle ipotesi comunque sono fornite al lettore), ma tutto è orientato alla consegna di un colpevole alla giustizia. In questo c’è poca originalità, soprattutto se si vuole fare un confronto con le vicende di cronaca nera, presenti ogni giorno sui notiziari. È singolare, invece, una certa sfumatura rosa che ho intravisto nel testo, ma lascio ai lettori seguire questa scia. Ambientazione e personaggi Le città che compaiono nel romanzo restano sullo sfondo, non hanno la forza di vincolare il testo soltanto quelle realtà. Si potrebbero ambientare le stesse vicende in posti diversi, senza perdere troppo. I protagonisti della storia sono ben definiti, alcuni personaggi secondari, invece, andrebbero sviluppati di più in modo da non farli sembrare troppo delle comparse. Stile e forma Il romanzo si presenta pieno di dettagli, in maniera particolare colpisce la descrizione delle “effimere” a Riva del Garda e alcuni passaggi, relativamente curiosi. Tra questi segnalo l’uso della parola “ospite” utilizzato per indicare colui che ospita, caso preso in esame anche dall’Accademia della Crusca. Chi è effettivamente l'ospite Altro interesse nasce per queste auto civette, chiamate per un soccorso urgente, volano sull’asfalto a sirene spente, ponendo come giustificazione il fatto di avere davanti a sé una strada deserta. Riguardo all’uso della sirena e dei relativi lampeggianti, la questione si complica, questi andrebbero usati congiuntamente, in modo da giustificare l’esenzione dal codice della strada. Se il guidatore decide di escluderli, almeno non dovrebbe “volare” su una statale, dove il limite è 110 chilometri orari, in caso di asfalto bagno questo valore scende a 90 chilometri orari. Infine, segnalo la numerosa presenza di “monologhi interiori”, il personaggio che parla tra sé e sé, ma in questo caso proposti in maniera per me “insolita”. Il “pensiero” dei protagonisti, più che svelare il loro “mondo interiore” anticipa le successive azioni, facendo calare di molto l’effetto sorpresa e togliendo al lettore una disamina. Suggerirei di ovviare a questo problema semplicemente “mostrando” piuttosto che spiegando queste azioni, adottando una tecnica capace di coinvolgere anche di più il lettore. Giudizio finale  La storia, inquadrata nel suo genere, assolve i requisiti pretesi, consiglierei, però, oltre a un’indagine di tipo poliziesca, all’inserimento di vicende amorose, anche qualche altro tratto caratteristico più originale, in modo da poter distinguere maggiormente la “voce” dell’autore sulle altre che pur trattano questi argomenti.
  2. Premio Letterario"Una città che scrive" [31/03/17]

      Mi sapresti indicare la CE di riferimento? Grazie.
  3. IoScrittore

    Qualcuno sta mettendo in pratica i consigli per valutare e recensire i romanzi forniti dal Torneo? Come si valuta e si recensisce un romanzo
  4. IoScrittore

      Cerca anche i nomi dei protagonisti. Nella scorsa edizione, alcuni autori hanno presentato anche personaggi già presenti in altri testi (Es. Montalbano di Camilleri).
  5. Richieste cancellazioni Racconti e Poesie

    Buongiorno, richiedo la cancellazione di un mio racconto a questo link:     Grazie
  6. L'editing è davvero utile?

      Certo, non si può analizzare il lavoro dell’editor senza tirare in ballo anche l’autore, le due cose dovrebbero camminare insieme. Tra autore e editor si instaura uno “scontro” e “incontro” di opinioni”, dove in realtà nessuno dei due può avere la formula magica per risolvere un problema. Io credo che l’autore, in fase di creazione, debba fregarsene del pubblico, perché ha l’obbligo di trascrivere quanto gli viene suggerito dalla sua anima. Raggiunto questo scopo, può non interessare il successo, il “pubblico ignorante”, mentre gli interrogativi del punto “a” sono corretti. Esistono diversi modi per giungere da un punto “A” a un punto “B”, la strada da seguire definisce lo “stile” dell’autore (come da una stessa traccia possono prendere vita racconti diversi, i nostri MI), quando questo è padrone delle propria “voce”, allora, può permettersi tutti le iperboli che vuole, consono che non può piacere a tutti, ma può ritagliarsi quello spazio adatto a un pubblico a lui più affine (d’altronde alcuni comici non hanno la pretesa di far ridere tutti, non si “prostituiscono”, ma nel loro stile cercano di mandare un messaggio).   L'editor dovrebbe "modularsi" seguendo la sinfonia dell'autore.
  7. Concordanza di genere in "un tipo di..."

    Certo, la mia è una soluzione diversa. Se per te va bene solo la "correzione di tipo linguistico", il caso è chiuso
  8. Concordanza di genere in "un tipo di..."

      Secondo me, "un certo tipo" va eliminato perchè non significa nulla. Il "trasfertita" (http://dizionari.repubblica.it/Italiano/T/trasfertista.php, qui c'è anche una specifica in mansioni tecniche in impianti industriali) può essere ad esempio un "livello superiore", magari perchè fonte di maggior guadagno. Ripeto, credo che la frase, prima di giungere a correzione, abbia bisogno di una maggiore chiarezza, cosa che è possibile ottenere eliminado delle "incertezze" (es. "un certo tipo", "un certo non so che", dove di "certo" non c'è proprio nulla). Questo naturalmente resta un mio punto di vista sulla singola frase, magari una lettura completa può aprire la strada ad altre soluzioni ;-)
  9. L'editing è davvero utile?

    @JPK Dike   Sì, penso che queste cose possano venir fuori con una “scheda di valutazione” abbastanza approfondita. Inoltre, inutile “correggere” qualcosa che non funziona… Questo mi sembra il punto. Tu reputi che alcune storie proprio non vanno ("Usare una prima persona e tempi al passato è tipo suicidio assistito") e, invece di eliminare questo problema, si perde tempo in altre analisi, giusto?
  10. Concordanza di genere in "un tipo di..."

      Il caso è risolto, ma per dare nuova vita a una discussione di questo "tipo", consiglio di eliminare tutte quelle "frasi indefinite", che non dicono nulla. Cosa vuol dire un certo tipo di crescita? A che tipo si fa riferimento? Propongo questa soluzione: "mi era stata prospetata una crescita professionale" . Vedete che la frase comunque sembra spezzata? Magari andrebbe specificato anche il prossimo incarico, altrimenti ,tutto resta sul vago e il lettore può non capire cosa in realtà è stato ipotizzato.
  11. L'editing è davvero utile?

      Possiamo estrapolare qualcosa?
  12. L'editing è davvero utile?

      Il materiale linkato di Giulio Mozzi sembra più corposo... Tu cosa ne pensi?
  13. L'editing è davvero utile?

      Se esistono altri esempi, legati a un contesto più ampio, ben vengano :-) Altrimenti, ci limitiamo a ossevare l'utilità della funzione Revisioni.
  14. L'editing è davvero utile?

    Anche il buon @Rewind ci aveva linkato qualcosa ;-) @JPK Dike Attendo con vero piacere, un tuo punto di vista e ti ringranzio anticipatamente :-)      
  15. L'editing è davvero utile?

      Sì, grazie per la precisazione. Purtroppo è l'unico materiale che abbiamo per intavolare una discussione e ci faremo bastare questo ;-)